Amore e dintorni

Amore e dintorni

La "vecchia" bacheca Amore e dintorni si è trasferita qui!

Mary.gentlerain 15/06/2017 ore 00.18.35 Ultimi messaggi
segnala

Innamoratodue libri preziosi tra esoterismo e sentimenti

Ciao a tutti.
Volevo parlarvi un po di me,della piccola persona che sono nella moltitudine di persone più o meno più grandi di me.o più piccole ancora.
Stare bene nei propri panni non è una cosa per tutti.
A volte significa accettare il nostro successo senza sentirci degni,altre reimpostare la vita su dei canoni di lezioni apprese in passato,di cui abbiamo trascurato i contenuti perché serviva metodo.e invece avevamo delle abitudini tutte sbagliate atte ad autodistruggerci e così abbiamo finito per perdere gli insegnamenti.
Tutti i giorni io,mi trovo a combattere una battaglia per l accettazione di uno status.ho fatto tanti errori per sentirmi,finalmente,in pace.sono andata per tentativi applicando delle teorie più o meno astratte al concreto.
Però il concreto è fatto,soprattutto,dalla solita vita con le solite persone.
E si vive di emozioni.
Quindi,sforzandomi di sentirmi in armonia,finisco per somatizzare a livello dello stomaco,che è connesso alla testa dal nervo vago.
Tante cose concorrono a farmi cadere come morta,inerme,sedotta opure ostacolata fino a farmi perire,per desideri che si realizzeranno sempre più in là o per veri e propri affronti alla mia persona.alle volte cadere come ipnotizzati per troppa luce,troppo buio,troppo caldo o un pasto pesante,non mi fa più connettere.altre volte sento il mal di stomaco perche ' vorrei esprimere con le lacrime o una scenata sentimenti vaghi e pensieri inespressi.
Chi è emotivo, non propriamente acculturato in quanto svagato privo di memoria nozionistica e spaziale,chi è un creativo data l acuta sensibilità e una mente analitica che percepisce più i dettagli che il senso globale delle cose,finirà per stare male o avere dei problemi psicosomatici praticamente ogni giorno,così come gira il tempo.il guaio è che poi, nel frattempo,siamo dentro delle relazioni.
Sbrogliare la matassa delle accuse se ci sentiamo poco bene,o partecipare alle gioie altrui se siamo bene attenti ai nostri piccoli grandi drammi,risulta un continuo affaticarsi per stare al passo con gli altri senza parlare sempre di un "io" deficitario o riottoso in rapporto all atteggiamento altrui.
In altre parole,dovremmo stare bene con noi stessi prima di interagire,e se un problema altrui (mi capita con mio nipote) ci schiaccia,dovremmo avere la prontezza di riflessi di chiedere aiuto o adottare delle strategie salva-zia e salva-bambino.purtroppo molto spesso capita che intorno alle persone ci sia una specie di bolla che è il proprio assetto di credenze e abitudini comportamentali che si scontra come in uno scontro con diverse culture o livelli di comprensione della realtà, con altre bolle.capita anche solo per gap generazionale.
Ecco che imparare a esprimersi anche in situazioni poco propense all espressione degli altri (nella non accettazione dell impianto culturale/animico) Cioè in situazioni poco edificanti per una comunicazione empatica e scorrevole risulta difficilissimo perché,dal momento in cui ci svegliamo,siamo dentro la nostra bolla .
Esistono delle tecniche di respirazione,e delle tecniche mentali,per superare lo scoglio dell emotività che diventa rigidità corporea (somatizzazione) e ci mette via via sempre più in difficoltà per vivere,mangiare,dialogare,scambiarci idee con gli altri.
Queste tecniche le ho trovate nel libro "usa il cuore,non la testa".è un libro prezioso per applicare alla vita quotidiana delle strategie di benessere emotivo anche in mezzo alla tempesta.
Un altro libro che mi piace è "le emozioni parlano" di rossella panigatti.
Buona lettura :-) ;-) :-))
8512264
Ciao a tutti. Volevo parlarvi un po di me,della piccola persona che sono nella moltitudine di persone più o meno più grandi di...
Discussione
15/06/2017 0.18.35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.