Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 16/10/2018 ore 14.36.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)La pace esistenziale

Prima di morire, lo scorso 14 marzo, il grande scienziato Stephen Hawking aveva lanciato una fosca previsione sulle sorti dell'umanità, contenuta nell'ultimo libro Le mie risposte alle grandi domande, che uscirà domani in diversi Paesi. Nel futuro infatti, secondo Hawking, gli esseri umani verranno soppiantati da una versione migliorata di loro stessi grazie ai progressi dell'ingegneria genetica. Questi "nuovi uomini" saranno più intelligenti e capaci dei vecchi esseri umani e li sostituiranno in tutto. Ergo: non vi affannate.
8565716
Prima di morire, lo scorso 14 marzo, il grande scienziato Stephen Hawking aveva lanciato una fosca previsione sulle sorti...
Discussione
16/10/2018 14.36.03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Settembre Settembre 16/10/2018 ore 16.41.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

figurati...

io ero e sono contraria

ad ogni tipo di ogm

capperi....quà c'è l'insegnamento base di...mengele

ed ho detto tutto.
c.hicca44 c.hicca44 16/10/2018 ore 19.10.29 Ultimi messaggi
c.hicca44 c.hicca44 16/10/2018 ore 19.11.50 Ultimi messaggi
Sthula Sthula 16/10/2018 ore 19.33.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
li sostituiranno in tutto

In parole chiare ha sottolinato che la nostra specie scomparirà, senza mezzi termini.
Purtroppo per lui, sono solo baggianate
19950819
@Peltier14 scrive: li sostituiranno in tutto In parole chiare ha sottolinato che la nostra specie scomparirà, senza mezzi...
Risposta
16/10/2018 19.33.23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
c.hicca44 c.hicca44 16/10/2018 ore 20.05.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula : probabilmente continueremo ad esistere , anche le scimmie continuano ad esistere. ecco, noi saremo le scimmie . e accendendo il televisore mi accorgo che la mutazione sta già avvenendo
Sthula Sthula 16/10/2018 ore 20.49.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@c.hicca44 : Certo la Matrix o matrice umana per le macchine. L'umanità continuerà ad esistere a prescindere da tutto. E poi, basterebbe interrompere certi esperimenti, mica siamo obbligati. Per questo esistono le leggi, basta fare una legge che vieta certi esperimenti, perché dovremmo autodistruggerci?
c.hicca44 c.hicca44 16/10/2018 ore 20.51.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula : ah non saprei , io continuo ad avere fiducia negli esseri umani , ma forse prima di me lo scrisse una ragazzina che si chiamava Anna Frank
Peltier14 Peltier14 16/10/2018 ore 21.13.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
Purtroppo per lui, sono solo baggianate

Conosci Hawking, i suoi lavori, cosa ha prodotto? Allora una superficialita' contenuta forse aiuta.
Peltier14 Peltier14 16/10/2018 ore 21.20.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
perché dovremmo autodistruggerci?

Da quando in qua l'uomo e' in grado di scegliere? Ah e poi dimenticavo, questo universo senza un uomo non avrebbe senso. E' sull'altare della presunzione e dell'ignoranza che sara' celebrato il suo funerale.
Sthula Sthula 16/10/2018 ore 21.28.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Allora una superficialita' contenuta forse aiuta.

La superficialità per definizione non si può contenere, se è tale, così risulta dall'essenza stessa del superficiale. Se un superficiale fosse contenuto, allora non sarebbe più tale. Con questo voglio dire che io ammiro tante persone e personalità, ma non mi inchino a nessuno, tanto che anche tu nel post successivo dai una definizione di uomo non proprio squisita. E allora perché dovrei fare differenze? Prendo le notizie e le valuto per quelle che sono, anche ripercorrendo tutti gli studi e la vita di colui che ha coniato certe frasi, non risolverebbero la sentenza sul futuro. Liberi di credervi, non sono io che condanno chi crede
ruccutiello ruccutiello 16/10/2018 ore 21.30.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
questo universo senza un uomo non avrebbe senso. E' sull'altare della presunzione e dell'ignoranza che sara' celebrato il suo funerale.


Io direi che l'evoluzione umana non è già tracciata. Non sappiamo se saremo Dio o ritorneremo nelle caverne, non conosco i dettagli di ciò che ha scritto Stephen Hawking, mi dispiace non poterlo commentare, ma rifacendomi alla storia recente, noto che l'evoluzione molto raramente prosegue in maniera rettilinea, dunque capita che ipotesi pur molto quotate poi si rivelino dei flop nei fatti.

Però immagino che una via di salvezza possa essere nella estrema eterogeneità di vedute, di pensiero, che pur esiste nonostante i 'copia e incolla' e i 'condividi', che spengono quello spirito unico e creativo che, forse, ci può salvare.
Peltier14 Peltier14 16/10/2018 ore 22.14.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@ruccutiello scrive:
forse, ci può salvare.

Ma salvare da chi,da che cosa? Ce la facciamo a liberarci innanzitutto da questa melassa?
ruccutiello ruccutiello 16/10/2018 ore 22.25.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Ma salvare da chi,da che cosa?


Si era detto dall'autodistruzione, dalla scomparsa in massa.
Peltier14 Peltier14 17/10/2018 ore 15.34.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@ruccutiello : E questa e' la conferma che l'individuazione psico/fisica o se preferite la ''VITA'' e' marginale e secondaria rispetto a quanto ci ostiniamo a non voler vedere,aggrappati come siamo ad una manciata di ossa e neuroni.
FIKUS FIKUS 17/10/2018 ore 17.29.33 Ultimi messaggi
Sthula Sthula 17/10/2018 ore 18.49.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
la ''VITA'' e' marginale e secondaria rispetto a quanto ci ostiniamo a non voler vedere,aggrappati come siamo ad una manciata di ossa e neuroni.

