Amore e dintorni

Amore e dintorni

La "vecchia" bacheca Amore e dintorni si è trasferita qui!

palmerino1965 palmerino1965 24/01/2016 ore 18.32.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@misonmi.VR scrive:
che sia la regola?



Lo è quando ci fissiamo sulle aspettative che ci hanno condizionato a credere sin dall'infanzia in questa società.
Non esiste la donna o l'uomo giusto. :mmm
O sbagliato. (?)

Tutti gli amori sono giusti o meglio sono perfetti in quel momento della nostra vita per la nostra crescita interiore.
E allora perché capitano sempre storie simili?
Perché non si vuole cambiare modo di pensare.
Punto.

Il "caso" ci vede benissimo e più ci fissiamo sul principe azzurro e la bella addormentata, più ci innamoriamo delle persone che dopo qualche mese o anno ci "sveglieranno" con sofferenza da questo classico condizionamento.

L'Amore è un'energia già insita in ognuno di noi.
Non occorre l'altro/a per sperimentare ciò.
Scoprire questa energia, viverla appassionatamente ogni giorno: ecco che siamo pronti a condividerla.
Quando si impara a donare, non si hanno aspettative: si ama nel presente senza pensare al domani e paragonare gli amori vissuti.

Il partner è un catalizzatore: grazie ad esso/a sperimentiamo un Amore Incondizionato. :-)
Quando incominciamo a condizionarlo ovvero mettere dei paletti (bisogna convivere, bisogna costruire una famiglia, bisogna dividere ogni cosa, bisogna... ) ecco che l'incanto finisce. :-(
C'est la vie. :-)

ps: ovviamente si può anche convivere, creare una famiglia... : che sia una scelta non un bisogno od un dovere.

xZeroBPMx xZeroBPMx 30/01/2016 ore 02.52.34
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@palmerino1965 scrive:
C'est la vie.


cosi ha voluto dio, non pensi che se avesse voluto che noi umani ci amassimo incondizionatamente per tutta una vita, noi funzioneremmo in modo completamente diverso?
palmerino1965 palmerino1965 31/01/2016 ore 21.10.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@xZeroBPMx scrive:
non pensi che se avesse voluto che noi umani ci amassimo incondizionatamente per tutta una vita, noi funzioneremmo in modo completamente diverso?



E' il nostro "pensiero" il problema.
Siamo abituati a pensare per opposti: bello/brutto, amore/paura di amare, giusto/sbagliato, sincerità/falsità...

Non esistono gli opposti: tutto è così come è.


Dio non ha voluto nulla; siamo noi che ci siamo momentaneamente "incarnati" in questo corpo per sperimentare la separazione con il Tutto.
Prima di nascere e quando moriremo (ci tocca, prima o poi :mmm ) sperimenteremo questa "unione celestiale" che è la sincera natura spirituale.
Eterna: le nostre vite sono solo un attimo e da tempo immemore ci incarniamo.

Quindi bene che la nostra "testolina" ci complichi le cose: è una scelta funzionale
Possiamo comunque imparare ad andare oltre i nostri pensieri per sperimentare il nostro Sé Superiore: è nelle nostre possibilità. :-)


Infine Dio non è fuori di noi e non ci mette alla prova; ognuno è già "divino".
Ognuno è un piccolo Dio e infatti siamo noi che creiamo la nostra vita: è soprattutto la nostra parte inconscia ovvero le emozioni profonde ad avere il potere.

Al fine di sperimentare meglio la divinità momentaneamente abbiamo scelto di... non viverla. :mmm
Questa potrebbe essere una spiegazione "razionale", sebbene noi non possiamo comprendere con la sola ragione.

Spiego con un esempio: per sperimentare il caldo del Sole sarebbe saggio vivere anche giornate di pioggia.
Grazie alle giornate grigie, uggiose, nuvolose... ecco che una nuova giornata soleggiata acquista una maggiore valenza. :-)
Se tutte le giornate fossero soleggiate... come comprendere pienamente la sua energia?
La daremmo per scontata.

