Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 00.48.18
segnala

(Nessuno)Credete in un dio?

Mi potete scrivere si o no e la motivazione....? sarebbe per me molto interessante
IA77 IA77 04/05/2012 ore 03.26.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Non credo in Dio, sento Dio. La motivazione è nella vita manifesta ed immanifesta. Vivere la vita è vivere Dio, ascoltare il silenzio è ascoltare Dio, vedere la luce è vedere Dio, assaporare un frutto è assopare Dio, e ogni qualvolta rivolgiamo il pensiero a Dio troviamo un rifugio sicuro...
16638914
Non credo in Dio, sento Dio. La motivazione è nella vita manifesta ed immanifesta. Vivere la vita è vivere Dio, ascoltare il...
Risposta
04/05/2012 3.26.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
An7re An7re 04/05/2012 ore 08.55.57
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

no, concetto troppo assurdo (quello monoteista classico), e non ci sono prove
URIEL.X URIEL.X 04/05/2012 ore 10.54.20
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
Credete in un dio?
Mi potete scrivere si o no e la motivazione....? sarebbe per me molto interessante

bha ...dio...uno nessuno..centomila....

credo in me stesso e alla possibilità di diventare dio....magari non subito....:ok

se Gesu' è un Dio non lo so...in effetti non me lo ha detto :ok
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 12.13.12
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

An7re scrive:
no, concetto troppo assurdo

Quindi sei ateo...credi nell evoluzione? o hai altre idee?
An7re An7re 04/05/2012 ore 12.18.44
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:

Quindi sei ateo...credi nell evoluzione? o hai altre idee?

si sono ateo, e no non credo nell'evoluzione, credere implica una certa fede, cosa che non è propria di una teoria scientifica, infatti non si usa dire: "credo alla gravità"..
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 12.20.56
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Quindi ti basi tutto su teorie?
An7re An7re 04/05/2012 ore 12.43.32
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
Quindi ti basi tutto su teorie?

si, cerco di non dare giudizi assoluti, ma basarmi sulla ragione
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 17.13.22
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Agnostica.
Credo nell'uomo, nelle sue capacità, nella sua intelligenza....
In quanto al fatto che la religione cattolica sia monoteista....mi vien qualche dubbio.
Sono andata a vedermi, per curiosità, quanti sono i santi e beati venerati.....sono rimasta allibita...altro che paganesimo...(da cui peraltro si è attinto a piene mani!)
......poco meno di 10.000.... :sbong
Vi rendete conto?

Interessante è la lettura dell’antropologo scozzese Frazer. Nel suo libro “il ramo d’oro” l'autore si occupa di studiare le culture primitive, correlandole tra loro, grazie al filo conduttore della teoria evoluzionistica della storia.
Moltissimi i caratteri comuni tra credenze primitive e la religione cattolica, eccone alcuni :
Il dio umanizzato. Anche in India un dio umanizzato iniziò la sua esistenza come falegname. Gli dei incarnati sono frequenti nelle comunità primitive
La madre vergine. Pare che secondo la tradizione storica i sovrani del Lazio nascevano da madri vergini e padri divini.
Il mito del concepimento senza peccato. Lo troviamo tra le tradizioni antiche come quello di Nana, una ninfa vergine che concepì ponendosi in seno una mandorla.
Correlazioni tra credenze pagane antiche e religione cattolica ne è pieno

Io credo che l’uomo abbia bisogno di “credere” in qualcosa di sovrannaturale. Dagli arbori della nostra vita la magia, poi trasformatasi in religione…è sempre esistita. Se una persona ha la fede…massimo rispetto…quello che non capisco che bisogno c’è di avere 10.000 santi da venerare …..per non parlare di tutti quei fenomeni religiosi paranormali: stimmate, piuttosto del sangue che si liquefa, statue che piangono….ostie che sanguinano…..
Più che fede religiosa mi sembrano fenomeni da baraccone…….
URIEL.X URIEL.X 04/05/2012 ore 17.21.46
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

stregabacucca scrive:
Più che fede religiosa mi sembrano fenomeni da baraccone…….

ma va? :many
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 17.23.08
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ URIEL.X: ;-( stendiamo un velo pietoso......
solo.occhi solo.occhi 04/05/2012 ore 18.03.58
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Credere è una parola grossa, diciamo che lo stimo.
tellus tellus 04/05/2012 ore 20.02.54
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

solo.occhi scrive:
diciamo che lo stimo.

io mica tanto ,se lascia morire di fame i bambini.
Fran.cesco21 Fran.cesco21 04/05/2012 ore 20.18.52
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Rispondere a questa tua domanda almeno oggi non è facile. Penso che la responsabilità di questo stato di cose, (se credi in un Dio o no), perlomeno in Italia, è anche della Chiesa cattolica, sempre più lontana dalla capacità di interpretare e comprendere i bisogni della gente, arrocata da troppi secoli nell'esercizio di mediazione fra l'uomo e Dio. In pratica il messaggio è chiaro: " se non passi attraverso la Chiesa, non puoi arrivare a Dio". Tutto questo non ha aiutato tanti giovani affacciandosi alla maggiore età, ed all'indipendenza di pensiero, non sono riusciti ad accettare i principi della chiesa. Molti così hanno cancellato la spiritualità, l'incontro con Dio, dalla loro vita, perchè non si sentivano di ricercarlo attraverso la Chiesa che impone ancora oggi, non tanto gli antichi dogmi, ma un modo di essere inaccettabile. Ed è propio questo l'errore più grave che compiono tutte le Chiese. Perchè soprattutto con il diffondersi delle conoscenze più disparate, i viaggi, la televisione, l'incontro con esperienze di altre civiltà, moltissimi hanno cercato "oltre" le Chiese, a quel contatto diretto con Dio, a quella ricerca di spiritualità aperta ad ogni esperienza, all'ascolto del cuore, al sentire personale. Il santone Sai Baba, adorato da milioni di persone in tutto il mondo diceva "Io sono Dio. Ma anche tu sei Dio. Solo che io lo so già, e tu non ancora".
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 20.34.03
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

tellus scrive:
se lascia morire di fame i bambini

Be questo non credo sia Dio...
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 20.36.24
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

stregabacucca scrive:
quello che non capisco che bisogno c’è di avere 10.000 santi da venerare

Ma questo non è un discorso che riguarda Dio...i santi non sono stati fatti da dio
tellus tellus 04/05/2012 ore 21.26.46
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
Be questo non credo sia Dio...

ah ho capito,fa solo miracoli quando conviene a lui,preferisce far apparire madonne,far piangere madonne di legno,e liquefare il sangue...
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 21.33.29
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?



La nuova ala edificata da Mirjana, di cui parla il servizio di Rai News, è una pensione di categoria A, inaugurata nella primavera del 2011, che dispone di camere doppie e triple. Il suo nome è Mirjana i Marko (cioè "Mirjana e Marko", dal nome della veggente e del marito, Marko Soldo) ed è situata tra la casa di Mirjana e quella dei genitori del veggente Ivan.
Tramite questa pagina è possibile prenotare soggiorni nella nuova pensione di Mirjana.
Il conflitto di interessi dei veggenti......
:sbong
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 21.34.26
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?




