Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

lu.34 16/04/2015 ore 21.31.27 Ultimi messaggi
segnala

Sorpresoche brutta cosa le religioni

bha, io non capisco perche la gente si lamenta se l'isis deturpa statue di qua e di la.

MA scusate i cristiani cosa hanno fatto in tutto il meditteraneo? cosa hanno fatto in grecia e in italia?

non hanno distrutto scaccheggiato derubato raso al suolo monumenti storici ? bhà... non capisco, vero che sputare sul piatto dove mangi non fa una bella immagine ma insomma... non si può neanche lamentarsi dei altri quando noi per primi siamo i peggiori.
8300499
bha, io non capisco perche la gente si lamenta se l'isis deturpa statue di qua e di la. MA scusate i cristiani cosa hanno fatto...
Discussione
16/04/2015 21.31.27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 16/04/2015 ore 22.00.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Gli stessi che si indignano per l'Isis che distrugge statue e monumenti, sono gli stessi che sostengono senza se e senza ma una Chiesa che non solo ha deturpato per centinaia d'anni, bruciato libri, censurato opere d'arte, emarginato e bruciato il diverso (da cui tutt'ora sono terrorizzati, che si tratti della donna, dell'omosessuale o dell'ateo!) ma che deturpa e ruba tutt'ora, sotto gli occhi di tutti, in modo legalizzato con l'accordo dello Stato: basti pensare al perverso meccanismo dell' 8 per mille (L’otto per mille è normato dalla legge 222/85, fonte: Uaar, Unione Atei Agnostici Razionalisti).

La Chiesa è la più grande mafia legalizzata.

Ed hanno anche il coraggio di mettere nelle chiese le cassettine per raccogliere monete! :hoho
voldben voldben 17/04/2015 ore 06.36.39 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista : sarebbe bene non fregiarsi con il titolo di Moderatore...Tu cara porti zizzania..Fomenti lo scontro.
Il Moderatore dovrebbe calmare gli animi!

Datti una calmata.
sugar52 sugar52 17/04/2015 ore 15.07.52
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Anche i moderatori hanno una testa pensante,oppure sono obbligati ad adeguarsi a quello che pensi tu compreso l'altro 95% dell'umanità? Hai mai sentito parlare di intimidazione?
eclex69 eclex69 17/04/2015 ore 15.17.59
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista :

Metti tutto insieme. D'accordo in tutto eccetto: la chiesa cattolica non ha mai bruciato libri. ne sono un esempio le biblioteche vaticane, le piu' estese del pianeta. e neppure hanno distrutto templi (il Pantheon e l'Ara Pacis soni li' da vedere insieme a tutti gli altri nel mondo. Pittura e scultura idem, dai graffiti a Fidia. Che poi l'organizzazione ti faccia provare simpatia per Hitler sono d'accordissimo. :)
Azzurro72 Azzurro72 17/04/2015 ore 18.21.26
segnala

SorpresoRE: che brutta cosa le religioni

A onor del vero il fanatismo religioso islamico si scaglia sulle immagini sacre (statue in particolare) raffiguranti divinità...secondo i dettami del Corano è vietato e peccaminoso raffigurare la figura umana...infatti se notate non esistono immagini nei loro luoghi di culto e non ostentano mai monili sacri a rappresentare Allah o Maometto...le distruzioni a cui assistiamo da alcuni anni prima da parte dei talebani ora da parte dell'Isis vengono poste in atto per eliminare immagini sacre (non per loro) ritenute blasfeme...
Settembre Settembre 17/04/2015 ore 19.45.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Azzurro72 :

E DELLE BELLEZZE DELL'ARCHEOLOGIA CHE NE FACCIAMO?

A PRESCINDERE CHE OGGI CI DONO ANCHE LE FOTO....

O QUADRI DI INNESTIMANILE VALORE....

DISTRUGGIAMO TUTTO PERCHè SONO BLASFEME?

PENSA AI CELLULARI....AI DIPINTI ALLE FOTO ALLE STATUE..

CRISTIANE O NO QUELLI SONO TESORI DELL'UMANITà...

ORA SE VOGLIONO VENIRE IN PAESI PROGREDITI..SI ADATTINO...

MA CREDO CHE A LORO INTERESSI SOLO SVUOTARE I SOTTOSUOLI

NON PER ALLAH MA PER MAMMONA

BUON W/aZZURRO
18675425
@Azzurro72 : E DELLE BELLEZZE DELL'ARCHEOLOGIA CHE NE FACCIAMO? A PRESCINDERE CHE OGGI CI DONO ANCHE LE FOTO.... O QUADRI DI...
Risposta
17/04/2015 19.45.35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
budpsykoweiser budpsykoweiser 18/04/2015 ore 00.45.51 Ultimi messaggi
ChaTTerCoNiGLiO ChaTTerCoNiGLiO 18/04/2015 ore 07.15.38
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
sarebbe bene non fregiarsi con il titolo di Moderatore...Tu cara porti zizzania..Fomenti lo scontro.
Il Moderatore dovrebbe calmare gli animi!
Datti una calmata.


Guerriera è pur sempre un utente iscritto come tutti, è un suo diritto poter dire la sua.
Io stesso non condivido alcune idee di altri iscritti non per questo li censuro :ok
voldben voldben 18/04/2015 ore 07.24.55 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: che brutta cosa le religioni

@sugar52 : chi vuol fregiarsi del titolo di "Moderatore" .....deve necessariamente esser tale .Ognuno ha il SUO MOMENTO.
voldben voldben 18/04/2015 ore 07.31.27 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: che brutta cosa le religioni

@ChaTTerCoNiGLiO scrive:
Guerriera è pur sempre un utente iscritto come tutti, è


NON lo metto in dubbio.Però tutto al momento opportuno.Qui si è presentata come Moderatrice e non mi pare che abbia svolto le sue mansioni...

Voi Moderatori volte portare il DISTINTIVO...ed esser rispettati? Fatte il lavoro ma bene!


ChaTTerCoNiGLiO ChaTTerCoNiGLiO 18/04/2015 ore 08.28.12
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
NON lo metto in dubbio.Però tutto al momento opportuno.Qui si è presentata come Moderatrice e non mi pare che abbia svolto le sue mansioni...


Per fortuna i tempi della berlina sono finiti tre secoli fa...visto che vogliamo essere fiscali..
Le segnalazioni si fanno in posta e non pubblicamente. ( utente o moderatore che sia )
Anche questo è un momento opportuno da non trascurare per tutti :ok

voldben voldben 18/04/2015 ore 09.52.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@ChaTTerCoNiGLiO : perchè mai dovrei comportarmi diversamente? E' soltanto un commento:NON CREARE ZIZZANIA ...Un Moderatore:MODERA non fomenta guerre di Religione!!
Comunque se non mi volete avete tutte le armi nelle vostre mani...
colombinabianca colombinabianca 18/04/2015 ore 10.48.43
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Oggi abbiamo la tv per vedere certe distruzioni. Purtroppo di quello che i cristiani han fatto in passato non ci sono che libri di storia per questo la gente non sa nulla riguardo alle guerre che i cristiano fecero secoli fa per convertire gli infedeli ( cioè i musulmani). Io credo che la religione sia davvero una barriera tra i popoli e ci sarebbero molte guerre in meno se non si avessero queste convinzioni così radicate.
voldben voldben 18/04/2015 ore 10.50.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@sugar52 scrive:
Hai mai sentito parlare di intimidazione?
mi stai facendo intimidazione....!

voldben voldben 18/04/2015 ore 10.53.28 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: che brutta cosa le religioni

@colombinabianca : Le GUERRE le fanno gli ATEI...
palmerino1965 palmerino1965 18/04/2015 ore 11.50.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

quando un popolo compie una guerra crea violenza.
punto. :-(
tutti i conquistatori non solo saccheggiavano per rubare i tesori, l'arte, ma stupravano le donne e colpivano duramente anche la popolazione civile.
è sempre stato così aed è ancora così, oggi, visto che la guerra continua ad essere praticata. :-(
la popolazione comunque aveva ed ha la sua responsabilità nel essere "attaccata". :sbong

tutto ha un perché in questo mondo solo che non riusciamo a comprenderlo nella sua essenza.

La religione cristiana ha fatto molti danni nel passato.
adesso è la volta di alcune fazioni della religione islamica.
tutto ritorna.

in Italia abbiamo subìto un genocidio con le Foibe e un attacco violento che ha costretto migliaia di italiani che vivevano da secoli in Istria e Dalmazia a scappare per rifugiarsi in Italia.
Ma Mussolini mica è stato "tenero" con gli sloveni e croati qualche decennio prima! :-(
tutto ritorna.

quello che diamo (inconsciamente e non solo) riceviamo: è una delle Leggi Universali.
quindi per me trovo che non sarebbe conveniente prendersela con le religioni: esse sono lo "specchio" della società.
la società è lo "specchio" dei suoi cittadini.
proprietà transitiva: le religioni siamo noi, nel bene e nel male.

sarebbe più conveniente aiutare i cittadini a prendere consapevolezza che azioni nel loro piccolo e nel loro ambiente possono creare una coscienza più consapevole e "veramente democratica" anche nelle regioni vicine e persino, nel tempo, in tutta la Nazione. :-)

inoltre non esiste solo il Cristianesimo: esistono tante religioni che professano l'amore di Gesù, per esempio.
il Cristianesimo oggi potrebbe sembrare di essere meno responsabile però non dimentichiamoci che è ancora un enorme centro di potere con i suoi possedimenti e la sua Banca Vaticana.
ancora una volta: noi permettiamo tutto ciò!

18675992
quando un popolo compie una guerra crea violenza. punto. :-( tutti i conquistatori non solo saccheggiavano per rubare i tesori,...
Risposta
18/04/2015 11.50.44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Enantiomere.86 Enantiomere.86 18/04/2015 ore 12.26.03
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@colombinabianca scrive:
Oggi abbiamo la tv per vedere certe distruzioni.


Io in tv vedo documentari e partite, non distruzioni o-O. E mi diverto un sacco, non rimango insofferente alla tv. Proprio mercoledì, vedevo PSG-Barcellona. C'era Suarez che ha segnato un mega gol partendo dalla fascia, si è bevuto tutta la difesa e ha segnato un gran gol d'Arte. Questo sarebbe distruzione? Ma tu con che mondo hai a che fare?

@voldben scrive:
Le GUERRE le fanno gli ATEI...


Spero che sia una provocazione. I paesi più democratici, per statistica e conferma personale, sono proprio quelli tendenzialmente atei. I paesi arretrati sono anche quelli religiosi. E inutile scagliarsi contro il cristianesimo: ogni religione lascia il mondo arretrato.

@voldben scrive:
sarebbe bene non fregiarsi con il titolo di Moderatore...Tu cara porti zizzania..Fomenti lo scontro.
Il Moderatore dovrebbe calmare gli animi!

Datti una calmata.


