Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Mantarus Mantarus 24/02/2014 ore 16.53.37
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Commosi7ore scrive:
invece possono, lo spaziotempo a quattro dimensioni non è statico ma come sai è in espansione


Infatti ho specificato : "Almeno non per la nostra dimensione attuale".

Commosi7ore Commosi7ore 24/02/2014 ore 16.55.38
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Daniel81moro scrive:
e una volta che cio che ci circonda finisce, vedesi terra inghiottita dall'esplosione delsole tra 5.000.000.000 di anni circa, ci sara' cmq l'universo che andra' avanti ...lui si che è infinito...ed è probabile che c'è sempre stato

dipende, la Terra comunque per varie cause si allontana continuamente dal Sole quindi quando il sole si espanderà la Terra non dovrebbe venire inglobata, però dato che l'espansione dell'universo è in aumento potrebbe anche accadere che raggiunga una portata tale da isolare ogni singola particella elementare, di fatto sarebbe anche la morte dell'universo, dipende tutto dalla massa dell'universo..
Mantarus Mantarus 24/02/2014 ore 17.04.08
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Commosi7ore scrive:
che intendi per dimensione attuale?



La Terza Dimensione, l'unica in cui abbiamo possibilità di sperimentare empiricamente e non solo a livello teorico.

danilrome danilrome 24/02/2014 ore 17.11.03
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Commosi7ore scrive:
quindi spiegami, dato che la gravità è una teoria, la gravità non esiste?

peraltro eccoti la definizione che tanto ti manca http://en.wikipedia.org/wiki/Scientific_theory

come vedi la teoria deve essere SUPPORTATA DA PROVE


ma perché continui a parlare di gravità? lasciala stare la gravità ... cambi sempre argomento con tutti ... cmq quando parli di teoria della gravità secondo me commetti un errore, in quanto penso che fai riferimento alla teoria della relatività generale ...

leggendo attentamente infatti una teoria dev'essere SUPPORTATE DA PROVE "LOCALI" che non significano che si sta affermando la CERTEZZA in quanto mancano altri dati, che non sta a me cercarli ... infatti si chiama proprio MATERIA TEORICA ... non è dimostrabile nei fatti accaduti, anche se è dimostrabile in parte in laboratorio ... ma proprio per questo non è una certezza, in quanto si suppone che ... infatti l'avevo scritto, si studia una teoria che non ha ancora una certezza ... quindi non puoi affermare che una teoria è veritiera al 100% ... ma si studia basandosi su una teoria ... il ché non avevo scritto che è un demerito :hoho

... non si può pensare che la scienza è legge, soprattutto quando si parla di teorie, giustamente come dice Daniel81 ti protesti svegliare tra 100 anni e scoprire che tutte le cazzate che scrivi non avevano valore ... magari, e lo speriamo perché vorremmo sapere, saranno anche dimostrate in futuro, ma molto rimane materia teorica al momento, possibili, ma non hanno certezza ... mentre certamente la scienza va apprezzata perché almeno cerca di dare una spiegazione più logica a tante cazzate che si leggono in giro :ok
Daniel81moro Daniel81moro 24/02/2014 ore 17.11.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Commosi7ore scrive:
dipende, la Terra comunque per varie cause si allontana continuamente dal Sole quindi quando il sole si espanderà la Terra non dovrebbe venire inglobata, però dato che l'espansione dell'universo è in aumento potrebbe anche accadere che raggiunga una portata tale da isolare ogni singola particella elementare, di fatto sarebbe anche la morte dell'universo, dipende tutto dalla massa dell'universo..

alla faccia dello scienziato....

Il Sole si spegnerà? E quando succederà?

Come tutte le stelle, anche il Sole è destinato a spegnersi quando terminerà il suo ciclo evolutivo, tra circa 5 miliardi di anni. Il Sole appartiene alle stelle della “sequenza principale”, cioè...

Come tutte le stelle, anche il Sole è destinato a spegnersi quando terminerà il suo ciclo evolutivo, tra circa 5 miliardi di anni. Il Sole appartiene alle stelle della “sequenza principale”, cioè quelle stelle che sono fatte prevalentemente di idrogeno e bruciano grazie alla reazione di fusione nucleare che partendo dall’idrogeno produce elio. Il tempo necessario per stelle di massa pari a quella del Sole, circa 333 mila volte la massa della Terra, per uscire dalla sequenza principale è circa 10 miliardi di anni. Poiché il Sole si è formato circa 5 miliardi di anni fa, continuerà a esistere ancora per un tempo almeno altrettanto lungo. Quando una stella esce dalla sequenza principale, nel suo nucleo, ormai privo di idrogeno, cominciano ad avvenire nuove reazioni di fusione che usano l’elio come combustibile. Questa fase ha inizio con il cosiddetto brillamento dell’elio durante il quale si ha una perdita di circa il 30 per cento della massa. La stella comincia poi ad aumentare notevolmente di dimensioni trasformandosi progressivamente in una “gigante rossa”: poco densa ma più grande di tutto il sistema solare. Quando anche l’elio sarà esaurito, il Sole terminerà la sua esistenza contraendosi e raffreddandosi fino a diventare una “nana bianca”: cioè una stella molto densa e poco luminosa, dalle dimensioni inferiori a quelle della Terra.
Daniel81moro Daniel81moro 24/02/2014 ore 17.14.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

La fine del pianeta Terra avverrà a causa del Sole: la nostra Terra sarà mangiata, o meglio inglobata, dalla stella Sole.