Infatti la vita è marginale, ma sarebbe illogico e anche bestiale, porre l'evoluzione su un pianeta senza alcuno scopo, se essa non contempla una proiezione consenziente nel dopo vita
19951364
@Peltier14 scrive: la ''VITA'' e' marginale e secondaria rispetto a quanto ci ostiniamo a non voler vedere,aggrappati come siamo...
Risposta
17/10/2018 18.49.10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
ruccutiello ruccutiello 17/10/2018 ore 21.02.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
aggrappati come siamo ad una manciata di ossa e neuroni


Esattamente.

Perchè l'alternativa quale sarebbe?
ruccutiello ruccutiello 17/10/2018 ore 21.10.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
l'individuazione psico/fisica o se preferite la ''VITA'' e' marginale e secondaria


Io la penso esattamente all'opposto: la vita non è affatto, ed in nessun senso, marginale.
E' l'unico stato che conosciamo come 'reale' (tra virgolette, perché altrimenti poi mi dite quale realtà...ecc), di contro ad uno stato psichico o spirituale che, sempre secondo me, non può negare la vita fisica ne, men che mai, dire che essa è marginale e secondaria!!!

19951510
@Peltier14 scrive: l'individuazione psico/fisica o se preferite la ''VITA'' e' marginale e secondaria Io la penso esattamente...
Risposta
17/10/2018 21.10.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Sthula Sthula 17/10/2018 ore 22.49.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
Infatti la vita è marginale, ma sarebbe illogico e anche bestiale, porre l'evoluzione su un pianeta senza alcuno scopo, se essa non contempla una proiezione consenziente nel dopo vita

E aggiungo che invece non è marginale ma rappresenta tutto quello che sia ha, nel momento in cui si guarda ad essa come il fine. Va da se che leggere la vita in chiave finalizzante, resta un atteggiamento privo - come minimo - di fantasia. E pensare che siamo qui per errore oppure per un progetto miope è altrettanto limitante
Peltier14 Peltier14 18/10/2018 ore 20.55.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Ho affermato marginale, non inutile e priva di senso. Marginale rispetto all'ontologia dell'Essere di cui non sento parlare mai e che e' l'essenza di tutto. La ''realta'' stessa vi parla del suo aspetto puramente ontico attraverso innumerevoli segnali, equivale all'ombra di un corpo. Piegarsi all'ontico,senza aprirsi all'ontologia e' la bestemmia piu' grande che si possa proferire perché in sintesi e' come farlo nei confronti dello Spirito Santo. L'Essere, nel suo dispiegarsi, non passa attraverso la storia di una specie biologica particolare a cui vorremmo ridurre il tutto.
ruccutiello ruccutiello 18/10/2018 ore 21.22.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Piegarsi all'ontico,senza aprirsi all'ontologia e' la bestemmia piu' grande che si possa proferire


:sbong
Sthula Sthula 18/10/2018 ore 21.29.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
L'Essere, nel suo dispiegarsi, non passa attraverso la storia di una specie biologica particolare a cui vorremmo ridurre il tutto.

E invece si. L'Essere deve passare necessariamente attraverso l'esperienza di una specie e di tante altre specie biologiche o umanoidi sparse per l'infinito (o quasi) universo. Se così non fosse, allora non si tratterebbe di Essere
ruccutiello ruccutiello 18/10/2018 ore 21.29.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
l'ontologia dell'Essere di cui non sento parlare mai e che e' l'essenza di tutto. La ''realta'' stessa vi parla del suo aspetto puramente ontico attraverso innumerevoli segnali, equivale all'ombra di un corpo. Piegarsi all'ontico,senza aprirsi all'ontologia e' la bestemmia piu' grande che si possa proferire perché in sintesi e' come farlo nei confronti dello Spirito Santo. L'Essere, nel suo dispiegarsi, non passa attraverso la storia di una specie biologica particolare a cui vorremmo ridurre il tutto.


Sarà che non mi intendo di filosofia, ma per me la 'realtà' è sicuramente il corpo stesso e non la sua ombra.

E comunque, sarebbe preferibile vivere il momento attuale (che non vuol dire vivere senza coscienza, senza sentimento o senza doti interiori di qualsiasi altro genere!) bene, consapevolmente, piuttosto che favoleggiare sostenendo (quasi) che la vita vera è solo quella che vivremo (!) dopo esser morti, momento in cui la nostra anima si ricongiunge al progetto, all'altissimo, nei cieli per i secoli dei secoli...

(PS.: prego leggete il senso e non le parole, che magari non sono 'esatte', grazie!)
19952277
@Peltier14 scrive: l'ontologia dell'Essere di cui non sento parlare mai e che e' l'essenza di tutto. La ''realta'' stessa vi...
Risposta
18/10/2018 21.29.25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Sthula Sthula 18/10/2018 ore 21.42.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
La ''realta'' stessa vi parla del suo aspetto puramente ontico attraverso innumerevoli segnali, equivale all'ombra di un corpo

Giusto, la realtà materiale rappresenta l'ombra di quella spirituale, ma al tempo stesso la vita ha un infinto valore, fatto di rapporti umani che sono uguali per tutti e indubbiamente per chi ha fede, di rapporti con il divino e con la voglia di provare a divenire (in relazione alla proprie potenzialità) perfetti come Lui. Quindi la vita è comunque valida sotto tutti i punti di vista, ma al contempo contiene in se la grande possibilità di inseguire ideali come verità, bellezza e bontà che sulla Terra difficilmente si possono realizzare. L'aldilà quindi non è quel luogo di contemplazione dove si sta alla presenza di Dio per tutta l'eternità, ma è né più né meno come l'esistenza terrena, elevata all'ennesima potenza. Se la ricerca di Dio è infinita, in mezzo a questa infinità ci sono essenzialmente rapporti tra esseri
brunalu brunalu 18/10/2018 ore 22.42.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Più leggo qui e più mi si confondono le poche idee che ho.
Ho sempre più l'impressioni che ci si esalti atttraverso parole parole parole….ma stringi stringi mi ritrovo con il nulla tra le mani.
Se poi anche voi esperti studiosi siete spesso in disaccordo, mi convinco ancor di più che ogni vostra idea è solo convizione personale suffragata dal niente.
Scusate questo mio sfogo,ho incominciato a leggere qui sperando di trovare qualcosa che mi aiutasse a capire di più….. ma giustamente essendo il forum Esoterismo e mistero..il tutto x me resta mistero
:ciao
19952400
Più leggo qui e più mi si confondono le poche idee che ho. Ho sempre più l'impressioni che ci si esalti atttraverso parole parole...
Risposta
18/10/2018 22.42.59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
Sthula Sthula 18/10/2018 ore 23.00.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
Più leggo qui e più mi si confondono le poche idee che ho.