Idem per il nostro Sé Superiore.
Per sperimentare meglio la sua essenza divina decide, incarnandosi, di sperimentare una vita separata dal Tutto.

Questa è un'estrema sintesi del mio pensiero mediato dalle mie esperienze limitate.
Prendilo con le pinze :sbong è pur sempre un pensiero e nulla più. :-)
anam64 anam64 01/02/2016 ore 00.49.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

Potrebbe essere perché la cerchi nei luoghi sbagliati e probabilmente hai poca autostima e non vai oltre l'apparenza
xZeroBPMx xZeroBPMx 01/02/2016 ore 01.04.06
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@palmerino1965 scrive:
Dio non ha voluto nulla; siamo noi che ci siamo momentaneamente "incarnati" in questo corpo per sperimentare la separazione con il Tutto.
Prima di nascere e quando moriremo (ci tocca, prima o poi smile ) sperimenteremo questa "unione celestiale" che è la sincera natura spirituale.
Eterna: le nostre vite sono solo un attimo e da tempo immemore ci incarniamo


da dove ti viene questa sicurezza? sei buddhista? io sinceramente ho anche io una mia visine ma non ho certezza di niente perche "di la" non ci sono mai stato
Mi sono solo reso conto che per come funziona l'uomo viene privilegiatoil falso e il cattivo e allora mi chiedo quale sia la vera natura di dio
anam64 anam64 01/02/2016 ore 11.36.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@palmerino1965 :


Sagge parole
Parole sagge
palmerino1965 palmerino1965 01/02/2016 ore 13.04.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@xZeroBPMx scrive:
da dove ti viene questa sicurezza? sei buddhista? io sinceramente ho anche io una mia visine ma non ho certezza di niente perche "di la" non ci sono mai stato
Mi sono solo reso conto che per come funziona l'uomo viene privilegiatoil falso e il cattivo e allora mi chiedo quale sia la vera natura di dio



Non ho certezze: attualmente sto dubitando su tutto quello che da tempo la nostra Società ci detta.
Dubito e sperimento quanto penso di aver imparato. :mmm
Poi tiro le somme. :-)

Esempio pratico: nell'alimentazione ci condizionano ogni santo giorno sul conteggio delle calorie, sulla cottura dei cibi, al bisogno impellente di incamerare di tutto e di più per non avere carenze nutrizionali. :sbong
Il mio corpo non era messo bene. :-(
Adesso sperimento un'alimentazione più semplice e naturale.
Sto imparando ad ascoltare il mio corpo: malattia, pesantezza, vitalità, lucidità... sono tutti segnali che posso cogliere invece di seguire il dietologo di turno o uno dei sempre più numerosi programmi sulla cucina.
Sembra che bisogna essere Chef per poter andare avanti. :-))


Spiritualmente ho praticato per circa 6 mesi il buddismo giapponese e non mi ha convinto.
O meglio, non è la strada adatta per me.
Per altri funziona: ognuno sceglie il suo percorso, tanto alla fine tutti dovrebbero portare alla stessa meta.

Ovviamente ho avuto un'educazione cristiana e vivere in maniera dogmatica quanto viene insegnato dalla Chiesa non l'ho trovato funzionale.
Altresì grazie a questa educazione posso vivere il messaggio di Gesù in maniera più esoterica.
Intima, mistica.
Mi piace anche vagliare altre religioni sempre in chiave esoterica.
Esempio probabilmente approfondirò quanto i Sufi insegnano: sono i mistici della religione musulmana. :-)

Mi piace sperimentare quanto anche altri "Maestri" del passato lontano e vicino ci insegnano.
Anche persone "normali" possono aiutarmi: non serve il "Guru certificato". :-)

Tutto comunque parte da se stessi: gli altri possono solo indicarci la soglia, poi tocca personalmente valcarla ed essere pronti a sperimentare il Tutto senza (pre)giudizi.

Poiché attualmente penso di essere la mia "Mente", ovvero sono molto legato alla maschera chiamata Palmerino :-) voglio imparare ad essere più uno spettatore od osservatore di me stesso.