Ha espresso la sua opinione. Non ha insultato né niente e ha fornito dei dati. Se la cosa ti dà fastidio, è un problema tuo. Essere moderatori non vuol dire non avere una propria opinione. Se vuoi fare il dittatore e imporre solo ciò che pensi tu, vai altrove.
Gessica1986 Gessica1986 18/04/2015 ore 12.58.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
Le GUERRE le fanno gli ATEI...


che stronzata colossale
lu.34 lu.34 18/04/2015 ore 18.40.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Concordo, i moderatori hanno il diritto di partecipare alle discussioni tanto quanto gli utenti...

ora della fine non c'é la libertà di parola?

quando entro in un luogo di culto per pregare e mi rendo conto che in quel suolo in quei marmi in quelle colonne un tempo li si pregava un altro dio bhe a me da un po fastidio. Dovrebbe essere la casa di Dio, si ma di quale? Bacco Diana Zeus Giove o il Dio X Y Z?
O magari era una villa di qualghe comandante, generale qualche momunento in stile romanico riconvertito in luogo di culto.... come si fa a pregare in un posto del genere.

es.

LE CENERI DI CESARE

Il globo in bronzo dorato dell’obelisco vaticano, oggi nei Musei capitolini, per molto tempo si è creduto, per tradizione ma anche grazie a fonti del XII-XIII secolo, che al suo interno fossero custodite le ceneri del divo Giulio. Il globo era posto sulla sommità dell’obelisco portato da Caligola a Roma nel 37 e posto in cima alla spina del circo di Nerone. Secondo la tradizione dopo la morte di Cesare nel 44 le sue ceneri vennero collocate in un globo di bronzo sopra l'obelisco, con un'iscrizione alla base appunto su Cesare che fu rimossa e perduta.
Nei Mirabilia Urbis Romae, equivalente delle nostre moderne guide di viaggio per i pellegrini del XII sec., è citata la sepoltura delle ceneri di Cesare nella sfera dorata, che all'epoca richiamava non pochi visitatori, nonostante la diffida della chiesa nei confronti di questa ammirazione e curiosità pagana.
Finchè nel 1586 Sisto V incaricò Domenico Fontana di spostare l'obelisco a piazza S. Pietro (presso cui stava del resto il circo di Nerone), e la sfera smontata si dichiarò contenere soltanto ruggine e ferro. Però il bronzo non produce ruggine nè tantomeno ferro, che fossero ceneri? Il fatto che il Papa la facesse togliere e sostituire con una croce ed uno stemma bronzeo della famiglia Chigi, entro cui avrebbe posto una reliquia della croce, suggerisce che la sfera bronzea contenesse ben altra reliquia di cui si dovevano togliere le tracce, quella di Cesare.

(Plutarco, Cesare, 69,4) «Tra i prodigi mandati dagli Dei si annovera una grande cometa che apparve per sette notti consecutive dopo l’eccidio di Cesare, ben visibile in cielo, e che quindi scomparve. I raggi stessi del sole si oscurarono: per tutto quell’anno il suo disco si alzò pallido e smorto al mattino, ed emanò un calore fioco e tenue. L’aria, essendo debole il tepore che di solito la rarefà, si mantenne caliginosa e pesante; i frutti maturarono a mezzo e rimasero imperfetti, avvizzendo tristemente per il freddo dell’atmosfera»


es.

Nel cuore del Foro Romano un gioiello nascosto: la Chiesa di San Lorenzo in Miranda e il Museo degli Speziali


Normalmente chiusa al pubblico, la Chiesa di San Lorenzo in Miranda, in magnifica posizione nella zona degli scavi romani, fu creata nel medioevo all’interno del tempio che l’imperatore romano Antonino Pio aveva dedicato alla moglie Faustina. Successivamente papa Martino V donò la chiesa alla Corporazione degli Speziali Romani e da allora ha mantenuto questa particolare proprietà, appartenendo ancora oggi al Nobile Collegio Chimico Farmaceutico Universitas Aromatoriarum Urbis che dispone nella chiesa anche di un interessantissimo museo. Nella chiesa si trovano splendidi capolavori artistici in particolare di Pietro da Cortona e del Domenichino.



questo é un esempio di quello che volevo dire, come si fà a costruire e tenere un luogo di culto sopra a un templio? bu per me é inconcepibile.


palmerino1965 palmerino1965 18/04/2015 ore 19.24.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

gli arabi una volta avevano la civiltà più evoluta. :mmm
parlo quando l'Europa da tempo non era dominata dagli antichi Romani e vi era un periodo decadente ad opera delle invasioni dei popoli del Nord.

grazie alla loro "invasione" in Spagna e anche nella nostra Sicilia, essi avevano portato sì la loro religione però non la imposero e vi fu una convivenza abbastanza pacifica.
avevano portato arte, tecnologia, cultura, usi, cucina, spezie, eccetera...

paradossalmente è proprio grazie a loro che abbiamo oggi la maggioranza delle testimonianze antiche: avevano tante biblioteche davvero ampie.
non dimentichiamoci che noi oggi usiamo i numeri arabi... mica quelli Romani.
quindi possiamo solo ringraziare i "Mori" come all'epoca venivano chiamati.

la religione non è il male del mondo; forse è il motore di noi umani.

in seguito grazie al potere temporale della Chiesa siamo riusciti a ritornare ad un cultura più "occidentale" e, metabolizzando quanto seminato dai Mori, dai Romani, dagli antichi Greci ecco che ci ha portato al Rinascimento, tanto per citare un altro periodo ricco di arte. :-)

ogni religione ha i suoi lati positivi e negativi.
ogni sistema politico ed economico ha i suoi lati positivi e negativi.
persino ogni guerra ha i suoi lati positivi e negativi. :sbong
facciamo fatica (io per primo) a vedere i lati positivi me ci sono.

questo é un esempio di quello che volevo dire, come si fà a costruire e tenere un luogo di culto sopra a un templio? bu per me é inconcepibile.


si fa: considera che come contropartita abbiamo un grandissimo, enorme patrimonio artistico in Italia grazie al potere temporale della Chiesa.
il Mondo intero ci invidia non poco per tutto ciò!
come si fa a denigrare la Chiesa che ci ha regalato buona parte di questo patrimonio solo analizzando alcuni aspetti negativi?

concentriamoci sulla positività
Nella chiesa si trovano splendidi capolavori artistici in particolare di Pietro da Cortona e del Domenichino.

e su come preservare quanto ci hanno lasciato i nostri progenitori.



voldben voldben 18/04/2015 ore 19.42.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Enantiomere.86 : NON HO SCRITTO CHE GLI UTENTI NON POSSONO AVERE DELLE OPINIONI diverse dalle mie.Ci mancherebbe!
LA guerriera qui in chatta ha la VESTE DI MODERATRICE o no?
IL SUO COMPITO (in questa veste) qual'è?....
Enantiomere.86 Enantiomere.86 18/04/2015 ore 20.00.18
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
NON HO SCRITTO CHE GLI UTENTI NON POSSONO AVERE DELLE OPINIONI diverse dalle mie.Ci mancherebbe!
LA guerriera qui in chatta ha la VESTE DI MODERATRICE o no?
IL SUO COMPITO (in questa veste) qual'è?....


Ma rileggiti. Lei ha espresso un'opinione e l'ha argomentata postando anche un link. Tu immediatamente hai sbottato dicendo questo:

"sarebbe bene non fregiarsi con il titolo di Moderatore...Tu cara porti zizzania..Fomenti lo scontro.
Il Moderatore dovrebbe calmare gli animi!

Datti una calmata".

In effetti, qui i moderatori avrebbero dovuto moderare te, al massimo.
viola viola 18/04/2015 ore 20.02.59
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
IL SUO COMPITO (in questa veste) qual'è?


Bella domanda. Ti atteggi a giudice e insisti, trascurando che Guerriera ha espresso una sua opinione condivisa da molti e da me,ma mi chiedo come mai continui la tua ostilità nei suoi confronti.
Ognuno è libero di esprimere i propri sentimenti o idee, esattamente come fai tu.

Amen!
ASIA ASIA 18/04/2015 ore 21.35.43
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@voldben scrive:
IL SUO COMPITO (in questa veste) qual'è?..


Il fatto che si ricopra un ruolo,non fa si che non si possa avere una propria idea personale,si chiama liberta' di pensiero,pensiero che è stato espresso in modo pacato,civile e sereno,senza offendere nessuno,cosa che invece si legge spesso qua,tra di voi.
Espressione di pensiero,in modo civile,impariamo :-)
Enantiomere.86 Enantiomere.86 18/04/2015 ore 22.28.06
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Comunque, va là, ritorniamo in argomento. Dire che la Chiesa è la più grande mafia legalizzata è chiaramente un eufenismo, ma il concetto c'è. L'8 per mille in qualche modo finisce sempre alla Chiesa (scrivo in maiuscolo solo per differenziare dal luogo, in realtà se no scriverei in minuscolo perché non provo alcun rispetto per un'entità del genere e mai ne proverò). E questa Chiesa continua a mettere il becco in uno Stato che dice di essere laico. A questo punto, tanto vale fare come i vichinghi norvegesi: religione di Stato ma solo di facciata, e la popolazione è tendenzialmente atea anche se meno degli svedesi. Non pensiamo che la violenza e l'intolleranza siano rappresentate solo dai terroristi islamici. C'è un grado di violenza e intolleranza molto subdolo anche nell'attuale papa francesco, di cui nessuno si è accorto e, anzi, un bigotto del genere continua pure a essere lodato da chi è carente di cervello, o ne ha uno molto mediocre.

@palmerino1965 scrive:
ogni religione ha i suoi lati positivi e negativi.


Ovvio. Ma ciò non nega che la religione, nel complesso, sia negativa e faccia rimanere la civiltà arretrata. Non è un caso se un paese moderno tende all'ateismo o all'irreligosità (ma non vale l'opposto, vedi Cina e Albania, anche se i cinesi, ridi e scherza, sono ormai una potenza economica).
giorgio60 giorgio60 20/04/2015 ore 16.32.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni



che brutta cosa confondere la religione con il fanatismo o giustificare un crimine perche' se lo ha fatto quello posso farlo anch'io...

l'otto per mille e' volontario e si puo' scegliere di darlo a chi si vuole...

bisognerebbe essere piu' molderati e liberi nelle considerazioni...
18679182
che brutta cosa confondere la religione con il fanatismo o giustificare un crimine perche' se lo ha fatto quello posso farlo anch...
Risposta
20/04/2015 16.32.24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 20/04/2015 ore 16.45.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@giorgio60 scrive:
l'otto per mille e' volontario e si puo' scegliere di darlo a chi si vuole.

Punto primo: l'otto per mille non è volontario, è obbligatorio.
Punto secondo: è vero che si può "scegliere" a chi destinarlo, ma le scelte degli enti a cui destinarlo sono un numero molto ristretto, per la precisione 12:

Stato
Chiesa cattolica
Unione Chiese cristiane avventiste del 7° giorno
Assemblee di Dio in Italia
Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi
Chiesa Evangelica Luterana in Italia
Unione Comunità Ebraiche Italiane
Unione Buddhista
Unione Induista
Chiesa apostolica
Sacra diocesi ortodossa d’Italia
Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia.

