Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula 16/11/2018 ore 22.23.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

Questa tematica tanto dibattuta e ancora tutta da risolvere, vede le sue origini fin dai primi passi dell'uomo. La religione è stata da sempre un sistema che se da una parte ha tenuto sotto controllo gli uomini e le donne, dall'altra si è sforzata di avvicinare questi uomini e queste donne al concetto di un Dio, l'artefice di tutto. Ci sono le religioni monoteiste o politeiste ma non è questo il problema, tutto nasce dal fatto che ogni religione si costruisce l'idea di un proprio Dio fatto ad immagine e somiglianza di quello che si crede possa essere questo Dio o per tradizione tramandata. La religione universale che ancora deve essere concepita dall'uomo, sarà quella in cui Dio è il Padre di ogni uomo e donna del mondo, a prescindere da tutto; nazione, razza, popolo, tradizioni ecc.
Il vero problema è che ad oggi ancora non si parla di religione universale e ogni giorno che passa le religioni individuali continuano a ragionare in termini di esclusività, come se Dio si potesse affittare. Ammettere che Dio è il Padre di tutti, è anche riconoscere che ogni uomo è fratello.
8567219
Questa tematica tanto dibattuta e ancora tutta da risolvere, vede le sue origini fin dai primi passi dell'uomo. La religione è...
Discussione
16/11/2018 22.23.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Settembre 17/11/2018 ore 09.24.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Ammettere che Dio è il Padre di tutti, è anche riconoscere che ogni uomo è fratello.



concordo, il problema è chè..

tra i fratelli aumentano i caini....

e purtroppo è un dato di fatto.

segno di grande regressione spirituale

a mio parere.
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 12.06.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
concordo, il problema è chè..tra i fratelli aumentano i caini....e purtroppo è un dato di fatto.segno di grande regressione spiritualea mio parere.


Capisco la tua posizione, ma io farei un passo indietro a considerare fratelli coloro che ancora non lo sono. Come Caino era il fratello fisico di Abele, (e non sappiamo se siano esistiti realmente), così noi oggi avremmo ipoteticamente altri 7 miliardi di fratelli e sorelle sparse per il mondo.
Il racconto di Caino ci insegna molte cose, una delle quali riguarda la lotta tra il materiale e lo spirituale. Come dici giustamente tu, oggi sembra che in maggioranza ci siano più Caini che Abele e questo deve farci riflettere, primo perché la spiritualità viene dichiarata in aumento ma di fatto non credo che si sia questo aumento reale, quindi prevalenza di Caini sugli Abele.
Seconda considerazione più importante della prima, sotto forma di domanda: possiamo considerare nostro fratello chi non riconosce e non riconoscerà mai questa fratellanza in Dio?
Settembre 17/11/2018 ore 13.56.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula :

considerazioni mie....

certamente si devono considerare fratelli

ma essendoci il libero arbitrio

la compatibilità deriva dal rispetto,

se ciò non sussiste allora purtroppo

diventano possibili avversari.

è insito che si cerca di mantenere energie positive

le nostre intendo per non lasciarci intaccare dal contrapposto
Settembre 17/11/2018 ore 13.57.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Il vero problema è che ad oggi ancora non si parla di religione universale e ogni giorno che passa le religioni individuali continuano a ragionare in termini di esclusività, come se Dio si potesse affittare. Ammettere che Dio è il Padre di tutti, è anche riconoscere che ogni uomo è fratello.



questo è il segno di questi tempi.
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 14.56.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
questo è il segno di questi tempi.

Si purtroppo questo è vero e uno spaccato di questi tempi lo possiamo anche notare in questi forum, che comunque fanno da termometro microsociale :-)))
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 15.07.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
considerazioni mie....certamente si devono considerare fratellima essendoci il libero arbitriola compatibilità deriva dal rispetto,se ciò non sussiste allora purtroppodiventano possibili avversari.è insito che si cerca di mantenere energie positivele nostre intendo per non lasciarci intaccare dal contrapposto

