Calcio

Calcio

Ho la testa nel "pallone": dai campionati italiani a quelli esteri, dalle coppe europee al calciomercato.

OmbraTriplete OmbraTriplete 05/07/2011 ore 01.37.55
segnala

DivertitoPalazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

Simone Nicoletti dà una interpretazione diversa e più aderente alla realtà dei fatti di quel periodo di molte telefonate intercorse tra Facchetti e Moratti e i vertici arbitrali, dimostrando come la ricostruzione di Palazzi sia stata azzardata e non suffragata da prove certe ma solo da ricostruzioni personali del procuratore. Che ha voluto anche fornire l’assist alla FIGC e all’opinione pubblica per una revoca che non ha alcun fondamento giuridico.











di: SIMONE NICOLETTI
Rispetto il lavoro di indagine durato un anno del procuratore Stefano Palazzi, sono convinto che abbia agito in buona fede e in piena autonomia decisionale, sebbene ritengo impossibile che non sia stato influenzato dal clima mediatico che si è sviluppato in questi anni sulla spinta di associazioni di tifosi juventine e cavalcato dagli imputati di Calciopoli, Moggi in primis, da Tuttosport e infine da Andrea Agnelli appena salito alla presidenza.

Non condivido quasi nulla di quello che ha scritto nelle conclusioni della sua relazione, sia nell’interpretazione di molte telefonate intercorse in particolar modo tra Facchetti e i vertici arbitrali, sia nel sostenere che il nostro club sia l’unico meritevole di sanzioni sportive se non fossero prescritte, sia di suggerire la fondatezza delle richieste juventine contenute nell’esposto, sia nel considerare l’Inter colpevole di illecito sportivo, sia in generale di avvicinare in un rapporto di omogeneità la vicenda nerazzurra con quella di club quali Juventus, Milan, Fiorentina, Lazio.

Le ragioni giuridiche magistralmente descritte dall’avvocato Elena Nittoli restano valide e nulla hanno a che fare con il giudizio di Palazzi, essendo riservate a una sfera giuridica che non può essere derogata da volontà politiche. Non dimenticatelo quando leggete le superficiali conclusioni di tutti i media nazionali.

Ho isolato almeno 10 passaggi relativi all’Inter nel dossier del procuratore (scaricabile a questo link) quantomeno criticabili o passibili di un’altra lettura senza essere tacciati di tifo o malafede da parte dei lettori di qualsiasi fede.

1- Tel n. 4853 pag. 42: “I due interlocutori Bergamo e Facchetti parlano di chi mettere in griglia nella successiva giornata di A per il match Inter-Juventus“. Palazzi considera questo colloquio come una interferenza di Giacinto nel processo decisionale dei designatori, rievocando addirittura il dubbio su chi avesse pronunciato la parola Collina. Ci sono ancora dubbi sul fatto che l’allora nostro presidente volesse cautelarsi con il migliore arbitro del lotto e di conseguenza meno condizionabile?

2- Tel. n.12447 pag. 43: “Facchetti dice a Bergamo di passare da Moratti che aveva un regalino per lui”. Come Massimo ha ricordato si trattava di un regalo natalizio di modesta entità, come abbiam visto fosse consuetudine di molte società (la Roma regalava Rolex, in altri colloqui si fa riferimento a borse dello sponsor tecnico o a biglietti, prassi comune). Bergamo cerca di calmare Moratti infastidito da alcuni arbitraggi blandendolo e promettendogli di aiutarlo a raddrizzare la situazione. Millanta sapendo di millantare tanto che in più di una occasione in altre telefonate se ne vanta con personaggi legati all’inchiesta di Calciopoli

3- Tel. n. 15338 pag. 44: “Incontro a cena Facchetti-Bergamo a Livorno e si ricorda successivamente di quello tra Bergamo e Moratti dopo il 5 maggio 2002“. Contattare e vedersi con i designatori non è reato al’epoca, anzi la FIGC incoraggia tale pratica. Lo stesso valeva per Moggi e Galliani. Palazzi fa un clamoroso autogol quando ricorda la cena post 5 maggio 2002 al termine di un campionato segnato da errori rilevanti contro l’Inter. Bergamo ancora una volta cerca di tener buono Moratti danneggiato da quella che già allora sarebbe stata considerata una Cupola se ci fossero state le intercettazioni

