Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Ainrich Ainrich 19/04/2007 ore 19.08.58
segnala

(Nessuno)COSA???????????

Facendo una ricerca a proposito di Licio Gelli & Co. su Wikipedia mi sono imbattuto in un SITO UFFICIALE DELLA MASSONERIA :sbong:sbong:sbong
www.grandeoriented'italia.it o roba del genere, su google cercare GRANDE ORIENTE D'ITALIA...
Io pensavo che la Massoneria fosse esplicitamente illegale...
Invece scopro che ha gli uffici a Roma :hoho:hoho
vi prego, ditemi qualcosa di più, sull'argomento (questa non é massoneria deviata) sono completamente a digiuno
Chia87 Chia87 19/04/2007 ore 19.12.23
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

Non sò dirti molto sull'argomento!!Sinceramente ne sò di più della massoneria statunitense....Riguardo a quella Italiana posso dirti che molti dei membri sono ed erano riversati nella DC....ma non solo, anche nell'ex partito socialista....alcuni sono presenti anche nell'UDC...altro non sò dirti!Io non vedo di buon occhio questo fenomeno.....
TEMPLARE1971 TEMPLARE1971 19/04/2007 ore 19.34.20
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????


La masoneria non è più illegale da un po'. Fino a pochi anni fa non poteva un massone diventare giudice o ricoprire posti statali perchè doveva dichiararlo e se lo dichiarava era fuori.

Quindi se avessi visto UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO di sordi, avresti notato che i Massoni occupavano comuqneu posti di potere anche in sordina.

Oggi non è più proibito per un massone dichiarato fare carreira in vari ambiti dello stato.

La p2 fu una deviazione coem diverse logge massoniche sotto hitler.

La massoneeria e la carboneria hanno contribuito al risorgimento italiano e la massoneria discende dai Templari stessi.

Per avere più notizie comunque devo cercare in giro.

Airnich aggiornati è peggio un massone o un marchigiano dietro la porta? O un Talebano sotto casa pronto a tirarti le bombe?

(ps il marchigiano era l'esattore delle tasse ai tempi del papa).



Riconosco di saperne poco e devo informarmi, c'è massoenria e massoneria deviata. Quella non deviata al contrario contribuire alla crescita di un pase.

ci vediamo a dopo e vedo cosa trovo.
TEMPLARE1971 TEMPLARE1971 19/04/2007 ore 19.38.43
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????


e) la distinzione fra massoneria, nuovi movimenti religiosi e nuova religiosità. La massoneria non è, come abbiamo visto, un nuovo movimento religioso. Appartiene a una categoria diversa: o forse si potrebbe dire che fa categoria a sé. Non si può neppure dire semplicemente che la massoneria appartiene alla "nuova religiosità" intesa come l?insieme non solo delle appartenenze a movimenti ma anche delle credenze alternative alla religione tradizionale, pur se "alcuni problemi che le massonerie pongono alla Chiesa presentano però momenti di analogia rispetto al mondo della nuova religiosità" (82). Tuttavia quando si è passati dall?attenzione ai nuovi movimenti religiosi all?attenzione alla nuova religiosità si è compiuto soltanto un primo passo sulla strada dell?identificazione di un problema più ampio. Oltre i nuovi movimenti religiosi c?è la nuova religiosità (un?area che - se si prende come parametro la credenza più tipicamente neo-religiosa, quella nella reincarnazione - coinvolge un quarto degli italiani, contro l?uno per cento che si riconosce nei nuovi movimenti religiosi); ma oltre la nuova religiosità c?è la vera nuova religione degli italiani che non è la religione dei testimoni di Geova e neppure l?Islam: è il relativismo. Sulla base di diverse indagini sociologiche si può ritenere che il relativismo - l?idea che la verità religiosa non esista o sia soltanto relativa, così che tutte le religioni sarebbero in fondo ugualmente vere - sia la "religione" del sessanta per cento degli italiani (83). Partendo dalla nuova religiosità (che è il terreno su cui fioriscono i nuovi movimenti religiosi) occorre compiere un secondo passo, andare oltre e portare l?attenzione sul relativismo diffuso, come terreno su cui la nuova religiosità nasce. Se infatti la verità religiosa non c?è o è soltanto relativa, le scelte religiose verranno effettuate sulla base delle variabili più diverse - soprattutto sulla base di quanto psicologicamente sembra dare più soddisfazione e conforto - scegliendo a seconda dei casi e delle suggestioni elementi della "vecchia" o della "nuova" religiosità. Se la massoneria ha una relazione indiretta con i nuovi movimenti religiosi (che, come notano altri contributi in questa sede, ha talora influenzato, ma che per altri versi rappresentano reazioni al pluralismo moderno opposte rispetto a quella massonica) e con la nuova religiosità (di cui nel tourbillon di risultati cangianti del metodo massonico ha talora acquisito e diffuso qualche elemento), ha certamente una relazione diretta con il relativismo. Una volta chiarito - come si è cercato di fare - che cos?è il relativismo, si può vedere nel metodo massonico un grande organizzatore sociale del relativismo, per milioni di persone nel mondo anglosassone e per élite socialmente significative nel mondo latino. In questo senso il testo del 1985 che abbiamo più volte richiamato conclude che, considerata dal punto di vista della Chiesa cattolica, la pratica abituale del metodo massonico si manifesta oggi come particolarmente insidiosa perché "corrisponde pienamente a certe convinzioni prevalenti nella mentalità contemporanea", soprattutto all'"opinione che la verità non possa essere conosciuta", "caratteristica tipica della nostra epoca e, nello stesso tempo, elemento essenziale della sua crisi generale".