;-( ;-(
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 21.36.35
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

tellus scrive:
fa solo miracoli quando conviene a lui,preferisce far apparire madonne,far piangere madonne di legno,e liquefare il sangue...

e chi te l ha detto Dio?...anzi il dio cristiano è propio contro queste cose se uno legge la bibbia...
Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 21.45.11
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Sì! Credo in Gesù il Signore! Mi ha salvato dalla disperazione, mi ha riempito il cuore di gioia, mi ha guarito nel cuore e anche nel corpo, e come me tanti!

Il suo amore è così REALE, sensibile e fedele che nessun amore umano gli si può paragonare...

Lo sento nella Comunione, nell'adorazione, nel fare il bne.. la SUa presenza è viva e reale nella preghiera coi fratelli.

I santi sono UOMINI come me e te, sono vissuti come Gesù e per questo sono dati come esempio, non da ADORARE, come Dio, ma da imitare e da pregare, come amici a cui rivolgersi.. i santi sono tanti quanti sono gli uomini buoni perché ognuno è valorizzato per qualcosa di unico, di suo: questa è la bellezza del cristianesimo, che più ti avvicini a Dio, più acquisti una tua identità propria, perché la fede non ti spersonalizza, non ti toglie la libertà, ANZI, la valorizza, perché in Dio c'è la vera libertà, la gioia piena!

Scusate la predica, non era voluta :) ho solo detto la mia esperienza!! Ciao
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 21.45.33
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
anzi il dio cristiano è propio contro queste cose se uno legge la bibbia...

...com'è che il suo sommo vicario a queste cose ci crede? Addirittura il precedente papa è già beato ed è già pronta la santificazione.....un miracolo non lo si nega a nessuno...
Che poi...chissà come mai sti miracoli sempre alle persone tanto devote.....mai che ci sia un miracolo rivolto ai bambini malati o a quelli che patiscono la fame....insomma un miracolo rivolto ad una comunità...invece in quei paesi flagellati dalla fame e dalla carestia il buon dio si accanisce mandando siccità o alluvioni devastanti....ah! la forza della fede!
Non è che questo dio onnipotente.....tanto onnipotente non è? :nono1
o forse fa solo preferenze! :nonono

E allora mi chiedo...ma le suorette di clausura che pregano tutto il dì.....che pregano a fare?
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 21.50.53
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Nessun santo è stato fatto da dio...tu stai parlando della chiesa non di dio...se i bambini muoiono di fame è colpa dell uomo...cmq ho aperto questo post per capire delle cose,siete liberi di dire quello che volete,era propio questo lo scopo :anykey vi rignrazio,siate numerosi
Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 21.52.01
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

C’è compatibilità tra scienza sperimentale e fede in un Dio creatore? Tra scienza e Chiesa? Tra scienza e miracoli? Può un uomo di oggi continuare a credere in Cristo, senza essere ed apparire ridicolo e fuori del tempo? Se ne dibatte spesso, per lo più in termini filosofici. Lo si fa anche in questo libro, discutendo sui Dio, l’anima, i miracoli, la Chiesa… Ma soprattutto si interrogheranno gli scienziati, i grandi fisici, astronomi, matematici… e si scoprirà che tutti i padri della scienza moderna hanno creduto in Dio.

Si scopriranno le preghiere di Keplero e di Pascal; gli interessi per la Bibbia di Newton; la fede genuina di Pasteur… Si apprenderà che un monaco, padre Benedetto Castelli, ha fondato l’idraulica ed ha inventato il primo pluviometro; che un , padre Andrea Bina, ha inventato il primo sismografo moderno; che Niccolò Copernico era un religioso cattolico; che il primo teorizzatore del Big bang e dell’espansione delle galassie è stato il sacerdote belga Georges Edouard Lemaître; si apprenderà che il padre dell’aeronautica, Francesco Lana de Terzi, è un padre gesuita, come il “principe dei biologi”, Lazzaro Spallanzani e come un pioniere dell’astrofisica, Angelo Secchi; che il padre della geologia e della cristallografia, Niels Stensen, si fece sacerdote e poi divenne vescovo, e che il fondatore della genetica fu il monaco Gregor Mendel…Si apprenderà che i matematici Gauss ed Eluero leggevano tutte le sere il Vangelo, che i matematici A. L. Cauchy, Ennio De Giorgi e Maria Gaetana Agnesi si dedicavano, oltre che alla matematica, all’assistenza ai poveri secondo lo spirito cristiano…

Forse qualcuno leggerà per la prima volta che le uniche grandi persecuzioni contro scienziati sono avvenute durante la laicissima rivoluzione francese (a danno di scienziati particolarmente devoti, come Luigi Galvani e Paolo Ruffini), e, soprattutto, nell’URSS ateo e comunista, dove chi proponeva teorie scientifiche vere, ma non ortodosse rispetto al marxismo, ha perso il posto e, non di rado, la vita.

Francesco Agnoli, “Scienziati, dunque credenti” (Cantagalli, Siena, 2012, pagine 185, euro 14). In uscita a maggio.

An7re An7re 04/05/2012 ore 21.53.25
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
grandi persecuzioni contro scienziati

galileo :ok
An7re An7re 04/05/2012 ore 21.54.14
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
grandi persecuzioni contro scienziati

darwin ostracizzato, leonardo, copernico, keplero :ok
stregabacucca stregabacucca 04/05/2012 ore 21.58.21
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ Gloria.79: La fede o c'è o non c'è......
Io ho il massimo rispetto per chi crede.
Quello che mi disturba enormemente è che nel nostro paese ci volete imporre le vostre regole di vita....e questo è lesivo della libertà di chi non crede,dunque della mia!

Con fatica abbiamo ottenuto delle libertà(penso al divorzio o l'aborto) che i cattolici per decenni ci hanno negato.




Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 22.05.40
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

stregabacucca scrive:
Che poi...chissà come mai sti miracoli sempre alle persone tanto devote.....