Inoltre: "Alcune confessioni (Assemblee di Dio e Chiesa Apostolica), più coerentemente, lasciano allo Stato le quote non attribuite, limitandosi a prelevare solo quelli relativi ad opzioni esplicite a loro favore: cosa che NON fa la Chiesa cattolica, ottenendo un finanziamento quasi triplo rispetto ai consensi espliciti ottenuti a suo favore." (In sostanza se tu non esprimi a chi destinare il tuo otto per mille, va in automatico a chi ha già la fetta più grossa della torta, ed indovina chi è? La Chiesa Cattolica!)

Se vuoi sono disponibili anche i dati numerici, risalenti al 2013 ma più che sufficienti al fine di farsi un'idea:



Alla faccia della correttezza e della libertà di scelta. :cow
:bye
18679194
@giorgio60 scrive: l'otto per mille e' volontario e si puo' scegliere di darlo a chi si vuole. Punto primo: l'otto per mille non...
Risposta
20/04/2015 16.45.23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
giorgio60 giorgio60 20/04/2015 ore 16.52.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista scrive:
Punto primo: l'otto per mille non è volontario, è obbligatorio.



per volontario intendo che puoi scegliere a chi darlo e ci sono tra gli altri associazioni atee e scientifiche e anche lo stato...

18679202
@Guerriera.Batterista scrive: Punto primo: l'otto per mille non è volontario, è obbligatorio. per volontario intendo che puoi...
Risposta
20/04/2015 16.52.30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 20/04/2015 ore 16.56.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@giorgio60 scrive:
atee e scientifiche

Ti stai confondendo clamorosamente.
L'otto per mille è destinabile, ripeto, obbligatoriamente ed esclusivamente a quegli enti che ti ho menzionato sopra.
Tu stai parlando del cinque per mille:

"CINQUE PER MILLE
Con la dichiarazione dei redditi 2006 il governo ha introdotto una nuova possibilità: la destinazione del cosiddetto “Cinque per mille” del gettito IRPEF (completamente indipendente dall’Otto per mille).
Nato in origine per finanziare la ricerca scientifica, si è poi inopinatamente allargato ad altri scopi" (ONLUS, ovvero organizzazioni non lucrative di utilità sociale, ricerca sanitaria,...).
giorgio60 giorgio60 20/04/2015 ore 17.02.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista scrive:
Ti stai confondendo clamorosamente.


in ogni caso puoi scegliere di darlo allo stato.


la tua posizione mi sembra ricercare lo scontro ideologico contro la religione e mi sembra tutto tranne un comportamento moderato,democratico e libero.
18679214
@Guerriera.Batterista scrive: Ti stai confondendo clamorosamente. in ogni caso puoi scegliere di darlo allo stato. la tua...
Risposta
20/04/2015 17.02.36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Guerriera.Batterista Guerriera.Batterista 20/04/2015 ore 17.09.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@giorgio60 scrive:
in ogni caso puoi scegliere di darlo allo stato.

Allo Stato, certo, che lo destina chissà a chi...

"Fino a tre decenni fa lo Stato italiano pagava direttamente lo stipendio al clero cattolico, con il meccanismo della congrua. Ritenendolo datato, nell’ambito delle trattative per il “nuovo” Concordato si decise un nuovo meccanismo di finanziamento alla Chiesa cattolica, solo in apparenza più democratico e trasparente in quanto allargato alle altre religioni: lo Stato decideva di devolvere l’8 per mille dell’intero gettito IRPEF alla Chiesa cattolica (per scopi religiosi o caritativi)".

:-)

Qui la fonte e l'articolo intero, qualora ti interessasse.

@giorgio60 scrive:
la tua posizione mi sembra ricercare lo scontro ideologico contro la religione e mi sembra tutto tranne un comportamento moderato,democratico e libero.

In realtà sono contro la Chiesa intesa come sistema economico quale è, come dimostrato sopra. Non ho nessun interesse ad essere contro le religioni o chi le professa. Se devo combattere combatto per la mia libertà, non certo per impedire quella altrui (ed anche in questo la Chiesa si è sempre distinta con campagne anti abortiste, anti omosessualità, ...).

Se riportare dei dati oggettivi ed inconfutabili che abbattono le credenze comuni e mettono "con le spalle al muro" chi le sostiene e diffonde senza prima essersi informato, viene considerato un comportamento non moderato ed anti democratico, a questo punto non so più cosa fare e termino qui il mio intervento.

Saluti! :bye :rosa
18679219
@giorgio60 scrive: in ogni caso puoi scegliere di darlo allo stato. Allo Stato, certo, che lo destina chissà a chi... "Fino a tre...
Risposta
20/04/2015 17.09.18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
giorgio60 giorgio60 20/04/2015 ore 17.18.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista scrive:

In realtà sono contro la Chiesa intesa come sistema economico quale è



invece la tua si riduce ad una polemica considerando che stiamo discutendo su una cosa sulla quale si puo' scegliere di fare o non fare...

sulla bilancia delle cose fatte dalla chiesa cattolica in italia dovresti mettere anche il ruolo che ha avuto nel secondo dopoguerra quando l'italia ha avuto la possibilita' non solo di sedere tra i vincitori pur essendo stata un nemico ma grazie alla chiesa ha usufruito degli aiuti economici che hanno rappresentato l'unico e solo boom economico degli anni sessanta...soldi che i politici italiani hanno sperperato per i loro privilegi.

la chiesa cattolica e' anche questo oltre alle cose brutte.
18679223
@Guerriera.Batterista scrive: In realtà sono contro la Chiesa intesa come sistema economico quale è invece la tua si riduce ad...
Risposta
20/04/2015 17.18.29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
lu.34 lu.34 20/04/2015 ore 21.34.22 Ultimi messaggi
segnala

SchifatoRE: che brutta cosa le religioni

Guando Gesu ando al tempio, dove ricevette il 90% della sua istruzione chiacchierando con i monaci disse: non trovo giusto che circoli denari all'interno del templio questo é un luogo di culto.
poveri si sarà rigirato nella tomba ovunque sia quando quasi 2000 anni dopo, vede la chiesa che ha banche e finanzia cose poco eleganti:


Finanza cattolica e grande guerra.

Assieme al grande capitale laico, la finanza vaticana appoggiò l'ingresso dell'Italia nella prima guerra mondiale. Spinto dalla cupidigia delle commesse militari, dalla possibilità di espandere le proprie aree di influenza (si ricordi che il Banco di Roma fu la prima società italiana ad installarsi all'estero e nei territori coloniali d'Africa) e per ridurre l'influenza delle grandi banche germaniche, in modo particolare al nord, i finanzieri cattolici spinsero il Papa a schierarsi contro la cattolicissima Austria.

L'interventismo cattolico si consolidò anche sul piano politico, dopo la caduta del governo Salandra, a seguito dell'offensiva austriaca in Trentino; nel governo Boselli entrò anche il cattolico Filippo Meda, esponente della borghesia cattolica milanese consolidatasi intorno al Banco ambrosiano. La partecipazione di Meda al governo fu salutata con entusiasmo dai cattolici conservatori milanesi, l'episcopato lo sostenne validamente, come pure la stampa cattolica la quale lanciò una campagna per la sottoscrizione dei prestiti di guerra. L'arcivescovo di Milano mise a disposizione le sale del suo palazzo per i comitati di sostegno al prestito.

Il Banco ambrosiano fu attivissimo e raggiunse posizioni di rilievo nazionale nella raccolta delle sottoscrizioni; e cominciò ad annoverare tra i propri clienti non solo le istituzioni cattoliche, ma anche le grandi industrie belliche. Agli inizi e durante la guerra, si ebbe una forte estensione delle banche cattoliche. A Roma venne fondata una nuova banca da affiancare al Banco di Roma, il Credito nazionale. Vennero poi fondate la Società finanziaria regionale e la Banca regionale, il Credito emiliano a Parma, il Credito pavese e il Piccolo credito di Ferrara.

Nel 1919 venne fondata a Trieste la Banca Venezia Giulia, nel cui consiglio di amministrazione sedeva un prete, Carlo Macchia, nello stesso anno fu fondata la Banca del lavoro e del risparmio che ebbe come presidente l'avvocato Gioia del Banco di Roma e come consigliere Achille Grandi. Nel 1920 venne costituito il Credito padano a Mantova e venne acquistata la Banca commerciale triestina, mentre Filippo Meda si installava alla presidenza della Banca popolare di Milano.

Alla forte espansione delle banche cattoliche nel settentrione fecero riscontro le forti perdite del Banco di Roma, per le sue avventure africane, ridimensionate dalla guerra in Europa.

Dopo la fine della grande guerra il governo Giolitti, per ridurre la conflittualità sociale, ricercò l'appoggio dei socialisti, inserì nel proprio programma l'avocazione allo Stato dei superprofitti di guerra ed introdusse la nominatività dei titoli. Ancora una volta, la finanza cattolica si schierò dalla parte del grande capitale, opponendosi al programma Giolitti. Con molto impegno, i cattolici ottennero il loro obiettivo con il ministero Bonomi, succeduto a Giolitti, del quale essi erano entrati a far parte.



Finanza cattolica e fascismo

Il 10 novembre 1922, pochi giorni dopo la sua andata al potere, Mussolini abrogò la legge sulla nominatività dei titoli, già bloccata dal governo Bonomi, accogliendo una delle principali rivendicazioni del grande capitale cattolico.

Nel 1923, Mussolini rese un secondo favore al Vaticano. Il Banco di Roma aveva avuto notevoli perdite in Africa ed aveva in portafoglio molti titoli di industrie belliche entrate in crisi in tempo di pace (fallimento della Ansaldo dei fratelli Perrone di Genova e della Banca di sconto). Mussolini fece intervenire la Banca d'Italia, la quale si accollò le perdite del Banco, quantificate più tardi dal ministro del Tesoro fascista, Alberto Stefani, in 2.120.000 lire (corrispondenti a 1.600 miliardi attuali). Del resto, la volontà del governo fascista di accogliere le richieste del Vaticano, allo scopo di essere a sua volta aiutato a consolidare il proprio potere tra le masse, si manifestò con altri fatti.

Nel 1923, vennero aggravate le sanzioni contro le 'offese alla religione cattolica e al clero', vennero reistituiti i cappellani militari, fu introdotto l'insegnamento religioso obbligatorio nelle scuole elementari, favorita la scuola privata, finanziata la fondazione dell'Università cattolica a Milano, venne più che raddoppiato il contributo dello Stato per le congrue ai parroci, esteso il beneficio ai canonici delle cattedrali. I cattolici ripagarono Mussolini di tanta generosità: il 12 aprile 1923, alcuni parlamentari cattolici, fra essi il senatore Nava, presidente del Banco ambrosiano, votarono un ordine del giorno di solidarietà con il fascismo.