http://www.alleanzacattolica.org/temi/massoneria/massoneria_introvigne.htm
TEMPLARE1971 TEMPLARE1971 19/04/2007 ore 19.42.32
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????




http://www.disinformazione.it/loggiaP2.htm

Vicende in cui è implicata la loggia P2- Strage del treno Italicus- strage di Bologna- strage di Ustica- strage di Piazza Fontana- strage del rapido 904- omicidio Calvi- omicidio Pecorelli- omicidio Olof Palme- omicidio Semerari- colpo di stato militare in Argentina- tentativo di colpo di stato di Junio Valerio Borghese- tentativo di colpo di stato della Rosa dei Venti- caso dei dossier illegali del SIFAR- operazione Minareto- falso rapimento Sindona- tentativo di depistamento durante il rapimento Moro- rapimento Bulgari- rapimento Ortolani- rapimento Amedeo- rapimento Danesi- rapimento Amati- rapporti con la banda della Magliana- rapporti con la banda dei marsigliesi- inchiesta sul traffico di armi e droga del giudice Carlo Palermo- riciclaggio narcodollari (caso Locascio)- caso Cavalieri del Lavoro di Catania- fuga di Herbert Kappler- crack Sindona- crack Banco Ambrosiano- crack Finabank- scandali finanziari legati allo IOR- caso Rizzoli-Corriere della Sera- caso SIPRA-Rizzoli- scandalo dei Petroli- caso M. Fo. Biali- caso Eni-Petronim- caso Kollbrunner- cospirazione politica e truffa di Antonio Viezzer- cospirazione politica di Raffaele Giudice- cospirazione politica di Pietro Musumeci- cospirazione politica e falsificazione documenti di Antonio La Bruna- finanziamenti FIAT alla massoneria
TEMPLARE1971 TEMPLARE1971 19/04/2007 ore 19.44.02
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

