Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 06/01/2018 ore 14.17.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Lo spiritismo e la Bibbia



Nell'AT vi sono specifici versetti che esortano a NON praticare l'arte divinatoria o il contatto con i defunti, cito Is 8-19, Lev 20-27 e 20-6, Deut. 18-10, Gal 5-19, Ap 21 e 22-15. NON difendo lo spiritismo, solo va detto che NON è un'arte divinatoria. Va altresì distinto con la necromanzia, in quanto lo spiritismo è uno studio moderno, risalente alla metà dell'800. Va ricordato (ne fui testimone) che eventuali cenni ad avvenimenti futuri, rivelati durante le sedute medianiche, erano del tutto casuali, direi incidentali...

Avvenimenti futuri che vanno visti come interpretazioni del tutto psichiche (del medium) che conducono completamente fuori della giurisdizione fideistica e pertanto, biblica. Il punto debole di chi afferma che la Bibbia non è permissiva nei confronti delle sperimentazioni medianiche, è che NON può essere NE' permissiva NE' negativa nei confronti di una cosa NON contemplata.

Va ripetuto che lo spiritismo è una disciplina di studio moderna, sia intesa in senso parapsicologico che metafisico e in ambedue le forme NON ha SCOPO DIVINATORIO nel senso stretto della parola.
Kit
8531081
Nell'AT vi sono specifici versetti che esortano a NON praticare l'arte divinatoria o il contatto con i defunti, cito Is 8-19, Lev...
Discussione
06/01/2018 14.17.23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
EtaPeta EtaPeta 16/01/2018 ore 11.52.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lo spiritismo e la Bibbia

Io penso che il problema sia nello “sviluppo filologico”.
Quando nasce una nuova credenza spirituale qualcosa va perso, altro va inglobato e altro viene rigettato come “vecchio e obsoleto” (se non diabolico e cose simili).
Del resto è così un po’ per tutte le cose.
La magia era una cosa normalissima per Assiri, Sumeri e Babilonesi. Il monoteismo è arrivato dopo e con grande successo, spazzando via le vecchie religioni politeiste lì dove si erano affacciate (Italia, Grecia ecc.).
La dissociazione con la magia nel tempo è diventata tangibile, ora è normale presumere che non ci sia niente di essoterico nella magia e che la religione debba essere “da molti a molti” e non “da pochi a pochi”.
In realtà non bisognerebbe dimenticare che anche Gesù, quando cominciò il suo “esercizio”, era seguito da dodici apostoli (e dodici persone sono relativamente poche).
Qualcuno potrebbe anche dire che Gesù ha cominciato come mago ed ha finito come messia.
Ovviamente io prendo le distanze da questa affermazione, così come prendo le distanze dalla magia, ma non perché posso essere accusato di blasfemia o cose simili, ma perché la magia è semplicemente obsoleta (e non diabolica) e Gesù Cristo è un cardine della spiritualità umana (indipendentemente dal fatto che “si è fatto uomo” oppure no).
Infine volevo sottolineare che “la storia sacra è sempre la storia sacra” solo che a volte ciò che è sacro in un’era può non esserlo più in un’altra.
Ciò che “è vecchio” non è “più utile a niente” (o profano) è solo “diversamente sacro” o (addirittura) “riconsacrabile”.
Ma perché ciò sia possibile bisogna superare i pregiudizi e soprattutto la solita “logica lineare “ che fa’ dire alla maggior parte delle persone “DISTRUGGI IL VECCHIO!!!”
Sthula Sthula 16/01/2018 ore 12.01.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lo spiritismo e la Bibbia

@EtaPeta scrive:
Gesù Cristo è un cardine della spiritualità umana (indipendentemente dal fatto che “si è fatto uomo” oppure no).

Sono d'accordo a metà con quanto da te espresso. Se Gesù Cristo fosse stato soltanto un messia umano, senza avere avuto contatti con Dio, ecco che tutto quello che avrebbe detto circa il Padre, sarebbero mezze verità, non verificabili, chiunque potrebbe fare certe affermazioni...
La particolarità è proprio quella di essere stato a contatto diretto con Dio, che lui chiama Padre.
Questa è la sostanza del suo messaggio e tutta la fede. Se lo passiamo come solo uomo, ecco che il castello crolla, e a questo punto, ogni profeta è stato simile a lui. Cioè, Confucio per esempio o Mitra o tanti altri, sarebbe stati esattamente come Gesù. Credere in Gesù non è finalizzante, perché lui ha indirizzato la fede, in direzione del Padre, questa è la particolarità che non ha nessun altro profeta o messia
Sthula Sthula 16/01/2018 ore 12.03.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Lo spiritismo e la Bibbia

@EtaPeta scrive:
Infine volevo sottolineare che “la storia sacra è sempre la storia sacra” solo che a volte ciò che è sacro in un’era può non esserlo più in un’altra.

Con delle eccezioni, se in una certa storia sacra, si sono inventate storia appositamente per esaltare un popolo, e che nulla hanno a che vedere con la storia sacra, qui siamo difronte a invenzione vera e propria e l'invenzione è falsità. Di conseguenza una vera storia sacra non si può basare sulle falsità di un popolo

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.