Amore e dintorni

Amore e dintorni

La "vecchia" bacheca Amore e dintorni si è trasferita qui!

topopigro68 topopigro68 14/08/2013 ore 15.45.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

@ Azzurro72: vabbè ma il problema è che anziché svuotare le carceri e riempire un po' di scatole di metallo le svuotiamo con grazie assurde liberando gente che come esce torna a delinquere perché è l'unica cosa che sa fare...........oppure li rimandiamo nei loro paesi e dopo due mesi ce li ritroviamo qui con un falso nome e la fedina pulita.........
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 14/08/2013 ore 19.53.23 Ultimi messaggi
squeeze.1 squeeze.1 14/08/2013 ore 23.31.34
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

A determinare il femminicidio sono i soliti fattori: una parte di uomini non riesce ad accettare il rifiuto di una donna. Perchè in parte nella nostra società il tradimento della donna è visto ancora come un affronto. Se la donna ti fa le " corna " ti senti umiliato. Vorrei dire, abbiamo esempi di gente anche in questo forum che non riesce ad accettare la libertà e l'emancipazione della donna. L'uomo maturo, adulto è in grado di metabolizzare ed accettare il rifiuto. Essere rifiutati da una donna non significa subire un'umiliazione: è questo che bisogna capire. Una volta esisteva il delitto d'onore perchè un uomo tradito si sentiva messo alla gogna, privato della propria " mascolinità " dal tradimento di una donna. Ma chiaramente la donna non è mai stata e non sarà mai santa o moglie esemplare. La donna è un essere umano chiaramente che può tradire o essere attratta da un altro. Io credo che in passato si siano dette e scritte un sacco di baggianate sulle donne, volendo costruire l'immagine di una donna virtuosa che è invece baldracca se si comporta in modo diverso. E' questa la contraddizione. Abbiamo rotto le palle alle donne per secoli dicendogli come si dovevano comportare, forzando la loro personalità in direzione dell'essere donna di casa o moglie fedele. Adesso stiamo iniziando a conoscerle per quelle che in realtà sono e ci sorprendiamo perchè le nostre certezze si sgretolano. Ebbene si: siamo potenzialmente tutti cornuti e siamo meno appetibili anche di tanti uomini. La vita di coppia passa attraverso queste difficoltà ed i castelli di sabbia che ti fanno costruire da piccolo non fanno altro che farti diventare un frustrato che scopre che la sua donna lo può tradire e che lo porta a dire che tutte le donne sono " puttane ". La realtà è più complessa: esiste amore, esiste attrazione sessuale, esiste tradimento, tutto che può convivere in una sola persona. Io sono convinto che la mia donna mi può amare ma può anche sbagliare. Le menti labili non accettano questo stato di cose e quando subiscono una delusione nel loro limite mentale accusano il mondo intero. Non è da tutti comportarsi da adulti, da uomini. Chi non lo è imbraccia un'arma ed ammazza. Chi lo è invece è in grado di affrontare anche il peso della vita ed anche se è dura riesce ad andare avanti. Queste sono le persone in gamba. Tuttavia non giudico affatto chi non ce la fa; mi dispiace per loro, perchè alla fine non sono nemmeno colpevoli al 100%: sono persone molto fragili: la violenza è fragilità.
topopigro68 topopigro68 15/08/2013 ore 06.14.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

@ squeeze.1: analisi perfetta.........finalmente ogni tanto qualcuno ragiona......e scrive cose serie
Azzurro72 Azzurro72 16/08/2013 ore 09.55.52
segnala

SorpresoRE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

E' un delirio quotidiano...l'ultimo aggiornamento sulla follia degli stalker: un giovane di 23 anni originario di Reggio Calabria perseguitava la ex ragazza, l'attuale fidanzato di lei e la sua nuova fidanzata con molestie e pedinamenti!

I carabinieri di Gioia Tauro lo hanno arrestato con l'accusa di tentato omicidio e stalking ai danni dell'ex e dell'attuale fidanzata. Tra i vari atti persecutori commessi dall'indagato, gli inquirenti hanno registrato continui pedinamenti, molestie e messaggi persecutori alle due giovani, nonché una violenta aggressione e il duplice tentativo di investire con l'auto il nuovo fidanzato dell'ex ragazza.

I carabinieri hanno dato esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa due giorni fa dal gip del Tribunale di Palmi, Giulio De Gregorio, su richiesta del procuratore aggiunto Emanuele Crescenti.

Verona: i carabinieri di Verona hanno arrestato con l'accusa di stalking un 54enne che già a Gennaio era stato in carcere per lo stesso motivo. L'uomo ha pedinato la sua ex compagna e l'ha molestata telefonicamente arrivando a minacciarla di morte e schiaffeggiarla. L'indagato era già stato allontanato dai luoghi frequentati dalla donna, 44 anni, con la quale aveva avuto un rapporto di circa un anno finito a giugno.

Commento sulla vicenda calabrese: se hai una nuova fidanzata per quale porco motivo stai a rompere i coglioni alla tua ex ed al suo nuovo compagno? Che senso ha?