Bahja Villaggio Club
Fino ad oggi questa apocalisse terrena era solo stata ipotizzata ma, dopo una ricerca di un team di scienziati polacchi, americani e spagnoli, sembra aver trovato la conferma definitiva. La nostra stella madre Sole starebbe diventando vecchia e, tra circa 3,5 miliardi di anni, per supplire energia al motore interno, quello che effettua la fusione nucleare, dovrà necessariamente espandersi, entrando così nella cosiddetta fase di gigante rossa. Il Sole in questa fase sarà più freddo, si fa per dire perché resterà sui 4mila gradi, e sensibilmente più grande. A questo punto il Sole si espanderà e inghiottirà alcuni pianeti, come Mercurio, Venere, la Terra e Marte che molto probabilmente finiranno completamente vaporizzati. Ma per arrivare a quest’ultima fase conclusiva dovremmo attendere almeno 5 miliardi di anni.

Scienziati e astrofisici da molto tempo ipotizzavano questo fenomeno ma oggi pare abbiano trovato la conferma definitiva, grazie all’osservazione della stella BD+48 740.
Dall'osservatorio di Mac Donald in Texas, tramite l’utilizzo di un telescopio tra i più potenti, hanno trovato nella luce proveniente dalla stella BD + 48 740 tracce di Litio. Gli scienziati hanno colto subito questa stranezza, poiché il litio si trova in astri molto giovani e resta davvero poco tempo all'interno delle stelle, tramutandosi subito in altri elementi. La stella in questione invece è in età avanzata, ha circa 9 miliardi di anni.

Il litio si creò durante il Big Bang, circa 14 miliardi di anni or sono e l’unica spiegazione, per gli astrofisici, per le tracce di litio presenti nella stella in questione, sarebbe questa: che il litio provenga da un pianeta solido, che è stato vaporizzato dalla stella stessa. Questa prova di composizione chimica alterata dimostrerebbe che il Sole mangia i suoi stessi figli, i pianeti.
Lo scienziato Alex Wolszczan, della Penn State University, ha sottolineato che: “I teorici hanno identificato solo pochissime e specifiche circostanze, oltre al Big Bang, che spiegano la formazione di litio nelle stelle. Nel caso di BD+48 740 è probabile che la produzione di litio sia stata indotta dalla massa di un pianeta che è stato inghiottito dalla stella e distrutto, proprio come se la stella lo avesse digerito”.

Per capire meglio il fenomeno bisogna pensare che il Sole ha una forma sferica di circa 1.5 milioni di chilometri di diametro, in suo confronto la Terra è molto più piccina, e cioè misura circa 13mila chilometri. Ora per capire la portata di espansione del sole dobbiamo pensare alla distanza Terra Sole: questa è di 150 milioni di chilometri. Quindi, il Sole, si espanderà centinaia e centinaia di volte, raffreddandosi e divenendo rarefatto, ma enorme.
Un risultato molto importante, anche perché rappresenta bene come sarà la fine del nostro mondo. L’ora X però è ancora lontana, mancano molti miliardi di anni alla fine, sempre che i calcoli degli scienziati siano precisi e corretti.
Mantarus Mantarus 24/02/2014 ore 17.15.30
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Daniel81moro scrive:
perche?


Immagina un diagramma cartesiano con ascisse ed ordinate rappresentanti rispettivamente tempo e spazio.

Il "nostro" (e sottolineo "nostro") spazio-tempo è una linea retta (ma non necessariamente) che parte dal vertice per tendere all'infinito.

Ma il fatto che "tenda" all'infinito non vuol dire che sia infinito.

Da qui deriva il concetto di limitazione umana cui accennavo prima.
Daniel81moro Daniel81moro 24/02/2014 ore 17.16.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

danilrome scrive:
.. non si può pensare che la scienza è legge, soprattutto quando si parla di teorie, giustamente come dice Daniel81 ti protesti svegliare tra 100 anni e scoprire che tutte le cazzate che scrivi non avevano valore ... magari, e lo speriamo perché vorremmo sapere, saranno anche dimostrate in futuro, ma molto rimane materia teorica al momento, possibili, ma non hanno certezza ... mentre certamente la scienza va apprezzata perché almeno cerca di dare una spiegazione più logica a tante cazzate che si leggono in giro

si è questo che sto cercando di dire...è come un'equazione...cultura scientifica : 2014 = x : 2114 :bye
17952728
danilrome scrive: .. non si può pensare che la scienza è legge, soprattutto quando si parla di teorie, giustamente come dice...
Risposta
24/02/2014 17.16.11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Mantarus Mantarus 24/02/2014 ore 17.23.22
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Commosi7ore scrive:
allora la quarta, senza considerare il tempo non puoi osservare nulla, voglio dire, per capire se un oggetto è in moto devi osservare la variazione di posizione durante un lasso di tempo


Tutto dipende se consideri il tempo una variabile o una costante.

Ed in qualunque modo lo consideri, nel modello empirico il tempo è comunque collegato allo spazio.

Commosi7ore Commosi7ore 24/02/2014 ore 17.24.21
segnala

(Nessuno)RE: PARADOSSO SUL TEMPO

Daniel81moro scrive:
La fine del pianeta Terra avverrà a causa del Sole: la nostra Terra sarà mangiata, o meglio inglobata, dalla stella Sole.

è sbagliato, avverrebbe se la terra si trovasse alla distanza attuale ma fra 5 miliardi di anni sarà piu lontana, il sole perde massa ovviamente e oltretutto la Terra si allontana per le forze mareali che sono lo stesso motivo per cui la luna si allontana dalla terra.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.