Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 07/05/2018 ore 14.29.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Culture, religioni e "miracoli"



Il Grande Filo ha lasciato il segno, la sua farcita mirabolante e miracolosa...dialettica mi è da sprone per parlare di MIRACOLI.... :hihi
Partiamo dal fatto che ogni religione dice che prodigi e miracoli provengono da Dio. Nelle passate civiltà si trova sempre la volontà di un NUME per spiegare l'inspiegabile. Un pensierino va a Zeus-Giove ed ai suoi fulmini. Anche per gli Ebrei la regola era più o meno la stessa. Tra l'altro va SEMPRE ricordato che essi, più che monoteisti erano monoiatri, non credendo cioè all'esistenza di un solo Dio, ma solo che il LORO fosse quello giusto...

Come per altri popoli, gli Ebrei pensavano che i miracoli fossero prerogativa divina e non riconoscendo Gesù come come il Messia, ne derivava che i miracoli operati da Lui fossero opera del demonio. Ad avallare questo c'erano le sue guarigioni operate anche di sabato . A meravigliare gli Ebrei non erano poi i prodigi di Gesù, ma il fatto stesso dell'operarli di sabato: "quest'uomo non è da Dio , perchè non osserva il sabato". Gesù guarì (sempre di sabato) il cieco nato, il paralitico, ecc.

Ma non è tutto oro (miracolo) ciò che riluce, Nel Vecchio T. (Esodo) la prima delle 10 piaghe d'Egitto fu il miracolo delle acque del Nilo che divennero rosse. per questo fatterello si disse che Dio fece diventare di Sangue le acque del fiume per "intenerire" il cuore del Faraone. Esiste una spiegazione molto plausibile a questo, per la presenza di particolari infusori nel fiume egiziano e che tale fenomeno ha delle determinate ricorrenze.

Un altro fatto da sfatare, per cause naturali, è quello rappresentato dalle piogge di sangue ritenute "miracolose". Parlo di fatti accaduti anche nel medioevo. Si tratta di farfalle... e del loro ciclo vitale, che va dalla nascita del bruco in estate fino alla trasformazione in insetto adulto nella primavera successiva: quando in questo ciclo, dalla crisalide esce l'insetto alato, con l'addome gonfio di liquido che espelle durante il primo volo: tale liquido è comunemente giallo, ma in alcune specie , ORA RARE (stò inquinamento...) ma molto comuni nei secoli passati, esso è rosso, proprio come il sangue. Quando nel medioevo, veniva il momento, l'espulsione di questo liquido determinava una vera pioggia di "sangue...
8537518
Il Grande Filo ha lasciato il segno, la sua farcita mirabolante e miracolosa...dialettica mi è da sprone per parlare di MIRACOLI....
Discussione
07/05/2018 14.29.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
ruccutiello ruccutiello 07/05/2018 ore 21.44.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Culture, religioni e "miracoli"

Hai dato delle interpretazioni 'libere'... di fatti, ritenuti a torto o a ragione 'miracoli', a cui oggi potrebbero essere date risposte ben più plausibili. Ad esempio, il 'rosso' che piove dal cielo lo possiamo constatare anche oggi, ma sappiamo bene che sono sabbie desertiche finissime in sospensione, che la pioggia fa cadere, e a volte sono davvero rossastre! (Altra possibile libera interpretazione, ovviamente)

Io non credo ai miracoli.
KitCarson1971 KitCarson1971 09/05/2018 ore 10.23.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Culture, religioni e "miracoli"


Va comunque sempre detto (e ricordato) per onestà intellettuale che diverse "soluzioni" erano, sono, e probabilmente rimarranno inspiegabili.

Questa guarigione avvenne a Lourdes, centro per antonomasia della preghiera. La sto discutendo in altre sedi, ma la riporto pure qui quo e qua.

Venimmo a sapere delle traversie della miracolata Maddalena Carini tramite il suo ultimo direttore spirituale, don Marco Sacchi, che incontrammo alcune volte su appuntamento all'inizio anni 2000.

Mettendo insieme le conversazioni di questo sacerdote con le altre indagini sul caso appurammo che: a 31 anni Maddalena aveva un peso di soli 29 kg, "divorato" da 21 anni di insopportabili sofferenze. Sofferenze profuse da: 1) Morbo di Pott (tbc ossea) dall'età di 13 anni. 2) Carie e calcificazioni in alcune vertebre dorsali. 3) Spondilite. 4) Ascesso ossifluente al gran trocantere destro con relativa lesione e riduzione (in pratica mancavano circa 5 cm d'osso). 5) Pelviannessite tubercolare. 6) Peritonite fibroplastica con versamenti. 7) Angina pectoris da coronatite. 8) Mesenterite tubercolare. 9) Pleurite sierofibrinosa. 10) Grave anemia perniciosa. 11) Colecistite con vomito di bile ricorrente. 12) Adenopatite ghiandolare.

Con queste belle cartelle cliniche nel 1947 fu portata a Lourdes, ritornando che stava peggio. Nel febbraio 1948 fu dimessa da una clinica per morire a casa sua. Era da tempo nutrita solo con acqua e zucchero, posta su un'asse bocconi perchè vomitava di continuo. la temperatura saliva spessissimo ai 40°. Con tutto questo Maddalena non morì, volle essere ricondotta a Lourdes. Un speranza assurda per una prognosi infausta. Fu comunque accontentata e il 9 agosto 1948, fu "issata" quasi cadavere sul treno diretto alla grotta di Massabielle (Lourdes). Il 15 agosto data del ritorno, Maddalena era ormai boccheggiante, ma avvenne l'impossibile.

Lei amava non mettersi in mostra e parlava poco, ma da Don Sacchi apprendemmo il " SUO " momento: " in un breve spazio di tempo ho avvertito dei violenti strappi dentro il mio corpo, poi dei forti formicolii in tutta la persona e infine la netta sensazione di essere un'altra, con un corpo nuovo e sano, mentre non avvertivo più le torture interne. Mi venne all'improvviso un gran appetito e la voglia di camminare, scese dalla barella e... camminò, dopo anni che non lo faceva.

Radiologi e luminari non credettero ai loro occhi. La Commissione Internazionale di Parigi dichiarò contro ogni logica la "guerison de cette malade survenu brusquement". Guarigione istantanea poi accertata diagnosticamente, con la scomparsa totale anche del terribile morbo di Pott. Un ATEO come il Prof. Villa che l'aveva in cura, in una sua cartella si legge: "Offenderebbe la verità chi presumesse di negare i fatti. Noi medici sappiamo troppo bene quali sono i confini di una interpretazione razionale di essi". Un medico, Prof. Marengo, ritenuto un luminare e che analizzò nei particolari il caso della Carini ebbe a dire: "Ci troviamo di fronte ad una guarigione completa che non può essere spiegata con le nostre cognizioni mediche. Assolutamente inspiegabile poi, se non si ammette l'intervento di forze soprannaturali, è la istantaneità della guarigione avvenuta proprio quando "l'exitus" era imminente.

Credo sia sufficiente per far riflettere e non dare sempre tutto per scontato e spiegabile....
Un saluto

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.