Quando i fascisti portarono in Parlamento la legge di modifica del sistema elettorale introducendo il maggioritario, Filippo Meda fu il primo a dichiararsi favorevole. Nel 1925, Mussolini istituì una Commissione che si occupasse di riordinare i rapporti con la Chiesa in materia di diritto ecclesiastico. Della Commissione vennero ufficialmente chiamati a fare parte tre dignitari del Vaticano. Nel 1926, la Commissione presentò al Papa il disegno di legge, ma Pio XI, avendo capito di poter ottenere molto di più da Mussolini, affermò che l'accordo non poteva raggiungersi "fin che duri l'iniqua condizione fatta alla Santa sede e al romano Pontefice".



I rapporti economici tra Italia e Vaticano: i Patti lateranensi.

I Patti lateranensi, sottoscritti l'11 febbraio 1929 da Mussolini e dal segretario di Stato, cardinale Gaspari, riguardavano tre ordini di questioni: "la cessione da parte dell'Italia del territorio della Città del Vaticano, la regolamentazione delle questioni finanziarie, e rapporti generali tra Stato italiano e Città del Vaticano. Le diverse materie furono composte stipulando tre differenti documenti: il Trattato del Laterano, la Convenzione finanziaria ed il Concordato.

Non si è parlato abbastanza dei contenuti e delle conseguenze economiche dei tre Patti lateranensi, le cui conseguenze arrivano fino ai giorni nostri. Conviene quindi descrivere le principali norme finanziarie in essi contenute. Nel Trattato del Laterano, all'art.11, si afferma: "gli enti centrali della Chiesa sono esenti da ogni ingerenza da parte dello Stato italiano".

L'art.13 dispone il trasferimento al Vaticano in piena proprietà delle basiliche di san Giovanni in Laterano, santa Maria maggiore e san Paolo con gli edifici annessi, come pure il trasferimento al Vaticano dei capitali che lo Stato annualmente versava, tramite ministero della Pubblica istruzione, alla basilica san Paolo. Con l'art.14, veniva ceduto al Vaticano un complesso di terreni e palazzi, tra i quali Castel Gandolfo. Tutti questi palazzi e terreni, compresi il sant'Uffizio e la propaganda Fida, godono delle immunità del diritto internazionale, non sono assoggettati a controlli o espropri e sono esenti da qualunque tributo. L'art.17 stabilisce che "le retribuzioni di qualsiasi natura, dovute dalla Santa sede agli altri enti centrali della Chiesa e dagli enti gestiti direttamente dalla Santa sede, anche fuori di Roma, a dignitari, impiegati e salariati saranno nel territorio italiano esenti, a decorrere dal gennaio 1929, da qualsiasi tributo verso lo Stato e qualunque altro ente. Venne quindi ricostituita la 'mano morta', mentre le esenzioni tributarie, atte a garantire forti profitti alla finanza cattolica, diedero il via alla collaborazione tra finanzieri laici e istituzioni economiche vaticane.

La Convenzione finanziaria stabiliva che, tenuto conto "dei danni ingenti subiti dalla Sede apostolica per la perdita del patrimonio di san Pietro, costituito dagli antichi stati pontifici, e dei bisogni sempre crescenti della Chiesa", lo Stato italiano si impegnava a versare al Vaticano l'importo di 750 milioni di lire in contanti ed un miliardo di lire in titoli al 5%. Da parte sua, il Vaticano dichiarava definitivamente chiusa la questione romana. Venuto in possesso di una grande quantità di liquidi, si presentò per il Vaticano il problema di investirli proficuamente. A tale scopo, il 7 giugno 1929, papa Pio XI costituì l'Amministrazione speciale della Santa sede. A dirigere l'ente finanziario vaticano, venne chiamato l'ingegner Bernardino Nogara, parente dell'arcivescovo di Udine. Si tenga presente che, al valore attuale, il rimborso al Vaticano si aggirerebbe attorno ai 1.000 miliardi di lire (valore del 1984 ndr).

Per quanto riguarda il Concordato, l'art.2 stabilisce l'esenzione fiscale per tutte le pubblicazioni, affissioni, atti e documenti del Vaticano, l'art.6 stabiliva la non pignorabilità degli assegni degli ecclesiastici. Le concessioni più importanti da parte dello Stato italiano nei confronti del Vaticano sono contenute negli art.29,30, 31 del Concordato. Essi rappresentano una vera restaurazione delle leggi 'eversive' approvate dallo Stato dal 1840 al 1867. L'art.29 stabilisce che "ferma restando la personalità giuridica degli enti ecclesiastici finora riconosciuti dalle leggi italiane (Santa sede) tale personalità sarà riconosciuta anche alle chiese pubbliche aperte al pubblico, comprese quelle appartenenti agli enti ecclesiastici soppressi. Sarà riconosciuta personalità giuridica alle associazioni religiose approvate dalla Chiesa, nonché alle associazioni religiose aventi la casa madre all'estero, ecc...Inoltre sono ammesse le fondazioni religiose di qualunque specie. Gli atti compiuti finora da enti ecclesiastici senza l'osservanza delle leggi italiane, potranno essere regolarizzati dallo Stato italiano su richiesta. Infine, agli effetti tributari, le opere di religione e di culto vengono equiparate a quelle di beneficienza, e viene esclusa per l'avvenire l'istituzione di qualsiasi tributo speciale a carico dei beni della Chiesa", essendo già stata esentata da quelli ordinari.

L'art.30 pone le basi per quello che sarebbe poi diventato lo Ior, affermando che "la gestione dei beni appartenuti a qualsiasi istituto ecclesiastico sarebbe avvenuta sotto la vigilanza ed il controllo della sola autorità della Chiesa, restandone escluso ogni intervento da parte dello Stato, e senza obbligo di assoggettare a conversione i beni immobili". Nello stesso articolo, lo Stato riconosceva agli istituti ecclesiastici e alle associazioni religiose di acquisire beni, salvo le disposizioni delle leggi civili riguardanti gli enti morali.

Infine, l'art.31 stabilisce che l'erezione di nuovi enti ecclesiastici ed associazioni religiose sarà fatta dall'autorità ecclesiastica secondo le norme del diritto canonico. Successivamente le autorità civili daranno il loro benestare.

In definitiva, con l'andata al potere del fascismo, la Chiesa diventa uno dei pilastri del potere, non solo religioso, politico, morale, ma economico, ponendo le basi per gli eventi dei nostri giorni. Scriveva infatti Giovanni Grilli: "La notevole somma data da Mussolini al Vaticano ha permesso a questo di aumentare considerevolmente i mezzi di cui già disponeva e di entrare in misura maggiore di prima nel vivo della nostra economia. La personalità giuridica e la facoltà di possedere ogni specie di beni accordata a tutte le associazioni, ordini, congregazioni sulla base del solo diritto canonico, con l'obbligo dello Stato di riconoscerli, ha ricostituito, nel volgere di pochi anni, una immensa 'mano morta'. L'enorme accumulo di mezzi impiegati in Italia e all'estero e la creazione di una fittissima rete di enti e di organizzazioni, a un tempo religiosi, morali ed economici, che penetrano e corrodono la vita del Paese, consentono al Vaticano di manovrare la politica italiana, in senso spesso contrario ai suoi stessi interessi e alle esigenze di sviluppo culturale e civile".



Le conseguenze economiche dei Patti lateranensi.

A riconoscimento ufficiale del fatto che, oramai, numerosi finanzieri legati al Vaticano da anni partecipavano ai centri economici dirigenti dell'economia italiana, il conte Paolo Blumensthil, uno dei più conosciuti fiduciari della corte pontificia, fu chiamato a far parte del consiglio di amministrazione della Banca d'Italia.

Poco propensi all'investimento industriale diretto (lo sfruttamento dei lavoratori poco si addice alla morale cattolica) e dato che le leggi impedivano alle banche il credito a lungo termine, i finanzieri vaticani investirono i loro liquidi nella speculazione immobiliare e, per la prima volta in modo massiccio, entrarono nelle grandi finanziarie che, proprio in quel periodo, i grandi gruppi industriali stavano costituendo. Nel giro di pochi anni, dirigenti del Banco di Roma e del Santo spirito entrarono nelle finanziarie della Fiat, Pirelli, Italcementi, Edison, nell'Istituto di credito fondiario e nel Credito fondiario sardo, assieme a finanzieri liguri e lombardi.

L'ingegner Bernardino Nogara, nominato dal Papa amministratore speciale della Santa sede, entrò nel consiglio di amministrazione della più grande finanziaria industriale d'Italia, la Comofim, voluta dalla Comit (rivelatasi in seguito una colossale truffa ai danni dei risparmiatori) nella quale sedevano il presidente della Comit Toeplitz, il barone Avezzana, il senatore Crespi, il senatore Bocciardo, presidente dei siderurgici liguri.

Il Vaticano non si limitò a partecipare, ma dette vita ad iniziative proprie, come la Società romana di finanziamento e l'Istituto centrale di credito. Il 1 agosto 1929, insieme ad Agnelli, Pesenti, Feltrinelli, Benni, il Banco di Roma fondò la finanziaria per le imprese italiane all'estero. Il 4 giugno 1929 il senatore Cavazzoni, il senatore fascista Bevione, il conte Franco Ratti, nipote del Papa, il fascista Giovanni Marinelli, assassino di Matteotti, diedero vita alla società di assicurazione Praevidentia. Per quanto riguarda le società industriali, a partire dal 1929, gli uomini del Vaticano entrarono nei consigli della Breda, Dalmine, Reggiane, Ferrorotaie, Società elettriche Italia centrale, Società agricola lombarda di Milano. Nelle Marche, Francesco Pacelli divenne vicepresidente dell'Italgas, la quale forniva gas a quaranta grandi centri italiani, e fondò la prima società per la produzione di gas liquido.

La grande crisi degli anni Trenta è però alle porte anche in Italia. Le tre banche cattoliche, Banco di Roma, Banco di santo spirito e Credito sardo e le due laiche, Comit e Credito italiano, si trovarono coinvolte in un gigantesco crack, con titoli azzerati, crediti inesigibili, e non solvibili nei confronti dei depositari. Ancora una volta, l'intervento del regime fascista a favore delle banche vaticane fu particolarmente generoso. I titoli mobiliari da esse posseduti furono trasferiti al nascente Istituto per la ricostruzione industriale (Iri), benché aventi valore nullo, con un prezzo addirittura superiore a quello di mercato, come afferma una relazione dell'Istituto: "Il valore che venne così accreditato alle banche era superiore, evidentemente, al valore attribuibile alle partite trasferite all'Iri; la differenza tra il valore riconosciuto e il valore delle posizioni trasferite costituì la perdita dell'operazione di risanamento addossata all'Istituto".