Non è vero! Ugo Festa, che ho conosciuto, non credeva nei miracoli, invece:
http://www.adim.it/index.php?option=com_content&view=article&id=153:il-grande-miracolo-dellicona-di-gesu-misericordioso-nel-1990-a-trento&catid=9:articoli-vari&Itemid=89


@ nathan.drake1984: I santi sono confermati da Dio coi miracoli, per questo la Chiesa , di conseguenza,li prende a modello.. ma la maggior parte non va sugli altari, ovvio..
An7re An7re 04/05/2012 ore 22.08.28
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
I santi sono confermati da Dio coi miracoli, per questo la Chiesa , di conseguenza,li prende a modello.. ma la maggior parte non va sugli altari, ovvio..

thomas moore il santo, quanta gente ha messo al rogo?
tellus tellus 04/05/2012 ore 22.13.02
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
e chi te l ha detto Dio?...anzi il dio cristiano è propio contro queste cose se uno legge la bibbia...

no,veramente cn me Dio non ci parla,forse gli sto sulle balle.Però il papa ci va spesso in questi "santuari",allora è contro la bibbia?
Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 22.13.38
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ stregabacucca: Aborto e divorzio sono diritti?
SEMMAI OGGI è IL CONTRARIO: ALLE DONNE CHE VOGLIONO ABORTIRE NON SI OFFRE NESSUNA ALTERNATIVA, NESSUN AIUTO CONCRETO, SONO LASCIATE SOLE!
Però La maggior parte dei medici obiettori di coscienza non è credente..e poi le donne che hanno abortito cadono spessissimo in depressione, non gli passa più!
E ai diritti del bambino chi ci pensa?
La separazione poi è ammessa anche dalla Chiesa per le situazioni più gravi, il divorzio invece ha creato traumi MAI DIMENTICATI nei figli..
tellus tellus 04/05/2012 ore 22.16.58
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
se i bambini muoiono di fame è colpa dell uomo.

ho capito,lecolpe son sempre le nostre.A noi le cose peggiori,se invece,succede qualche cosa di "miracoloso" è merito suo.Azz son capace a anche io a fare Dio.
An7re An7re 04/05/2012 ore 22.18.04
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
Aborto e divorzio sono diritti?

si.
tellus tellus 04/05/2012 ore 22.20.22
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
che più ti avvicini a Dio, più acquisti una tua identità propria, perché la fede non ti spersonalizza, non ti toglie la libertà, ANZI, la valorizza, perché in Dio c'è la vera libertà, la gioia piena!

sai che gli stessi discorsi li fanno anche i dittatori,pari pari?
Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 22.30.48
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?


"I secoli futuri, se ci saranno, definiranno questo nostro tempo come "l’eta’ della retorica". o "del falso storico", se preferite...
Dopo vent’anni di insistenze e certificati medici da parte dell’inquisito, fu celebrato con mille scuse per il grande Galileo, che intanto stava alloggiato in una villa sul Pincio con servitori, leccato e lisciato dal Papa e dai Cardinali. L’ "eppur si muove!"? Mai detto. La condanna? Dire una volta alla settimana i sette salmi penitenziali per tre anni (subito commutata).

A Galileo la trappola gliel’avevano "montata" i suoi colleghi, stufi della sua arroganza (Galileo li insultava apertamente tutte le volte che poteva) e gelosi delle sue entrature vaticane (furono gli astronomi gesuiti a difenderlo quando annuncio’ le sue scoperte).

L’intolleranza ecclesiastica nella Controriforma? Ma Galileo convive more uxorio con una sguattera che non volle sposare mai (se ne vergognava) e che gli diede quattro figli, tra cui due suore, tutti registrati come N.N.. E nessun ecclesiastico glielo rimproverò mai.

Le scoperte di Galileo? Nel campo della fisica, non certo in quello dell’astronomia. Che la terra girasse attorno al sole l’aveva già detto Copernico. Il cannocchiale l’aveva scoperta un ottico olandese (e c’è chi sostiene che l’invenzione fosse addirittura di un domenicano pisano medievale).

Allora, cos’era tutta questa storia attorno a Galileo? Il fatto era che lui il cannocchiale l’aveva puntato verso e il cielo e aveva scoperto i satelliti di Giove: giravano attorno a un’altra cosa, quindi non tutto girava attorno alla terra. Bene, questo al tempo lo sapevano tutti: era un’ipotesi matematica che si studiava tranquillamente nelle università. Solo che Galileo pretendeva che la Chiesa mutasse le Scritture, specialmente nel passo in cui si dice che Giosuè fermò il sole. I colleghi fecero girare certe sue lettere in cui si sfidava la Chiesa a pronunciarsi e la cosa finì in tribunale. Tutto qui. La Chiesa si preoccupò subito delle implicazioni etiche della cosa. E aveva ragione, perché oggi conosciamo i guasti che può causare la Scienza quando sfugge di mano. Cambiava qualcosa nella nostra vita se era il sole a girare attorno alla terra? No. Ma sarebbe cambiato sì, ed è cambiato (tutto), da quando la Scienza ha preso il posto della Religione, cosa che a Galileo importava più della teoria copernicana. Ma la retorica si è impadronita dell’evento (ricomposto subito, peraltro, dai protagonisti, che non diedero alla cosa tutta l’importanza che oggi le si dà), facendo di Galileo il campione della Ragione.

Ma il "razionalismo" stava invece tutto dalla parte della Chiesa, visto che Galileo e l’intera sua Accademia dei Lincei avevano più a cuore la magia, l’alchimia, l’ermetismo, l’esoterismo, e i fantomatici Rosacroce. Cosi’ come tutto il gotha della cosiddetta Scienza dell’epoca: Bacone, Newton, Cartesio, Copernico, Boyle, Grozio, Keplero. E poi Campanello e Giordano Bruno, che per vivere, faceva anche la spia. Si è scoperto recentemente: grazie a lui Elisabetta "la grande" mandò a morte migliaia di cattolici inglesi. . Ma credete che tutto ciò finirà nei libri di scuola? Scordatevelo".

http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&new_topic=54
An7re An7re 04/05/2012 ore 22.33.07
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
Ma credete che tutto ciò finirà nei libri di scuola? Scordatevelo".

no perchè a parte newton alchimista il resto son boiate :ok
nathan.drake1984 nathan.drake1984 04/05/2012 ore 23.48.07
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

:hoho
Gloria.79 Gloria.79 04/05/2012 ore 23.51.52
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ An7re: dimostra che sono boiate.

Ho cercato ovunque, ma a parte la solita wiki di Tommaso Moro e gli eretici si dice solo che:
"1527 Il vescovo di Londra Cuthbert Tunstall incarica More (marzo) di confutare le tesi dei riformati".
http://www.santommasomoro.com/01_1.htm

Le vere persecuzioni sono nate dalla Riforma:
"..se ogni cristiano è libero di interpretare le Scritture come vuole perché dovrebbe interpretarle come dice Lutero? Infatti già durante la sua vita le sette protestanti si moltiplicarono. Ma lui instaurò un clima di terrore e ricorse ai prìncipi tedeschi per reprimere nel sangue ogni dissenso.

Cominciarono le guerre di religione e la Cristianità si spaccò per sempre.

L'Inghilterra di Enrico VIII, la Munster degli Anabattisti, la Ginevra di Calvino, la Scozia di Knox e la Francia degli Ugonotti divennero teatro di massacri senza fine, a cui si poté porre termine solo con il compromesso del "cuius regio eius religio".

