Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 04/10/2018 ore 00.48.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)La questione dei ''non nati''

La questione posta non e' in sé ma nelle considerazioni o ricadute che genera. Coloro che potevano esserCi e' di gran lunga superiore a coloro che invece sono.Sulla questione di come avvenga questa ''discriminazione'' si potrebbe aprire un'altra discussione. Il destino,il caso,le probabilita',ognuna faccia le sue considerazioni. Di fatto l'esserCi e il non esserCi non e' cosi' scontato. Tantissimi possibili individui non ci raggiungeranno mai. La questione messa cosi',sembrerebbe ,a prescindere dal meccanismo che ci sta' dietro,un discrimine insostenibile . Ma la ricaduta di tutto cio' e' molto interessante…………………...
8565148
La questione posta non e' in sé ma nelle considerazioni o ricadute che genera. Coloro che potevano esserCi e' di gran lunga...
Discussione
04/10/2018 0.48.00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Sthula Sthula 04/10/2018 ore 11.04.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La questione dei ''non nati''

@Peltier14 : Va da se che già in partenza la tematica posta è poco razionale o per niente.
E' chiaro (per me) che non si può parlare di chi non è nato, pena per esempio, la giustificazione di chi nasce. Chi non è nato nascerà. Insomma dal mio punto di vista posso fare un confronto o metafora con l'individuo. Le caratteristiche di un individuo sono date dalla combinazione di tanti elementi che lo compongono. Ora se dovessimo tirare in ballo altri elementi di altri individui e cercare di popolare quel che è già popolato e che costituisce la caratteristica essenziale di quello specifico individuo, avremmo rovinato tutto. L'unità è data anche e soprattutto dalla diversità e questo è valido nel micro come nel macro cosmo. Se il progetto creativo è reale, esso si espande a tutto l'Universo e non soltanto al nostro Pianeta. In questo modo il concetto dei non nati acquista meno valore. Se ho capito bene il concetto di non nato, è chiaro che in un certo tempo e in un certo spazio, avranno la possibilità di nascere n individui, ognuno con delle caratteristiche diverse. E se per formare un Insieme di n elementi c'è bisogno di un numero variabile (per esempio) dal 1000 a 1500 di diverse personalità, allora i non nati avranno la stessa possibilità di nascere. E forse chi resta fuori da questo Insieme chiamiamolo Primo, allora si ritroverà nell'Insieme Secondo. Il fatto è che tanti insiemi (di Pianeti) potrebbero formare un Unico più grande, il quale a sua volta si armonizzerebbe con altre Unità.
Mi sto rendendo conto che forse il concetto che sto esprimendo non è abbastanza chiaro per tutti, allora proseguirò quell'esempio del corpo umano, dove per la sua costituzione c'è bisogno di tanti elementi e non altri. Cioè, la completezza di un corpo umano, come di un Universo popolato, dipende sia dalla quantità che dalla qualità di ciò che lo costituisce. Per questo non ci potranno mai essere degli elementi mancanti o non nati, per il semplice fatto che quando un'unità si "chiude" non ci può essere un "resto". Tutto quello che serve fa parte di quell'unità già in potenza.
KitCarson1971 KitCarson1971 04/10/2018 ore 16.30.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La questione dei ''non nati''

@Sthula scrive:
E se per formare un Insieme di n elementi c'è bisogno di un numero variabile (per esempio) dal 1000 a 1500
diverse personalità, allora i non nati avranno la stessa possibilità di nascere. E forse chi resta fuori da questo Insieme chiamiamolo Primo, allora si ritroverà nell'Insieme Secondo. Il fatto è che tanti insiemi (di Pianeti) potrebbero formare un Unico più grande, il quale a sua volta si armonizzerebbe con altre Unità.
Mi sto rendendo conto che forse il concetto che sto esprimendo non è abbastanza chiaro per tutti, allora proseguirò quell'esempio del corpo umano, dove per la sua costituzione c'è bisogno di tanti elementi e non altri. Cioè, la completezza di un corpo umano, come di un Universo popolato, dipende sia dalla quantità che dalla qualità di ciò che lo costituisce. Per questo non ci potranno mai essere degli elementi mancanti o non nati, per il semplice fatto che quando un'unità si "chiude" non ci può essere un "resto". Tutto quello che serve fa parte di quell'unità già in potenza.

??????????????????????? :-( :ronf :dancer :haha :hoho ?????????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mi appello alla convenzione di Ginevra e pure a Re Artù... Anche se con un merlo Merlino siffatto sarebbe meglio non fare prigionieri...

FILEDEOOOOOOnnnnn...Filooooooo... vecchio mio, questo qui ci riprova ad imitarti... inutilmente direi...
Un consiglio ai deboli di cuore: meglio una sana passeggiata de sta roba.
Peltier14 Peltier14 05/10/2018 ore 00.31.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La questione dei ''non nati''

Ho premesso che la questione posta non e' relativa a quanto afferma ,che evidentemente e' scontato e banale, ma alle deduzioni che induce. Poi se alle questioni poste non fossi interessato,sarei altrove. Si puo' vivere nel baccello di provenienza ,oppure cadere e dedicarsi ad un nuovo percorso.
Sthula Sthula 05/10/2018 ore 11.41.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La questione dei ''non nati''

@Peltier14 scrive:
Si puo' vivere nel baccello di provenienza ,oppure cadere e dedicarsi ad un nuovo percorso.

Certamente, ma l'aria che si respira è sempre la stessa
KitCarson1971 KitCarson1971 05/10/2018 ore 14.02.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La questione dei ''non nati''

@Sthula scrive:
Certamente, ma l'aria che si respira è sempre la stessa

Certamente,ma tu possiedi la maschera appropriata, o sbaglio?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.