Per la seconda volta dal 1923, ai lavoratori italiani venne addossata la perdita delle speculazioni vaticane, nel 1934 il carico attribuito all'Iri per questa operazione fu di 6 miliardi di lire, pari ad oltre 600 attuali. In cambio, la Chiesa rafforzò il proprio sostegno al regime di Mussolini. Anche negli anni precedenti la seconda guerra mondiale, la finanza cattolica andò espandendosi velocemente; nel 1939 il conte Franco Ratti, nipote del Papa, entrò nella Banca nazionale dell'agricoltura e nell'Istituto italiano di credito fondiario; e, verso la fine del 1939, il conte fiduciario del Vaticano entrò nel monopolio nelle fibre, la Snia, del quale divenne vicepresidente un decennio dopo.

I buoni rapporti tra fascismo e Vaticano si manifestarono anche sul piano delle partecipazioni congiunte nella gestione di imprese industriali e finanziarie. Il più evidente fu quello delle partecipazioni del conte Adolasso, con il fascista conte Marinotti, al vertice della Snia viscosa. Nell'Istituto di credito fondiario due fiduciari del Papa, Cremonesi e Rosmini, operarono al fianco del senatore fascista Bevione. Nel Banco di Roma, dopo il salvataggio del 1934, entrò a dirigere la società di gestione delle rapine coloniali in Etiopia, assieme al cattolico principe Borghese, il fascista Antonio Marescalchi. In due società di assicurazione a Milano, l'Anonima vita e l'Istituto italiano di previdenza, si trovarono a fianco il quadrumviro Emilio De Bono e il conte Franco Ratti, nipote di Pio XI.

Come in occasione della prima guerra mondiale, i finanzieri cattolici e il Vaticano si trovarono strettamente affiancati ai guerrafondai per trascinare l'Italia nel secondo conflitto mondiale. Questa volta, a fianco della Germania di Hitler. Alla vigilia della seconda guerra, alla presidenza di industrie belliche (come, ad esempio, le officine meccaniche Reggiane, Compagnia navale aeronautica, gruppo Caproni) vi era l'onnipresente nipote del Papa, Franco Ratti, presidente al tempo stesso del Banco ambrosiano.

tratto da
Luigi Cipriani, La finanza vaticana in Italia. Dagli espropri del 1866 ai Patti lateranensi
Settembre Settembre 30/04/2015 ore 15.42.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

il tempo è galatuomo.....

credo che con tutti gli immigrati di religione mussulmana.....

quando saranno la maggioranza.....

ci sarà chi rimpiangerà il cristianesimo.....

e pure la cattiva chiesa vaticana io credo che gli errori

derivino dall'errore degli esseri umani....

come ha scritto palmerino ... tutto ritorna....

i primi a "voler" conquistare l'europa furono proprio i mori... o ottomani...

e non dimenticate per chi non lo sapesse la schifosa "tratta delle bianche".

in quanto ai giovani moderatori..ricordatevi che sono in chatta da quando era...neonata!
Enantiomere.86 Enantiomere.86 30/04/2015 ore 20.13.54
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Settembre scrive:
i primi a "voler" conquistare l'europa furono proprio i mori... o ottomani...


Ovviamente, per comodo dimentichi di come i cristiani hanno imposto la loro religione in Norvegia: con le spade e con il sangue. A volte guardare in casa propria non farebbe male: dicesi autocritica; e questo per evitare di dire stupidaggini.
Settembre Settembre 30/04/2015 ore 21.33.23 Ultimi messaggi
Enantiomere.86 Enantiomere.86 30/04/2015 ore 21.57.57
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Settembre scrive:
furono i cristiani inglesi....in norvegia


E quindi? :haha Tu stai dando contro agli islamici (ma anche loro possono dire che ci sono islamici e islamici, che sciocco modo di arrampicarsi sugli specchi) per ciò che hanno fatto anche i cristiani: pessima argomentazione. E non vado a ripescare le crociate del nord (o baltiche) perché altrimenti spariamo sulla croce rossa, visto che c'è stato lo zampino di Innocenzo III :haha. Ah già... loro sono esseri umani che fanno errori. In effetti, dimenticavo che gli islamici fossero appartenenti a una specie diversa, magari aliena.
i4lui i4lui 01/05/2015 ore 10.21.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

La chiesa cattolica, non si e' mai sporcata di sangue sgozzando come fanno gli islamici; i cattolici, consumavano un bel mucchio di legna per eliminare gli infedeli, pero' , niente sangue!!!!!!!
Settembre Settembre 01/05/2015 ore 13.38.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Enantiomere.86 :

non a tutti gli islamici....

i Sufi per esempio sono islamici mussulmani...

e vengono perseguitati dai loro stessi fratelli che si dicono mussilmani....

un pò do teologia non ti fasbbe male....

aggiungila al tuo bagaglio culturale...
18693909
@Enantiomere.86 : non a tutti gli islamici.... i Sufi per esempio sono islamici mussulmani... e vengono perseguitati dai loro...
Risposta
01/05/2015 13.38.36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Enantiomere.86 Enantiomere.86 01/05/2015 ore 13.51.52
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Settembre scrive:
un pò do teologia non ti fasbbe male....


Alla teologia, preferisco il cervello :ok. Mi basta solo sapere che, tra islamici e cristiani, la base è sempre data dall'intolleranza e dalla violenza :ok. Poveri ingenui coloro che credono che paPpa bergoglio sia davvero pacifico :haha.
violinostadamores violinostadamores 01/05/2015 ore 14.14.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@recominciodasette scrive:
ma ke stai addì,,,
me pari ciucco, me pari,,


nn è giusto scherzare su certi argomenti :nonono
Settembre Settembre 01/05/2015 ore 14.15.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Enantiomere.86 :

ti contraddici...anche la scienza che studi...

non è infusa....hai dovuto usare il cervello x apprenderla...

e mi fermo qui..... :-)
i4lui i4lui 02/05/2015 ore 09.47.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Non farebbe male un po' piu' di ateismo, cosi, la gente sarebbe in grado di giudicare equamente tutto il prossimo!
BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 05/05/2015 ore 23.11.59
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Guerriera.Batterista scrive:
Ed hanno anche il coraggio di mettere nelle chiese le cassettine per raccogliere monete!

Beh dipende adi casi :ok
Ho conosciuto parroci che con quei soldini dei vecchietti mantenevano una diocesi ed altri parroci che facevano sermoni alle famiglie per raccogliere assegni (a partire da 1000 euro a famiglia) allo scopo (secondo lui) di costruire una cattedrale in un centro di 280 anime :ammucchiata (non faccio nomi ne luoghi)
Riguardo a quello che ha fatto (e continua a fare) la chiesa cattolica e quello che fanno gli integralisti islamici una certa logica c'è e sta nel fatto che quando la religione diventa dogma la chiesa si autoinveste del potere temporale in nome del suo dio (che sia IHVH, Allah, Brahma o chiunque altro) imponendo con la forza e il terrore dogmi, sinodi e dottrine.
Del resto le guerre e le sopraffazioni sono state quasi sempre giustificate in nome della giustizia e della verità (anche quelle di conquista).
E' così che An (il Dio dei sumeri) è diventato "satana", che i cattolici (e tutti gli altri) sono diventati "infedeli", anche se musulmani e cattolici credono nello stesso dio (l'etimologia di "allah" è una variante araba della parola ebraica "eloah" che è uno dei nomi del dio biblico IHVH).
Naturalmente chi rompe è devasta dice di essere nel giusto, chi viene rotto e devastato dice che chi lo fa sta nel torto.
Tutto questo non avviene a causa della religione, ma per come questa religione viene diffusa ed insegnata.
La conseguenza è che chi viene attaccato deve difendersi da chi attacca (e questa non è religione ma istinto di conservazione) e dichiarare "pensiamo a cio che abbiamo fatto noi" è solo uno sterile buonismo.
Quando abbiamo attaccato noi l'islam 1000 anni or sono siamo stati massacrati ed invasi a nostra volta, se l'ISIS attacca deve essere fermato (e col buonismo e le chiacchiere non si ferma nessuno)
La violenza chiama violenza.
A porgere l'altra guancia si finisce sulla croce.
Chi vuole finire crocefisso (o lapidato)???
ps.
La religione è amore e omprensione.
I sinodi e le dottrine non la rappresentano.
Nessun dio che io sappia ha direttamente investito le chiese ed i loro capi (a qualsiasi religione esse appartengano)a rappresentarlo.
BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 05/05/2015 ore 23.24.29
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@eclex69 scrive:
la chiesa cattolica non ha mai bruciato libri

:mmm
No, ma spesso ha bruciato gli autori :hoho

Molti templi pagani sono stati usati dalla chiesa cattolica per la costruzione delle sue chiese (le antiche chiese cattoliche avevano l'altare che guardava ad Est come gli altari pagani) ma distruggendo affreschi e bassorilievi (come nel caso del Pantheon) e le statue degli Dei pagani.

ps.
Io sono pagano e non voglio denigrare la chiesa, del resto anche quelle delle altre religioni hanno fatto lo stesso in tempi andati.
Gli ebrei distrussero le statue ed i templi di An e di Moloch eppure le scoperte archeologiche hanno permesso i ritrovamenti delle loro copie.
Le staue crisoelefantine di Fidia (che erano considerate tra le 7 meraviglie del mondo antico) sono state distrutte dai bizantini quando Teodosio elesse la religione cristiana a religione di Stato. Quelle che sono arrivate a noi sono solo copie.
eclex69 eclex69 06/05/2015 ore 09.42.40
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@BrancaIeone.2000 scrive:
No, ma spesso ha bruciato gli autori

Anche tu farai la fine di Giordano Bruno. Non ti azzardare a pubblicare qualcosa o informo chi di dovere.:many :many :many :many
BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 06/05/2015 ore 13.25.25
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@eclex69 :
:hoho :hoho :hoho
BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 06/05/2015 ore 19.54.17
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@eclex69 scrive:
Non ti azzardare a pubblicare qualcosa

Se ti riferisci al parroco che chiedeva 1000 euro a famiglia per costruire sta cattedrale a S. Bruno e poi voleva mettere pure una bacheca coi nomi delle famiglie che avevano versato in sacrestia (comunque i parrocchiani gia erano stati tartassati qualche anno prima per comprare a spese loro una statua del santo alla modica cifra di 11.000 euro), non c'è bisogno di fare nomi per sputtanarlo :hihi
Ci pensarono i parrocchiani stessi facendolo pedinare da un agente privato e scoprendo che intratteneva una relazione con una parrocchiana di un altra diocesi, lo segnalarono al vescovo e morale della favola il "Mario Monti" in chiereca e sottana fu allontanato e spedito in altri lidi :clava
Succede anche questo nelle comunità cattoliche :hoho :hoho :hoho
lu.34 lu.34 06/05/2015 ore 20.04.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@BrancaIeone.2000 :

si da fastidio, ma non piu di tanto, e solo l'ipocrisia che mi rode, che facciano come in america che si sposino cosi han finito di rompere le balle tra inciuci suore e bambini...

ci vuole poco per risolvere questo problema... li fai sposare e poi sono azzi loro se fan le corna alla moglie, il che avrebbe un suo fascino particolare; invece così sono i maiali numero 1 al mondo.