Sto leggendo un libro da poco uscito che potrebbe aiutarmi in questa esperienza.


Come vedi dubito molto: non ho certezze assolute perché so che la mia "Mente" ovvero il pensiero logico e razionale non potrà mai "illuminarmi".
Altresì posso usare la "Mente" per quella che è, ovvero uno strumento sofisticato con cui il mio Sé Superiore (chiamalo anche Anima, Spirito, Intelligenza Suprema... poco importa il nome) ha deciso di sperimentare quanto questa vita offre in ogni suo attimo.

Sicuramente sono molto fiducioso ed ottimista.
L'unica filosofia che mi affascina e porto avanti è quella hawaiana che è di una semplicità esemplare.
Amo la semplicità.
Finalmente posso recitare un mantra in lingua italiana.
Comunque rimane solo un mezzo ovvero uno strumento per poter meglio liberarmi dai tanti condizionamenti legate alle esperienze del passato.





palmerino1965 palmerino1965 01/02/2016 ore 13.37.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@xZeroBPMx scrive:
Mi sono solo reso conto che per come funziona l'uomo viene privilegiato il falso e il cattivo e allora mi chiedo quale sia la vera natura di dio



Scegli tu cosa privilegiare nella vita.
La maggioranza della popolazione vive in pace ed ogni bambino/a ama essere felice.
Piange quando soffre, infatti.
Il problema è che noi siamo così attenti a non soffrire che di fatto attiriamo la sofferenza.
Siamo attirati dalle notizie dolorose ed infatti i mass media riflettono questa nostra tendenza.

Invece di concentrarci su cosa non vogliamo possiamo concentrarci su cosa desideriamo.
Il nostro inconscio non legge la negazione.
Quindi se dicessimo non voglio più soffrire in Amore (è solo un esempio) il nostro inconscio legge: voglio più soffrire. :sbong
E ci accontenta con nuovi Amori molto travagliati. :-(
Di fatto saremo sempre più condizionati (sfiduciati) nell'Amore.
E' il cane che si morde la coda od il criceto che gira sulla stessa ruota.
Siamo piccoli criceti, in fondo.

Va bene così; si può girare nella ruota della vita vivendo amori simili fino a quando siamo disposti a... scendere.
Ovvero essere pronti a cambiare modo di pensare.

Superare il problema.
Allora comprenderemo che non era il problema, la causa della nostra infelicità.

Tutte le sofferenze che abbiamo vissuto e viviamo paradossalmente ci aiutano a cambiare modo di pensare.
Basta essere disposti al cambiamento e smettere di giudicare le persone che noi pensiamo ci abbiano fatto del male.
Le abbiamo scelte noi.


Falso e cattivo sono solo giudizi della nostra "Mente".
Gesù ci ha forse detto di guardarci dai falsi e cattivi?
"Ama il tuo nemico"; strano modo di insegnare l'Amore. :mmm
e l'altro strano suggerimento è "Porgi l'altra guancia".

Gesù era forse un patito del sadomaso? :sbong
No: tutt'altro.
Sono parole che ci spingono a vedere il nostro prossimo in modo diverso.
A non giudicare la persona dall'azione che compie.
Sono due cose ben diverse.

Una persona violenta probabilmente ha accumulato una marea di condizionamenti poco felici sin dall'infanzia che vive in modo conflittuale il suo rapporto con gli altri. :-(
Se la incontrassimo possiamo sentire questa sua grande sofferenza e comprendere che ha scelto una strada molto tormentata per sperimentare l'Amore che ognuno di noi è.
Che il suo dolore comunque riflette nostri dolori inconsci (altrimenti non farebbe parte della nostra "creazione") e quindi possiamo prenderci la piena responsabilità della nostra sofferenza al fine di lasciarla andare via.

Compassione: questa è la strada che Gesù ed anche il Siddharta (il Buddha) insegnano con grande enfasi.
Non mi stupirei se anche altre religioni e filofie vertessero sullo stesso principio.