Adesso ogni suddito doveva obbligatoriamente professare la religione dello Stato in cui viveva, cosa che portò all'instaurarsi di inquisizioni e alla repressione di ogni diversa religione all'interno di ogni Stato. Le idee protestanti, in tutte le loro forme, veicolate attraverso la nuova invenzione della stampa, crearono dappertutto fermenti, rivolte e stragi".

http://www.storialibera.it/epoca_moderna/riforma_luterana/articolo.php?id=330&titolo=La riforma protestante


An7re An7re 05/05/2012 ore 00.20.11
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Moro fu un acceso difensore del primato della Chiesa, sia dal punto di vista spirituale (come il titolo del clero di redimere il peccato) che temporale (come per il primato della legge canonica sulla legge comune). Il suo cancellierato (1529-1532) si distinse anche per la sua costante caccia agli eretici e alle loro opere, in questo periodo diversi furono infatti i riformisti portati al rogo come eretici.

ora la colpa è dei protestanti per esser protestanti o sua di averli messi al rogo?
Una chicca:

Nei suoi mille giorni da Lord Chancellor mandò a morte, bruciati vivi sul rogo, numerosi eretici, lollardi e luterani. Fu zelante teorico di una pratica che ripugnava al suo amico Erasmo. La cosa avveniva così: i condannati venivano condotti su una piattaforma di legno, alta tre piedi, le fascine erano accatastate intorno al loro corpo, fino alla vita. Il sindaco urlava "Fiat iustitia" e il boia, dopo aver controllato da quale parte spirava il vento, accendeva la pira con una torcia. Una delle vittime, colpevole di aver posseduto una versione non autorizzata della Bibbia, impiegò 45 minuti per morire. La cosa non turbava Moro, che anzi in una lettera descrive la sua gioia nell' apprendere la notizia della morte di due eretici. Lo sceriffo di Londra che lo scortò sul patibolo era stato a sua volta interrogato e imprigionato nella Torre da Moro stesso, qualche tempo prima, per le sue convinzioni religiose.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/11/05/tommaso-moro-il-patrono-sbagliato.html
Gloria.79 Gloria.79 05/05/2012 ore 10.06.20
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Grazie, non conoscevo questo aspetto, ovviamente condannabile! Conoscendo però Moro come persona sensibile e pacifica non mi stupirei se la sua azione contro l'eresia in ambito DOTTRINALE fosse stata strumentalizzata dal potere.. non ho trovato il tuo link, ma appena posso approfondirò.
Cmq per giudicare SENZA PREGIUDIZI dobbiamo capire la mentalità di un'epoca:

"...Lla magia si distingue dalla religione in quanto l’esperienza magica più che un’esperienza del divino è un’esperienza del potere, dove l’uomo manipola il sacro e lo mette al proprio servizio.
È in questo senso che la Chiesa cattolica già a partire dalla Didachè (50), dall’Antico Testamento, da sempre condanna l’esperienza magica, la negromanzia, i sortilegi e la stregoneria come pratiche superstiziose.
Dunque è luogo comune appartenente alla "leggenda nera" l’idea per cui all’Inquisizione sia da collegare automaticamente la caccia alle streghe.
Infatti da sempre per il Magistero cattolico la magia è in primis configurabile come superstizione e per tale peccato, come per gli altri peccati, risultano competenti vescovi e sacerdoti confessori.
L’Inquisizione se ne occupava nella sua attività ordinaria soltanto se le pratiche magiche lasciavano trapelare qualche sospetto di eresia.

Come riferisce Stark, fra il XIV e il XVI secolo in Spagna il tasso degl’imputati di stregoneria corrisponde allo 0,2 per milione di abitanti ed è il più basso d’Europa.
Per confutare la "leggenda nera" della caccia alle streghe, a cui le autorità della Chiesa cattolica si opposero e addirittura impedirono, proprio nel momento in cui dilagava in Europa a livello popolare e locale una fobia antistregonica, legata direttamente alla diffusione dell’occultismo e poi alla psicosi del demoniaco introdotta dalla Riforma protestante, i cui eredi - sulla scia di Martin Lutero (1483-1546) e di Giovanni Calvino (1509-1564), di cui è nota una certa ossessione per il demoniaco - si resero attori di una caccia alle streghe che passa spesso sotto silenzio, ma di cui alcuni eventi storici - es. le "streghe" di Salem (Massachusetts, 1692), danno testimonianza.

Dunque, nessuna persecuzione dei cattolici contro una religione pagana clandestina, secondo un’idea notevolmente diffusa negli ambienti del revival neo-pagano contemporaneo; nessuna prepotenza patriarcale e maschilista contro le donne, dato che molti dei condannati erano uomini; nessun desiderio di impadronirsi dei beni degli accusati, che spesso erano poveri e neppure alcun fanatismo del clero, dato che le campagne contro la stregoneria nascevano molto spesso da iniziative popolari: la verità storica dimostra che le autorità ecclesiastiche si opposero alla caccia alle streghe e il loro successo fu tanto più evidente dove il loro potere, unitamente a quello dell’autorità politica, era più forte, come dimostra l’eloquente caso della Spagna.

..l’autore rimarca di non essere mai stato cattolico e precisa di non voler in alcun modo far proprio il metodo dell’apologetica, ma unicamente quello dell’analisi sociologica:
"benché molti storici viventi oggi probabilmente non abbiano pregiudizi contro la religione cattolica, o almeno non più di quanti ne abbiano contro la religione in generale, spesso mantengono idee false senza rendersi conto che sono il prodotto dell’anti-cattolicesimo di passate generazioni"

http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=article&sid=166
free.fallen free.fallen 05/05/2012 ore 11.02.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

nathan.drake1984 scrive:
Credete in un dio?

io ci credo,credo in gesu, sono cristiana per fede e non per dottrina..credo nel esistenza del anima,nel karma e nella reincarnazione.
16642412
nathan.drake1984 scrive: Credete in un dio? io ci credo,credo in gesu, sono cristiana per fede e non per dottrina..credo nel...
Risposta
05/05/2012 11.02.43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
An7re An7re 05/05/2012 ore 11.39.30
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:

Grazie, non conoscevo questo aspetto, ovviamente condannabile!

e fa onore a te non cercare di difendere un personaggio pessimo come moore. brava.
teorema64 teorema64 05/05/2012 ore 13.32.38
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Dio per l'uomo non e' verita'ma solo (purtroppo) necessita'. Tanti, molti, troppi mediatori della fede ne traggono beneficio non esclusa la chiesa cattolica, vera associazione mafiosa con il compito di spacciare la menzogna al popolino!
danilrome danilrome 05/05/2012 ore 16.40.37
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Perché? Dove sta scritto che c'é un solo Dio?

Gli dèi si suddividono in mondani e ultramondani.
Gli dèi ultramondani si dividono in tre classi:
- alcuni fanno le essenze degli dèi
- altri l'intelligenza
- altri le anime.
Gli dèi mondani si dividono in quattro classi:
- alcuni fanno essere il mondo;
- altri gli danno vita;
- altri infondono l'armonia nel mondo;
- altri stanno a guardia del mondo.
Frufridda Frufridda 05/05/2012 ore 17.08.04
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

io credo in Dio, ma non in tutto quello che l'uomo ha costruito intorno alla parola "Dio". credo che sia l'energia vitale immensa e pura che ha creato tutto, che continua a osservarci senza interferire molto e che ci guida, lo vedo ovunque, basta osservare bene dentro e fuori di te.
druid.77 druid.77 05/05/2012 ore 20.00.28
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

c'è e ci osserva sempre..
fottesega fottesega 05/05/2012 ore 20.42.47
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

io credo in dio e credo che abbia creato l'universo, ecco la prova!