E questo secondo me è un bene. In un forum ci si scambiano le idee e si cresce, a prescindere da cosa si parla. Questo aspetto viene sottovalutato ma è la cosa più interessante e più pratica che possa esistere in un forum. Se io dovessi incontrare una persona che scrive qui dentro, è chiaro che non parleremmo per niente, oppure molto poco di argomenti che riguardano il mistero, le divinità o tanto altro e ci concentreremmo su argomenti chiamiamoli più frivoli, ma che sono l'essenza della vita e che senza di essi sarebbe impossibile parlare d'altro. La vita è fatta essenzialmente per essere vissuta e non teorizzata, ma questo mezzo che abbiamo a gratis si presta più per argomentare a tema e il più delle volte si va fuori tema (off topic) e si sconfina anche in attacchi personali immotivati di cui i troll vanno particolarmente pazzi. Qui dentro, altro non si può fare, almeno io non ci sono riuscito.
KitCarson1971 KitCarson1971 19/10/2018 ore 14.34.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
Più leggo qui e più mi si confondono le poche idee che ho.
Ho sempre più l'impressioni che ci si esalti atttraverso parole parole parole….ma stringi stringi mi ritrovo con il nulla tra le mani.
Se poi anche voi esperti studiosi siete spesso in disaccordo, mi convinco ancor di più che ogni vostra idea è solo convizione personale suffragata dal niente.
Scusate questo mio sfogo,ho incominciato a leggere qui sperando di trovare qualcosa che mi aiutasse a capire di più….. ma giustamente essendo il forum Esoterismo e mistero..il tutto x me resta mistero


Beh, cara amica Bruna, a queste latitudini no devi aspettarti soluzioni definite e definitive. I forum sono solo un'opportunità di scambio di opinioni. "Esoteriche" in questo caso.
In ogni caso è assodato che fanno bene alla salute, per esempio, dalla regia mi dicono che l'amico Sthula sia ingrassato di 20 kg, il che non è poco considerando che prima di opinare qui era anoressico... :ok

Seriamente. Bisogna cara amica, adeguarsi alle nostre possibilità di prospettica ricettività mentale e alla attualità della nostra conoscenza, senza ulteriori immaginifiche, subitanee immani performances dialettiche, ma fare passi brevi verso l'apertura di concetti e di idee sempre più ampi e ricchi di significati.

Certo, ti capisco, capisco l'innata predisposizione, la voglia, se vogliamo, verso un tipo di conoscenza tramite un SOLO tipo di ragionamento approfondito. Ma ciò non è possibile, per le capatoste, che sono tante, ed ognuna è (giustamente) un mondo a sè.
Dovresti però trovare conforto nella tua predisposizione a certi tipi di ragionamento che, di solito, lasciano indifferenti la maggior parte degli individui.

Con questo non è che ci si possa sentire dei privilegiati per un'intima predisposizione a discorsi di tipo quasi "metafisico" che, spesso gli utenti qui convenuti enunciano da par loro in modo più o meno frammentario e inconcludente o addirittura contradditorio (non mi permetto di fare nomi, se proprio voliamo cito il solo Sthula... :-x ). L'importante è affrontare certi difficili concetti, senza riserve mentali, senza apriorismi settari che possono chiudere preventivamente la porta ad un'obbiettiva riflessione.
Un saluto




brunalu brunalu 19/10/2018 ore 23.03.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@KitCarson1971 scrive:
L'importante è affrontare certi difficili concetti, senza riserve mentali, senza apriorismi settari che possono chiudere preventivamente la porta ad un'obbiettiva riflessione. Un saluto


ed era questa la mia intenzione quando sono entra qui, però ho l'impressione che di obbiettivo non ci sia molto, ognuno tira l'acqua al suo mulino
Da qui la mia "delusione"

Cmq grazie x la tua gentile risposta
brunalu brunalu 19/10/2018 ore 23.10.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
In un forum ci si scambiano le idee e si cresce, a prescindere da cosa si parla. Questo aspetto viene sottovalutato ma è la cosa più interessante e più pratica che possa esistere in un forum.

Su questo sono perfettamente d'accordo, se però ci si approccia anche con un po' di umiltà e con la voglia di imparare
I troll è sufficiente ignorarli, il dispetto peggiore che si può far loro :ok
Sthula Sthula 19/10/2018 ore 23.16.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
Su questo sono perfettamente d'accordo, se però ci si approccia anche con un po' di umiltà e con la voglia di imparareI troll e sufficiente ignorarli, il dispetto peggiore che si può far loro

Questo è vero, permettimi di insistere e di sottolineare che una cosa è la pura scrittura mentale e un'altra è l'approccio personale che qui non possiamo avere. Di mio posso dire che non mi sottraggo al confronto, anche cosciente di imparare dagli altri, ed è per questo che continuo a scrivere. Se infatti la mia presenza dovesse dipendere dalla mia capacità di persuasione o dall'arroganza, sicuramente avrei lasciato da anni. Forse la mancanza di umiltà è sempre correlazionata al tipo di linguaggio che ognuno si ritrova e la superiorità apparente, potrebbe invece essere tutt'altro. Concludo che io non mi sento come colui che sta sulla cattedra e insegna, ma mi sento alla pari degli altri. Certamente non mi va l'idea di confrontarmi con persone che più che dibattere le tematiche vogliono sfogare la loro "qualcosa" sugli altri, per far colpo o apparire...
ruccutiello ruccutiello 20/10/2018 ore 09.00.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
ho l'impressione che di obbiettivo non ci sia molto, ognuno tira l'acqua al suo mulino
Da qui la mia "delusione"


Aggiungo che, leggendo gli interventi e i post, traspare in taluni casi una sorta di 'deformazione professionale' o almeno così sembra, quindi, a prescindere dallo specifico argomento affrontato, vengono incanalate in quella direzione le risposte.