Commento sulla vicenda veronese: se il tizio a Gennaio era già stato dentro per stalking come mai ad Agosto aveva questa libertà di movimento e l'opportunità di avvicinare la ex compagna con irrisoria facilità?
valori0 valori0 16/08/2013 ore 19.40.26
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

squeeze.1 scrive:
Ebbene si: siamo potenzialmente tutti cornuti e siamo meno appetibili anche di tanti uomini. La vita di coppia passa attraverso queste difficoltà ed i castelli di sabbia che ti fanno costruire da piccolo non fanno altro che farti diventare un frustrato che scopre che la sua donna lo può tradire e che lo porta a dire che tutte le donne sono " puttane ". La realtà è più complessa: esiste amore, esiste attrazione sessuale, esiste tradimento, tutto che può convivere in una sola persona. Io sono convinto che la mia donna mi può amare ma può anche sbagliare. Le menti labili non accettano questo stato di cose e quando subiscono una delusione nel loro limite mentale accusano il mondo intero. Non è da tutti comportarsi da adulti, da uomini. Chi non lo è imbraccia un'arma ed ammazza. Chi lo è invece è in grado di affrontare anche il peso della vita ed anche se è dura riesce ad andare avanti. Queste sono le persone in gamba. Tuttavia non giudico affatto chi non ce la fa; mi dispiace per loro, perchè alla fine non sono nemmeno colpevoli al 100%: sono persone molto fragili: la violenza è fragilità.


:haha
sai che i tuoi pensieri non sono altro che il riflesso di questa societa' malata?
sei il primo degli affranti delusi nei confronti della donna perche' ti senti piccolo e incapace di cambiare il mondo intorno a te e purtroppo ormai sei nel giro di questa mentalita' offuscata.
non ti senti altro che una pedina pronta ad essere mossa invece che essere una pedina danzante in mezzo al "puzzel" infinito della vita.
valori0 valori0 16/08/2013 ore 19.48.37
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

...in quanto ai femminicidi, io per primo sono molto dispiaciuto che molte persone sfogano la propria fragilita' (pur essendo tutti fragili) con la violenza!
non è giusto e non sara' mai giusto in questo mondo ne' violenza fisica ne' violenza mentale...di solito la violenza fisica ne' viene fatta uso per sfruttare anche la violenza mentale... fa' piu' male un cuore rotto per sempre che una morte, ecco perche' l amore puo' sfociare purtroppo in delitti passionali.
ricordiamo che anche le donne possono essere omicide per delitti passionali, ma il piu' delle donne, non essendo abituate ad essere "predatori" , sfociano nel suicidio o addirittura uccidendo i propri figli in preda alla depressione.
ogni persona su questa terra ha dei suoi punti deboli, quindi è bene che ogni persona non sfrutti i punti deboli altrui per approfittarsene cosi' potersi arricchire a proprio piacimento.
per rispondere alla domanda che hanno fatto, io rispondo che forse è bene fare un passo indietro perche' facendo passi avanti a mio modo di vedere le cose si complicano terribilmente, e invece l uomo come la donna hanno bisogno del proprio tempo per godere a pieno veramente delle vere virtu' che la vita ci puo' offrire.

Brancaleone.2000 Brancaleone.2000 16/08/2013 ore 19.56.14
segnala

(Nessuno)RE: Femminicidio: quando l'amore diventa crimine...

@ Azzurro72:

Non la fermi la strage! e sai pperchè? perchè c'è sempre stata!
Solo che oggi la solita "opinione pubblica" è spinta a guardare quello che gli passano tg e giornali mentre quando a tenere il coltello dalla parte dell'assassino sono le donne la cosa non fa notizia. Ma secondo te la cronaca nera sta tutta in quello che senti alla tv prima di striscia la notizia? Una volta c'era "la vedova del rasoio", n'altra "la signora Bobbit" etc...
Pensa che negli anni 60 il "delitto d'onore" era punito dal C.P. con un massimo di 3 anni (se compiuto in fase di crisi passionale)... pensa che nel 1700 si faceva differenza tra lo "sfregio d'amore" e lo "sfregio d'affare" (il primo era ritenuto non punibile, il secondo, compiuto per cause economiche era punito con la forca o il linciaggio...allora legale). Eppure oggi si parla di esploit di violenza maschile come se soltanto i maschi fossero in grado o capaci di compiere nefandezze.
Certo che l'uso della violenza lo condanno personalmente, dico solo di non costruirci dei "Barbablù" da una parte e delle "S. Maria Goretti" dall'altra.
Oggi il delitto passionale comporta delle pene peggiori di quelle che c'erano in passato, eppure i crimini passionali sono aumentati (in rapporto a quanto se ne parla).

Certo che i Mass Media sono bravi a creare mostri, vittime e martiri. La gente segue ciò che dicono dimenticando quello che c'è stato in passato o quello che sentono e vedono nella vita reale (io ad esempio ho visto un uomo finire in coma per aver beccato dalla moglie un vaso da fiori dietro la testa....ma di questo il tg non ne ha parlato...forse perchè la vittima non era una donna?)

I "martiri di serie A" e quelli di "serie B" sono sempre esistiti e sempre esisteranno per quanti notiziari o chiacchiere si possano fare.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.