Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 21/04/2018 ore 14.31.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite



Partendo dal presupposto che la felicità è prerogativa dello spirito, quindi è certo un arrivo ultimo, un'attuale AMBIZIONE dell'uomo, di seguito si può quindi dire l'assoluto di Dio, essendo Dio il fine ultimo, il tutto va ovviamente visto in modo diverso da quello dell'uomo.

La felicità si realizza con l'attuazione di ciò che si desidera. Ma se Dio ha già tutto non può desiderare nulla?

Può essere motivo, ci venne detto, che Dio si pose dei limiti. In termini DEL TUTTO UMANI, va detto che Dio "entrò" in una "dimensione umana", nell'ambito della quale il desiderio poteva trovare una propria logica e la felicità essere il compendio dell'attesa della conquista e soprattutto dell'amore . Per questo Dio creò l'umanità e in ciascun uomo infonde una parte di se stesso (ciò che saltuariamente riproposi come uomo-scintilla di un un'unico fuoco - Dio).

Qui sta il così detto "sacrificio", ovvero quella sua emanazione, quella parte di sè, confusa nei rivoli della materia. Questa "scintilla" dovrà sacrificarsi fino a conquistare la CONSAPEVOLEZZA della propria natura divina e sentire il desiderio di libertà e dell'amore e, in definitiva, di RICONGIUNGERSI al TUTTO di Dio.

Il discorso torna terra terra nel comprendere che per questo si necessitano MOLTE vite, con le INEVITABILI sofferenze. Il passaggio attraverso i filtri del mondo VARIA da persona a persona. In definitiva sono SEMPRE le nostre scelte e la nostra volontà a determinare la durata del viaggio.
Un saluto a vossia
8536741
Partendo dal presupposto che la felicità è prerogativa dello spirito, quindi è certo un arrivo ultimo, un'attuale AMBIZIONE dell'...
Discussione
21/04/2018 14.31.36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
c.hicca44 c.hicca44 21/04/2018 ore 19.08.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 : eccerto che anche leggere te non è semplice ehhhh 8-)
ruccutiello ruccutiello 22/04/2018 ore 10.29.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
Dio si pose dei limiti. In termini DEL TUTTO UMANI, va detto che Dio "entrò" in una "dimensione umana"



Uomini hanno 'interpretato' un Dio che non ha mai espresso nulla direttamente, e quindi, in termini DEL TUTTO UMANI, se e come ci crederemo, sarà un qualcosa di strettamente personale.

E' anche possibile a tal riguardo, che le tante ipotesi su Dio, siano frutto di parecchi fraintendimenti.
KitCarson1971 KitCarson1971 22/04/2018 ore 14.54.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@c.hicca44 scrive:
eccerto che anche leggere te non è semplice ehhhh

Ciao. Non mi sembra di essere macchinoso-maccheronico-intricato. Vabbè vabbè, chiederò al FILO di Brescia che todo cuce di metterci una pezza...
c.hicca44 c.hicca44 22/04/2018 ore 14.56.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 : ahahahahahahah....è che sai....a scuola mi si insegnava : frasi brevi , punteggiatura giusta. spero ci si possa ridere su
19809265
@KitCarson1971 : ahahahahahahah....è che sai....a scuola mi si insegnava : frasi brevi , punteggiatura giusta. spero ci si possa...
Risposta
22/04/2018 14.56.55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 22/04/2018 ore 15.05.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@ruccutiello scrive:
Uomini hanno 'interpretato' un Dio che non ha mai espresso nulla direttamente, e quindi, in termini DEL TUTTO UMANI, se e come ci crederemo, sarà un qualcosa di strettamente personale.


Tutto è possibile, così come facilmente vengono influenzati e (indirettamente) diretti i nostri ristretti parametri.

Quanto detto però è la punta della montagna d'informazioni avute come gruppo di ricerca, con Maestri al di sopra del Filo de On bresciano. Con questo non andiamo a sbandierare verità ineccepibili, ma SOGGETTIVE che, almeno per noi, sono oggettive.
Il senso e la consapevolezza di aver recepito, ponderato e accettato determinati insegnamenti da eccellenti entità disincarnate, può naturalmente variare da persona a persona, da intelletto ad intelletto.
L'importante è la ricerca, il senso, o il non senso di tali insegnamenti va conseguentemente valutato senza preconcetti o, peggio, con gli anelli al naso.
ruccutiello ruccutiello 22/04/2018 ore 15.52.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
L'importante è la ricerca, il senso, o il non senso di tali insegnamenti va conseguentemente valutato senza preconcetti o, peggio, con gli anelli al naso


Capisci bene che l'anello al naso per qualcuno può essere un dogma, per altri un preconcetto, per altri ancora non esistere come problema.

Ma, caro amico, ci mascheriamo di troppe parole.

E siamo troppo mutevoli, anche.
ADULATORESPIETATO ADULATORESPIETATO 26/04/2018 ore 10.23.41
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

intelligentissimo uomo sconosciuto.
Le tue considerazioni sono del tutto idiote.

:many
KitCarson1971 KitCarson1971 26/04/2018 ore 13.51.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@ADULATORESPIETATO scrive:
intelligentissimo uomo sconosciuto.
Le tue considerazioni sono del tutto idiote.



Grazie, molto gentile. Fanno sempre piacere interventi simili, così pregni di tanto (nascosto) sapere. Immagino che Lei, oltre a queste iniziali profonde analisi, abbia da mettere sul piatto altre verità assolute, ben più gradi di quanto facciamo noi poveri sempliciotti.

Nel pieno rispetto per la Sua persona, attendiamo anche sprazzi della Sua non celata intelligenza che metta in armonia i nostri derelitti dibattiti, così semplici e (giustamente come da Lei sottolineato) idioti.