JunLeCar JunLeCar 05/05/2012 ore 21.48.21
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

io sono uno scettico
deve essere una prerogativa delle menti semplici

mi è proprio difficile immaginare un dio tutto nostro
che manda suo figlio solo e unicamente sulla terra

non escludo escludo intelligenze superiori e/o diverse dalla nostra
intese anche come forme di vita dove spazio e tempo sono inconoscibili
una forma di trascendenza ma non per questo divina

tellus tellus 05/05/2012 ore 21.59.32
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

free.fallen scrive:
io ci credo,credo in gesu, sono cristiana per fede e non per dottrina..credo nel esistenza del anima,nel karma e nella reincarnazione.

tu mi sembra fai un miscuglio di quello che ti conviene,cristianesimo e reincarnazione proprio non hanno niente in comune.Il cristianesimo crede nella «risurrezione della carne» cioè di tutto l'uomo, quindi con la sua corporeità che comporta anche la sua personalità.
Sarà un corpo trasformato, ma sarà il «suo» corpo e questo per l'eternità. Dice chiaramente la lettera agli Ebrei: «È stabilito che gli uomini muoiano una sola volta, dopo di che viene il giudizio» (Ebr. 9,27).
nathan.drake1984 nathan.drake1984 06/05/2012 ore 00.57.31
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Frufridda scrive:
io credo in Dio, ma non in tutto quello che l'uomo ha costruito intorno alla parola "Dio". credo che sia l'energia vitale immensa e pura che ha creato tutto, che continua a osservarci senza interferire molto e che ci guida, lo vedo ovunque, basta osservare bene dentro e fuori di te.

Questo è più o meno quello che credo io
free.fallen free.fallen 06/05/2012 ore 01.15.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ tellus: devo contraddirti..e per farlo mi basta trascrivere direttamente dai vangeli...gli ebrei stessi erano divisi sulla questione,una parte di loro credeva nella reincarnazione,i farisei ( san paolo era un fariseo) gesu parla di reincarnazione del anima
Nicodemo gli chiese: “Come può un uomo rinascere quand’è vecchio? Può forse rientrare nel seno della madre per essere rigenerato?”.
Gesù rispose: “In verità, in verità ti dico: chi non rinascerà per acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Ciò che è generato dalla carne, è carne; e quel che nasce dallo Spirito è spirito. Non ti meravigliare se ti ho detto: bisogna che voi siate generati di nuovo. Il vento spira dove vuole e ne senti la voce; ma non sai né donde venga, né dove vada; così è di ognuno che è nato dallo Spirito.
“Ma com’è possibile tutto questo?”- chiese Nicodemo. Gesù gli rispose: “Nicodemo, tu sei Dottore in Israele e non lo sai? In verità, in verità ti dico: noi parliamo di quel che conosciamo, e attestiamo quello che abbiamo visto; ma voi non accettate la nostra testimonianza. Se voi non credete quando io vi ho parlato di cose terrene, come crederete se vi parlerò di cose celesti?”
Giovanni, Cap. versetti da 1 a 12.
free.fallen free.fallen 06/05/2012 ore 01.21.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

tellus scrive:
tu mi sembra fai un miscuglio di quello che ti conviene

PS quando si esprimono giudizi su qualcuno,sarebbe buona norma motivare certe affermazioni..dunque in che modo è conveniente per me credere in cristo e nella reincarnazione ?
TypeONeg TypeONeg 06/05/2012 ore 09.35.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

No.
Pessima, pessima idea.

E le sue religioni hanno fatto danni incalcolabili.
Gloria.79 Gloria.79 06/05/2012 ore 14.28.26
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

free.fallen scrive:
Gesù rispose: “In verità, in verità ti dico: chi non rinascerà per acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Ciò che è generato dalla carne, è carne; e quel che nasce dallo Spirito è spirito. Non ti meravigliare se ti ho detto: bisogna che voi siate generati di nuovo.


Gesù parla di ri-generazione spirituale :-) S.Paolo afferma:"E' stabilito infatti che si viva una sola volta, dopodiché viene il giudizio".

An7re An7re 06/05/2012 ore 15.19.07
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:


Gesù parla di ri-generazione spirituale smile S.Paolo afferma:"E' stabilito infatti che si viva una sola volta, dopodiché viene il giudizio".

chi giudica dio?
tellus tellus 06/05/2012 ore 15.26.04
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

free.fallen scrive:
in che modo è conveniente per me credere in cristo e nella reincarnazione ?

beh,aggiungi un po di chakra,un di gesù,un po di reincarnazione, mescoli tutto e voilà..la religione pret a porter
free.fallen free.fallen 06/05/2012 ore 23.57.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

tellus scrive:
beh,aggiungi un po di chakra,un di gesù,un po di reincarnazione, mescoli tutto e voilà..la religione pret a porter

un po come fai tu no? aggiungi un po di termini,qualche frase estrapolata da un concetto stravolgendone il senso, et voilà ..la polemica sterile.

se devi contraddire qualcuno almeno assicurati di conoscere l argomento.la domanda era,in che modo sarebbe conveniente per me credere a gesu ed alla reincarnazione,non hai risposto.
Gloria.79 Gloria.79 07/05/2012 ore 09.57.45
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

free.fallen scrive:
la domanda era,in che modo sarebbe conveniente per me credere a gesu ed alla reincarnazione


La reincarnazione è vissuta da tutto il mondo orientale come la condanna per colpe commesse, da espiare in molte vite finché si giunge al Nirvana, cioè il dissolvimento nella divinità, dove non si ha più una propria identità.. il fatto stesso di prendere forme diverse in tante vite, comprese quelle di animali, è contrario all'idea di PERSONA, che difatti nasce con la religione monoteista ebraica e poi cristiana.

Nel cristianesimo ognuno è unico e irripetibile, per cui nessuno può sostituire la missione che Dio ti ha dato, si è creati a immagine di Dio, ma ognuno è diverso, ogni santo è diverso da tutti gli altri e esprime qualcosa dell'infinita santità di Dio, ma nella libertà..

