Calcio

Calcio

Ho la testa nel "pallone": dai campionati italiani a quelli esteri, dalle coppe europee al calciomercato.

VoGlioLinTeRinB 02/12/2008 ore 22.22.46 Ultimi messaggi
segnala

ImportanteProcesso Gea : "Assolvete Moggi"

ROMA, 2 dicembre 2008 - Al processo Gea è stato il giorno della difesa e del legale di Luciano Moggi, per il quale il pm ha chiesto la condanna a sei anni di reclusione. Davanti alla X sezione penale del tribunale di Roma, dove l'ex d.g. della Juventus è imputato di associazione a delinquere finalizzata all'illecita concorrenza con minacce e violenza, l'avvocato Marcello Melandri ha detto: "Si deve avere il coraggio di assolvere, quando nel corso del dibattimento non si è arrivati a nulla. Moggi non sarà per simpatia come Fiorello e non è nemmeno San Luigi Gonzaga, ma non è quel Belzebù che è stato descritto".
"ANTIPATICO? COME MOURINHO" - Melandri ha centrato la sua arringa sulle archiviazioni fatte dal Gip nei mesi scorsi per altri ex soci della Gea World, come Chiara Geronzi, Giuseppe De Mita, Riccardo Calleri, oltre al proscioglimento dell'ex patron del Perugia Luciano Gaucci. "Noi non ci lamentiamo della loro archiviazione - ha detto - ma ne siamo contenti. Ci doliamo delle accuse non suffragate da prove nei confronti degli altri imputati". Il legale di Moggi, che nel processo è imputato insieme con il figlio Alessandro, Davide Lippi, Franco Zavaglia, Francesco Ceravolo e Pasquale Gallo, si è poi spinto in un paragone calcistico: "Moggi non è certo una persona simpatica. Anche Mourinho, che non spicca certo per simpatia, quando gli è stato chiesto il motivo dell’esclusione di Balotelli, ha risposto che era dovuta al mancato allenamento e che lo avrebbe tenuto in tribuna fino a quando il calciatore non avesse capito la lezione. In fin dei conti è la stessa cosa che faceva Luciano, ogni volta che diceva di voler far mettere fuori squadra un giocatore che non rispetta le regole, che non si allena o, che so io, che si droga. Però se lo dice Mourinho allora va bene, rientra nel mondo dello sport, se lo dice Moggi si arriva in una aula di giustizia". Insomma "se si è Luciano Moggi non c’è bisogno di esprimere una minaccia, basta il suo tono".
CALIENDO - Rispetto all’esistenza o meno dell’associazione a delinquere, Melandri ha insistito sul fatto che "per reggersi, dal punto di vista della legge, del codice, ci devono esser presupposti chiari", mentre nel caso in esame "c’è tutto meno che la chiarezza, con i giocatori che secondo il pm edulcorano le loro dichiarazioni rese in fase istruttoria, con le accuse di un gruppo di agenti o procuratori che aveva solo che da guadagnare dalla fine della Gea". Esempio "di questo mondo vago" è stato - secondo Melandri - Antonio Caliendo, che a parere del penalista "è stato un bugiardo". Perché "per la vicenda Trezeguet ha detto di tutto. Ed è stato lui l’unico a fare pressioni sul giocatore, quando il mio assistito decise durante la serata degli oscar del calcio nel 2002 di far lasciare la cerimonia di premiazione ai giocatori juventini presenti. "La società, per la quale loro tutti lavoravano era stata offesa e bene fece Moggi a portarli via", ha continuato l’avvocato. "La lettera che Caliendo scrive va letta dopo aver saputo questi fatti e averli valutati. Ed alla fine uno si chiede sempre: dov’è il reato?".
"NON HA COMMESSO IL FATTO" - Melandri ha poi spiegato: "Le sentenze che sono esemplari sono sicuramente sbagliate, perché ad una sentenza si chiede solo che sia giusta". Ma "se Luciano Moggi deve prendere 6 anni, come ha chiesto il pm, per tutto quello che non ha detto e fatto, è giusto che prenda almeno il tapiro d’oro. Rispetto ai "salti logici compiuti dal pubblico ministero", Melandri ha detto: Pindaro è un dilettante, in confronto. L’ex dirigente bianconero, di volta in volta, è stato usato come uno "specchietto per le allodole". "Il reato associativo è una cosa seria, per cui vanno perseguiti soggetti che sono capaci di incutere terrore. Qui abbiamo un commercialista (Zavaglia) che insieme a un avvocato (Moggi jr) e a un medico fanno una società per azioni con i tutti i figli di papà d’Italia. Ma quali minacce... Pertanto chiedo l’assoluzione di Luciano Moggi da tutti i capi d’imputazione per non aver commesso il fatto".

imparate :-))

7849075
ROMA, 2 dicembre 2008 - Al processo Gea è stato il giorno della difesa e del legale di Luciano Moggi, per il quale il pm ha...
Discussione
02/12/2008 22.22.46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.