Si sposano hanno una moglie e se gli fa i corni oltre che perdere la casa perdono il lavoro di botto. facile veloce e sicuro.


Il punto del discorso e un altro.. io non riesco a entrare in una chiesa dove prima si pregava un altro dio. So che molti dicono: ma che ti fega a te! Se dobbiamo seguire una morale e giusto seguirla. Io pregare un Dio in casa di altri non ci vado preferisco se lo devo pregare farlo a casa mia.

Poi il discorso; bhe ma per fortuna che la chiesa ha preso questi momunenti ...così li conserva... é un discorso che non regge, i monumenti li si conserva con i turisti ce un sacco di persone che han studiato per tutelare e conservare i monumenti e non trovano lavoro.
palmerino1965 palmerino1965 07/05/2015 ore 09.25.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

premesso che non credo in una religione in particolare io prego a modo mio, non importa quando e dove.
a volte entro anche in una chiesa quando voglio trovare un pochino di silenzio e raccoglimento, senza preoccuparmi se io non ho fede in Gesù come unico figlio di Dio, ma in Gesù come uno dei tantissimi figli di Dio.
me e voi tutti siamo figli di Dio.

quale sia Dio non è poi così importante saperlo: la nostra testa è così "limitata" che non riuscerebbe comunque a comprenderlo con la logica.
sarebbe ridicolo se ci riuscisse.

per me è più importante sentirsi "divini" come trovare la divinità in ogni nostro attimo che viviamo, in ogni essere vivente che incontriamo, in un tramonto come sotto la pioggia...
sperimentare il nostro lato spirituale.
questo lo posso fare.



non mi creo fastidi se una chiesa fosse stata rimaneggiata da diverse religioni.
non mi creo fastidi se vivessi con persone che hanno altre fedi.
non li creo perché già vengono per conto loro... i fastidi. :sbong
perchè allora crearli? :-))
quindi entro tranquillamente in chiesa, prego a modo mio, se mi girasse (rarissimo) seguo anche la messa e magari vado anche a prendere l'ostia consacrata.
come mi sento in quel momento spiritualmente, vivo.

18700883
premesso che non credo in una religione in particolare io prego a modo mio, non importa quando e dove. a volte entro anche in una...
Risposta
07/05/2015 9.25.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
palmerino1965 palmerino1965 07/05/2015 ore 09.50.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

aggiungo che se vivessi per alcuni mesi in Tunisia (è solo un esempio) sicuramente imparerei i vari momenti di raccoglimento durante le preghiere dei musulmani nelle loro moschee.

probabilmente un giorno mi toglierò le scarpe e andrò a pregare con loro.
non mi importa sapere cosa dicono durante la funzione e chi pregano: io pregherò la mia spiritualità che è la loro spiritualità.
siamo tutti divini: parto da qui.

se la moschea fosse stata prima un tempio romano pagano meglio ancora. :mmm
io sono convinto che ogni edificio adibito alla spiritualità conservi una memoria positiva.
è come se fosse impregnato di vibrazioni benefiche che risuonano nel loro interno create proprio da secoli di preghiere :-)
nell'esempio di prima, quella moschea conserva secoli di preghiere anche pagane effettuate ai tempi dei Romani.
è che male possono farmi visto che tutti gli uomini pregavano e pregano per avvicinarsi al loro lato spirituale?
perché non approfittare di questa energia così vivificante?
infatti ne approfitto.

BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 07/05/2015 ore 19.26.44
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@palmerino1965 scrive:
quella moschea conserva secoli di preghiere anche pagane effettuate ai tempi dei Romani.

Non so se l'hai mai fatto (o pensato di farlo) devi provare a "pregare" a Stonange o nella piana di Giza (rivolto dalla parte dove guarda la grande sfinge).
Sentirai le "energie" presenti in quei luoghi. (altro che Madjougore) :ok
ps.
Comunque per quanto mi riguarda io non "prego" :nonono le mie si chiamano "invocazioni" e seguono una cronologia di frasi (comune a tutte le religioni che usano la magia e presente anche nelle preghiere cattoliche, solo che a differenza delle preghiere non ci sono frasi di umiltà e/o pentimento).
La tendenza ad umiliarsi, inginocchiarsi, temere etc. è un retaggio delle religioni monoteiste.
Ma non credo che il mio modo di rivolgermi agli Dei faccia testo :mmm Io sono pagano :-)
lu.34 lu.34 08/05/2015 ore 02.15.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@BrancaIeone.2000 :

vero, però ecco ogni religione ha i suoi riti e credo, e secondome me é una cosa positiva, il fine ultimo di ogni religione é un fine bene o male nobile.

il mio fastidio sta solo nel pregare un dio in cada di un altro dio. non so se ci capiamo... e come se da domani i mussulmani pregano hallà se si scrive cosi, dentro un chiesa cattolica. insomma non si può.

Evero si può pregare anche in bagno volendo e non cambia nulla, pero ecco pregare un dio dove prima se ne pregava un altro bhe a me urta un po tutto qua... il fatto di soprapporre la propiria religione su un altra per eliminarla bhe credo che sia una barbaria. Tanto piu quando sfregi dei momumenti di tale calibro... quanta gente e morta per ereggere quelle colonne quelle travi di marmo ecc, un minimo di rispetto.
jhonn.1947 jhonn.1947 08/05/2015 ore 12.38.24 Ultimi messaggi
palmerino1965 palmerino1965 08/05/2015 ore 13.07.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

devi provare a "pregare" a Stonange o nella piana di Giza (rivolto dalla parte dove guarda la grande sfinge).
Sentirai le "energie" presenti in quei luoghi. (altro che Madjougore)




sicuramente gli antichi sapevano dove costruire: i vari edifici importanti non erano nati in quei luoghi... per caso.
grazie per i suggereimenti: in Egitto ci voglio tornare visto che sono andato lì solo per il suo mare molto colorato...
sempre che la rivoluzione che lì sta covando non faccia troppi danni. :-(

@BrancaIeone.2000 scrive:
solo che a differenza delle preghiere non ci sono frasi di umiltà e/o pentimento)


io non sono molto preparato esotericamente e alla fine poco importa: sono dove sono adesso.
pronto ad impare dagli altri e ti ringrazio sempre con il cuore per i suggerimenti che doni.

attualmente seguo l'Ho'oponopono e tra le varie parole che si usano nel mantra vi è il pentimento.
quando dico "Mi dispiace" sto parlando al mio inconscio (bambino interiore) e gli spiegno che ho compreso il suo dolore (è il mio) e sono pronto ad aiutarlo.

quindi il pentimento non viene visto come una mortificazione.
mai: siamo tutti perfetti così come siamo e non esiste la "colpa" come ci viene insegnato non solo dalla Chiesa, ma ogni giorno dai mass media che ci inondano di notizie violente proprio per "additare" il carnefice di turno.
carnefice che è il nostro prossimo: ci dimentichiamo presto le parole: "Chi è senza peccato... " dette da una persona sicuramente più saggia di me. :-)

presa consapevolezza di questa mia memoria dolorosa ecco che posso attivare un'altra forza molto potente: il perdono.
anche qui: non vederla negativamente o una debolezza come ci hanno insegnato.
dicendo "Ti prego perdonami" sto dicendo al mio bambino interiore che ho preso consapevolezza di questa memoria dolorosa e me ne faccio carico io consolandolo, dandoli fiducia, rassicurazione, approvazione e che questo aspetto possiamo lasciarlo andare via insieme senza combatterlo.

attivando il pentimento e il perdono ripulisco questo programma doloroso che ogni volta "scatta" quando rivivo un'esperienza che incosciamente mi ha fatto soffrire nel passato.

poi attivo le altre due grandi energia: la gratitudine e l'amore.
dico semplicemente "Grazie" perché so che automaticamente mi sono liberato di questa sofferenza e che questa era lì per me, per la mia crescita.
e quindi "Ti amo" perché donando amore al mio bambino interiore posso imparare ad amare tutte le esperienze che la vita mi regala senza giudicarle.
del resto un bambino non è spontaneamente aperto alla curiosità, ad apprendere la vita come una magica e meravigliosa avventura?

penso di sì.
un bambino nei primi anni della sua vita non direbbe mai "Che brutta cosa le religioni" perché non giudica le i vari aspetti come belli e brutti.
fa esperienza e li valuta felicemente o meno felicemente.
senza appesantirsi di inutili giudizi.
sto imparando anch'io a vivere così.

io rassicuro il mio bambino e lui mi insegna a meglio vivere: siamo una squadra vincente. :-))

forse incomincio a comprendere le parole sempre di quel saggio che diceva: "In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli".
secondo me ne sapeva una più del diavolo... :sbong
:-))
palmerino1965 palmerino1965 08/05/2015 ore 13.49.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@lu.34 scrive:
il mio fastidio sta solo nel pregare un dio in cada di un altro dio. non so se ci capiamo... e come se da domani i mussulmani pregano hallà se si scrive cosi, dentro un chiesa cattolica. insomma non si può.

E' vero si può pregare anche in bagno volendo e non cambia nulla, pero ecco pregare un dio dove prima se ne pregava un altro bhe a me urta un po tutto qua...



è una tua scelta provare rabbia, provare fastidio, provare insofferenza.
una scelta che ti hanno programmato a pensare così.
come lo sono le mie scelte: anch'io sono programmato per rispondere alla vita secondo quanto mi hanno insegnato i miei genitori, l'ambiente, la società...

siamo dei computer ambulanti che però come software usano le emozioni: ecco del perché troviamo complicato deprogrammarci.

se io entrassi in una grande chiesa cristiana che prima era una moschea (ci sono anche di questi esempi) con un bambino di 2-3 anni mano nella mano e gli dicessi con disgusto: "Guarda, qui prima si predicava un'altra religione e gli uomini in seguito l'hanno trasformata per il culto attuale!"... cosa riceverebbe il bambino come emozione?
rabbia.
odio.
paura
giudizio.
separazione con le altre persone.

il bambino invece quando entra nella grande chiesa cosa farebbe, se io non dicessi nulla? :mmm
sgranerebbe gli occhi, aprirebbe la bocca stupito per le tante emozioni e sensazioni che riceverebbe con tutti i 5 sensi e probabilmente anche con una maggiore spiritualità visto che ancora non è completamente programmato a vivere come altri gli imporranno pensare, dire e fare... entro i prossimi anni della sua vita.
è ancora "vergine".
un bambino se ne fregherebbe del comprendere il termine "religione": lui vive la religiosità in ogni luogo ricco di energia.

quindi io scelgo di entrare in chiesa e... essere pronto a sgranare gli occhi. :-)
l'unica differenza con il piccolo bambino è che io sarà armato :sbong con una piccola... fotocamera. :-)))
solo il mio pensiero, mi raccomando.

lu.34 lu.34 08/05/2015 ore 19.34.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

no, ti sbagli, il bambino direbbe semplicemente Perche?

forse incomincio a comprendere le parole sempre di quel saggio che diceva: "In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli".

i bambini sono come delle pagine bianche di un libro da scrive, l'unica cosa che esce dalal bocca di un bambino in una chiesa dopo il wow e il terrore di quelle immagini di morte e tristezza direbbe semplicemente:

Perche? perche questo ... perche quello? ... i bambini quando non sono adomesticati conoscono solo una parola:

perché?

quando un bambino dice perché é segno che sta usando la sua intelligenza e, la persona che lo accompagna dovrebbe dare, nel caso di " un pereche riguardante la religione", una risposta torica, prova di influenze teologiche, priva di interessi, e lasciare quel bimbo il piacere di scoprire, farsi un opinione, ed esprimere il suo pensiero senza essere influenzato.


