Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

Euchrid.Eucrow Euchrid.Eucrow 07/10/2007 ore 09.01.34
segnala

(Nessuno)The Crawl.

Il modo in cui piovevano tutte quelle conclusioni, con un attimo di silenzio prima del proseguimento. -Sei il Dio dell'Assurdità- mi dicevi. Guardandomi il quel modo strano che ho visto solo in te. -Tu invece sei Phenobarbie.- ti dicevo. Lo squittio alle tre del mattino del cellulare, mentre con la bocca impastata e gli occhi velati di lacrime nere come la pece bollente cerco di rispondere, con quella smorfia che faccio sempre. -Stavi dormendo?- -No. E tu?- -No.- Silenzio. Com'erano belli quei silenzi. -Sembrano mille anni che non dormo.- dicevi sempre così. La pioggia si amalgamava bene all'atmosfera quel giorno; ti feci notare come la nostra vita sembrasse un documentario sulla desolazione adolescenziale di Gus Van Sant e tu ridesti della battuta dicendo che fra le sterpaglie era pieno di siringhe da tossicomani. -Sei lo Ziggy Stardust di periferia.- -Sei l'ultimo esponente di una beat generation immaginaria.- -Sei il ragazzo più ampolloso che esista.- Poi, c'erano i tuoi tagli, il modo in cui ti succhiavi le dita quando ti tagliavi. -Tu sei vuota come la O di Dio.- Riciclavo sempre qualcosa di altri, io. -Sei una piccola pillola sintetica.- -Sei fatta di plastica e piccoli denti, sparsi su tutto il corpo.- Stavamo ore a dirci queste cose. E poi il silenzio. Eri speciale. La nostra storia non aveva a che fare nemmeno con l'amore. Era più complesso. La nostra ambizione di vita era morire prima di arrivare a vent'anni. Non spenderò mai per nessun altro tutte quelle parole. In questo senso ti rimarrò fedele. -Sei come un punto dove non arriva il riscaldamento.- mi dicevi. -Sei come una polaroid che ha perso tutto il suo sangue.- ti dicevo. E sopra di noi era tutto grigio.E io ti amavo davvero.
doors1979 doors1979 07/10/2007 ore 13.27.20
segnala

(Nessuno)RE: The Crawl.

c'è della poesia, in queste righe... è un testo molto personale, un modo di scrivere che viene dall'osservazione interiore, e non (come accade troppo spesso) dal riciclo di cose trite e ritrite. bravo, complimenti...
empirikos empirikos 07/10/2007 ore 15.00.57
segnala

(Nessuno)RE: The Crawl.

CHE ARIA DADAISTA
Euchrid.Eucrow Euchrid.Eucrow 07/10/2007 ore 21.22.52
segnala

(Nessuno)RE: The Crawl.

doors1979 ha scritto:
c'è della poesia, in queste righe... è un testo molto personale, un modo di scrivere che viene dall'osservazione interiore, e non (come accade troppo spesso) dal riciclo di cose trite e ritrite. bravo, complimenti...
Oddio Doors! Come sei gentile nei miei confronti! :-) Comunque secondo me dovresti scrivere un libro, tu.
doors1979 doors1979 07/10/2007 ore 21.59.38
segnala

(Nessuno)RE: The Crawl.


non è gentilezza, giuro. è la verità. questo scritto si stacca dalla media, se ne fotte (per così dire) delle belle parole, e va incisivamente dritto al cuore e al cervello.

un libro? già... beh, in realtà sto scrivendo un romanzo, un noir esistenziale che parla di uno scrittore in crisi creativa e personale, ipocondriaco, chiuso in casa come un rifugiato a fare i conti con i fantasmi del suo passato. la sua storia si incrocia con quella di un comico del cinema muto degli anni 20, processato (ingiustamente) per l'omicidio di un'attricetta alle prime armi, avvenuto nella camera di un lussuoso motel durante un festino... penso di finirlo entro un paio d'anni, poi si vedrà.

buona serata
FuoriGioco FuoriGioco 07/10/2007 ore 22.19.27 Ultimi messaggi
Euchrid.Eucrow Euchrid.Eucrow 07/10/2007 ore 22.22.53
segnala

(Nessuno)RE: The Crawl.

doors1979 ha scritto:

non è gentilezza, giuro. è la verità. questo scritto si stacca dalla media, se ne fotte (per così dire) delle belle parole, e va incisivamente dritto al cuore e al cervello.

un libro? già... beh, in realtà sto scrivendo un romanzo, un noir esistenziale che parla di uno scrittore in crisi creativa e personale, ipocondriaco, chiuso in casa come un rifugiato a fare i conti con i fantasmi del suo passato. la sua storia si incrocia con quella di un comico del cinema muto degli anni 20, processato (ingiustamente) per l'omicidio di un'attricetta alle prime armi, avvenuto nella camera di un lussuoso motel durante un festino... penso di finirlo entro un paio d'anni, poi si vedrà.

buona serata
Oddio. Molto lineare :-))) Però è un dato di fatto che i noir sono più belli se sono intricati e non si chiariscono mai completamente.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.