Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

1965.bellavita 1965.bellavita 22/05/2017 ore 16.51.43
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@nera1965 scrive:
La fede in Dio è fede non è scienza. Le religioni poi ne raccontano di tutti i colori. Io da credente che ha fede in Dio mi servo della religione per avvicinarmi e dialogare con Dio. Naturalmente do molta meno importanza alla religione nei suoi usi, nei suoi costumi e nella sue ricorrenze ecc... C'è comunque da dire che però il messaggio cattolico lo reputo positivo perché è un messaggio d'amore

e' giusto avvicinarsi alla nostra religione col senno di quello che ha detto papa francesco:meglio gli atei che gli ipocriti credenti.nella vita a me la religione mi ha aiutato ad uscire da un grosso problema,e credo sia questo che alla fine la religione puo' servire essere di gran conforto quando sei in grossa difficolta' del resto gesu' in croce non ci chiede niente di speciale in cambio ne abbiamo molti vantaggi a livello umano psicologico e mi spiace dirlo a volte di tornaconto
1965.bellavita 1965.bellavita 22/05/2017 ore 16.55.24
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@nera1965 scrive:
Secondo me solo Dio poteva farlo.

questo secondo me resta il gran mistero della scienza che mi fa pensare anche alla perfezione delle leggi cosmiche ed atomiche che regolano la nostra vita.
ma alla fine a volte per chi non e' legato indissolubilmente con dogmi o per propria scelta alla religione restano sempre tanti dubbi.
beatofrock beatofrock 22/05/2017 ore 22.28.47
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@nera1965 scrive:
Se non ci fossero segreti e l'universo fosse luce tutti saremmo Dei


non ci sono segreti

ma solo fenomeni che non sono stati ancora spiegati

metterci un dio iniziale è una scorciatoia ;-)
marianute marianute 26/06/2017 ore 11.31.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

E' come chiedersi se è nato prima l'uovo o la pollastra. Forse non ci poniamo la domanda giusta, non essendo in grado neppure di concepire cosa possa essere quella che noi chiamiamo eternità, e di conseguenza Dio. Compensiamo le mancanze di conoscenza sulla fisica dell'universo con l'immaginario di qualcosa di trascendente che modifichiamo nel corso delle epoche. Qualcuno avanzò l'ipotesi che l'uomo è dotato di antenna per una speciale sintonizzazione che avverrebbe in presenza di una serena disposizione a fare l'amore e non la guerra (frase bistrattata e travisata dal 68) essendo già forniti della parte fisica a noi necessaria posta nella pineale. Il che potrebbe anche essere, ma ci manca la sintonizzazione. Potrebbe celarsi qui la domanda giusta che non disprezza le conoscenze scientifiche eclatanti che magari ci aspettano, anzi, proprio grazie a queste ultime, direzionarci verso un sentire spirituale, che come confidò ad un'amica rimasta vedova il grande Albert, funzionerebbe da ennesima determinante dimensione.
Frinz.22x Frinz.22x 05/07/2017 ore 21.23.48
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@marianute scrive:
E' come chiedersi se è nato prima l'uovo o la pollastra. Forse non ci poniamo la domanda giusta, non essendo in grado neppure di concepire cosa possa essere quella che noi chiamiamo eternità, e di conseguenza Dio. Compensiamo le mancanze di conoscenza sulla fisica dell'universo con l'immaginario di qualcosa di trascendente che modifichiamo nel corso delle epoche. Qualcuno avanzò l'ipotesi che l'uomo è dotato di antenna per una speciale sintonizzazione che avverrebbe in presenza di una serena disposizione a fare l'amore e non la guerra (frase bistrattata e travisata dal 68) essendo già forniti della parte fisica a noi necessaria posta nella pineale. Il che potrebbe anche essere, ma ci manca la sintonizzazione. Potrebbe celarsi qui la domanda giusta che non disprezza le conoscenze scientifiche eclatanti che magari ci aspettano, anzi, proprio grazie a queste ultime, direzionarci verso un sentire spirituale, che come confidò ad un'amica rimasta vedova il grande Albert, funzionerebbe da ennesima determinante dimensione.

Interessante sto discorso... soprattutto il fatto della sintonizzazione.
marianute marianute 06/07/2017 ore 09.19.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@Frinz.22x : Una parte profonda di noi è perennemente alla ricerca di sintonizzazione, anche nel quotidiano. Questa sintonizzazione era già stata intuita in tempi passati, motivo ad esempio, della tonsura alla sommità del capo da parte di coloro che, in modo un po' infantile, "cercavano di favorire" al massimo la penetrazione dall'alto di influenza divina. Ai nostri giorni, le ricerche (osteggiate da ignoranza e poca voglia di spiritualità) non è che escludono una presenza divina, ma rivolgono uno sguardo innovativo, al passo coi tempi, anche all'approfondimento antropologico, alla fisica delle dimensioni, alle ultime novità in fatto di fotoni. Tutto un mondo da scoprire che potrebbe aprire nuove chiavi di lettura sul nostro agire.
nera1965 nera1965 06/07/2017 ore 13.38.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@beatofrock scrive:
metterci un dio iniziale è una scorciatoia

Allora anche escluderlo è presunzione..
nera1965 nera1965 06/07/2017 ore 13.40.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@1965.bellavita scrive:
ipocriti credenti

Perché quale ragione chi crede in Dio deve essere ipocrita?
ComePioveva ComePioveva 06/07/2017 ore 19.54.43
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@nera1965 scrive:
1. Che cos'è l'universo?
2. Possiede l'universo un ordine e una progettualità?
3. Qual'è l'origine dell'universo?


1. Energia che si è trasformata in particelle che hanno formato la materia grazie al bosone di Higgs,
2. L'Universo possiede un ordine dettato dalle leggi della fisica delle particelle prima e poi dalla legge della gravitazione universale.
3. L'Universo è nato dal Big Bang. Ma nessuno esclude che la formazione sia un ciclo perpetuo.

:ok
ruccutiello ruccutiello 06/07/2017 ore 21.45.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tre domande...

@nera1965 scrive:
1. Che cos'è l'universo?
2. Possiede l'universo un ordine e una progettualità?
3. Qual'è l'origine dell'universo?


Abbiamo adattato sperimentalmente ogni analisi di ciò che riusciamo a percepire creando leggi fisiche, matematiche, logiche. Probabile che esse descrivano in una maniera che ci appare realistica, plausibile i fenomeni, piccoli o grandi, in cui siamo immersi.

Per quanto mi riguarda io, ai punti 1,2 e 3 non saprei rispondere, rilevo solo che, tra caos e fenomeni fissi e ripetibili, il tutto 'procede'.
E non finirà mai di meravigliarci, facendoci scoprire nel tempo dettagli prima sconosciuti.
La religione, da un conforto a chi vuole, sente di farne parte in qualche modo.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.