Questo è normale, ognuno di noi è schiavo delle proprie tare mentali, delle proprie convinzioni, e fa parte dell'aspetto puramente caratteriale la capacità o meno di aprirsi a pensieri differenti, laterali, non diretti.

Comunque anche io intervengo a volte perché alcuni concetti, per come esposti, appaiono assolutamente insopportabili, non si può star zitti e lasciare spazio aperto ad essi; però poi anche un sano cazzeggio, un pò di autoironia, ci sta.

Buona giornata a tutti, senza rancore, eh!!!
KitCarson1971 KitCarson1971 20/10/2018 ore 09.42.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
per far colpo o apparire...


Ecco, ci risiamo eh, vecchio mio. Ormai ti sei messo in mostra da tempo immemore, ma non devi continuamente dirlo, è ormai notorio il tuo voler apparire dal... nulla.
Un saluto NON appariscente
Peltier14 Peltier14 20/10/2018 ore 12.07.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Se questo e' il contesto ideato, per scanbiarsi informazioni su gli argomenti che si tenta di trattare,ci terrei a farlo con un certo metodo. Quando si leggono termini contenuti in un discorso, andrebbero compresi prima di dare una risposta (magari documentandosi prima). Non si puo' scrivere ''io non mi intendo (ad esempio)di filosofia'' e si dialoga. Ignorare tutti i passaggi conoscitivi non ci consente di esprimerci compiutamente, abbandonanci quasi sempre a luoghi comuni o idee del tutto personali di scarso valore. Per cazzeggiare ci sono innumerevoli forum,ma visto che si vuole affrontare queste tematiche, e' obbligatorio informarsi e studiare. Ad esempio a me verrebbe di connotare a Sthula che condivido il pensiero di Simondon in merito all'individuazione psico/fisica che non puo' che passare attraverso quella collettiva(tranne alcuni casi rarissimi),ma questo non collide con l'idea che la parte ontica dell'ontologia non sia marginale, ossia di vivere l'immanente fine a se stesso,ma in modo coovalente con le dovute e profonde differenze. Se quanto ho detto non e' comprensibile, io con chi sto' dialogando?? E tutto questo non deve essere scambiato con il fatto che io ho necessita' di sfoggiare la mia cultura, ma perché sono costretto ad utilizzarla come strumento di analisi per giungere magari a congetture strutturate e basate su i lavori di chi ci ha preceduto.
ruccutiello ruccutiello 20/10/2018 ore 13.06.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Quando si leggono termini contenuti in un discorso, andrebbero compresi prima di dare una risposta (magari documentandosi prima). Non si puo' scrivere ''io non mi intendo (ad esempio)di filosofia'' e si dialoga. Ignorare tutti i passaggi conoscitivi non ci consente di esprimerci compiutamente, abbandonanci quasi sempre a luoghi comuni o idee del tutto personali di scarso valore. Per cazzeggiare ci sono innumerevoli forum, ma visto che si vuole affrontare queste tematiche, e' obbligatorio informarsi e studiare. Ad esempio a me verrebbe di connotare a Sthula che condivido il pensiero di Simondon in merito all'individuazione psico/fisica che non puo' che passare attraverso quella collettiva(tranne alcuni casi rarissimi),ma questo non collide con l'idea che la parte ontica dell'ontologia non sia marginale, ossia di vivere l'immanente fine a se stesso,ma in modo coovalente con le dovute e profonde differenze. Se quanto ho detto non e' comprensibile, io con chi sto' dialogando?? E tutto questo non deve essere scambiato con il fatto che io ho necessita' di sfoggiare la mia cultura, ma perché sono costretto ad utilizzarla come strumento di analisi per giungere magari a congetture strutturate e basate su i lavori di chi ci ha preceduto.


Non fa una grinza, come ragionamento.
Ma rischia di cadere, inesorabilmente, di fronte ad evidenze molto più elementari.

Abbiamo (tutti) bisogno di gente che studia, approfondisce, snocciola, risolve, inquadra ma, e dico ma, il contesto in cui siamo (Forum di chatta) e spesso, anche quello semplicemente del 'vissuto sociale', potrebbero essere assolutamente inadatti ad esprimere lo zen di quell'argomento, in quanto qui il contesto è di socializzazione, principalmente.

E, se io informatico vado a scrivere nella zona 'Informatica, hardware e software', non pretendo di portare al mio livello, pedissequamente, la discussione: tento di farlo, ma 'socialmente'.
E, se il tono si fa troppo pesante, cazzeggio, alleggerisco, sdrammatizzo.