Scusami non avevo letto questo intervento, leggo ora.
Sono d'accordo, ma la domanda mia era più diretta, pur essendo nella sostanza tutti fratelli, coloro che rifiutano tale realtà, avranno un futuro in comune, diciamo una stessa sorte?
Altra domanda, come fare a non farsi intaccare dal contrapposto, se dovessero essere considerati fratelli e in qualche modo aiutati per "come sono"? Oppure vanno lasciati al loro destino?
Settembre 17/11/2018 ore 16.07.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula :

si cerca di aiutarli, ma se non intendono

adeguarsi alla tolleranza e rispetto reciproco...

meglio allontanarli...

vivano alla loro maniera nelle loro comunità
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 16.28.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
si cerca di aiutarli, ma se non intendonoadeguarsi alla tolleranza e rispetto reciproco...meglio allontanarli...vivano alla loro maniera nelle loro comunità

Credo di aver capito a chi ti riferisci. Ma per questi fratelli che già vivono nelle nostre comunità e che non vogliono sentire ragioni?
Settembre 17/11/2018 ore 16.38.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula :

rimandarli nelle loro comunità.
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 17.33.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre : Ok, per chi viene da fuori, ma chi è dei nostri? Della nostra stessa razza?
Settembre 17/11/2018 ore 17.40.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula :

non guardo la razza...guardo la persona.
KitCarson1971 KitCarson1971 17/11/2018 ore 17.44.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
questo è il segno di questi tempi.


Le discordie e le rimostranze religiose sfocianti spesso in guerre assurde, non sono, cara Settembre, una prerogativa moderna, non sono figlie dei tempi che viviamo. La complessità dell'avventura spirituale vissuta dagli insegnamenti religiosi alla ricerca del mistero divino si perde, com'è uso dirsi, nella notte dei tempi. Tutti e nessuno è detentore della verità. Un antichissimo inno dei Sumeri, forse il più antico, riporta: "O Dio Enlil, le tue infinite perfezioni fanno restare attoniti, la loro natura segreta è come matassa arruffata che nessuno sa dipanare, è arruffio di fili di cui non si vede il bandolo".

L'intreccio delle religioni, i loro contrasti di fondo, oppure solo apparenti, ha SEMPRE rappresentato un ostacolo insormontabile per la litigiosa difformità di regole auto-imposte dall'umana cultura basica, sorta in ogni parte del mondo. Va semper tenuto presente come molte religioni presentino un'evoluzione storica complessa che ha dato origine a nuove acquisizioni teologiche, a ramificazioni eterodosse o scismatiche, ad affinamenti spirituali, ma anche a involuzioni e impoverimenti.

E' un processo (magari involutivo, a seconda lo si guardi) che comporta gruppi fitti, comunità, associazioni e movimenti. Un incessante sforzo (inutile?) di ripensamento e attualizzazione in nuovi contesti. In definitiva, in soldoni, l'uomo da sempre non ha mai smesso di interrogarsi sulla propria sorte. Il senso della sua vita, il suo destino, le malattie e l'inconoscibile morte, il perchè del dolore, le energie e le forze che trascendono l'intelligenza e la volontà, il bene e il male. Gli uomini del nostro tempo come i nostri antenati cercano risposte a questi dubbi, basandosi da SEMPRE sulle proprie religioni, quasi sempre e da sempre inculcate. Le risposte hanno dato vita a sistemi, visioni, concezioni del mondo spesso fuorvianti. Ma non è una novità moderna, cara Settembre, tutt'altro.
Un saluto

ruccutiello ruccutiello 17/11/2018 ore 18.10.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Ammettere che Dio è il Padre di tutti, è anche riconoscere che ogni uomo è fratello


Anche io sarei dunque un tuo fratello.
E questo non è indipendente dal mio credo? La religione non (ti) insegna che anche i peccatori possono essere redenti? (Che poi dovrei capire dove io stia 'peccando', se genericamente, ho alti valori morali ed etici, rispetto le persone e mi immedesimo nei loro problemi, spesso facendomene carico)

Io non ho nulla contro chi crede, ma sembra non sia lo stesso per te, che sembri covare rancori verso persone che hanno dubbi, che mettono in discussione fatti e concetti perché, con onestà, non possono dire di credervi così come sono; puoi dire lo stesso anche tu, che sembri molto credente, nei miei confronti?
Non è stato chiaro, finora almeno.

E, dunque, per concludere, io penso che sia molto meglio non credere ed operare bene che credere ed operare male, indipendentemente adesso dalle considerazioni di poco conto fatte su di te, generalizzando il concetto.