4- Tel. 16771 pag. 45: “Bergamo illustra a Facchetti le sue intenzioni sulla terna arbitrale per la coppa Italia”. Palazzi vuol far credere che l’Inter volesse rassicurazioni per il match contro il Bologna? Bergamo tranquillizza Facchetti, che ha giustificato timore per i torti subiti e perchè a conoscenza del sistema vigente, sul fatto che gli manderà una terna preparata

5- Tel. 45994 pag. 48: “Bergamo e Facchetti si parlano per appianare i contrasti sorti tra Mancini e i giocatori dell’Inter e gli arbitri”. Tutti ricordiamo le vibranti proteste e i furti subiti dall’Inter del Mancio che protesta vivacemente con i direttori di gara, tra cui Trefoloni e Racalbuto. Bergamo fa credere che Bertini sia stato istruito bene per tenersi buona la preferenza che l’Inter e altri club gli avevano concordato in sede politica 8era lepoca del doppio designatore…)

6- Tel. 26646 pag. 49: “Facchetti chiede a Pairetto, suo amico da anni, se Trefoloni è stato messo in forma, non intendendo lo stato fisico”. Grottesca ricostruzione di Palazzi: Facchetti fa riferimento agli errori e ai nervosismi tra l’arbitro e Mancini dopo l’ultimo match. Lo stesso Pairetto glielo conferma, ma ha in testa un teorema e sceglie ogni mezzo per provare a dimostrarlo”

7- Tel. 69 pag. 51: “Facchetti chiede a Mazzei, designatore dei guardalinee, di scegliere bene gli assistenti e chiede che per gli arbitri venga sorteggiato il numero uno“. Anche qui Giacinto chiede rispetto e tutela per la sua Inter, vuole una terna internazionale e quindi meno ricattabile da Moggi e compagnia

8- tel. 4532 pag. 53: “Facchetti chiama De Santis per salutarlo”. Già detto più volte che non fosse conveniente e corretto parlare con un personaggio di dubbia moralità quale De Santis. Facchetti sa che è vicino a Moggi, cerca di carpire qualcosa, l’arbitro, ricordo l’intercettazione, lo prende in giro per la chiamata, equiparandolo ad altri dirigenti per poi comunicare l’accaduto ad altri interlocutori ridendo

9- Rapporti con Nucini pag. 55 e seguenti. Facchetti sa della cupola di Moggi dal 2002 quando l’arbitro Nucini (che arbitrerà i nerazzurri ben 1 volta in tutta la carriera!)gli racconta quel che avviene a Coverciano, nonchè delle schede telefoniche distribuite agli arbitri. Facchetti si attiva per denunciare il fatto, ma viene consigliato di suggerire a Nucini di presentarsi spontaneamente a deporre. Nucini però si rifiuta e Giacinto spera che collezioni altre prove per poi denunciarle. E’ vero che fa un colloquio con alcune banche, ma non avrà mai il lavoro e quindi non c’è prova di un intervento del presidente dell’Inter. La società sa che anche la FIGC è inquinata e che una eventuale denuncia comunque non sarebbe stata presa in considerazione. Non fa come la Fiorentina che si consegna al nemico, ma aspetta la propria rivincita.

10-Tel. 17001 pag. 63: “Bergamo dice a Moratti che su Bertini hanno fatto un lavoro per ristabilire il clima di cordialità”. L’Inter viene danneggiata deliberatamente e quando protesta i designatori intervengono per calmare gli interlocutori e accreditarsi di un intervento o protezione che in realtà non pongono in essere.

Ho scelto 10 passaggi che mi sembravano più significativi, facilmente spiegabili con il clima che si respirava allora, il tentativo di salvare il proprio posto di lavoro e di nascondere i veri burattinai del sistema.

E’ ovvio che Palazzi la pensa in maniera opposta e per farlo ha travalicato i suoi compiti e doveri arrivando a conclusioni non richieste su fatti prescritti. Evidente la volontà di indirizzare e dare un pretesto al Consiglio Federale per toglierci lo scudetto.

Ma serviranno anche le ragioni giuridiche e come ci ha spiegato l’avvocato Nittoli nel precedente post non esistono. La reazione di Moratti schiumante di rabbia preannuncia una reazione che forse andava messa in campo molto tempo fa.