19953109
@Peltier14 scrive: Quando si leggono termini contenuti in un discorso, andrebbero compresi prima di dare una risposta (magari...
Risposta
20/10/2018 13.06.05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
brunalu brunalu 20/10/2018 ore 13.12.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Non si puo' scrivere ''io non mi intendo (ad esempio)di filosofia'' e si dialoga. Ignorare tutti i passaggi conoscitivi non ci consente di esprimerci compiutamente, abbandonanci quasi sempre a luoghi comuni o idee del tutto personali di scarso valore. Per cazzeggiare ci sono innumerevoli forum,ma visto che si vuole affrontare queste tematiche, e' obbligatorio informarsi e studiare.
"
Allora costruitevi un forum per " Elite", escluso ai non addetti ai lavori!
Questo è libero e io ho il diritto di sporre le" mie idee personali anche se di scarso valore"
19953114
@Peltier14 scrive: Non si puo' scrivere ''io non mi intendo (ad esempio)di filosofia'' e si dialoga. Ignorare tutti i passaggi...
Risposta
20/10/2018 13.12.19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 20/10/2018 ore 13.41.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@ruccutiello scrive:
E, se io informatico vado a scrivere nella zona 'Informatica, hardware e software', non pretendo di portare al mio livello, pedissequamente, la discussione: tento di farlo, ma 'socialmente'.
E, se il tono si fa troppo pesante, cazzeggio, alleggerisco, sdrammatizzo.

Concetto che, consentimi, non fa una grinza, ma chi ha il coraggio di andarlo a riferirlo all'imbronciato :-( (e serioso ??) Sthula?
Dalla regia mi dicono che si stia armando... vabbè, avrà finito la pazienza... :gun
brunalu brunalu 20/10/2018 ore 13.45.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

:hihi @KitCarson1971 :
attento a non cazzeggiare, questo è un forum serio!
Sthula Sthula 20/10/2018 ore 19.46.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
Allora costruitevi un forum per " Elite", escluso ai non addetti ai lavori!Questo è libero e io ho il diritto di sporre le" mie idee personali anche se di scarso valore"

Non è neppure in questo modo, anni fa chiesi di aprire un altro sottogruppo e sembrava quasi fatta, ma poi finì tutto in fumo. Ma non è neppure questo, perché se è vero che tu hai il sacrosanto diritto di esporre le tue idee, lo hanno anche gli altri. E del resto non è detto che si debba intervenire a tutti i post che vengono aperti, io per esempio già dal titolo capisco che non è un argomento per me e non entro affatto. Non si tratta di forum serio, anzi adesso, paragonato ad anni fa è una barzelletta altro che serio. Prima c'erano argomenti veramente di esoterismo puro, con esperti veri, oggi rappresenta veramente il vero volto di un sottogruppo di "Tempo libero", come viene catalogato da chatta. Quindi se una persona vuol dialogare di certi argomenti con un certo linguaggio che presuppone uno studio più o meno approfondito, secondo me lo può fare, come tu o ogni altra persona sono liberi di parteciparvi oppure no, o di dedicarsi ad altri post
brunalu brunalu 20/10/2018 ore 22.07.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula :

E'un elegante invito a farmi i fatti miei?

Eddai, un po' di "leggerezza" non fa male, di cose serie ne abbiamo già abbastanza nel nostro privato.
Senza rancore eh!
19953528
@Sthula : E'un elegante invito a farmi i fatti miei? Eddai, un po' di "leggerezza" non fa male, di cose serie ne abbiamo già...
Risposta
20/10/2018 22.07.41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Sthula Sthula 20/10/2018 ore 23.41.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@brunalu scrive:
Eddai, un po' di "leggerezza" non fa male, di cose serie ne abbiamo già abbastanza nel nostro privato.Senza rancore eh!

nonostante quanto ho scritto, sono comunque per le cose leggere ed eleganti, che non per l'ermetismo espressivo, se così si potesse definire :-)))
KitCarson1971 KitCarson1971 21/10/2018 ore 10.47.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
nonostante quanto ho scritto, sono comunque per le cose leggere

Ovvero: hai un perenne, costante, capillare, sottile, ma pesante rapporto con quanto esponi, ma sostanzialmente "paragrafi" ed apprezzi di più l'esposizione leggera. Macchetuffai vecchio mio. Menti a te stesso? De sto passo nessun confessore potrà mai assolverti, preferendo suicidarsi...
Passerotto d'uno Sthula, che incoerenza :specchio . Che il grande Filo de Brèsa ti riserbi ugualmente la sua benedizione... :amen Ne hai bisogno
Sthula Sthula 21/10/2018 ore 11.37.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula scrive:
nonostante quanto ho scritto, sono comunque per le cose leggere ed eleganti, che non per l'ermetismo espressivo, se così si potesse definire
Aggiungo però, che non voglio fare differenza tra i linguaggi, nel senso che mi piacerebbe rispondere ad ogni persona a prescindere dal linguaggio che usa. E se questa persona ha un linguaggio più complesso, cerco di adeguarmi a questo linguaggio. Quindi non si tratta di discriminare, ma di cercare di rispondere a tutti, nei limiti ovviamente del buon senso e di chi ha veramente voglia di dialogare. Gli altri meglio non considerarli a prescindere dal linguaggio che usano
Peltier14 Peltier14 21/10/2018 ore 16.51.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Si puo' ricorrere a diversi espedienti per sottrarsi a un qualcosa che ci sta' davanti come un masso di granito: ci si sbronza,ci si droga, si cazzeggia nei forum, si lavora, ci si arricchisce,ci si riproduce,si fa' sesso, si fa' il talebano, ci si scolpisce il fisico, si fa' una crociata o una crociera, si fa' leggerezza e...………...Ma la condiziona esistenziale non muta. A che vi serve vivere unicamente per assolvere ad una serie di funzioni, se non sono collegabili a quel qualcosa che ci si ostina a non voler vedere, affossandosi in una ridicola Realta' quotidiana. Persino uno sguattero sa' che cio' che sta' facendo lo fa' per il suo padrone. Vivere una vita spensierata e leggera ,comme suggeriscono alcuni, e' come vivere facendosi una pera di oppio ogni 6 ore. La scuola esistenziale,legata all'ontologia dell'Essere ,e' l'unica occupazione che dovrebbe avere un vivente cosciente. Non certo per trovare una risposta in merito ,che sarebbe anche inutile, ma per distaccarsi da una condizione da cadavere. A molti, cio' conviene, poiché alimenta le società moderne sostenute da squallidi modelli di politica e finanza. Non ci serve la leggerezza degli idioti, e neppure una conoscenza impossibile,ci occorre un distanco critico e cosciente da una pratica demenziale quotidiana.
Burian87 Burian87 21/10/2018 ore 17.06.10 Ultimi messaggi
Sthula Sthula 21/10/2018 ore 19.29.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
ci occorre un distanco critico e cosciente da una pratica demenziale quotidiana.

