Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

ilgalante ilgalante 16/10/2008 ore 23.26.49
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

A dana206 che il 16/10/2008 23.15.14 ha scritto:
...e basta con sto buonisismo ipocrita!!!!!!!!
andateglielo a dire ai parenti delle vittime!!!!!!!!
a quelli che si sono visti sciogliere un ragazzo nell acido........
o a quelli i cui bambini sono stati abusati.................
acc...........
e basta!!!!!!!!!


Rispondo: tu giustamente,ti poni nell'ottica di cio che in crinologia è chiamata "vittimologia". Ma pensi che questi parenti,dopo avranno piu serenita?VEdranno appagato un senso di giustizia? E poi chissa..un giorn dalla parte dell'aguzzino nn potrebbe esserci un loro parente?
nivasio nivasio 16/10/2008 ore 23.39.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

A ilgalante che il 16/10/2008 23.26.49 ha scritto:
A dana206 che il 16/10/2008 23.15.14 ha scritto:
...e basta con sto buonisismo ipocrita!!!!!!!!
andateglielo a dire ai parenti delle vittime!!!!!!!!
a quelli che si sono visti sciogliere un ragazzo nell acido........
o a quelli i cui bambini sono stati abusati.................
acc...........
e basta!!!!!!!!!


Rispondo: tu giustamente,ti poni nell'ottica di cio che in crinologia è chiamata "vittimologia". Ma pensi che questi parenti,dopo avranno piu serenita?VEdranno appagato un senso di giustizia? E poi chissa..un giorn dalla parte dell'aguzzino nn potrebbe esserci un loro parente?

Rispondo: perfettamente d'accordo,anch'io ho studiato criminologia.
dana206 dana206 17/10/2008 ore 00.07.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

......ma quale vittimologia!!!!!!!!!!!
quali testi di criminologia!!!!!!!!!!!!!!
parlate così perchè a voi non è capitato...........
e sperate che non capiti a vostro figlio...............
cambiereste idea all istante..................................
io li impiccherei sulla pubblica piazza....................
altro che belle parole.....................



ilgalante ilgalante 17/10/2008 ore 00.19.43
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

A dana206 che il 17/10/2008 0.07.23 ha scritto:
......ma quale vittimologia!!!!!!!!!!!
quali testi di criminologia!!!!!!!!!!!!!!
parlate così perchè a voi non è capitato...........
e sperate che non capiti a vostro figlio...............
cambiereste idea all istante..................................
io li impiccherei sulla pubblica piazza....................
altro che belle parole.....................




Rispondo: probabilmente si,almeno all'inizo avrei voglia di farmi giustizia da me.ma è qui che qualcosa o qualcuno mi dovra trattenere dal farlo.E se x caso dop oaverlo ucciso scoprissi che era innocente?
dana206 dana206 17/10/2008 ore 00.40.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

.....eh no...............
questo è un colpo basso.............
"favorevole"
in caso di colpevolezza accertata ovvio..........
esempio:
"SADDAM"
non ditemi che vi sieter messi a pingere...........
quando l avete visto penzolare dalla corda...........
qui si parla di: "giustizia"
lo Stato ha la funzione basilare di "difendere" ..........
ogni singolo individuo ad ogni costo.......................
tutelando ovviamente in maggior misura...................
coloro che RISPETTANO la legge .........................
rispetto a coloro che la TRASGREDISCONO............
punendo chi commette reati con pena commisurata..........
il fatto è che x alcuni reati.........................
nessuna pena......................
tranne la morte......................
costituisce la giusta punizione............................

aristotele001 aristotele001 17/10/2008 ore 12.08.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco


è lo stato ad avere il monopolio della violenza

e la utilizza politicamente in base alla circostanza storica e culturale.

é chiaro che anche l'opinione pubblica ha i sui riflessi politici

e in questo rientra anche la pena di morte (in parte).
autunno68 autunno68 17/10/2008 ore 12.16.17
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

Quali le ragioni storiche dell'istituzione della pena di morte?....per punire con la morte chi si rendeva colpevole di un determinato reato o...nell'intenzione di creare una sorta di "deterrente"....qualcuno può rispondermi...?
Maria.Teresa Maria.Teresa 17/10/2008 ore 12.26.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco

A autunno68 che il 17/10/2008 12.16.17 ha scritto:
Quali le ragioni storiche dell'istituzione della pena di morte?....per punire con la morte chi si rendeva colpevole di un determinato reato o...nell'intenzione di creare una sorta di "deterrente"....qualcuno può rispondermi...?

Rispondo: Come si può rispondere? Nietzsche diceva che la legge era una invenzione dei deboli per limitare i più forti, Rousseau la definiva un "contratto" stipulato dalle parti.......dibattito e questione infinita.

Secondo me ha ragione Aristotele001quando dice che lo stato ha il monopolio della legge e la utilizza in base alle circostanze storiche.

P.s. ma odietamo ...... ha lanciato il sasso e poi è scomparso.... senza neanche esprimersi....:-) :-)
aristotele001 aristotele001 17/10/2008 ore 12.26.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco


Il terrore! Si veda laRivoluzione francese!

ma ci sono tanti altri esempi storici.

Ciao
Materialism.Idealism Materialism.Idealism 17/10/2008 ore 12.29.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: qui dentro c'entra poco


Le ragioni di questa istituzione vanno ricercate nella natura bruta dell'uomo. Più bruta dell'animale più feroce che possa esistere.

Consiglio "Sorvegliare e punire" di Michel Foucault, un libro stupendo. Testo molto duro ma che resta un capolavoro per quanto riguarda l'analisi delle istituzioni storiche e riflessione sulla natura perversa degli uomini, natura che si maschera come tentativo di razionalizzazione continua (pena di morte, istituzione del carcere, del manicomio, scuola, etc.) nel processo storico.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.