:rosa:hoho:hoho
robjob robjob 05/07/2011 ore 07.18.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA E VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA-ANCORA AVETE IL CORAGGIO DI PARLARE!!NON OCCORREVA CHE LO DICESSE PALAZZI!!TUTTI NOI LO SAPEVAMO DA ANNI!!! :-) MI FATE SOLO :vomitino
15879082
VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA...
Risposta
05/07/2011 7.18.57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
TheExtremist TheExtremist 05/07/2011 ore 08.19.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

Qualcuno deve spiegare perchè si è dovuto aspettare tutto questo tempo, guarda caso dopo che tutto fosse andato in prescrizione...Questa è la vera domanda da farsi, tanto erano tutti coinvolti, ormai è palese. Se c'è qualcuno che non ha pagato allora è giusto che adesso paghi, così come è successo per le altre società coinvolte.
Diavolettotentatore Diavolettotentatore 05/07/2011 ore 09.17.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

OmbraTriplete scrive:
Contattare e vedersi con i designatori non è reato al’epoca, anzi la FIGC incoraggia tale pratica



Questo è un passaggio FONDAMETALE

e fossi in Moratti, basandomi su questo e su altri fattori ben descritti qua sopra, RINUNCEREI ALLA PRESCRIZIONE
Big3FeatRajonRondo Big3FeatRajonRondo 05/07/2011 ore 09.58.00
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

ah be certo tra un procuratore federale e simone nicoletti bisogna credere a simone nicoletti
non mi era neanche passato per la testa di credere al procuratore federale :hoho

siete ridicoli :hoho

quando i PM accusavano le altre squadre ci credevate però

mo non ci credete più, com'è? :hoho
iceman2006 iceman2006 05/07/2011 ore 10.07.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

Big3FeatRajonRondo scrive:
ah be certo tra un procuratore federale e simone nicoletti bisogna credere a simone nicoletti
non mi era neanche passato per la testa di credere al procuratore federale

siete ridicoli


Ihihihi..grande!!

Mi auto-quoto:

Sgombriamo subito il campo da equivoci: qui le chiacchere stanno a zero!
Non ripeto i passaggi del rapporto di Palazzi, perché li trovate su internet dovunque, ne cito solo uno (virgolettato) “ ….rendono Calciopoli 2 del tutto analoga allo scandalo del 2006…”

Caro petroliere dai denti gialli, i fatti inoppugnabili sono questi:

1) se Palazzi era credibile nel 2006 (stessa carica) lo è anche adesso: troppo comodo screditarlo ora che ti da contro, nemmeno i bambini si comportano così…Ma Moratti ci ha abituato a questi comportamenti infantili, non sa perdere...
Avevate fiducia nella giustizia nel 2006? bene anche noi, a maggior ragione oggi...
2) dici che è stato fatto tutto in fretta e senza possibilità di controbattere? Forse dimentichi com’è andato il processo nel 2006, è durato poco piu di un mese e non è stata data la possibilità agli avvocati di difendere i loro assistiti. Questa revisione invece dura da piu di 5 anni, avevi tutto il tempo per portare prove a tuo favore.
3) Facchetti. Ad un uomo, solo perchè deceduto, gli si depenalizzano le malefatte se è provato che le ha commesse? Allora Hitler è una buonista, Craxi un benefattore e Pacciani un baby sitter!!
4) la cosa che piu fa incazzare è che non sono fatti nuovi, ma bensì fatti noti e risaputi sin dal 2006 (Nucini docet) solo che, caro mio bel petroliere, hai avuto la fortuna di avere i ladri-spioni della telecom al tuo fianco.

E comunque giustizia non è ancora fatta, perché ce n’è anche per i rossoneri, che grazie ad un preciso calcolo della penalizzazione (dovevano finire in B come noi) riuscirono a qualificarsi per l’ultimo posto in Champions League e guarda caso a maggio quella Champions la vinsero….vergognatevi!

Fino a qui fatti incontestabili.

