Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 05/10/2012 ore 18.45.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

morettinavaga scrive:
Guarda Sthula che la frase che hai evidenziato non era diretta a te... smile Ma a quall'altro che infarcisce tutti i suoi commenti con ironia di bassa lega... smile

Ok, scusa, è stata una svista ;-)
stephan68 stephan68 05/10/2012 ore 22.08.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

Sthula scrive:
Tutto quello che è misticismo e/o isolamento è qualcosa di estremo che fa più male che bene. Nel senso che l'ideale sarebbe quello di armonizzare l'aspetto razionale, quello della logica e quello dello spirito.Eccedere in uno soltanto di questi aspetti è fortmente sbagliato e non porta frutto.

Ecco un apoftegma di un padre del deserto
«Un fratello chiese al padre Matoes: "Che devo fare? La mia lingua mi è causa di afflizione: quando giungo in mezzo agli altri, non riesco a trattenerla, ma in ogni loro azione trovo da giudicarli e accusarli. Che devo dunque fare?" L'anziano gli rispose: "Fuggi nella solitudine. È debolezza infatti. Chi vive con dei fratelli, non deve essere un cubo, ma una sfera, per poter rotolare verso tutti". E disse: "Non per virtù vivo in solitudine, ma per debolezza; sono forti infatti quelli che vanno in mezzo agli uomini".» .
Sthula Sthula 05/10/2012 ore 22.19.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

stephan68 scrive:
Ecco un apoftegma di un padre del deserto
«Un fratello chiese al padre Matoes: "Che devo fare? La mia lingua mi è causa di afflizione: quando giungo in mezzo agli altri, non riesco a trattenerla, ma in ogni loro azione trovo da giudicarli e accusarli. Che devo dunque fare?" L'anziano gli rispose: "Fuggi nella solitudine. È debolezza infatti. Chi vive con dei fratelli, non deve essere un cubo, ma una sfera, per poter rotolare verso tutti". E disse: "Non per virtù vivo in solitudine, ma per debolezza; sono forti infatti quelli che vanno in mezzo agli uomini".»


Veramente non credo che il problema risieda nella debolezza, di solito chi si ritira lo fa soprattutto per avere una vicinanza più forte con Dio, lontano dal clamore del "mondo", ma poi dimentica che aiutare i fratelli è la cosa più grande dopo l'adorazione dovuta a Dio.
carlastella00 carlastella00 05/10/2012 ore 23.10.12 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

Si, penso che soltanto vivendo determinate esperienze sulla propria pelle quello che si prova oh si soffre rimane inculcato nella nostra anima,così che il nostro spirito venga plasmato e si evolva fino ad essere energia pura,infatti perchè alcune esperienze negative se non si capiscono,tendono a ripetersi con altre forme ma il succo è sempre quello, finchè non si scioglie il nodo karmico
DRAGNEROI DRAGNEROI 06/10/2012 ore 16.42.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

scusate nn so se ci credo o meno , però avvolte mi capita di pensare
la pagherò per quest azione ?
oppure quando mi capita qualcosa di fortunato penso
ecco ora mi devo aspettare qualche sfortuna per ?
ed è successo in spiaggia trovai un braccialetto d' oro il giorno seguente ho perso il telefono , :lamentino
secondo me solo a me capitano queste cose
DRAGNEROI DRAGNEROI 06/10/2012 ore 16.42.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

scusate nn so se ci credo o meno , però avvolte mi capita di pensare
la pagherò per quest azione ?
oppure quando mi capita qualcosa di fortunato penso
ecco ora mi devo aspettare qualche sfortuna per ?
ed è successo in spiaggia trovai un braccialetto d' oro il giorno seguente ho perso il telefono , :lamentino
secondo me solo a me capitano queste cose
60.michele 60.michele 07/10/2012 ore 17.45.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

Credo che non tutto quello che ci capita sia dovuto al karma, a volte possono essere esperienze che il nostro spirito vuole/deve affrontare. Se riceviamo un torto non penso che necessariamente stiamo pagando un debito karmico, se invece siamo noi a compiere un azione "indegna" non e detto che stiamo restituendo un debito a qualcun'altro.
Credo nella legge di causa effetto ma e molto difficile direi impossibile per noi capire quando si tratta di karma o di esperienza spirituale.
stephan68 stephan68 11/10/2012 ore 08.11.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

Diabolik.1960 scrive:
chi,secondo voi è in grado di percepire i suoi doni o danni,nella frenetica quotidianità del nostro vivere?e,sempre secondo voi,una volta sperimentato l'effetto si potrebbe tornare indietro ed eventualmente correggere o riparare a qualcosa nn giusto?ci possono essere pene per le future reincarnazioni?

lasciando stare il discorso sulla reincarnazione (esiste o non esiste) che non finirebbe più, solo gli oggetti si possono riparare: il male (in senso generico, cioè offese, cattiverie ecc.) fatto ad altre persone non si può cancellare, cio che è fatto è fatto e non si torna indietro.
Il nocciolo non è come guardare indietro ma come andare avanti.
ELEVEN.02 ELEVEN.02 11/10/2012 ore 09.56.56
segnala

(Nessuno)RE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

@ morettinavaga:


L'idea di karma rientra in tutte quelle visioni trascendentali che concepiscono l'immoratalità delle anime umane, che non essendo mai nate esistono da sempre.
Alla luce di questo: come spiegare l'aumento della popolazione mondiale ?

ScopritorCortese ScopritorCortese 12/10/2012 ore 19.02.06 Ultimi messaggi
segnala

PerplessoRE: causa ed effetto---la suprema legge del Karma

Non vorrei entrare a gamba tesa in questa discussione, non ho idea se esiste il Karma o il Darma (con la acca, Kharma e Dharma?).
Ma so che ho assistito a diversi episodi di 'racconti' di vite passate, alcuni 'vissuti' e raccontati dalla persona 'ricordante' con tale precisione e dovizia di particolari che ... mi riesce difficile credere ad una recita. Parlo di tecniche come l'ipnosi regressiva (Weiss e seguaci), l'astrologia karmica, la meditazione profonda e altre. Quindi, se ci reincarniamo (e ci sono aperture anche del cattolicesimo a quest'idea, soprattutto nei movimenti più moderni), perché lo facciamo? Io credo, nel caso, non tanto per 'rimediare' a errori passati, ma quanto per evolvere.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.