Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

Cielo.Viola Cielo.Viola 23/06/2008 ore 10.10.35
segnala

(Nessuno)solo il Vero Poeta..


..sa'che cosa sia l'immenso desiderio di non essere Poeta..il desiderio di abbandonare la casa degli specchi in cui regna un Silenzio Assordante.

Solo il vero Poeta sa'quanta tristezza abiti nella casa di specchi della Poesia.

Ma attenzione!

Se i Poeti superano per errore la soglia della casa degli specchi,trovano subito la Morte,perche'non sanno sparare,e se sparano riescono a centrare solo la propria testa....









-Kundera mi ha descritta cosi'
LUCRELADY LUCRELADY 23/06/2008 ore 14.06.36 Ultimi messaggi
Cielo.Viola Cielo.Viola 23/06/2008 ore 14.48.53
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

A LUCRELADY che il 23/06/2008 14.06.36 ha scritto:
e te cosa ne pensi di questa descrizione???

Rispondo: io la trovo splendida e veritiera...piu'che altro mi ha colpita tanto perche'appena l'ho letta mi ci sono rispecchiata..ovviamente non prendendola alla lettera..



Mi chiedevo gli altri,da quali parole e da quali scrittori si sono sentiti descritti..........:poeta
aiconfinidelcuore aiconfinidelcuore 23/06/2008 ore 15.41.57
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

Il vero poeta è forse solo chi non sa di esserlo,chi con semplicità riesce a scrivere non solo delle emozioni che lo percorrono,ma che riesce a fare in modo che i profumi di quell'emozioni diventino reali lungo la lettura,come le carezze e i baci che ne nascono.
LUCRELADY LUCRELADY 23/06/2008 ore 15.48.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

A aiconfinidelcuore che il 23/06/2008 15.41.57 ha scritto:
Il vero poeta è forse solo chi non sa di esserlo,chi con semplicità riesce a scrivere non solo delle emozioni che lo percorrono,ma che riesce a fare in modo che i profumi di quell'emozioni diventino reali lungo la lettura,come le carezze e i baci che ne nascono.

Rispondo: concordo pienamente con le tue parole comunque per risponderti cielo viola io per ora non ho trovato nessun poeta che è riuscito a descrivermi!!! prima o poi lo troverò!! ciao da lucrezia

Cielo.Viola Cielo.Viola 23/06/2008 ore 16.02.30
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

A aiconfinidelcuore che il 23/06/2008 15.41.57 ha scritto:
Il vero poeta è forse solo chi non sa di esserlo,chi con semplicità riesce a scrivere non solo delle emozioni che lo percorrono,ma che riesce a fare in modo che i profumi di quell'emozioni diventino reali lungo la lettura,come le carezze e i baci che ne nascono.

Rispondo: io non scrivo...ma sono molto appassionata di Poesia....e sono dalla parte de"Il Postino",film stupendo:"La Poesia non e'di chi la fa'ma di chi la usa.."

Di chi la sente...di chi sente quello che hai scritto tu
aiconfinidelcuore aiconfinidelcuore 23/06/2008 ore 17.30.59
segnala

(Nessuno)vorrei dedicarvi queste parole,non è poesia,non èprosa,sono uno dei miei momenti !


Un posto semplice e sicuro

Mi sono comprato una matita
mi è venuta voglia di scrivere
devo solo cercare un posto dove scrivere
e allora ho cominciato a pensare
mettendo in fila i pensieri
quale posto fosse il migliore.

Una spiaggia dorata
dove le parole potessero diventare castelli
dove il brillare della sabbia
rendesse preziosi i momenti trasformati in parole
ma ho guardato poi il mare ed il suo risalire
e ho avuto paura che le parole diventassero acqua.

Il tronco di un albero
dove la corteccia più giovane
avrebbe dato risalto al testo
dove il verde delle foglie appena germogliate
sarebbe stata la cornice ideale
ma il graffiare quel corpo secolare
per conservare semplici parole
sembrava come scalfire con un coltello
il cuore della terra
e ho avuto paura che la terra piangesse.

Un muro di pietra che costeggia la strada
dove il mondo che passa di fretta
potesse leggere di me
dove fermandosi potesse aggiungere alle mie fantasie
l'eco dei propri sogni.
Forse il posto giusto
ma il rinfrescare di nuovo colore le vecchie pietre
avrebbe cancellato i pensieri
lasciando nel vuoto i sogni che passavano da li.

pensare,capire,cercare
e mai trovare il posto per la risposta giusta
ma si può chiedere al mondo un posto

dove poter scrivere e non dimenticare

un posto

dove l'acqua non cancelli le impronte
dove il vento non soffi fino a disperdere le voci
dove la pioggia confusa alle lacrime non cambi il senso delle parole

un posto semplice e sicuro

dove poter conservare quel che ti fa respirare
dove poter morire prima di rinascere in un idea
dove poter ritrovare quello per cui ci siamo stretti la mano
dove poter chiudere gli occhi tra le braccia di un lui o una lei
senza pensare di poter sbagliare per aver voluto tentare

il posto più piccolo del mondo
ma il più sicuro e deciso che c'è
dove niente mai scompare
dove tutto e musica,fantasia e sogno
il mio piccolo cuore
dove il racconto comincia e finisce sempre
con la parola amore.