Ora le considerazioni personali: ladri, spioni, avreste continuato a vincere zero tituli se non mettevate in atto quella manfrina nel 2006, solo che eri stufo di spendere 100 miliardi e nn vincere niente.
Dio, quanto godo nel vedere quella merda ingiallita nel panico piu totale, non sa piu a che santo votarsi….ihihih…
Scudetti di cartone e coppe di cartone, andatene fieri perché saranno gli ultimi, già il Milan vi ha superato quest’anno e piano piano tutto si risistemerà nei giusti binari, cioè gli altri vincono e voi dietro a leccarvi le ferite sbraitando contro arbitri, federazioni, congiure, ecc.
Nel 2006, ci siamo seduti sull’argine del fiume, spendo che prima o poi qualcosa sarebbe passato….ecco, ora stanno arrivando le prime avvisaglie del carro funebre…

Potrete vincere qualsiasi cosa con qualsiasi mezzo, ma resterete sempre dei perdenti..nell’animo, dentro!!

Ciao belli!
15879319
Big3FeatRajonRondo scrive: ah be certo tra un procuratore federale e simone nicoletti bisogna credere a simone nicoletti non mi...
Risposta
05/07/2011 10.07.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Azzurro72 Azzurro72 05/07/2011 ore 11.13.15
segnala

FuriosoRE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

@ OmbraTriplete: A stronzo? S'inventa anche le telefonate? Leggi leggi:

Ecco le intercettazioni alla base della relazione presentata lunedì dal capo della procura federale Stefano Palazzi. Al telefono l'allora presidente dell'Inter Giacinto Facchetti, il patron nerazzurro Massimo Moratti e il designatore arbitrale Paolo Bergamo.

La telefonata tra Facchetti e Bergamo

Il 26 novembre 2004, il presidente dell'Inter Giacinto Facchetti telefona al designatore degli arbitri Paolo Bergamo. Il 28 è in programma Inter-Juventus che, diretta da Rodomonti, terminerà 2-2.

Facchetti: «Senti, per domenica allora...»
Bergamo: «Ma senti, per domenica noi facciamo un gruppo di internazionali perché non vogliamo rischiare niente. Quindi, sono quattro, tutti e quattro possono fare la partita. C’è...»
Facchetti: «Ma metti dentro qualche...»
Bergamo: «Collina... Ma tutti internazionali, Giacinto... Così perlomeno non c’è discussione perché c’è dentro Collina, c’è dentro Paparesta, c’è dentro Bertini, c’è dentro Rodomonti. Quindi sono tutti internazionali, abbiamo evitato che ci fossero anche troppi giovani per esempio»
Facchetti: «Con Bertini abbiamo avuto qualche problemino»
Bergamo: «Con chi?»
Facchetti: «Con Bertini abbiamo avuto qualche problemino, anche l’anno scorso là a Torino e anche in un paio di altre partite... abbiamo avuto qualche problema con Bertini»
Bergamo: «Mah, se mai sfortunatamente fosse così, ci parlo. Perché... anzi, semmai... è meglio, ti devo dire, capito?»
Facchetti: «Non so... Volevo dirtelo»
Bergamo: «Hai fatto bene, hai fatto bene, hai fatto bene»
Facchetti: «Qualche problema l’abbiamo avuto, proprio Juve-Inter...»
Bergamo: «Ma io mi ricordavo a Perugia»
Facchetti: «A Perugia clamoroso e a Torino con la Juve l’anno scorso. Anche là è stata...»
Bergamo: «Cosa c’è stata là?»
Facchetti: «C’e stato il gol loro che era fuorigioco perché il portiere era fuori e non ha visto che c’era solo un giocatore dietro»
Bergamo: «Ma quello è l’assistente, Giacinto» . Inter-Juve finisce 2-2 con la direzione di Rodomonti, uno dei quattro annunciati da Bergamo a Facchetti.

E ancora:

La telefonata tra Moratti e Bergamo

Il 10 gennaio 2005, il patron dell'Inter Massimo Moratti chiama il designatore arbitrale Paolo Bergamo per complimentarsi del lavoro svolto dalla terna arbitrale durante la partita Inter-Sampdoria del giorno prima, finita 3-2 dopo un'incredibile rimonta.