E' vero tutto e il contrario di tutto, nel senso che un apparente "leggerezza degli idioti" come scrivi, potrebbe nascondere un profondo sentimento spirituale, pari se non superiore a chi coscientemente insegue L'ontologia dell'essere o la metafisica.
Burian87 Burian87 21/10/2018 ore 19.43.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Le più importanti case farmaceutiche stanno investendo tantissimo in un qualcosa che vedremo forse tra quasi un secolo soltanto. Gli innesti di cervello artificiale infatti per funzionare devono essere in grado di comunicare col cervello. In che modo? Gli innesti artificiali iniziano a comunicare impulsi elettrici e vengono letteralmente invasi dal tessuto cerebrale. Una volta innestati non si possono rimuovere. Per ora stanno studiando qualcosa di semplice. Innesti di memoria, in grado di renderci capaci di ricordare, imparare, apprendere meglio e più informazioni. Ma già questo renderà i primi uomini che lo acquisteranno (o le prime cavie) più potenti. Da qui partirà la generazione di Superuomini. Si evolveranno sempre più velocemente, e l'umanità di oggi sarà una specie come un'altra, che non dominerà più il pianeta.

Ma tutto questo avrà una fine? No non avrà una fine. L'evoluzione è l'universo stesso. sua legge fondante. Alla fine e all'inizio dei tempi, l'evoluzione genererà Dio, e Dio genererà l'Universo stesso e la sua evoluzione. Così è garantita l'eternità dell'Essere
Sthula Sthula 21/10/2018 ore 19.53.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Burian87 scrive:
Ma tutto questo avrà una fine? No non avrà una fine. L'evoluzione è l'universo stesso. sua legge fondante. Alla fine e all'inizio dei tempi, l'evoluzione genererà Dio, e Dio genererà l'Universo stesso e la sua evoluzione. Così è garantita l'eternità dell'Essere

La vedo diversamente, è Dio a generare se stesso attraverso l'umanità e l'universo. Ma al contempo, e fuori dal tempo-spazio, l'autore di tutto, chiamato da noi Trascendente. E non può essere diversamente se ci pensiamo, Dio non potrebbe non fare esperienza da uomo, che Dio sarebbe?
Sthula Sthula 21/10/2018 ore 19.55.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Burian87 scrive:
Da qui partirà la generazione di Superuomini.

Questo è discorso forse possibile che porterà senz'altro all'invenzione del superuomo, ma di cosa parliamo? Certamente non di anima o di spirito
KitCarson1971 KitCarson1971 21/10/2018 ore 20.32.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
RE: La pace esistenziale
Si puo' ricorrere a diversi espedienti per sottrarsi a un qualcosa che ci sta' davanti come un masso di granito: ci si sbronza,ci si droga, si cazzeggia nei forum, si lavora, ci si arricchisce,ci si riproduce,si fa' sesso, si fa' il talebano, ci si scolpisce il fisico, si fa' una crociata o una crociera, si fa' leggerezza e...………...Ma la condiziona esistenziale non muta. A che vi serve vivere unicamente per assolvere ad una serie di funzioni, se non sono collegabili a quel qualcosa che ci si ostina a non voler vedere, affossandosi in una ridicola Realta' quotidiana. Persino uno sguattero sa' che cio' che sta' facendo lo fa' per il suo padrone. Vivere una vita spensierata e leggera ,comme suggeriscono alcuni, e' come vivere facendosi una pera di oppio ogni 6 ore. La scuola esistenziale,legata all'ontologia dell'Essere ,e' l'unica occupazione che dovrebbe avere un vivente cosciente. Non certo per trovare una risposta in merito ,che sarebbe anche inutile, ma per distaccarsi da una condizione da cadavere. A molti, cio' conviene, poiché alimenta le società moderne sostenute da squallidi modelli di politica e finanza. Non ci serve la leggerezza degli idioti, e neppure una conoscenza impossibile,ci occorre un distanco critico e cosciente da una pratica demenziale quotidiana.


Si può provare a lasciar correre, ma poi, quando uno si pone da solo sopra un piedistallo alto un cm e rischia ugualmente di rompersi la capoccia sbattendo contro le pareti del proprio labirintico ego mentale... il buon samaritano che fà? Gli pone una simil zucca piena d'acqua, è doveroso, umano direi... Pace esistenziale intitola Peltier 14 (come il carbonio), ma da come incanala i suoi pIrichè... sembra più una crisi esistenziale. Si! la sua. Con questo non vorrei offendere ninguno, al limite mi difenderà lavvocatessa Bruna... Prego comunque l'amico Peltier di non sovrapporsi troppo alla sua conclamata antologia ontologica, non vorrei che G. Lukas e l'amicone A. Schopenhauer si siano messi alla ricerca del suo domicilio.

Detto questo, e per restare in tema, va detto che uno dei problemi più frequenti (e mai risolti) è quello di rendere meno dura la divisione tra uomo e uomo, tendendo verso quel concetto di amicizia che è stato sempre cercato e mai raggiunto (la mia solida amicizia con Sthula, essendo unica, non può far testo... :-))) ). Va da se il chiedersi come mai sia possibile che esseri umani, che in fondo hanno le stesse esigenze, gli stessi bisogni, non riescano a trovare un accordo, seppure mediocre. Gli esseri umani stentano a trovare un ritmo comune, e quando lo trovano si tratta pur sempre di un accomodamento.

