Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 23/02/2014 ore 20.53.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Burian87 scrive:
Per questo mi chiedo, se il quasi impossibile è accaduto già, perchè non credere al quasi impossibile di un'altra vita a noi sconosciuta e per noi inconcepibile. La stessa razionalità che vorrebbe negare la vita dopo la morte, come si confronta con l'assurdo dell'esser nati?


Il credere o il non credere alla vita, determina già in se, la possibilità stessa di esserci. L'Universo è costituito in modo da dare a tutti le opportunità di vita, ma che alla fine si rivelano soltanto per un numero limitato. Il caso della nascita, per la scienza è una questione probabilità o quindi serve alla statistica, per la Fede siamo già nel campo della predestinazione, che noi leggiamo inevitabilmente alla stregua di possibilità. Quindi c'è già una separazione all'origine.

Proseguendo il discorso, le opportunità date ai "nati", riguardano appunto la possibilità o meno di proseguuire il "viaggio" nel dopo morte. E questo discorso, anche se sembra inverosimile, viene contraddistinto dalla volontà dell'uomo, il quale ha davanti a se la scelta o di vivere o di morire per sempre. In questo caso l'essere predestinato alla vita comprende la volizione dell'uomo stesso.
Nulla va perduto nell'Universo, e a questo ci sono arrivati anche gli scienziati. Ma se nulla va perduto, e dal punto di vista materiale, l'energia si trasforma in qualcos'altro, dal punto di vista non materiale, una morte può dare luogo o ad una nuova nascita oppure all'incorporazione di queste "informazioni", da parte di un essere superiore al nostro livello. Un esempio banale è il ciclo della digestione, dove il nutrimento o nutriente, in parte viene assimilitao attraverso i villi intestinali e nella restante parte viene espulso. E quindi si tratta di una "fine" diversa da parte del nutriente, il quale alle sua origine era incontraddistinto, mentre con il processo digestivo viene separato, in parte assimilato e in parte espulso. La parte assimilata partecipa dunque direttamente ad un processo che lo vede conivolto in prima persona dentro l'organismo, la parte esplusa cmq farà la sua parte come concime per l'ambiente o altri fini.
Camelia49 Camelia49 23/02/2014 ore 21.16.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Commosi7ore scrive:
ah allora intendi che dio non sa tutto, bene ti do ancora ragione, ultimamente mi trovo d'accordo con te.
Mi dispiace sinceramente x te,cosi giovane ..ke peccato!..Nn connetti proprio.
Commosi7ore Commosi7ore 23/02/2014 ore 21.19.50
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Camelia49 scrive:
Mi dispiace sinceramente x te,cosi giovane ..ke peccato!..Nn connetti proprio

parole tue, dici che dio è in errore perchè crede di saper tutto, io ti do ragione su questo :hihi

ps, poi pirlona se scrivo son connesso ovviamente :hihi
Sthula Sthula 23/02/2014 ore 21.25.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

@ Camelia49: Un suggerimento, che puoi anche non seguire :-)))
Mi ripenso, dato che forse in questo caso la tramissione del pensiero arriva e come. :many
Burian87 Burian87 23/02/2014 ore 22.17.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

@ Sthula:

Mi piace il paragone con la digestione. probabilmente siamo il nutrimento spirituale di Dio. i "Buoni" saranno assimilati da Dio; i cattivi saranno "Cag..." ehm... espulsi spiritualmente come scarti
Sthula Sthula 23/02/2014 ore 22.34.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Burian87 scrive:
Mi piace il paragone con la digestione. probabilmente siamo il nutrimento spirituale di Dio. i "Buoni" saranno assimilati da Dio; i cattivi saranno "Cag..." ehm... espulsi spiritualmente come scarti

Ahahah
In qualche modo era questo, ma se volessimo entrare più in profondità, dovremmo ammettere che c'è "del buono" in ciascuno di noi e allora "quel buono" non può essere mandatoa male. Quello che svanirà nel nulla sarà il rimanente "non buono". Se Dio rappresenta tutta la Realtà possibile, cercare di staccarsi da Dio equivale a "perdesi" nel nulla. E quella parte che rappresenta il distaccamento si perderà nel nulla. (come se non fosse mai esistito)
Commosi7ore Commosi7ore 23/02/2014 ore 22.38.39
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Sthula scrive:
E quella parte che rappresenta il distaccamento si perderà nel nulla. (come se non fosse mai esistito)

ma ora esiste, il male che ora esiste deve far parte di un eventuale dio o egli è incompleto.
Sthula Sthula 23/02/2014 ore 22.42.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Commosi7ore scrive:
il male che ora esiste

Il male che ora esiste sei tu per esempio, che ti ostini a volerti distaccare da Dio. Al momento quindi sei distaccato spiritualmente, anche se esisti ancora nella forma fisica. Nel futuro, il tuo distacco sarà totale e quindi finirai nel nulla da dove vieni. Il bello è che però quello che di buono c'è stato in te non si perderà,ma verrà cmq "assimilato". :-)))
17951398
Commosi7ore scrive: il male che ora esiste Il male che ora esiste sei tu per esempio, che ti ostini a volerti distaccare da Dio....
Risposta
23/02/2014 22.42.50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Commosi7ore Commosi7ore 23/02/2014 ore 22.47.57
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

Sthula scrive:
Il male che ora esiste sei tu

ottima rappresentazione dei danni che fa la religione, posso essere brusco ma mai direi ad un credente "tu sei il male" solo per il fatto che ha idee diverse dalle mie.. complimenti :hihi
Sthula scrive:
Al momento quindi sei distaccato spiritualmente,

ok, allora tu pensi dio non sia tutto? cioè io non sono parte di lui ergo non ogni cosa è arte di dio?
Sthula Sthula 23/02/2014 ore 22.59.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Quante sono le probabilità di nascere?

@ Commosi7ore: Non capisci, ma questa te la devo spiegare bene. :-)))
Il male come entità non esiste, il male è essenzialmente la separazione da Dio, questo è il male.
Se tu come dici non credi in Dio, io deduco che rappresenti il male, infatti il male è la rappresentazione di qualcuno che cerca di invalidare la figura di Dio. Quindi c'eri tu e mi sono riferito a te, ma avrei potuto benissimo farlo genericamente. Quindi tu per me non sei il male, ma lo sei per te stesso. E non sei neppure il male nei confronti di Dio.

E da qui risposto alla tua seconda domanda. Dio è in tutti in una maniera incomprensibile a dirsi, eppure è così, ma nel momento che qualcuno :-))) se ne vuole distaccare (volontà), Dio non lo impedisce e per così dire, "ritira" quel "mezzo" che lo poteva fare restare in comunicazione con Lui. :-))) . Ergo, tu non sei distaccato da nulla, fai parte della natura, e la natura è una piccolissima espressione di Dio. :-)))

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.