E, per finire, rispetto ad un ipotetico aldilà, i miei sforzi (nel vivere bene, onestamente ed in pace con il prossimo), sono riservati a questo mondo, a questa esistenza, a questa vita e non, ipotesi che, se vera, solo senza coscienza terrena potremmo acquisire, nella vita che verrà (verso la quale io non ho alcuna ostilità, sia chiaro).

Sthula Sthula 17/11/2018 ore 18.22.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello :
Anche io sarei dunque un tuo fratello.

Chi ha mai detto il contrario?

E questo non è indipendente dal mio credo? La religione non (ti) insegna che anche i peccatori possono essere redenti? (Che poi dovrei capire dove io stia 'peccando', se genericamente, ho alti valori morali ed etici, rispetto le persone e mi immedesimo nei loro problemi, spesso facendomene carico)

E' indipendente da tutto. Secondo la mia religione (che è interiore), non esistono peccatori, esiste soltanto il concetto di chi rifiuta Dio nella sua vita, il resto dei peccati che di solito vengono considerati da religioni o altro, per me non hanno valore.
Il fatto che tu abbia valori morali ed etici e che rispetti le persone immedesimandoti nei loro problemi ti fa una persona migliore, ma lasciamelo dire, dal trattamento che mi hai riservato non lo potrei confermare. devo crederti in parola.

Io non ho nulla contro chi crede, ma sembra non sia lo stesso per te, che sembri covare rancori verso persone che hanno dubbi, che mettono in discussione fatti e concetti perché, con onestà, non possono dire di credervi così come sono; puoi dire lo stesso anche tu, che sembri molto credente, nei miei confronti?
Non è stato chiaro, finora almeno.

Tutto il discorso non mi è chiaro, ma per quello che riesco a capire io non covo rancori verso nessuno, cerco di evitare chi come te cerca l'esaltazione personale offendendo gli altri, apertamente o velatamente. Se poi non credi e non hai fede, per me non è che cambia molto, sei come un'altra persona, ma resta il tuo atteggiamento che ho notato qui dentro.

E, dunque, per concludere, io penso che sia molto meglio non credere ed operare bene che credere ed operare male, indipendentemente adesso dalle considerazioni di poco conto fatte su di te, generalizzando il concetto.

Comunque vedo che ad ogni scambio tu hai molto interesse ad offendere e molto poco a capire le ragioni degli altri. Comunque secondo me è meglio credere ed operare bene a prescindere.

E, per finire, rispetto ad un ipotetico aldilà, i miei sforzi (nel vivere bene, onestamente ed in pace con il prossimo), sono riservati a questo mondo, a questa esistenza, a questa vita e non, ipotesi che, se vera, solo senza coscienza terrena potremmo acquisire, nella vita che verrà (verso la quale io non ho alcuna ostilità, sia chiaro).

Il discorso è molto contraddittorio, perché normalmente funziona in modo diverso o dovrebbe. E poi quanto dico non è che me lo invento, resto fedele ad un insegnamento che può piacere o no, ma cosa c'entra l'offesa persona? Comunque il concetto è che la persona che crede nella vita eterna, fa tutto in funzione di essa non il contrario. Se io non credessi alla vita eterna, non è che essa non esisterebbe in merito al mio credo.
Quindi dicevo, chi crede nella vita eterna e considera tutto un unico progetto con a capo un Essere (se ti può essere d'aiuto), considera tutti come fratelli e vorrebbe per loro il bene supremo, che è la continuazione dopo la morte. Ma questo proseguimento è appannaggio del libero arbitrio di ciascuno. Quindi non funziona come dici tu, vivo la mia vita e faccio del bene agli altri (un bene che non è spirituale e che quindi potrebbe al limite ostacolare anche la sua vita eterna, il bene è sempre da rapportare allo spirito), ma non credo all'Essere o all'eternità, però se mi ci dovessi risvegliare non ho nulla in contrario. Questo è un discorso sbagliato, tu puoi continuare a farlo, ci mancherebbe altro, ma da come so io, non funziona così. Ma non perchè lo decido io e voglio fare il "cattivo" con te o con quelli che mi stanno antipatici. Ma non sono convinto, nonostante il mio sforzo, che capirai quanto dico e inizierai di nuovo a parlare della mia persona. Lo hai fatto dal primo intervento e non credo che cambierai.