Cielo.Viola Cielo.Viola 24/06/2008 ore 00.15.49
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

A aiconfinidelcuore che il 23/06/2008 17.30.59 ha scritto:

Un posto semplice e sicuro

Mi sono comprato una matita
mi è venuta voglia di scrivere
devo solo cercare un posto dove scrivere
e allora ho cominciato a pensare
mettendo in fila i pensieri
quale posto fosse il migliore.

Una spiaggia dorata
dove le parole potessero diventare castelli
dove il brillare della sabbia
rendesse preziosi i momenti trasformati in parole
ma ho guardato poi il mare ed il suo risalire
e ho avuto paura che le parole diventassero acqua.

Il tronco di un albero
dove la corteccia più giovane
avrebbe dato risalto al testo
dove il verde delle foglie appena germogliate
sarebbe stata la cornice ideale
ma il graffiare quel corpo secolare
per conservare semplici parole
sembrava come scalfire con un coltello
il cuore della terra
e ho avuto paura che la terra piangesse.

Un muro di pietra che costeggia la strada
dove il mondo che passa di fretta
potesse leggere di me
dove fermandosi potesse aggiungere alle mie fantasie
l'eco dei propri sogni.
Forse il posto giusto
ma il rinfrescare di nuovo colore le vecchie pietre
avrebbe cancellato i pensieri
lasciando nel vuoto i sogni che passavano da li.

pensare,capire,cercare
e mai trovare il posto per la risposta giusta
ma si può chiedere al mondo un posto

dove poter scrivere e non dimenticare

un posto

dove l'acqua non cancelli le impronte
dove il vento non soffi fino a disperdere le voci
dove la pioggia confusa alle lacrime non cambi il senso delle parole

un posto semplice e sicuro

dove poter conservare quel che ti fa respirare
dove poter morire prima di rinascere in un idea
dove poter ritrovare quello per cui ci siamo stretti la mano
dove poter chiudere gli occhi tra le braccia di un lui o una lei
senza pensare di poter sbagliare per aver voluto tentare

il posto più piccolo del mondo
ma il più sicuro e deciso che c'è
dove niente mai scompare
dove tutto e musica,fantasia e sogno
il mio piccolo cuore
dove il racconto comincia e finisce sempre
con la parola amore.


Rispondo: :-)

spiegata l'origine del tuo nick..
ilgalante ilgalante 24/06/2008 ore 23.27.17
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

x aiconfinidelcuore...x la prosa che ha iscritto,è bellissimia sia x le visioni,x le metafore e x quello che esprime!!per quanto riguarda il poeta.tra le tante definizioni mi viene quelle che dice che il poeta è una "coscienza" che metet a nudo contraddizioni,paure,segreti dell uomo...e forse questa è la definione che piu mi si addice in quei miei illusori e miseri tentativi d fare poesia!!
CaosInsideMe CaosInsideMe 25/06/2008 ore 14.45.49
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..


:rosa


evanescente60 evanescente60 25/06/2008 ore 16.17.30
segnala

(Nessuno)Parola di poeta vero


"il poeta è un fingitore.

Finge così completamente

da fingere che è dolore

quello che davvero sente"

(Pessoa)
Cielo.Viola Cielo.Viola 25/06/2008 ore 19.31.38
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

A evanescente60 che il 25/06/2008 16.17.30 ha scritto:

"il poeta è un fingitore.

Finge così completamente

da fingere che è dolore

quello che davvero sente"

(Pessoa)

Rispondo: che meraviglia,ti devo ringraziare per questi versi stupendi che non conoscevo
evanescente60 evanescente60 26/06/2008 ore 19.34.03
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..


Visto che ti è piaciuta, ne aggiungo un'altra:

"Io ho imparato da mia moglie, dal mio caro piccolo insetto, che chiamavano "Mosca" e non so perché, che l'unico valore dell'esistenza è il coraggio di vivere… Lei non ha pensato mai di lasciar traccia di sé scrivendo prosa o versi e fu il suo incanto - e dopo la mia nausea di me… Le risate smascheratrici di mia moglie hanno proprio per oggetto i riti e i miti un po' ridicoli della letteratura e della poesia-fogna, la poetica di chi vive assediato dalle cose. Non a caso Vittorio Sereni, che era una persona seria, rifiutò la qualifica di "poeta"... Lo sa cosa mi ha detto la mia adorata Mosca prima di chiudere gli occhi?… Mi ha detto pirla, una parola gergale non traducibile. Da allora me la porto addosso come un marchio che resiste alla pomice. Ci sono altri pirla nel mondo ma come riconoscerli? I pirla non sanno di esserlo. Se pure ne fossero informati tenterebbero di scrollarsi con le unghie quelle stimmate."