http://www.acquaviva2000.com/MAGIA/massoneria%201.htm Secondo la storica inglese Frances Yates, la questione delle origini della massoneria rappresenta uno dei problemi più discussi e discutibili in tutto il contesto della ricerca storica. La massoneria moderna nasce sotto due spinte contrastanti: da una parte l'auspicio del razionalismo, dall'altra l'anelito preromantico al mistero che affonda le sue radici nella tradizione esoterica. Le origini storiche, ovviamente, sono da tenere distinte rispetto alle leggende sorte all'interno della stessa massoneria. Convenzionalmente, la data di nascita della moderna massoneria è fissata nel 1717, anno in cui le quattro logge londinesi si riuniscono nella Gran Loggia di Londra. Nel 1723 la massoneria riceve le sue Costituzioni dal pastore presbiteriano James Anderson (1680 o 1684-1739), le quali - fra l'altro - escludono dagli argomenti di cui si può parlare in loggia le discussioni di religione, dmantenendo come unici riferimenti precisi quelli alla legge morale e alla religione su cui tutti gli uomini sono d'accordo, peraltro non ammettendo che il massone possa essere un ateo stupido o un libertino irreligioso. Le radici della massoneria si trovano nelle antiche corporazioni dei freemason, cioè dei liberi muratori e architetti (da qui derivano i gradi massonici di apprendista, compagno e maestro). Queste, a partire dal 1600, accolgono persone che non hanno relazioni con la professione, ma si interessano delle leggende della corporazione e ricercano al suo interno i mitici Rosacroce, che sarebbero stati i detentori di un sapere segreto capace di accedere all'unità profonda di tutte le religioni. Attualmente la massoneria si presenta come un complesso puzzle dove è possibile, in particolare, distinguere fra obbedienze e riti. Le obbedienze sono federazioni amministrative di logge o di gruppi nazionali di logge; i riti, invece, sono sistemi di gradi massonici, di cui prescrivono non solo le cerimonie, ma anche le caratteristiche. Dunque, all'interno della stessa obbedienza possono convivere più riti e uno stesso rito può essere presente in più obbedienze. Fra i riti più diffusi si trova il Rito Scozzese Antico e Accettato, in 33 gradi, da cui deriva l'abitudine di considerare i massoni più elevati in grado come dotati della qualifica di trentatreesímo, Le organizzazioni parallele possono essere distinte in para-massoniche, simil-massoniche e pseudomassoniche. Le prime non fanno parte della massoneria, ma ammettono al loro interno esclusivamente massoni; le seconde sono sorte ad imitazione e in concorrenza con la massoneria, spesso rivolgendosi a classi sociali più basse; infine, le organizzazioni pseudo-seppure utilizzano nel loro nome il termine massoneria, sono considerate al di fuori del mondo massonico dalla maggior parte degli organismi ufficiali. Il Grande Oriente d'Italia (Palazzo Giustiniani) è l'obbedienza maggioritaria nel nostro paese, riammessa per qualche tempo nel 1972 nella comunione con la Gran Loggia Unita d'Inghilterra, riconosciuta dalla maggior parte dei massoni mondiali come Gran Loggia Madre per tutto il mondo. Dalla comunione con essa era stata esclusa - assieme alle massonerie maggioritarie dei principali paesi latini (Francia, Spagna e America Latina) - perché era accusata di ammettere nelle sue fila atei e di occuparsi di temi politici. Nel 1993 il Grande 0riente d'Italia è stato nuovamente escluso da tale comunione in seguito alle polemiche seguite a indagini giudiziarie sulle attività politiche e affaristiche di alcune logge e della crisi che da esse è derivata. Dal 1972 chi non crede in Dio avrebbe dovuto essere escluso dalle logge; tuttavia il Gran Maestro Giuliano Di Bernardo propose un'idea di Dio come principio regolatore che era al limite dell'accettabilità per le massonerie regolari e suscitò più di una obiezione. Lo stesso Di Bernardo, dopo la crisi del 1993, ha fondato una Gran Loggia Regolare d'Italia, concorrente del grande Oriente, riconosciuta ad experimentum da Londra, ma non dalle potenti massonerie statunitensi che sono in comunione con Londra e che mantengono relazioni con il Grande Oriente. La Gran Loggia d'Italia (Palazzo Vitelleschi) è la seconda denominazione massonica nel nostro paese ed è la più grande fra le numerose obbedienze concorrenti che derivano dallo scisma del 1908 di Saverio Fera (1850-1915), un pastore evangelico anti-cattolico, ma in disaccordo con l'anticlericalismo esasperato del Grande Oriente del suo tempo. Le obbedienze che derivano da questo scisma sono dette di Piazza del Gesù, perché in questa piazza romana la principale organizzazione di questa branca ha avuto sede per molti anni. La Gran Loggia d'Italia fa parte dell'AML (Association des Massoneries Liberales), cui aderiscono anche i Grandi Orienti di Francia, Belgio, Germania e le Grandi Logge olandese e danese. La Gran Loggia ammette anche le donne, nonostante le Costituzioni di Anderson (terzo dovere) le escludano dalla massoneria. La massoneria non è una religione e non ha una dottrina, ma piuttosto un metodo di tipo relativista, il quale esclude l'accettazione a priori di verità assolute e dogmi e consiste nell'affrontare i problemi con la discussione comune e nel risolverli secondo quanto sembra giusto alla maggioranza dei fratelli. In loggia tutto può essere messo in discussione, tranne il metodo stesso. L'espressione relativismo non piace ai massoni, i quali ricordano che alcuni di loro sono morti per i loro ideali politici o nazionali. Vi è qui però una confusione tra scetticismo, che nega la verità, è relativismo, per cui ogni verità rimane comunque condizionata e relativa. Il metodo massonico non è necessariamente scettico, ma è comunque relativista, e proprio per la sua dinamica relativizzante è oggettivamente incompatibile con la fede cattolica, così come hanno sottolineato molti documenti magisteriali.
Ainrich Ainrich 19/04/2007 ore 19.44.08
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