Dopo la risurrezione dei corpi ognuno "riprenderà" il suo, ma sarà un corpo trasformato, impassibile, che non è più soggetto alle leggi naturali (Gesù risorto attraversava i muri), che vivrà per sempre perché nell'aldilà non esiste il tempo, "né morte, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate, ma si gioirà sempre".
tipo: http://www.youtube.com/watch?v=5ejB2Ivyu0A :-)))
Gloria.79 Gloria.79 07/05/2012 ore 09.58.34
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

An7re scrive:
chi giudica dio?


qst non l'ho capita :-))
An7re An7re 07/05/2012 ore 10.41.28
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:

qst non l'ho capita

non giudicare e non sarai giudicato. dio giudica, quindi chi giudicherà i misfatti di dio? sono sicuro che ne uscirebbe peggio lui :ok
free.fallen free.fallen 07/05/2012 ore 11.30.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ Gloria.79: scusa sa,io ho parlato di reincarnazione del anima,per un evoluzione spirituale,non di una regressione,i buddisti credono che ti puoi reincarnare anche in un animale,io non credo a questo,in ogni caso invece di citare la bibbia del vecchio testamento,leggiti meglio il nuovo,lo ribadisco,gesu ha parlato di reincarnazione del anima,specificando bene tra le altre cose,che non è importante il corpo, ma lo spirito,che poi è la nostra vera essenza.
16649201
@ Gloria.79: scusa sa,io ho parlato di reincarnazione del anima,per un evoluzione spirituale,non di una regressione,i buddisti...
Risposta
07/05/2012 11.30.35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Gloria.79 Gloria.79 07/05/2012 ore 21.33.48
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ An7re:
Di quali misfatti di Dio parli?
Gloria.79 Gloria.79 07/05/2012 ore 21.34.34
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ free.fallen: Dove Gesù ha parlato di reincarnazione dell'anima?
An7re An7re 07/05/2012 ore 21.35.42
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:
Di quali misfatti di Dio parli?

il genocidio?
yumyaah yumyaah 07/05/2012 ore 23.56.28
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

vorrei
Gloria.79 Gloria.79 08/05/2012 ore 10.23.41
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

JunLeCar scrive:
io sono uno scettico
deve essere una prerogativa delle menti semplici
mi è proprio difficile immaginare un dio tutto nostro che manda suo figlio solo e unicamente sulla terra
non escludo escludo intelligenze superiori e/o diverse dalla nostraintese anche come forme di vita dove spazio e tempo sono inconoscibiliuna forma di trascendenza ma non per questo divina


La fede invece si fa un sacco di domande, ha momenti di crisi, credere non è accettare tutto acriticamente mettendo la ragione in cantina, ma RICONOSCERE L'EVIDENZA DI UN INCONTRO, qst è successo a me e a mlt altri.. ad es.: (non ce l'ho col comunismo, è un es.)

don Fulvio B.. A nove anni perse il padre e il dolore nel tempo lo allontanò dalla Chiesa. Quasi contemporaneamente fece carriera nel partito comunista, diventando segretario bresciano della Federazione dei Giovani Comunisti Italiani. «Ci credevo davvero», spiega in un’intervista per Zenit.it, «ero convinto che il comunismo avrebbe cambiato il mondo». Arrivò anche la nomina nella segreteria nazionale del partito e la preoccupazione maggiore era reclutare i giovani, temevano i movimenti cattolici che toglievano tesserati ai comunisti.

Bisognava capire come ci riuscivano e si mise a studiare e spiare il Rinnovamento nello Spirito. Un professore di religione lo invitò ad andare ai loro incontri, per lui era il momento opportuno per carpirne i segreti. Ma rimase sconvolto: venne accolto con affetto, nessuno gli chiese la tesserina, o da che parte stava, gli parlarono di Gesù e dell’unica vera rivoluzione, quella cristiana. Gli testimoniarono che si poteva vivere con fraterna amicizia liberati da paure e ideologie. Le certezze di Fulvio cominciarono a vacillare, comprese quelle politiche, si ritrovò a frequentare più questi incontri che la sede del partito tanto che alcuni dirigenti cominciarono a spiarlo per la preoccupazione.

Ma Fulvio era ormai “stato preso e affascinato da Cristo”... Fulvio partì per il militare ed al ritorno avrebbe dovuto sposarsi, erano già state fissate le date…ma intuì che Dio voleva qualcosa d’altro per lui: ritornato al militare parlò con la sua fidanzata ed entrò in seminario.

Una piccola storia, un piccolo esempio tra mille altri.

http://www.uccronline.it/2012/05/02/una-piccola-storia-dal-comunismo-alla-conversione-cattolica/


Gloria.79 Gloria.79 08/05/2012 ore 10.24.16
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

An7re scrive:
il genocidio?

??????????????
An7re An7re 08/05/2012 ore 12.58.20
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:

??????????????

chi ha creato la vita per te? dio
i batteri sono una delle prime forme di vita.
non hanno libero arbitrio.
causano malattie

i terremoti.

il diluvio (leggenda ma magari per te no)

credi ai fatti dell'esodo? bene li sterminò dei BAMBINI.
Zaytsev Zaytsev 10/05/2012 ore 20.38.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Io credo in Dio, vado a messa fin da quando era piccolina... mia nonna era molto credente, e mia sorella e mia mamma lo sono... diciamo che quando capitano tragedie o problemi in famiglia un po' faccio fatica a credere, ma poi mi rimetto in careggiata :)
tellus tellus 10/05/2012 ore 21.30.42
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

free.fallen scrive:
a domanda era,in che modo sarebbe conveniente per me credere a gesu ed alla reincarnazione,non hai risposto.