Un caro saluto
ADULATORESPIETATO ADULATORESPIETATO 27/04/2018 ore 09.34.34
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
Grazie, molto gentile. Fanno sempre piacere interventi simili, così pregni di tanto (nascosto) sapere. Immagino che Lei, oltre a queste iniziali profonde analisi, abbia da mettere sul piatto altre verità assolute, ben più gradi di quanto facciamo noi poveri sempliciotti.

Nel pieno rispetto per la Sua persona, attendiamo anche sprazzi della Sua non celata intelligenza che metta in armonia i nostri derelitti dibattiti, così semplici e (giustamente come da Lei sottolineato) idioti.

Un caro saluto

illustrissimo ed intelligentissimo maestro di onniscenza, solo lei può prmettersi di poter pensare il pensiero del suo dio, figura indubbiamente idiota rispetto a Lei.

citazione: come fa un c0gli0ne qualsiasi a poter pensare di poter pensare come un Dio?

:many
Fahta Fahta 28/04/2018 ore 00.49.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

ADULATORESPIETATO
citazione: come fa un c0gli0ne qualsiasi a poter pensare di poter pensare come un Dio?


E' facile.
Dio pensa come noi.
Ce lo insegnano tutti.
lAraboFelice lAraboFelice 03/05/2018 ore 08.52.36
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
RICONGIUNGERSI al TUTTO di Dio.

:sbong
ca sti facenn confussioni
Sthula Sthula 18/05/2018 ore 21.53.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

Io credo che il concetto che accomuna Dio con le tante vite sia sbagliato.
La reincarnazione alle sue origini fu un pensiero primitivo che per esorcizzare la morte (o giù di li), riproponeva la vita reincarnata in qualsiasi forma vivente, compresa quella animale e vegetale.
Poi, concetto relativamente più moderno ripreso da religioni orientali, dove il concetto di Dio è inesistente o quasi. La goccia (dopo innumerevoli esistenze), ritorna al mare e il ciclo è concluso.
Ma la metafora della goccia non rappresenta l'uomo e quella del mare non rappresenta Dio.
Sono soltanto metafore ingannevoli. Poi ognuno crede a ciò che ritiene valido, legittimamente, però personalmente fatico a comprendere la filosofia che sta dietro alle reincarnazioni che azzerano la coscienza precedente. Se riparto da zero e non ho consapevolezza del mio passato, significa che quello che di buono ho fatto, viene cancellato, non solo, anche quello che di male ho fatto viene cancellato.
E questo secondo me non è coerente, ci troveremmo (con la reincarnazione) in un universo che offre la percentuale di ricongiungimento al TUTTO, come la percentuale di vincita al superenalotto. Per fare 6, ho una probabilità di 622 milioni.
A parte le probabilità, quello che non torna è lo scopo.
KitCarson1971 KitCarson1971 18/05/2018 ore 23.01.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@Sthula scrive:
Se riparto da zero e non ho consapevolezza del mio passato, significa che quello che di buono ho fatto, viene cancellato, non solo, anche quello che di male ho fatto viene cancellato.


Ciao. Rispetto come sempre qualsiasi opinione. Su questi concetti ho in minima parte risposto nel post indirizzato all'amico Filo. Comunque il tuo pensiero mi sembra ancorato più che accorato...
Non nego i tanti lati oscuri, derivati dai nostri limitatissimi parametri dati da sensi finiti (che molti valutano "infiniti").

Capisco che torna dura indirizzare la propria vita verso valori più alti, ancorchè impalpabili, ma andrebbe fatto, significherebbe allargare la coscienza. La nostra esistenza non può risolversi in tutto ciò che si vede e si tocca, con tutto ciò che è esperibile con i sensi. Il perchè della nostra esistenza va ben al di là della nostra mente e della nostra pur illimitata fantasia.

La vera realtà è di natura spirituale, trascendente e come tale può essere conosciuta attraverso l'intuizione della nostra anima. la vita non dovrebbe essere solo mangiare, viaggiare, dormire, lavorare e divertirsi. Con questo intendere non si è MAI trovato nemmeno il senso di ciò che ci sta intorno. Figuriamoci il significato delle tante esistenze e il loro scopo.
Un saluto
Sthula Sthula 18/05/2018 ore 23.30.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: l'uomo, Dio, la felicità e le tante vite

@KitCarson1971 scrive:
Ciao. Rispetto come sempre qualsiasi opinione. Su questi concetti ho in minima parte risposto nel post indirizzato all'amico Filo. Comunque il tuo pensiero mi sembra ancorato più che accorato... Non nego i tanti lati oscuri, derivati dai nostri limitatissimi parametri dati da sensi finiti (che molti valutano "infiniti").Capisco che torna dura indirizzare la propria vita verso valori più alti, ancorchè impalpabili, ma andrebbe fatto, significherebbe allargare la coscienza. La nostra esistenza non può risolversi in tutto ciò che si vede e si tocca, con tutto ciò che è esperibile con i sensi. Il perchè della nostra esistenza va ben al di là della nostra mente e della nostra pur illimitata fantasia. La vera realtà è di natura spirituale, trascendente e come tale può essere conosciuta attraverso l'intuizione della nostra anima. la vita non dovrebbe essere solo mangiare, viaggiare, dormire, lavorare e divertirsi. Con questo intendere non si è MAI trovato nemmeno il senso di ciò che ci sta intorno. Figuriamoci il significato delle tante esistenze e il loro scopo.Un saluto

E chi dice il contrario, ma cosa c'entra la concezione reincarnazionista con la spiritualità?
Sulla battuta che hai fatto, dimostri invece tutto il contrario di ciò che esalti scrivendo....lo spirito

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.