si, grazie al cazzo ste cose le sapevo ;-)mi riferivo al fatto che ci sia un club massonico enorme in centro a Roma! Anche se mi sono già risposto, é semplicemente una setta, dato che la concretezza é prerogativa delle massonerie deviate, vedi Propaganda 2...
TEMPLARE1971 TEMPLARE1971 19/04/2007 ore 19.49.52
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????


c'è anche chi la studia se vuoi

Anna Maria Isastia, è professore associato di Storia contemporanea e insegna nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell?Università degli studi di Roma ?La Sapienza?.

Collabora al Master "Teoria e analisi qualitativa. Storie di vita, biografie e focus group per la ricerca sociale, il lavoro, la memoria", e al Master ?Immigrati e rifugiati?, entrambi attivati presso il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione della ?Sapienza?.E? presidente del Comitato per la partecipazione alle Consulte e Commissioni Pari Opportunità dell?Unione italiana del Soroptimist International.E? Presidente vicario della Fondazione Archivio nazionale ricordo e progresso e responsabile del Centro studi e ricerche dell?Associazione Nazionale Reduci dalla prigionia e dai campi d?internamento. E? componente del comitato scientifico del Centro di ricerca su Roma (CISR); del Comitato nazionale Italiane al voto. Donne e culture politiche; del comitato di redazione della rivista "Dimensioni e problemi della ricerca storica". Dirige la collana editoriale Quaderni anrp.E? responsabile per l'Italia del progetto di ricerca: Freemasonry and National Identities in Europe: Levels of Construction (18° century - early 20° century) European Science Foundation (ESF) 2005 Call for ESF Exploratory Workshops http://www.esf.org/workshops Collabora con la Leerstoel Pierre-Théodore Verhaegen della Vrije Universiteit Brussel e con il Centre interdisciplinaire d'Etude des Religions et de la Laicité (CIERL) della Université libre de Bruxelles.Ha partecipato alla ricerca storica di interesse nazionale cofinanziata dal Miur e dall?UE: Europa come unità (temi di riflessione sull?identità politico-culturale dell?Europa a 25) diretta da Francesco Gui.A settembre 2005 ha ricevuto l?onorificenza del Rotary intitolata a Paul Harris per la collaborazione culturale prestata ai club romani.Ha organizzato molti convegni scientifici e partecipa come relatore a dibattiti, convegni e tavole rotonde.

Da alcuni anni le sue ricerche si sono incentrate sulla socialità di gruppi organizzati.In questa ottica si occupa di storia militare (con particolare attenzione alle prigionie militari); di storia della questione femminile ( emancipazionismo e associazionismo); di storia della massoneria.Questi filoni di ricerca l?hanno anche avvicinata ai temi della memoria individuale e di gruppo e ai temi della rimozione e/o del mito che a volte si presentano come complementari.

Ha al suo attivo circa 200 pubblicazioni scientifiche tra libri, saggi e articoli di storia italiana ed europea
cristian1977 cristian1977 19/04/2007 ore 20.09.16
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

templare ma sei una enciclopedia vivente sai sempre tutto e di tutto complimenti
messia89 messia89 19/04/2007 ore 20.13.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

sappi soltanto che il vero scopo della massoneria è costituire un governo mondiale non democratico...ma ovviamente i massoni della massoneria azzurra non lo sanno....
Ainrich Ainrich 19/04/2007 ore 20.38.59
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????

massoneria azzurra..? Forza italia! :hoho
Vince1985 Vince1985 19/04/2007 ore 22.04.23
segnala

(Nessuno)RE: COSA???????????


Se qualcuno vuole iscriversi, ci sono ben due legalissime logge in Italia presso le quali è possibile farlo. Di una conosco anche qualche "fratello" (anche se io sono contro tutti i principi dei massoni).





Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.