In sostanza la vita eterna è la retribuzione della Fede, è sganciata dal discorso di bene o di male riferito ai fatti quotidiani. La Fede porta a credere in un'entità Superiore e la Fede è la chiave per la vita eterna. Non esiste il discorso del fare del bene e poi eventualmente colui in cui non ho creduto mi resuscita e mi fa scegliere (dato che tu hai già scelto, hai avuto la tua opportunità e l'hai evitata). Chi non crede muore e basta, anche perché sarebbe un discorso fuori da ogni razionalità anche umana. Non ho fede però pretendo la vita eterna nel momento in cui scoprissi che esiste. Ma se quella vita eterna non l'hai voluta, e quindi non accedi ad essa, non si capisce di che pretesa si possa parlare

N:B:: Il sottolineato è stato aggiunto in un secondo momento
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 18.24.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
non guardo la razza...guardo la persona.

Ah, ok
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 19.42.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Anche io sarei dunque un tuo fratello.

Approfondisco il discorso del fratello. Se tu avessi un fratello omicida e provasse a colpirti, tu ti difenderesti, oppure ti faresti uccidere per l'amore che provi per lui? Se tu avessi un fratello che ti volesse calunniare, continueresti a dialogare con lui, oppure cercheresti di evitarlo?
Settembre 17/11/2018 ore 19.54.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

io penso oggi da credente, sono stata non credente

e quindi comprendo chi non crede,essere come scrive

ruccuciello è a mio avviso il top.

alla fine conteranno anche le azioni dunque...

chi semina bene raccogli bene, e vedo anche rispetto

per chi crede oppure no,quindi vede come intendevo io

le persone, e vale quanto ho scritto sopra,se una persona

si comporta male,fà del male,è doveroso cercare di fargli

capire che alla base di tutto c'è il rispetto,se poi

spiega e rispiega fà danno è ovvio non poter comunicare.

e si, oggi sono credente, ma non guardo o etichetto

le persone per il loro credo o non credere.

io non potrei mai fare del male a chi non ha la mia fede.

come giustamente ha scritto Kit le religioni,ovvero il credere

di possedere la verità assoluta...porta all'estremismo.

alle guerre.

Sthula Sthula 17/11/2018 ore 20.27.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Settembre scrive:
io penso oggi da credente, sono stata non credente e quindi comprendo chi non crede,essere come scrive ruccuciello è a mio avviso il top. alla fine conteranno anche le azioni dunque...

E questo è vero per tutti, credenti e non credenti. Non è che il credente ha risolto già tutto, ma deve lo stesso confrontarsi con i suoi fratelli, tutti quelli che incontra nel suo cammino. Quindi la sola Fede non vuol dire nulla, non è una posizione sulla quale potersi trincerare. Si tratta soltanto di una partenza, la fine arriva per tutti e si può avere le Fede anche un giorno prima di morire, come la si può perdere o peggio credere che da sola basti per realizzare la vita eterna.
Settembre 17/11/2018 ore 20.29.44 Ultimi messaggi
ruccutiello ruccutiello 17/11/2018 ore 22.16.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
In sostanza la vita eterna è la retribuzione della Fede, è sganciata dal discorso di bene o di male riferito ai fatti quotidiani. La Fede porta a credere in un'entità Superiore e la Fede è la chiave per la vita eterna. Non esiste il discorso del fare del bene e poi eventualmente colui in cui non ho creduto mi resuscita e mi fa scegliere (dato che tu hai già scelto, hai avuto la tua opportunità e l'hai evitata). Chi non crede muore e basta, anche perché sarebbe un discorso fuori da ogni razionalità anche umana. Non ho fede però pretendo la vita eterna nel momento in cui scoprissi che esiste. Ma se quella vita eterna non l'hai voluta, e quindi non accedi ad essa, non si capisce di che pretesa si possa parlare