è una tua scelta provare rabbia, provare fastidio, provare insofferenza.
una scelta che ti hanno programmato a pensare così.


a me nessuno ha mai indotrinato, nessuno mi aha mai convertito o istigato, l'inca cosa che stimo di mio padre e proprio questo, l'avermi lasciato libero, libero di studiare libero di pensare con la mia testa, libero di non essere indotrinato e lasciare a me il libero arbitrio di cosa fare nel momento in cui avro l'età per avere le informazioni necessarie per fare la mia scelta.

Quindi palmerino1965 non ti permettere di dirmi che sono progerammato per pensarla così, non é vero e non hai il diritto di dirlo.

Quel bambino quando gli dirai prima qui si adorava una dea diana, oggi di onora un altro Dio, quel bambino 9 su 10, se ha un minimo di curiosità chiederà.. perche una volta si pregava Diana e oggi si prega un Dio x? E' qui che la risposta manca, e qui che la fede in una religione si fa sentire, la verità non può essere detta altrimenti quel bambino portrebbe farsi un idea, diciamo sconveniente.

Per questo io TI DICO CHE BRUTTE LE RELIGIONI, la religione come i più ferosi conquistatori devono, per sopravvivere, soggiogare le altre religioni e imporsi sul territorio facendo leva spesso verso gli indifesi, i malati, e i bambini.

racconta a quel bambino la verità, giorno dopo giorno da 6000 anni a oggi, vedrai che sentimenti sprigione quell'essere "vergine".

Vagli a raccontare cosa hanno fatto i Spagnoli sotto la bandiera cattolica ai maya, vai a raccontare a quel bambino cosa hanno fatto i cattolici qui in italia, vai a raccontare cosa hanno fatto i cattolici nel mondo antico.

Poi, solo poi hai il potere e il diritto etico di portarli dentro un templio e raccontargli di questa religione.

io non credo che un bambino solo accompagnato da un estraneo entri per la prima volt ain una chiesa e provi gioia e amore, io chredo che provi tristezza e chissa quante domande avra da porre.

Ricordiamoci che piu importante della domanda é la risposta, e in questo caso otterrà solo risporte di parte, oviamente, mai nessuno si sognerà di dare una risposta storica prendendo in considerazione sia i vinti e vincitori. Spesso si fa le lodi solo dei vincitori.

Quanti bambini sono stati portati in chiesa e gli viene spiegato che come é morto gesu ne erano morti a 1.000.000 elevato alla x. tutti i profeti facevano quella fine, questo a quel bambino non lo raccontate.
La storia la si deve raccontare per intero non solo le mezze verita o megli 1/6000 di verità.
Gli inculcate il timore di Dio, bome fanno i dittatori con il mitra, tramite il timore di dio tutte le religioni del mondo ottengono la fede. Fai il buono se no Dio l'onnipotente quello che ha crreato il mondo si arrabbia con te! puoi comunque, anche se fai il cattivo, redimerti.
Non gli racconti a quel bambino che i boss mafiosi sono tutti feledi e molto praticanti? incementano la persone le annegano con i mattoni nei mari sciolgono i nemici dentro nell'acido e poi vanno a confessarsi cosi gli vengono perdonati i peccati.
Può essere che a quel bambino gli si illumini una lampadina nel cervello "vergine"

Cmq. questo non é l'argomento.

il puntro é perché devo pregare un dio in casa di un altro Dio? forse er ameglio che devastavate tutto cosi nessuno si poneva questa domanda. invece no... perche? perche devo adorare un dio in casa di un altro dio?...

Cosi?... perche oggi si fa cosi?... perche a nessuno gli frega e alr afregatene anche tu?... cosi? perche non c'erano soldi e allora il modo piu facile per isediare il credo era quelo di occupare un templio di un altro dio di religione diversa? ... ora avete i soldi ... restituite i templi restituite le statue restituite l'oro i marmi alla storia... e avrete il perdono, la misericordia, la fede.

Non lo fate? pazienza; non succede nulla, se non che il vostro predicare non vale nulla, o per lo meno e ugale alle altre religioni; anzi peggio delle altre non avete neanche un vostro templio per pregare avete occupare il templio di altri.

Credo che di queto dovrete rispondere al Vostro Dio, che non credo professi l'occupazione e la distruzione e l'anientamento di chi la pensa in modo diverso da Voi.

Io sono quel bambino e quando sono entrato dentro a una chiesa mi sono chiesto perché....? In fondo anche Gesu quando andò nel tempio spesso e volentieri con la sua genuina "vergine" curiosità... chissa quanti perché ha fatto a quei monaci impegnati come voi a raccogliere oro e € proprietà e lasciti nell'immensa maestosità del loro templio vero e autentico eretto per il loro Dio.

I perche di quel bambino hanno cambiato il mondo. Voi avete solo fatto business, come quei monaci che Gesu disprezzava.

Ricordi si disse Date a Cesare quello che e di Cesare e a Dio quel che e di Dio. Voi siete in dobito con Cesare!


BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 08/05/2015 ore 20.31.37
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@lu.34 scrive:
pregare un dio in cada di un altro dio

Ti spiego subito come avveniva l'alchimia all'epoca in cui la chiesa cattolica usava templi pagani per erigere le sue chiese.
Le religioni (indistintamente tutte) sono basate su principi magico/esoterici.
Nell'antico Egitto (prima che Mosè incontrasse il roveto ardente che disse di chiamarsi IHVH) il faraone Amenophis IV decise di consacrarsi al dio Athon (rappresentato dal disco solare) e di dichiararlo unico Dio, abolendo così tutte le altre divinità egizie e imponendo il culto di Athon come unica religione di stato (lui stesso in quanto faraone e primo sacerdote, cambiò il suo nome da "Amenophis" ad "Akenathon")
Il Sole (come tutti sanno) sorge ad Est quindi Athon nasceva ad Est e verso Est venivano rivolti tutti gli altari.
Il culto di Athon è stata la prima forma di religione monoteista nella storia dell'uomo.
I templi pagani, rispettando le energie naturali e dei canoni numerologici nella loro costruzione , fecero in modo che gli stessi cristiani (il cattolicesino non era ancora stato instaurato) una volta diventato il cristianesimo religione di stato, dopo aver scacciato e sconsacrato il paganesimo e messo come fuorilegge qualsiasi cosa fosse legata ad esso (come le antiche olimpiadi), usò questi luoghi costruiti con criteri esoterici per erigere le proprie chiese ed i propri templi.
La tradizione che Dio possa pregarsi ovunque viene da un errata interpretazione di un passo del vangelo: "....dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro". (matteo 18, 20), ma Dio veniva invocato rivolgendosi ad Est.
I musulmani usano ancora pregare Dio (Allah) rivolgendosi verso la Mecca (per loro rivolgersi ad altra parte è considerato blasfemo).
C'è inoltre da aggiungere che lo stesso Eloah (Dio) ammonì di non cintare da mura i suoi luoghi di culto (la prima costruzione muraria di un tempio dedicato a Eloah fu ordinata dal re semitico Davide, e scatenò un bel po di casini tra gli ebrei integralisti di quell'epoca), a fronte di ciò, le chiese non dovrebbero essere considerate la "casa di Dio" ma delle semplici costruzioni murarie in cui vengono celebrati i riti.
A quale Dio vengano dedicati poco importa, è la posizione la numerologia ed il simbolismo che li rendono vettori di energia mistica.

:ok

lu.34 lu.34 08/05/2015 ore 21.44.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@BrancaIeone.2000 scrive:
A quale Dio vengano dedicati poco importa


Bhe, a me importa, fa parte della nostra storia é una parte di noi che qualcuno, con una cultura del medio oriente ci ha sotratto e tentato di cancellare.

Chi sono loro per cancellare le nostre origini! Per me la libertà di culto va bene fino a quando non va a sotrattre la storia e le origini di un popolo; qualunque sia la religione.

Devono aprire i musei, tutti devono promuovere la "nostra cultura, la nostra storia", devono scavare e portare alal luce i reperti sepolti e abbandonati. Sono più interessati della nostra storia gli stranieri che noi, pazesco. Si fa di tutto per far si che l'italiano medio sia un stolto ignorante privo di storia e valori. Non abbiamo una storia da raccontare a nessuno gliene frega niente di niente.

Cosa vuoi che dicano a quel bimbo... nessuno sa, nessuno se ne interessa. Basta che ci sia il calcio.


BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 08/05/2015 ore 23.26.23
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@lu.34 :
Beh, riguardo al fatto che si venga in italia per contestare le nostre tradizioni e la nostra cultura è un altro discorso.
Il fatto che nell'antichità ogni popolo conquistatore abbia tolto l'identità religiosa al popolo conquistato è un dato di fatto in questa maniera è nato "Satana" (avversario, nemico)e gli è stata data l'immagine che conosciamo (corna ali e tutto il resto) che in principio era An (sumerico), Moloc (sunamita) ed in tempi più recenti Pan (greco). Tutti e 3 erano gli Dei della prosperità, del Sole e della natura.
Ma che oggi si venga da ospiti in un paese, per poi contestarne la tradizione (io sono pagano ma difendo a spada tratta il crocefisso nei luoghi pubblici perchè anche se legato ad un immagine religiosa che non è la mia, rappresenta comunque la mia identità culturale), che si venga a contestare il bambino nel presepe che poi è un diorama di origini pagane (e qualche zoc.. :censu di insegnante lo toglie per mettere cappuccetto rosso al suo posto) o si toglie la parola "Gesù" da una canzoncina per bambini sostituendola con la parola "Virtù" ed una minoranza di sfigati buonisti (non dico da che parte e correnti politiche senno apriamo un altro dibattito ed usciamo fuori topic) gli da pure ragione sostenendo che l'Italia è un paese laico, Me le fa girare come le eliche del Titanic :inkazz
Che poi 2000 beduini (leggi "musulmani") si raggruppino a Milano e si mettano scalzi dando le spalle al Duomo per pregare il loro Dio (e gli italiani li lasciano fare), mi chiedo per quale motivo, dato che non la intendano come una provocazione, non facciano i cattolici una processione e si mettano a recitare il rosario davanti alle moschee che NOI per il nostro solito buonismo gli abbiamo costruito.
Il discorso ISIS non dev'essere guardato dal punto di vista religioso, ma come un attacco al genere umano e basta. E se la violenza chiama violenza che i brandelli dei terroristi suicidi vengano seppelliti in una pelle di maiale e poi vediamo come reagiscono sti quattro pezzenti scalzi.
Se ne stiano al loro paese e si prendano pure a selciate e si scannino tra di loro.
E' impossibile pensare in termini di globalizzazione e di buonismo con questi fanatici assetati di sangue in giro per il mondo.
ps.
Io non sono della parrocchia "porgi l'altra guancia" :nonono ma di quella "se uno ti schiaffeggia spaccagli la faccia" :dentino
palmerino1965 palmerino1965 09/05/2015 ore 02.52.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@lu.34 scrive:
il puntro é perché devo pregare un dio in casa di un altro Dio? forse er ameglio che devastavate tutto cosi nessuno si poneva questa domanda. invece no... perche? perche devo adorare un dio in casa di un altro dio?...


perché tu puoi comprare una casa e viverci se, qualche secolo prima, anzi pochi anni prima se l'avessi acquistata da poco, ci abitava un'altra famiglia?
io non capisco perché mi debba fissare sul passato in maniera negativa.

un bambino certamente chiede "Perché", ma non gliene fregherebbe nulla di capire cosa è la "Religione" o se prima vi erano altri... occupanti.
lui si godrebbe solo la chiesa e basta.
questo era il senso della mia opinione.