si che ho risposto,indirettamente.Se non riesci ad estrapolare allora te lo dico chiaramente:è conveniente ,nel senso che seguire una religione presume dei sacrifici,a livello di idee,di convinzioni ecc.Mentre farserne una a misura è più semplice.Ci aggiungo un bel miscuglio di quello che mi piace e praticamente seguo le mie di idee convenientemente al mio modo di pensare e di vivere.Capito?
Draghignazzo Draghignazzo 13/05/2012 ore 12.10.53
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Da agnostico purista quale sono devo credere in Dio!
E' inimmaginabile pensare che tutto si sia creato dal niente, e non parlo, badate bene, solo delle cose materiali, sole, stelle e financo della stessa materie che le compone.
Io parlo delle "Leggi", di quell'ordine nell'evolvere le cose che si mantiene identico in qualunque parte di questo universo, ciò cha fa aggregare la materia o dissolverla, cio che permette di creare la vita o di finirla...e molto altro ancora.
Ho scritto un libro su questo e vorrei, con molta umiltà portare alla vostra conoscenza la prefazione perchè riesce ad esprimere meglio la mia idea di Dio:
"Un tempo oltre il tempo vi era il nulla, l’infinito spazio era vuoto e buio, privo di ogni minimo brandello di materia viva oppure inerte che fosse, una sterile, incommensurabile distesa fredda.
Neppure il tempo esisteva ancora.
Tutto continuava così da milioni di eoni, finché un Essere dotato di un potere al di là di ogni immaginazione arrivò da un luogo oltre questo piano astrale, e vedendo questa immane desolazione, mosso da un moto di Divina Pietà decise di portare in esso la luce della vita.
Si schiarì la possente voce e cominciò a declamare il Verbo, il cui suono si sarebbe potuto udire da una parte all’altra dell’immenso vuoto cosmico.
Era questo verbo composto da arcane parole, le quali erano in grado di creare le leggi dell’Unico, i suoi sacri regolamenti, i mistici articoli che contemplavano ogni aspetto della sua creazione.
Ogni cosa, se nominate le sue leggi si creava, ogni cosa se nominate altre leggi si evolveva con metodica precisione e ogni cosa se nominate le sue ultime leggi si estingueva.
Per prima cosa promulgò le “Leggi della Creazione”, una smisurata esplosione, che in un attimo riempì lo spazio di quella materia che prima mancava, Egli fu così in grado di plasmare quella massa primordiale, la base per la nascita dei pianeti, dei soli e delle galassie e di tutto ciò che ruotava loro intorno o che nasceva dalla loro scomparsa.
Poi emanò le leggi che governavano l’interazione tra questi elementi, ordinò le leggi che mantenevano unita la materia e quelle in grado di disperderla, creò le forze e i presupposti per le modifiche future - che solo un animo stolto ritiene casuali.
Soddisfatto, l’Essere si guardò intorno, adesso tutto era un caleidoscopio di luce e di colori, un ininterrotto movimento di nascita e morte di intere galassie dalle cui macerie si ricavava nuova vita, egli si compiacque di ciò che aveva fatte e ne fu soddisfatto.
Più oltre creò le “Leggi dei Tempi” che misuravano lo svolgere della durata di ogni singolo evento e di quanto questo modificava continuamente i regolamenti che disciplinavano la materia inerte.
Infine fu il momento della vita, con “La Legge dell’Esistenza” dalla quale scaturirono i primi, microscopici granelli di quella che sarebbe divenuta la vita cosciente.
Questi, per suo volere, vennero sparsi in ogni dove così che potessero attecchire e svilupparsi, ma solo in quei luoghi dove le leggi divine fossero state interamente compiute, lì erano le incubatrici che, al compimento delle diverse quanto improcrastinabili direttive dell’Altissimo, avrebbero permesso lo sviluppo di esseri superiori.
Dio declinò le direttive alla base del Tutto nel tempo di sei eoni, il settimo stanco riposò.
Indi si diresse nuovamente verso il luogo della sua origine, la sua casa, conscio del fatto che se anche una sola delle migliaia di forme di vita cosciente che Egli aveva creato fosse stata in grado di comprendere appieno la summa della “Legge dell’Esistenza “allora e solo allora questi esseri sarebbero stati in grado di giungere alla sua Divina presenza.”
E', ovviamente romanzato e quindi ridondante e altisonante ma se si estrapola il contesto è, in buona parte ciò che io credo, sia successo.
Draghignazzo Draghignazzo 13/05/2012 ore 12.14.52
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Un'altro discorso è quello legato alla religione cristiana, alla Chiesa, che io ritemgo la maggior causa di decadimento dell'animo umano.
Draghignazzo Draghignazzo 13/05/2012 ore 18.47.09
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Spieghiamo la mia precedente affermazione usando una similitudine assolutamente pertinente:
Cos'è il tempo?
Prima dell'uomo esso non esisteva e non esisterà dopo di esso, è solo una convenzione che noi abbiamo utilizzato per tentare di comprenderlo, di addomesticarlo, direi.
Così abbiamo creato un'idea stessa di parzializzazione dell'eterno per spiegarci perchè si cresce e si muore, perchè dopo un po' la roba marcisce, per spiegare la ripetitività degli eventi universali eccetera, e per farlo abbiamo creato una macchina che a un predeterminato momento scatta in avanti facendo spostare la lancetta e con essa il nostro "tempo"!
La religione cristiana ha fatto la stessa cosa, ha preso ciò che per sua natura è incomprensibile indescrivibile e lo ha frazionato, lo ha addomesticato per far si che fosse comprensibile a tutti, lo ha privato della sua essenza universale per farne un giochino per quante più persone possibile perchè più persone ti seguono più potere hai e quante più persone ti temomo - ecco il dio vendicatore e punitore - più è facile mettere le mani nelle loro tasche.
Triste ma è così.
PRATOAZZURRO PRATOAZZURRO 14/05/2012 ore 17.39.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

ADORO TROPPO ME STESSO PER PERDERE TEMPO NELL'ADORARE ESSERI ASTRATTI :-)
Eromax Eromax 21/05/2012 ore 13.00.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Ma chi è Dio? Io Credo... ma a modo mio.
Troppi fatti nella Bibbia mi hanno portato a pensare ad esseri di un altro Mondo, come quando alla domanda dei Romani verso Gesù che chiedevano di confessare che lui, o suo padre, si ritenesse il Re di questo Mondo lui, alla fine, alzò gli occhi al cielo e disse: "Si, io sono il Re... ma NON di questo Mondo".
Ora, in cielo, vi sono miliardi di stelle e pianeti ancora sconosciuti.... quindi, potrebbe aver confermato di essere il Re, ma del SUO pianeta.
Pensateci bene. Se noi andremmo un giorno a colonizzare Marte (o un altro Pianeta) e, lasciando i nostri geni (o addirittura qualche persona), creeremmo una discendenza... nei millenni che passerebbero, se una forma di vita sarebbe ancora attiva (e per forma di vita non intendo simile alla nostra, viste le condizione differenti fra il nostro e il loro pianeta.... così come le conoscenza), secondo voi, se trovassero un diario di bordo, chi sarebbe il LORO Dio? Certo che uno della razza umana.
Ma, mettiamo che trovassero, invece del diario di bordo, un fumetto o un libro di fantascienza... a chi crederebbero? Chi sarebbe il LORO Dio?
Lo spazio è immenso e credere di essere soli in questo piccolissimo pianeta è un eresia.
Io doco sempre che, una piccola formica del deserto, nella sua pbreve vita, non riuscirà mai a sapere quanto è grosso il Mondo in cui vive... se non soltanto il suo piccolo spazio, ovvero dove riesce a muoverso.
Quindi lei conoscerà altre formiche e qualche scorpione o ragno.. ma MAI l'uomo o una città, etc.
Ecco.... Noi, ci troviamo confinati in quel deserto.