(Montale, ovviamente) Tra scrivere e vivere, un vero poeta sceglierebbe di VIVERE.
LeDoThoil LeDoThoil 26/06/2008 ore 20.39.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..


Ho trovato solo uno finora che sapesse dirmi cos'è il poeta:

Le Poète se fait voyant par un long, immense et raisonné dérèglement de tous les sens. Toutes les formes d'amour, de souffrance, de folie; il cherche lui-même, il épuise en lui tous les poisons, pour n'en garder que les quintessences.
Ineffable torture où il a besoin de toute la foi, de toute la force surhumaine, où il devient entre tous le grand malade, le grand criminel, le grand maudit, - et le suprême Savant ! - Car il arrive à l'inconnu !

Ok, forniamo una traduzione (se sapete il francese leggete l'originale, quest'uomo sì che ci sapeva fare!)

Il poeta si fa veggente per un lungo, immenso e ragionato sregolamento di tutti i sensi. Tutte le forme d'amore, di sofferenza, di follia; cerca se stesso, accoglie in sé tutti i veleni, per estrarne la quintessenza. Ineffabile tortura dove ha bisogno di tutta la fede, di tutta la forza sovrumana, dove diviene tra tutti il grande malato, il grande criminale, il grande maledetto - e il supremo sapiente! - Perché arriva a ciò che agli altri è sconosciuto!

(Rimbaud, Lettre du Voyant)
11214162
Ho trovato solo uno finora che sapesse dirmi cos'è il poeta: Le Poète se fait voyant par un long, immense et raisonné dérèglement...
Risposta
26/06/2008 20.39.58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
000007 000007 26/06/2008 ore 20.46.46
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

MA CHE CAZZATE STATE SPARANDO?
LUCRELADY LUCRELADY 26/06/2008 ore 20.59.28 Ultimi messaggi
segnala

EuforicoRE: solo il Vero Poeta..

000007 ci mancavi!!!!!!!!!!!!

dai butta musica sulla poesia!!!!!!!!
un vero poeta della musica chi è secondo te???

ciao da lucrezia
000007 000007 26/06/2008 ore 21.08.21
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..


Secondo me?

Ovvio, quello che non si sente un poeta
LUCRELADY LUCRELADY 26/06/2008 ore 21.10.44 Ultimi messaggi
segnala

TristeRE: solo il Vero Poeta..

mi uccidi sempre te!!!

volevo un nome....... ;-(

va beh con te mi devo sempre accontettare

ciao ciao
pipipapo pipipapo 27/06/2008 ore 08.21.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

anche un filo d'erba é un poeta, quando dice:

mi piegavo al vento,
sussurando le nenia
della tempesta e
fregando i miei simili
urlavo, ció che gli altri
non udivano.

Il poeta é colui che non parla con la bocca, ma descrive tutto con il pensiero, lasciandone traccia su un foglio bianco.
pipipapo pipipapo 27/06/2008 ore 08.24.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

anche un filo d'erba é un poeta, quando dice:

mi piegavo al vento,
sussurando le nenia
della tempesta e
sfregando i miei simili
urlavo, ció che gli altri
non udivano.

Il poeta é colui che non parla con la bocca, ma descrive tutto con il pensiero, lasciandone traccia su un foglio bianco.
SirThomasC.VonKuhn SirThomasC.VonKuhn 03/02/2019 ore 19.37.03 Ultimi messaggi
Archeo68 Archeo68 12/02/2019 ore 20.32.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: solo il Vero Poeta..

Ah che bello leggere che c'è ancora qualcuno che legge Rimbaud, Pessoa, Montale. Quanti ricordi...e quanto tempo che non leggo più poesia...ma una ve la voglio regalare nel caso non la conosceste e anche se la conosceste secondo me val sempre la pena rileggerla: "Passato" di Vincenzo Cardarelli.


I ricordi, queste ombre troppo lunghe
del nostro breve corpo,
questo strascico di morte
che noi lasciamo vivendo
i lugubri e durevoli ricordi,
eccoli già apparire:
melanconici e muti
fantasmi agitati da un vento funebre.
E tu non sei più che un ricordo.
Sei trapassata nella mia memoria.
Ora sì, posso dire che
che m'appartieni
e qualche cosa fra di noi è accaduto
irrevocabilmente.
Tutto finì, così rapito!
Precipitoso e lieve
il tempo ci raggiunse.
Di fuggevoli istanti ordì una storia
ben chiusa e triste.
Dovevamo saperlo che l'amore
brucia la vita e fa volare il tempo.

20029215
Ah che bello leggere che c'è ancora qualcuno che legge Rimbaud, Pessoa, Montale. Quanti ricordi...e quanto tempo che non leggo...
Risposta
12/02/2019 20.32.31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.