Quindi palmerino1965 non ti permettere di dirmi che sono programmato per pensarla così, non é vero e non hai il diritto di dirlo.


quando ho scritto questa mia opinione (che è opinabile) ho subito scritto dopo che anch'io sono frutto dei tanti condizionamenti avuti sin dall'infanzia.
tu tranquillamente puoi pensarla in maniera diversa però visto che ti da "fastidio" quando qualcuno ti giudica alla fine confermi che sei programmato così... ad emozionarti.
se ti avessero insegnato la vera libertà avresti sorriso a questa mia opinione.
comunque non devo convicerti.

penso che un attentatore che si faccia esplodere in una piazza piena di gente abbia avuto in infanzia poco rassicurante, probabilmente.
tanto da essere condizionato a suicidarsi per una causa uccidendo innocenti.
siamo facilmente programmabili, ovvero manipolabili.
anche a 50 anni.
palmerino1965 palmerino1965 09/05/2015 ore 03.30.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@lu.34 scrive:
Io sono quel bambino e quando sono entrato dentro a una chiesa mi sono chiesto perché....?


io non amo le Religioni.
come ho spiegato non ho attualmente una fede in qualcuna in particolare.
avevo sentito in un video questa frase: Le Religioni sono un principio di autorità; senza vi è libertà.
concordo.
però nello stesso tempo le Religioni esistono e le accetto senza tanti problemi.
questo mi permette di amare l'aspetto esoterico della loro spiritualità.

probabilmente il popolo mondiale attualmente non può fare a meno delle istituzioni spirituali; non è ancora pronto per vivere veramente in libertà.
del resto siamo schiavi anche in questa società che ci costringe ad una crescita infinita del PIL che non sta né i cielo e né in terra.


io l'unica cosa che mi chiedo quando entro in una chiesa è perché debbo sopportare il Cristo messo in evidenza sulla croce? :-(
perché un uomo che è venuto a predicare l'Amore verso il nostro Dio (prima di tutto) e subito dopo verso il nostro prossimo debba essere crocifisso ogni giorno?
cosa c'entra l'Amore con il dolore?
io questo chiederei se fossi un bambino e sinceramente me lo chiedo anche da adulto.

una persona che si è fatta questa domanda è un comico che ha deciso di avere la massima libertà nei suoi spettacoli ed è per questo che non lo vedremo più in televisione visto che ci esorta a pensare fuori dagli schemi cari ai nostri poteri forti:



attenzione: è abbastanza scurrile quindi il contenuto del video è adatto a persone che non si scompono tanto facilmente...
lu.34 lu.34 09/05/2015 ore 14.20.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@palmerino1965 scrive:

io l'unica cosa che mi chiedo quando entro in una chiesa è perché debbo sopportare il Cristo messo in evidenza sulla croce? smile
perché un uomo che è venuto a predicare l'Amore verso il nostro Dio (prima di tutto) e subito dopo verso il nostro prossimo debba essere crocifisso ogni giorno?
cosa c'entra l'Amore con il dolore?
io questo chiederei se fossi un bambino e sinceramente me lo chiedo anche da adulto.


bu, fondamento della religione, il sacrificio, che porta alla compassione e misericordia ecc siamo in debito con Dio perche ha sacrificato suo figlio. Atto di fede. ......... ..... ....
entriamo troppo sul specifico della religione e non é il topic adatto.

bello il video :D

18703573
@palmerino1965 scrive: io l'unica cosa che mi chiedo quando entro in una chiesa è perché debbo sopportare il Cristo messo in...
Risposta
09/05/2015 14.20.45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
francescovic francescovic 09/05/2015 ore 19.01.31
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@Azzurro72 scrive:
A onor del vero il fanatismo religioso islamico si scaglia sulle immagini sacre (statue in particolare) raffiguranti divinità...secondo i dettami del Corano è vietato e peccaminoso raffigurare la figura umana...infatti se notate non esistono immagini nei loro luoghi di culto e non ostentano mai monili sacri a rappresentare Allah o Maometto...le distruzioni a cui assistiamo da alcuni anni prima da parte dei talebani ora da parte dell'Isis vengono poste in atto per eliminare immagini sacre (non per loro) ritenute blasfeme...


è giusto quello che dici, ma non giustifica lo scempio dell'arte sacra perché ritenuta blasfema. e non giustifica neanche lo sterminio di quanti non si conformano alla loro religione.
francescovic francescovic 09/05/2015 ore 19.13.19
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@BrancaIeone.2000 scrive:
Il discorso ISIS non dev'essere guardato dal punto di vista religioso, ma come un attacco al genere umano e basta. E se la violenza chiama violenza che i brandelli dei terroristi suicidi vengano seppelliti in una pelle di maiale e poi vediamo come reagiscono sti quattro pezzenti scalzi.
Se ne stiano al loro paese e si prendano pure a selciate e si scannino tra di loro.
E' impossibile pensare in termini di globalizzazione e di buonismo con questi fanatici assetati di sangue in giro per il mondo.
ps.
Io non sono della parrocchia "porgi l'altra guancia" ma di quella "se uno ti schiaffeggia spaccagli la faccia"


concordo su tutto quanto hai scritto, però mi sembra eccessivo e fuorviante definire l'azione dell'isis un attacco al genere umano. in realtà quella in corso è una guerra di civiltà. che lo si voglia o no, in occidente non esiste più lo stato religioso in quanto detto stato è stato sostituito da quello laico che considera la religione alla stregua di una qualsiasi idea (ovviamente, vivendo in democrazia, tutti hanno il diritto di esprimere sia le proprie idee sia uomini che li rappresentino nello stato), pertanto, le religioni tendono a combattere questa situazione. lo fa anche la chiesa cattolica, e ci riesce anche bene al punto di esprimere uomini politici di spicco nella società italiana.
questo sta a indicare che con la nascita del laicismo nasce anche lo scontro tra civiltà (cosa già avvenuta in passato con lo scontro tra religioni monoteiste e pagane).
lu.34 lu.34 09/05/2015 ore 21.48.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@francescovic scrive:

è giusto quello che dici, ma non giustifica lo scempio dell'arte sacra perché ritenuta blasfema. e non giustifica neanche lo sterminio di quanti non si conformano alla loro religione.


Già ogni momunento ha un suo valore storico, che deve essere conservato; sia esso ebreo, musulmano, cattolico, induista, pagano ecc..

BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 09/05/2015 ore 23.52.55
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@francescovic scrive:
però mi sembra eccessivo e fuorviante definire l'azione dell'isis un attacco al genere umano

Concordo :ok mi sono espresso male. Intendevo dire un attacco al solo scopo di ledere l'essere umano.
Tuttavia dissento sul fatto che gli attacchi fanatici dell'ISIS come di Al Quaeda e di qualsiasi fonte integralista oossano essere definiti "religiosi". Il Corano non inneggia e non istiga la violenza ma se una mente distorta decide di travisare ciò che è stato scritto allora è violenza pura su tutti i fronti.
Non ho letto da nessuna parte nel corano l'obbligo del burga integrale ne del divieto di ascoltare la radio ne tantomeno l'obbligo di una pratica tristemente famosa e diffusa nei paesi africani ad estrazione islamica chiamata "infiulazione" (che gli aibtanti locali la gabellano come pratica religiosa).
Il vangelo va letto tutto e se i musulmani ritengono impuro il maiale a fronte della famosa parabola, perchè ignorano i passi successivi dove Gesù disse: " Non è quel che entra nella bocca che contamina l'uomo; ma quel che esce dalla bocca, ecco quel che contamina l'uomo" (Matteo 10, 17).
La morle è che se sono dei fanatici a gestire le cose, troverebbero spunto anche nel libro "Le barzellette di Totti" per uccidere e fare stragi.
Gli integralisti non sono religiosi, sono pazzi assassini mentalmente deviati!
i4lui i4lui 11/05/2015 ore 10.39.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

Alla religione cristiana,non piaceva bruciare le opere d'arte, si dilettava di piu' a bruciare le persone.
BrancaIeone.2000 BrancaIeone.2000 12/05/2015 ore 07.31.54
segnala

(Nessuno)RE: che brutta cosa le religioni

@eclex69 scrive:

Anche tu farai la fine di Giordano Bruno. Non ti azzardare a pubblicare qualcosa o informo chi di dovere

Ahahahahahahah avresti spaventato a morte il mio ex suocero (cavaliere dell'ordine di Malta con tanto di diaconato, ma massone dei "fedeli d'amore" ed esperto dantista che ha scritto un trattato di 1800 pagine sul percorso esoterico di Dante dove si confutano diverse verità storiche.
Io stesso ho collaborato tecnicamente ad una parte di questo trattato (con l'aiuto di potenti programmi di topografia grafica (ed altre tecniche prese in prestito dai laoratori del RIS) dove evidenzio le prove di falsi storici diffusi dalla chiesa (come la data di morte di Guido Cavalcante) notificata sul famoso "registro dei necrologi" conservato nella chiesa di S. Reparata a Firenze e la foto dell'annuario dell'ultimo giubileo dove era fotografato un dipinto di gregorio XI che scomunicava la città di Firenze anzichè annunciare il giubileo.
Lui si rifiuta di publicare il trattato dopo anni di studii e soldi spesi per timore delle ritorsioni della chiesa (è tutto pappa e ciccia con cardinali e prelati) nonostante tutte le mie incitazioni a pubblicarlo. (ha una paura boia) :hoho
Per fortuna (mia naturalmente) la chiesa non ha più il potere temporale sennò me sa che la fine di Giordano Bruno ce l'avrei fatta per davvero :hihi
Oppure con qualche gioco di parole filosofico me ne sarei tirato fuori come Ruggero Bacone :furo

.....chissà :mmm


;-)

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.