Andare aldilà delle parole e viverle nella vita.
La vita è uno specchio delle nostre credenze profonde, alla fin fine.




palmerino1965 palmerino1965 01/02/2016 ore 13.41.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@anam64 scrive:
Sagge parole
Parole sagge



Ti ringrazio però rimangono solo parole.
Posso (possiamo) viverle al fine di sperimentare la saggezza.
Comunque la vita è un'avventura meravigliosa sebbene siamo arrivati ad una grande separazione tra di noi e la Natura che probabilmente ci aspettano grandi e profondi cambiamenti sociali, politici ed economici.
C'est la vie: in fondo tutto è in eterno movimento.
xZeroBPMx xZeroBPMx 01/02/2016 ore 17.15.26
segnala

(Nessuno)RE: Perchè m'innamoro sempre della persona sbagliata

@palmerino1965 scrive:
Non ho certezze: attualmente sto dubitando su tutto quello che da tempo la nostra Società ci detta.
Dubito e sperimento quanto penso di aver imparato. smile
Poi tiro le somme. smile

Esempio pratico: nell'alimentazione ci condizionano ogni santo giorno sul conteggio delle calorie, sulla cottura dei cibi, al bisogno impellente di incamerare di tutto e di più per non avere carenze nutrizionali. smile
Il mio corpo non era messo bene. smile
Adesso sperimento un'alimentazione più semplice e naturale.
Sto imparando ad ascoltare il mio corpo: malattia, pesantezza, vitalità, lucidità... sono tutti segnali che posso cogliere invece di seguire il dietologo di turno o uno dei sempre più numerosi programmi sulla cucina.
Sembra che bisogna essere Chef per poter andare avanti. smile


Spiritualmente ho praticato per circa 6 mesi il buddismo giapponese e non mi ha convinto.
O meglio, non è la strada adatta per me.
Per altri funziona: ognuno sceglie il suo percorso, tanto alla fine tutti dovrebbero portare alla stessa meta.

Ovviamente ho avuto un'educazione cristiana e vivere in maniera dogmatica quanto viene insegnato dalla Chiesa non l'ho trovato funzionale.
Altresì grazie a questa educazione posso vivere il messaggio di Gesù in maniera più esoterica.
Intima, mistica.
Mi piace anche vagliare altre religioni sempre in chiave esoterica.
Esempio probabilmente approfondirò quanto i Sufi insegnano: sono i mistici della religione musulmana. smile

Mi piace sperimentare quanto anche altri "Maestri" del passato lontano e vicino ci insegnano.
Anche persone "normali" possono aiutarmi: non serve il "Guru certificato". smile

Tutto comunque parte da se stessi: gli altri possono solo indicarci la soglia, poi tocca personalmente valcarla ed essere pronti a sperimentare il Tutto senza (pre)giudizi.

Poiché attualmente penso di essere la mia "Mente", ovvero sono molto legato alla maschera chiamata Palmerino smile voglio imparare ad essere più uno spettatore od osservatore di me stesso.

Sto leggendo un libro da poco uscito che potrebbe aiutarmi in questa esperienza.


Come vedi dubito molto: non ho certezze assolute perché so che la mia "Mente" ovvero il pensiero logico e razionale non potrà mai "illuminarmi".
Altresì posso usare la "Mente" per quella che è, ovvero uno strumento sofisticato con cui il mio Sé Superiore (chiamalo anche Anima, Spirito, Intelligenza Suprema... poco importa il nome) ha deciso di sperimentare quanto questa vita offre in ogni suo attimo.

Sicuramente sono molto fiducioso ed ottimista.
L'unica filosofia che mi affascina e porto avanti è quella hawaiana che è di una semplicità esemplare.
Amo la semplicità.
Finalmente posso recitare un mantra in lingua italiana.
Comunque rimane solo un mezzo ovvero uno strumento per poter meglio liberarmi dai tanti condizionamenti legate alle esperienze del passato.


qui sono fondamentalmente daccordo, vedo che tu "usi" la religione per sentirti meglio quindi forse non cerchi la pura e spietata verita come faccio io, io ho sempre odiato le illusioni preferisco star male pur di sapere la verita

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.