Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 12/08/2018 ore 15.48.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Una tenace illusione

Un mio vecchio amico commerciante ,relegato nel suo piccolo negozio,da una vita mi pone elementi per una riflessione. Quando mi reco da lui ,e' sempre li' ,tutti i giorni,dietro quel bancone a soddisfare e sopportare i clienti che si succedono come in una catena di montaggio per gli acquisti. L'altro giorno era seduto,dietro quel bancone,stanco ma non nel fisico. Un giorno o l'altro qualcuno mi trovera' morto dietro questo bancone, una intera vita a servirvi per campare, ha esclamato. E' come se si fosse risvegliato d'improvviso da un sogno ,percependo la gabbia ove e' rinchiuso.Lo sguardo era lucido,implacabile quasi a rivendicare una risposta per una domanda non fatta. Smarrito ha poi ripiegato per una considerazione politica,della quale non aveva nessun interesse,ma nel tentativo di rientrare subito nel sogno rassicurante di sempre. Forse il bancone cela qualcosa.
8562773
Un mio vecchio amico commerciante ,relegato nel suo piccolo negozio,da una vita mi pone elementi per una riflessione. Quando mi...
Discussione
12/08/2018 15.48.13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Gio.1947 Gio.1947 12/08/2018 ore 17.20.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

@Peltier14 scrive:
percependo la gabbia ove e' rinchiuso

Tutti siamo chiusi in una gabbia e lavoriamo anche se non ne abbiamo voglia ma costretti a farlo
KitCarson1971 KitCarson1971 12/08/2018 ore 17.41.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

@Gio.1947 :
A' Giovà, qualche volta vedi (ed esprimiti) in positivo, e'dalle, e'suvvia. Non che quanto scrivi sia da buttare, ma la "solfa" rimane la stessa. Portati dietro una borraccia di rum invecchiato, ogni tanto un sorso... :-)))
Ciao
Gio.1947 Gio.1947 12/08/2018 ore 17.50.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

@KitCarson1971 scrive:
A' Giovà, qualche volta vedi (ed esprimiti) in positivo, e'dalle, e'suvvia. Non che quanto scrivi sia da buttare, ma la "solfa" rimane la stessa. Portati dietro una borraccia di rum invecchiato, ogni tanto un sorso...
Ciao

Tu pensi che tutti quelli che lavorano siano contenti di dover lavorare?
Io sinceramente ho i miei dubbi, altrimenti non si spiegherebbe perchè tutti aspirano ad andare in pensione prima possibile
KitCarson1971 KitCarson1971 12/08/2018 ore 21.24.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

@Gio.1947 :
:............
Seriamente: la vita è tutt'altro che rose e fiori, ma sono arciconvinto che debba (magari per necessità) essere vista da angolazioni più positive. Ne va dell'esistenza individuale, soppesando con misura tutto ciò che avviene attorno a noi. Mi chiedo se hai mai avuto un chè minimo di gioia, di spensieratezza. Non si può vedere nero e il male in ogni cosa. Certo, la positività non si può comprare. Ma magari affittare?.... per qualche attimo nella vita?... Coraggio vecchio Giò, tira fuori denti e bastone che, accompagnati da un sorriso possono fare la differenza in qualunque momento della giornata.
Un saluto
Peltier14 Peltier14 19/08/2018 ore 12.13.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

La storiella(vera) l'ho posta non per cogliere elementi fin troppo scontati come le perle di sudore sulla fronte del lavoratore, per queste quadretti rimando a qualche pagina di Liala o simili. Un indizio non e' mai la foto dell''reo'' sulla scena del crimine , ma ha in sé la sua firma.
Sthula Sthula 19/08/2018 ore 23.50.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una tenace illusione

@Peltier14 : A volte siamo noi a parlare, e per la maggior parte diciamo cose scontate, cose che abbiamo già sentito da qualc'un altro più anziano di noi e che a sua volta ripeteremo a qualcuno più giovane.
In questo caso al posto del vecchio commerciante, parla la sua anima, appunto come in un sogno da cui spera di ritrovarsi al più presto, magari quando è uscito un cliente. Noi siamo così, la nostra natura è duale (o anche molto di più) e non sempre siamo in grado di gestire quella parte di noi, diversa, che capisce anche il perché in un lavoro ripetitivo che dura una vita, c'è qualcosa di profondo...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.