Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

Wirk2016 09/04/2018 ore 17.26.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)fato e libertà

Crede al fato colui che pensa inesorabilemnete, doveva accadere ,crede alla libertà colui che pensa poteva accadere ,ma anche no
Nella storia il fatalismo è stata considerata convinzione politicamente pericolosa
per ovvi motivi sui quali sorvolo
Le radici del fato originario, altro nn sono che la morte e il dolore
Il modo piu antico di far socialmente fronte a cio' è il mito .
Poiche esso iscrive il fato all'interno di un senso,ne da per cosi dire una spiegazione ,nn che sia una grande soddisfazione .pero',in qualche modo ne anticipa qli eventi futuri rendendoli sopportabili,giacche nulla è piu pericoloso dell'ignoto,atteso e nn conosciuto,e nulla è piu consolante dello sguardo previdende capace di anticipare il futuro
Se ci pensiamo, tutte le religioni hanno questo scopo!
Squarciare il futuro e assicurare l'uomo
Questo il perno sul quale gira il fato ,il dolore e la morte
La "liberazione "originaria e dunque è riposta dal'uomo nella narrazione mitica
Ma,,la posta in gioco è troppo importante perchè ci si possa accontentare del mito e della religione ,
Con tutto il rispetto dovuto a queste forme originarie strutturalmente appartenenti all'uomo
Tuttavia nn posssiamo ignorare che 5/6 secoli prima di cristo a un certo momento la liberazione dal mito rappresantata dal mito e dalle religioni è stata considerata troppo incerta,labile,dubitabile,perche ci si potesse ancora fidare di essa
Proprio perchè la posta in gioco è cosi importante ,esplode a un certo punto nella storia dell'uomo un vulcano ,che l'uomo comune inizialmente considera astrattezza estrema,roba che sta sulle nuvole,e che invece al contrario affonda salde radici sul duro terreno ,
Questo vulcano si chiama filosofia ,e che pare rispondere in modo piu soddisfacente al solito quesito di squauarciare i veli del futuro per meglio rassicurarci sul solito problema
Nasce cosi quwl'atteggiamento per cui la liberazione dalla morte e dal dolore è la verità
Questo è il riassuntino introduttivo ,tratto da una lezione del filosofo emanuele severino
8536153
Crede al fato colui che pensa inesorabilemnete, doveva accadere ,crede alla libertà colui che pensa poteva accadere ,ma anche no...
Discussione
09/04/2018 17.26.27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.