Calcio

Calcio

Ho la testa nel "pallone": dai campionati italiani a quelli esteri, dalle coppe europee al calciomercato.

David.Pizarro David.Pizarro 19/07/2009 ore 19.35.58
segnala

ImportantePER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

17 ANNI DOPO LA SUA MORTE...



L AVVOCATO DI ANDREOTTI, DA PISTARE DI BOTTE A SANGUE QULLA TROIA



CHI DAVANTI A QUESTE IMMAGINI PER DIFENDERE IL BERLUSCANCRO E I SUOI AMICI DIFFAMA QUESTO UOMO NON è ITALIANO;

BORSELLINO E FALCONE, UOMINI VERI, ITALIANI

GLI ALTRI, COGLIONI COME TANTI
PirataDelTirrenooo PirataDelTirrenooo 19/07/2009 ore 19.37.40
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

già hanno dimenticato
David.Pizarro David.Pizarro 19/07/2009 ore 19.41.17
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

Già
PirataDelTirrenooo PirataDelTirrenooo 19/07/2009 ore 19.51.18
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

ma quando ci vediamo tt quanti
FrancescoBenoit FrancescoBenoit 19/07/2009 ore 19.53.19
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

:rosa ce ne fossero di uomini cosi

peccato che tutto quello che hanno fatto sia servito a poco

come dice pirata: è gia stato tutto dimenticato :-)
David.Pizarro David.Pizarro 19/07/2009 ore 19.55.19
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

PirataDelTirrenooo scrive:
ma quando ci vediamo tt quanti


quando vi pare:hoho


cmq il fratello si Borsellino ha detto che ora che è morta la madre può parlare :-)


e comincia piano piano..


«Chiedo al senatore Nicola Mancino, del quale ricordo negli anni immediatamente successivi al 1992 una lacrima spremuta a forza durante una commemorazione di Paolo a Palermo, di sforzare la memoria per raccontarci di che cosa si parlò nell’incontro con Paolo nei giorni immediatamente precedenti alla sua morte. O spiegarci perché, dopo avere telefonato a mio fratello per incontrarlo mentre stava interrogando Gaspare Mutolo, a sole 48 ore dalla strage, gli fece invece incontrare il capo della Polizia Parisi e il dottor Contrada». Lo dice Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo ucciso dalla mafia il 19 luglio ’92, in una lettera aperta in cui chiede risposte alle tante domande che non gli «lasciano pace». Da quell’incontro, spiega, «Paolo uscì sconvolto». Secondo il fratello «in quel colloquio si trova sicuramente la chiave dalla sua morte e della strage di Via D’Amelio».
PirataDelTirrenooo PirataDelTirrenooo 19/07/2009 ore 19.57.13
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

Vieni a Napoli -Roma in curva
FrancescoBenoit FrancescoBenoit 19/07/2009 ore 19.58.29
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

totò riina parla di omicidio stabilito dai piani alti della politica
David.Pizarro David.Pizarro 19/07/2009 ore 19.58.35
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

@ PirataDelTirrenooo: se era aperte ce venivo :hoho
David.Pizarro David.Pizarro 19/07/2009 ore 19.59.29
segnala

(Nessuno)RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO

FrancescoBenoit scrive:
RE: PER NON DIMENTICARE, PAOLO BORSELLINO
totò riina parla di omicidio stabilito dai piani alti della politica


bè ma si sa.. che è cosi.. basta guardare che alcuni degli indagati ora.. sono Presidenti del consiglio..o gente che accede per noi tipo Dell Utri, al parlamento europeo.. e ci rappresenta :-)

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.