35 e dintorni

35 e dintorni

La "lobby" dei trentenni!

Black.Hole Black.Hole 11/03/2009 ore 15.23.44
segnala

(Nessuno)Vandea

Fiacca la faccia che improvvisa la fame
Questo sole questo sole di Francia
Questa notte ha cambiato colore
Non ci scioglie più il nodo alla pancia
Quando la sera lo vedi calare

Questa spada, non è spada è una lancia
Taglia la gola agli agnelli e ai bambini
Questo fuoco che brucia le chiese
Brucia il raccolto dei contadini

E mio figlio che è figlio di Francia
Rivolta la terra perche ci dia da mangiare
Conosce fatica, dolore e rinuncia
Conosce una croce a cui poterle affidare

Ma questo milione di uomini a cavallo
hanno le lame sopra al loro coltello
Hanno un diavolo per capello
e di capelli una marea

Cantano di questa Francia
che cambia hanno un sorriso
che gli approva la morte
Stringono tra le ginocchia un cavallo,
e il cavallo s'impenna e riparte

La Francia moriva contadini baroni ed i figli suoi
E mio figlio
che ancora cantava
Cantava il domani appartiene a noi

Queste mani queste mani di Francia
di pelle dura che non intende ragione
Gia si formano in grembo alla pancia
di ogni madre di questa regione

Mio figlio che è nato di notte
Sul pavimento di un casolare
Ha una schiena che piega soltanto
quando il grano è maturo
e che lo deve tagliare

Mio figlio che è anima cuore e cervello
Impasto di Francia e la voleva servire
Gli hanno reciso di netto la testa dal collo
all'alba di un giorno che non doveva venire

Ma questo milione di uomini a cavallo
hanno un ghigno che gli precede il naso
Portano al collo un ramo di capelli
per ogni donna che hanno ucciso

Altre donne
che corrono tra il ferro e il fuoco
tenendosi il vestito strappato
Restano solo cani
che abbaiano verso il fumo
dopo che il fuoco s'è placato

La Francia moriva
contadini baroni ed i figli suoi
Ed il figlio di mio figlio
che ancora cantava
Cantava il domani appartiene a noi

Grazie Massimino, con sempre e per sempre con noi!

FigliaDellaLuna86 FigliaDellaLuna86 11/03/2009 ore 23.19.45
segnala

(Nessuno)RE: Vandea

Soffia, il vento soffia a tradimento,
Lascia piste di profumo
Muove ciondoli d'argento

E il sonno, come sempre non t'aspetta,
Sgrana gli occhi come perle
Chiama un'altra sigaretta

La notte, oramai la notte t'assomiglia
Per ogni moda che ti veste
Ci sta una moda che ti spoglia

Vuoto e il conto delle tue risposte
Se di donna tu sei nata
Se di donna morirai

Vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
Vola e le ginocchia sotto i banchi della scuola
Vola, vola, vola dentro al sogno una capriola
E le labbra fatte a forma di una parola

C'e' un uomo c'ha una voce da ragazzo
C' ha due spalle che hanno amato
E c'ha una schiena dritta in mezzo

Fruga tra le impronte che hai lasciato
Cerca un taglio più deciso
Un frammento di peccato

Sogni tanto ormai hai lasciato hai sogni
Quell'atterraggio di fortuna
Quella molecola di luna

Vuoto è il conto delle tue risposte
Se di notte tu sei nata
Se di notte morirai

Vola, vola, vola fuori dalla tua ragnatela
Vola e la mia canzone ti consola
Vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
Le ginocchia fredde sotto alle lenzuouola

Amarti quasi non ci vuole niente
A scivolarti dentro gli occhi
E a rapinarti dalla gente

La fretta taglia i tempi dei tuoi passi
Apre i varchi nel futuro
E negli ostacoli piu grossi

Mi affaccio al davanzale dei tuoi occhi
Alla pompa del tuo cuore
E c'è una tavola di scacchi

Vuoto è il conto delle tue risposte
Se di donna tu sei fatta
Se di donna morirai

Vola, vola, vola fuori dalla tua ragnatela
Vola e la mia canzone ti consola
Vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
Le ginocchia sotto i banchi della scuola

Vuoto è il conto delle tue risposte
Se di donna tu sei fatta
O se donna ti farai

Vola, vola, vola vola, vola,
vola vola, vola, vola vola,
vola, vola vola, vola, vola
vola, vola, vola vola, vola,
vola vola, vola, vola



decismente brividi..... :rosa
cannellaallafragola cannellaallafragola 12/03/2009 ore 02.16.09 Ultimi messaggi

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.