La realtà è che due persone possono stare insieme a condizione che ciascuna di esse rinunci ad una parte di sè stessa e limiti pertanto la propria libertà. Sembra questo essere l'unico modo possibile per la creazione di un minimo rapporto sociale-esistenziale-spirituale. Alla base di tutto questo c'è una lacuna molto grave, che è proprio una lacuna di CONOSCENZA, con la quale ognuno di noi troverebbe la parte più vera, senza più grandi ostacoli, perchè la piattaforma sarebbe praticamente comune.
Un saluto
ruccutiello ruccutiello 21/10/2018 ore 20.41.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
A che vi serve vivere unicamente per assolvere ad una serie di funzioni, se non sono collegabili a quel qualcosa che ci si ostina a non voler vedere, affossandosi in una ridicola Realta' quotidiana. Persino uno sguattero sa' che cio' che sta' facendo lo fa' per il suo padrone. Vivere una vita spensierata e leggera ,comme suggeriscono alcuni, e' come vivere facendosi una pera di oppio ogni 6 ore. La scuola esistenziale,legata all'ontologia dell'Essere ,e' l'unica occupazione che dovrebbe avere un vivente cosciente. Non certo per trovare una risposta in merito ,che sarebbe anche inutile, ma per distaccarsi da una condizione da cadavere. A molti, cio' conviene, poiché alimenta le società moderne sostenute da squallidi modelli di politica e finanza. Non ci serve la leggerezza degli idioti, e neppure una conoscenza impossibile,ci occorre un distanco critico e cosciente da una pratica demenziale quotidiana.


Hai infarcito la tua 'ricetta' di concetti che, nei post che abbiamo letto, più volte hai espresso.
Io, come te, mi ripeto spesso.
E dunque, ripeto ancora che la vita di una persona semplice, che non fa male a nessuno, non è meno meritevole e 'giusta' di chi si consuma a cercare risposte nelle dissertazioni filosofiche, nell'ontica e nell'ontologia, nella conoscenza, negli strati più finemente spirituali del genere umano e in ogni altra forma che astrae dall'essere in quanto materia.
Ma che tu la vita la definisca CONDIZIONE DI CADAVERE mi fa pensare che tu sia ormai perso, spero non definitivamente, nei meandri delle valutazioni che cerchi di elaborare.
Se questo tuo errare nei concetti ti fa bene, fallo, vai avanti, insisti; a mio avviso ti sta portando fuori rotta, fino a negare aspetti più che ovvi, basilari per ciascuno di noi.
Alcuni tuoi incisi offendono, ma immagino che tu non ti renda nemmeno conto che nessuno, proprio nessuno, debba dare dell'idiota in maniera così gratuita (è solo un esempio) ergendosi dunque a 'non idiota' in base a cosa, principi, valori, etica, morale?
Sembra un delirio di onnipotenza.
19953904
@Peltier14 scrive: A che vi serve vivere unicamente per assolvere ad una serie di funzioni, se non sono collegabili a quel...
Risposta
21/10/2018 20.41.48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
ruccutiello ruccutiello 21/10/2018 ore 20.52.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@KitCarson1971 : par di capire che anche tu hai letto ciò che ho letto io...
KitCarson1971 KitCarson1971 21/10/2018 ore 21.31.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@ruccutiello scrive:
Alcuni tuoi incisi offendono, ma immagino che tu non ti renda nemmeno conto che nessuno, proprio nessuno, debba dare dell'idiota in maniera così gratuita (è solo un esempio) ergendosi dunque a 'non idiota' in base a cosa, principi, valori, etica, morale?
Sembra un delirio di onnipotenza.

Caro Ruccutiello ogni tanto avanziamo su binari che convergono. Oltre che esprimere i miei concetti, mi sembrava doveroso ribattere, almeno in minima parte, signorilmente, direi, le "voraci" provocazioni-conclusioni di Peltier.
Ti saluto
Peltier14 Peltier14 22/10/2018 ore 15.33.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Uela' ragazzi che scalpitio prevedibile! Burian ha posto una questione che non avete colto, mettendo in crisi Sthula, al quale dico che la leggerezza a cui qualcuno faceva riferimento ,in questa sede, e' proprio quella degli stupidi e non quella alla quale tu ti sei voluto riferire. Ho affermato che, persino la comprensione delle questioni legate all'Ontologia dell'Essere non porterebbe a nulla ,ma naturalmente presi dalle risposte di risentimento non avete percepito. C'e' chi poi parla di lacuna di CONOSCENZA (modificando persino il peso atomico del Carbonio da 12 a 14) con una vuota predica da sermone domenicale. Concludo con la commovente immagine della ''persona semplice che non fa' male a nessuno'' che semplice non e', ma piuttosto un individuo mediocre e piatto, poiche' la semplicita' e' ben altra cosa. Perdersi, poi e' una condizione essenziale per salvarsi, perche' fa' liberi. Ho infine detto che, e' un idiota,chi comprime il suo orizonte esistenziale a cio' che vede e sente apparentemente,senza guardare oltre ( pur avendo sotto il naso tutti gli indizi)e se qualcuno si e' sentito toccato , be' evidentemente e' uno stupido irreversibile.
KitCarson1971 KitCarson1971 22/10/2018 ore 15.58.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
se qualcuno si e' sentito toccato , be' evidentemente e' uno stupido irreversibile.

caro amico, l'Anthrax, fattivamente infettivo, posizionato a 12 o 14, come peso stolt-atomico può averti contagiato, quindi non bisogna fartene una colpa se ti gratti e ti senti da questi TOCCATO irreversibilmente.
Peltier14 Peltier14 22/10/2018 ore 16.42.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

Se gli interventi sono tutti cosi' esilaranti, vi dispenso dal farlo prego.
Sthula Sthula 22/10/2018 ore 18.40.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Burian ha posto una questione che non avete colto, mettendo in crisi Sthula, al quale dico che la leggerezza a cui qualcuno faceva riferimento ,in questa sede, e' proprio quella degli stupidi e non quella alla quale tu ti sei voluto riferire. Ho affermato che, persino la comprensione delle questioni legate all'Ontologia dell'Essere non porterebbe a nulla ,ma naturalmente presi dalle risposte di risentimento non avete percepito.