Bergamo: «Hanno lavorato bene anche gli assistenti»
Moratti: «Bravi, sì, gliel’ho detto alla fine»
Bergamo: «Uhm»
Moratti: «Gliel’ho detto a loro alla fine, gli ho detto... a parte che sono due persone simpatiche»
Bergamo: «Sì»
Moratti: «Ma poi gli ho detto alla fine: guardate, proprio bravi. Perché era... due volte è capitato a loro, una volta... insomma bravi a beccarli. Ho detto: guardate, ma come "cazzo" fate voi a beccare... Dice: ma guardi, insomma noi ci abbiamo fatto l’occhio»
Bergamo: «Però, vede, se c’è un po’, diciamo, di lavoro naturalmente da parte nostra»
Moratti: «Sì»
Bergamo: «E cerchiamo sempre di farlo, però anche da parte dell’"allena..."»
Moratti: «È chiaro» .

La telefonata continua: due giorni dopo è in programma la partita tra Bologna e Inter, ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia.

Bergamo: «Mi sono sentito con Facchetti, presidente, per confermare questo clima di cordialità che naturalmente è una cosa che sappiamo io e lei, però il gruppo ha molto apprezzato il lavoro che noi abbiamo fatto nei confronti di Gabriele e Palanca e quindi ho pensato di farli rientrare in Coppa Italia, uno viene a fare l’Inter e uno fa il Milan...»
Moratti: «Va bene»
Bergamo: «Volevamo dargli un immagine buona...»
Moratti: «Sì sì»
Bergamo: «Mi ha detto Facchetti, sì sì sono d’accordo...»
Moratti: «Va bene, mercoledì lo andrò a trovare prima della partita»
Bergamo: «Questo gli farà piacere»
Moratti: «Vado a salutarlo»
Bergamo: «Visto che lì non c’è sorteggio ma c’è designazione a voi ho mandato Gabriele, l’ho fatto accompagnare bene da due assistenti molto bravi»
Moratti: «No no Gabriele è sempre stato un buon arbitro, molto regolare, non ho mai avuto contestazioni...»
Bergamo: «Un saluto vedrà lo riempirà di gioia»
Moratti: «La ringrazio, mercoledì sono giù se ce n’è bisogno, lo vado a trovare prima della partita»

Un'altra telefonata tra Facchetti e Bergamo

L'11 maggio 2005 il presidente dell'Inter Giacinto Facchetti chiama il designatore arbitrale Paolo Bergamo. Il giorno successivo è in programma le semifinale di coppa Italia tra Inter e Cagliari. L'arbitro designato è Paolo Bertini.

Facchetti: «Guarda, ho guardato lo score di Bertini che con noi ha 4 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte...»
Bergamo: «Porca miseria, allora facciamo 5-4-4. Ma vittorie, però»
Facchetti: «Eh, diglielo che è determinante, domani»
Bergamo: «Eh no, lo devo sentire, mi ha chiamato stamani ma non potevo rispondere e lo devo...»
Facchetti: «È determinante! Ha fatto 12 partite, 4-4-4»
Bergamo: «Beh, dici te, una la smuove, ma deve smuovere quella che comincia per V, eh...»
Facchetti: «Quella giusta, quella giusta, quella giusta»
Bergamo: «Sì, no, no, ma viene ben disposto perché è un ragazzo intelligente, ha capito ora come si cammina. C’è voluto un po’ a capire, ma, insomma, meglio tardi che mai»

Però l'illecito se l'è inventato Palazzi eh? MALEDETTIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!
Renton.1981 Renton.1981 05/07/2011 ore 11.16.22
segnala

(Nessuno)RE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

L'unica telefonata dove Facchetti ha sbagliato è stata la prima,quella pre Inter-Juve
le altre non sono nulla,chi ne esce con le ossa rotte è solo Bergamo
Azzurro72 Azzurro72 05/07/2011 ore 11.19.28
segnala

PerplessoRE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter

@ Renton.1981: Continua a sognare...ma ancora non avete spiegato come mai se chiamavano altri dirigenti i designatori è inconfutabilmente reato se li chiamavate voi no! Insomma i designatori non si potevano chiamare, però li chiamavano ed è palese...voi dichiarate che le vostre chiamate sono "innocenti", mentre quelle degli altri "dolose"...a me qualcosa non torna...
Azzurro72 Azzurro72 05/07/2011 ore 11.27.21
segnala

EuforicoRE: Palazzi Si Inventa L’illecito Sportivo Dell’Inter


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.