Comunque, se davvero vogliamo CREDERE ad un VERO Dio, di cui possiamo saperne l'esistenza reale e ciò che lui ha fatto per noi... CREDIAMO IN NOSTRO PADRE.
Io, 6 mesi fa, ho perso il mio adorato padre e ne stò soffrendo ancora come non mai.
Mi è sempre stato vicino... è sempre stato al mio fianco, pronto ad aiutarmi...ha condiviso con me i momenti più belli... LUI MI HA CREATO!!!
La nostra madre, Biblicilmente parlando, è la NOSTRA MADONNA. Colei che ci ha dato la luce.
Noi siamo geni dei nostri genitori, come loro lo erano dei loro e così per tutti gli anni addietro.
Se poi, vogliamo dire chi è stato il primo... io sono convinto di ciò che ho detto sopra... siamo geni extraterrestri terrestrizzati.
Ma mio padre, rimane e rimarrà sempre, l'unico MIO VERO DIO.
16702872
Ma chi è Dio? Io Credo... ma a modo mio. Troppi fatti nella Bibbia mi hanno portato a pensare ad esseri di un altro Mondo, come...
Risposta
21/05/2012 13.00.31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
yumyaah yumyaah 21/05/2012 ore 18.35.11
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

vorrei davvero
URIEL.X URIEL.X 21/05/2012 ore 18.36.18
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

yumyaah scrive:
vorrei davvero

ma tu non sei lacattolica sgursa? :mmm
yumyaah yumyaah 21/05/2012 ore 18.41.18
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

@ URIEL.X:
che hai scritto? :-)
yumyaah yumyaah 21/05/2012 ore 18.48.23
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

lacattolica sgursa ..sarebbe?
Eromax Eromax 21/05/2012 ore 19.36.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Comunque stiamo sempre li.
Se uno di voi fosse nato in Cina, che religione avesse seguito?
Se fosste nati in Afganistan o in Giappone?
...insomma, fin da piccoli noi siamo stati portati a credere in un DIO da parte dei nostri genitori, della nostra scuola, dei nostri amici... insomma del luogo e la credenza in cui ci trovavamo.
E' normale che, chi vive in altri luoghi, abbia il loro credo ma NON è normale vederli con occhi dipregiativi o come blasfemi... ognuno ha il credo del paese dove è nato, indotto dalla propria gente.
Poi crescendo, una persona può cambiare e credere in ciò che più lo rende felice.
Secondo un mio punto divista, non importa la religione a cui si crede e nemmeno il Dio... ma solo comportarsi in maniera umana con il prossimo, senza usare violenza ma amore, come lo proviamo per la nostra famiglia.
Io, sono sempre convinto in ciò che ho detto nel post precedente (ovvero che siamo geni di civiltà aliene che hanno visitato il nostro pianeta, prima della nostra nascita e del fatto che il vero DIO terreno è il nostro padre, anche dopo la sua morte, ovvero colui che ci ha creato con la nostra madre).
5pirit05ant0 5pirit05ant0 22/05/2012 ore 14.30.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Non credo in Dio, e non credo di essere qui per adorare nessuno che si faccia passare per un Dio. Non mi piace la parola Dio; dal mio punto di vista, la parola stessa implica il fatto che (essere un Dio) vuol dire essere al di sopra di qualcuno e al di sopra di me non c'è nessuno.
In verità neanche la parola "Credo" mi affascina perchè CREDERE implica il fidarsi di informazioni che non sono state verificate è un pò come la "fede" dei religiosi. Io "sento" e "so" dell'Esistenza, d una unica Entità di cui Noi come ogni altra cosa facciamo parte...
An7re An7re 22/05/2012 ore 14.55.07
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Gloria.79 scrive:

C’è compatibilità tra scienza sperimentale e fede in un Dio creatore?

no
Bardesane Bardesane 26/05/2012 ore 11.39.35
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Credo che la domanda "esiste Dio?" sia posta male: l'uomo inventa una parola (Dio), inventa degli attributi e poi si chiede se esiste per davvero! L'equivoco nasce sopratutto perchè noi occidentali abbiamo in testa il concetto elementare ed infantile di un Dio personale, umanoide, geloso, vendicativo che non avrebbe altro da fare che occuparsi del mammifero più evoluto di un piccolo pianeta sperduto nell'Universo, pianeta che ruota attorno ad una stella nana situata alla periferia di una galassia formata da 300 miliardi di stelle che è solo una dei miliardi di galassie che ci sono nell'Universo.
Il Cattolicesimo è ben rappresentato dall'immagine del giocatore di calcio che, prima della partita, si fa il segno della croce o dallo studente che, prima dell'esame, invoca Dio o, peggio, la Madonna o qualche Santo, come se lui contasse qualcosa nell'Universo e come se, in questa immensità, qualcuno si occupasse di fargli vincere la partita o di fargli superare l'esame!
Qualsiasi persona con un pò di cervello non può che sorridere di fronte a tali episodi. Il mistero dell'Universo è ben più complesso, ma mi rendo conto che è molto più facile affidarsi a Dei, Santi, Angeli o Madonne che non mettersi a studiare i concetti di Spazio-Tempo, meccanica quantistica, immaterialità dell'atomo, Relatività ristretta, Relatività generale, quantizzazione dell'energia, espansione dell'Universo, mappatura del DNA, dualismo onda-particella, natura della luce etc,etc...
Islam, Ebraismo e Cristianesimo sono Religioni infantili ed elementari inventate quando si pensava che il pianeta Terra fosse tutto il mondo. Sul nostro pianeta sono però diffuse anche Filosofie più profonde (e perciò poco adatte a noi occidentali) come l'Induismo (sopratutto nella sua forma dell'Advaita Vedanta) ed il Buddhismo, molto più vicine alle scoperte della Fisica e dell'Astrofisica moderne. In particolare, nel Buddhismo, i concetti di Dio ed Anima sono completamente estranei.
An7re An7re 26/05/2012 ore 14.57.49
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

Bardesane scrive:
Credo che la domanda "esiste Dio?" sia posta male: l'uomo inventa una parola (Dio), inventa degli attributi e poi si chiede se esiste per davvero! L'equivoco nasce sopratutto perchè noi occidentali abbiamo in testa il concetto elementare ed infantile di un Dio personale, umanoide, geloso, vendicativo che non avrebbe altro da fare che occuparsi del mammifero più evoluto di un piccolo pianeta sperduto nell'Universo, pianeta che ruota attorno ad una stella nana situata alla periferia di una galassia formata da 300 miliardi di stelle che è solo una dei miliardi di galassie che ci sono nell'Universo.
Il Cattolicesimo è ben rappresentato dall'immagine del giocatore di calcio che, prima della

pecchiamo molto di antropocentrismo, hai ragione da vendere :ok
1JL1 1JL1 31/05/2012 ore 21.18.53
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?

grande spiegazione,peccato che è una spiegazione che riunisce tutto l essere materia cioè universo, una la scienza ci spiega come è avvenuto tutto il complesso naturale su cui si fonda l universo e da dove è iniziato ma non riesce ancora a spiegarsi come ha fatto quella scintilla ad innescarsi proprio agli inizi...quindi la scienza ci spiega la materia, dalla particella in poi,ma non ci spiega la casualita' delle cose e l infinita' delle varibili che ci possono essere.
secondo me la religione nemmeno dovrebbe esistere.
religione sinonimo di discordanza tra popoli di uno stesso pianeta.
soprattutto il popolo occidentale a questo punto vale a dire noi, ma come facciamo ancora a dire di essere religiosi quando sopra di noi esistono gente senza scrupoli che ci comanda.
allergic allergic 31/05/2012 ore 21.23.52
segnala

(Nessuno)RE: Credete in un dio?


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.