Nessuna crisi, ho risposto esattamente come era prevedibile rispondere, infatti si può modificare il cervello, perfino clonare gli animali, ma quello che non si arriverà mai a fare è di costringere lo Spirito in un corpo che non vuole e senza Spirito, non è possibile procedere nel percorso spirituale. Tanto per capire come stanno le cose, l'uomo è divenuto quello che siamo oggi grazie all'aiuto interiore dello Spirito, senza il quale tutta l'umanità non sarebbe mai esistita, e se nel futuro ci saranno i superuomini, questo potrebbe significare il ritorno alla barbarie. Non so se si capisce ma io credo che lo capiscano tutti. Una battuta sull'intelligenza: essa non si misura con i quozienti, ci sono differenti personalità dove l'intelligenza è soltanto uno tra i parametri. Parlare quindi di stupidità, in certi casi rappresenta una cosa stupida.
19954380
@Peltier14 scrive: Burian ha posto una questione che non avete colto, mettendo in crisi Sthula, al quale dico che la leggerezza a...
Risposta
22/10/2018 18.40.56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
ruccutiello ruccutiello 22/10/2018 ore 21.08.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
non avete colto, mettendo in crisi Sthula, al quale dico che la leggerezza a cui qualcuno faceva riferimento ,in questa sede, e' proprio quella degli stupidi e non quella alla quale tu ti sei voluto riferire. Ho affermato che, persino la comprensione delle questioni legate all'Ontologia dell'Essere non porterebbe a nulla ,ma naturalmente presi dalle risposte di risentimento non avete percepito. C'e' chi poi parla di lacuna di CONOSCENZA (modificando persino il peso atomico del Carbonio da 12 a 14) con una vuota predica da sermone domenicale. Concludo con la commovente immagine della ''persona semplice che non fa' male a nessuno'' che semplice non e', ma piuttosto un individuo mediocre e piatto, poiche' la semplicita' e' ben altra cosa. Perdersi, poi e' una condizione essenziale per salvarsi, perche' fa' liberi. Ho infine detto che, e' un idiota,chi comprime il suo orizonte esistenziale a cio' che vede e sente apparentemente,senza guardare oltre ( pur avendo sotto il naso tutti gli indizi)e se qualcuno si e' sentito toccato , be' evidentemente e' uno stupido irreversibile.


Cretinamente hai rispiegato ciò che era ovvio!
ruccutiello ruccutiello 22/10/2018 ore 21.10.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 : e adesso, dimmi che non sei stato toccato dal 'cretinamente'!
ruccutiello ruccutiello 22/10/2018 ore 21.13.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14
si capisce che l'ho scritto allo stesso identico modo con il quale tu hai scritto:
mediocre e piatto... idiota ... stupido irreversibile
Sthula Sthula 22/10/2018 ore 21.18.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 scrive:
Ho infine detto che, e' un idiota,chi comprime il suo orizonte esistenziale a cio' che vede e sente apparentemente,senza guardare oltre ( pur avendo sotto il naso tutti gli indizi)e se qualcuno si e' sentito toccato , be' evidentemente e' uno stupido irreversibile.

Io so invece, che quello che a te apparentemente sembrerebbe un idiota, probabilmente è una persona uguale o meglio equipaggiato di te. Mai sottovalutare il prossimo, questa è una mia esperienza e aggiungo, mai sottovalutare il prossimo, se è potenzialmente uguale o superiore a te in spirito.
Magari potrebbe in quel particolare periodo di tempo essere "sordo" al suo spirito, ma non per sempre
Peltier14 Peltier14 23/10/2018 ore 16.19.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@ruccutiello : ma perché colleghi la frase da me detta e da te citata alla tua persona? Vai a rileggerla con calma, senza collera, su' e vedrai che hai preso un abbaglio. Non era per nulla rivolta a te. Almenoche' tu non voglia riconoscerti in essa.
Peltier14 Peltier14 23/10/2018 ore 16.37.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Sthula : Quindi lo spirito andrebbe in giro a cercarsi il corpo che gli garba e, di conseguenza a quanto dici,e' possibile che ci sarebbero, corpi ricusati da tutti gli spiriti,privi di spirito. Corpi di seconda categoria. Sai bene che non e' cosi'. L'individuazione psico/fisica e' solo un supporto. Colleghi i superuomini al ritorno delle barbarie, trascurando le barbarie gia' in atto nei nostri giorni? Cadi in un antropocentrismo antropomorfico. L'Essere si dispiega nell'ontico, attraverso infinite forme e modalita', in barba all'arroganza della specie umana.
Sthula Sthula 23/10/2018 ore 18.07.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La pace esistenziale

@Peltier14 : Abbiamo visioni diverse ma non inconciliabili. Gli spiriti, dal dopo Pentecoste "stanno vicino a tutti gli uomini, come dicevo, a meno che non c'è il rifiuto da parte dell'uomo. Non ci sono uomini di seconda serie ma ci sono spiriti che hanno più esperienza ed altri che iniziano allora. Tutti i più grandi capi religiosi, condottieri ecc., avevano uno spirito con molta esperienza. Gli spiriti che vengono rifiutati o che comunque non possono proseguire il loro "lavoro", si avvicinano ad altre persone…
L'Essere si dispiega nell'Universo in molteplice forme che non conosciamo, ma una di queste è sicuramente la trasformazione dell'uomo in Dio. E questa è possibile conoscerla, perché c'è chi ce ne parla. Cmq per assurdo, se gli spiriti non venissero più tra noi, l'umanità regredirebbe all'era della pietra

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.