Io non ho come meta del mio esistere la vita eterna.
Non sono convinto nemmeno che esistra davvero, ma sia solo una chimera, un modo per esorcizzare la morte, per averne meno paura, per accettarla in qualche modo, ma anche se esistesse io non ho alcuna necessità di vivere ancora, indeterminatamente.
La morte, fortunatamente, mette pace a qualsiasi umana angheria, a qualsiasi sofferenza, a qualsiasi tensione: in quel momento non abbiamo più freddo, non abbiamo più sete, non abbiamo più paura. La vedo così e non mi fa paura, è la vita stessa, per come abbiamo imparato a conoscerla, che include il concetto di fine, di morte.
Ed io, nella precaria esistenza, difficile, non semplice, non lineare, preferisco comportarmi esattamente come se dovesse finire, perché ad oggi nessuno può dimostrare il contrario, e certamente non sta a me decidere se potrò 'risorgere', dunque da ciò, da queste mie considerazioni (la vita è breve!) cerco di dare il meglio.
Tu hai la possibilità di credere ciò che ti sembra più reale di altro, e se la tua fede ti porta a credere che esista un aldilà da vivere, se il tuo desiderio e la tua speranza è effettivamente vivere all'infinito, io non cercherò di convincerti del contrario; sarò però sempre orientato a tentare di convincerti a vivere onestamente, al meglio, questa vita passeggera, terrena, di cui abbiamo prove, tutto qui, semplice e chiaro.

Sthula Sthula 17/11/2018 ore 22.20.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Tu hai la possibilità di credere ciò che ti sembra più reale di altro, e se la tua fede ti porta a credere che esista un aldilà da vivere, se il tuo desiderio e la tua speranza è effettivamente vivere all'infinito, io non cercherò di convincerti del contrario; sarò però sempre orientato a tentare di convincerti a vivere onestamente, al meglio, questa vita passeggera, terrena, di cui abbiamo prove, tutto qui, semplice e chiaro.

E chi te lo dice che io viva come se la vita finisse ma credo nell'eternità? Una cosa non esclude l'altra, ma sembra quasi dalle tue parole che se io credo in Dio e quindi nella possibilità di proseguire questo breve percorso, viva disonestamente!!!
ruccutiello ruccutiello 17/11/2018 ore 22.22.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
sembra quasi dalle tue parole che se io credo in Dio e quindi nella possibilità di proseguire questo breve percorso, viva disonestamente!!!


Non ho ASSOLUTAMENTE detto questo
Sthula Sthula 17/11/2018 ore 23.33.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Non ho ASSOLUTAMENTE detto questo

Benvenuto nel CLUB, e sai io quante parole non ho dette e mi sono state fatte passare per vere, da te e dall'amico fritz kit? Ahi voglia. Capito ora cosa si prova!!!
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 00.25.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
sarò però sempre orientato a tentare di convincerti a vivere onestamente,

Era questa la tua frase in cui sembra che mi convincevi di vivere onestamente, come se non lo facessi già...
Settembre 18/11/2018 ore 07.41.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Benvenuto nel CLUB,



a volte sthula essere troppo...sensibili non aiuta,

credimi lo dico col cuore,guarda oltre...

sò che mi comprendi se ti dico....

lascia scorrere come acqua su di te...

usa l'umorismo e fatti una bella risata....

todo se pasa solo Dios no se muda...

e l'animo resta sereno e senza ferite.
ruccutiello ruccutiello 18/11/2018 ore 08.00.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Se tu avessi un fratello omicida e provasse a colpirti, tu ti difenderesti, oppure ti faresti uccidere per l'amore che provi per lui? Se tu avessi un fratello che ti volesse calunniare, continueresti a dialogare con lui, oppure cercheresti di evitarlo?


Ho scritto un post qualche tempo fa, in cui ho espresso la mia opinione in merito, parlavo di Caino e Abele.
Ebbene, quella 'storia' (sarebbe meglio dire favola) racconta proprio di due fratelli e, pur volendo 'censurare' il comportamento omicida di Caino, io vi leggo una profonda (e antecedente) insensibilità, direi strafottenza, di Abele il quale aveva lasciato che le sue pecore danneggiassero l'orto e il raccolto di Caino.
Quindi io dico che, secondo il mio modesto parere, quell'esempio è negativo in toto, non salva moralmente nessuno dei due, e dico anche che io, personalmente, non arriverei mai ad essere così strafottente nei confronti di un mio fratello (veramente nemmeno nei confronti di un estraneo) e dunque non 'armerei la mano' di nessuno nei miei confronti.

Da questo (da prendere come esempio e non letteralmente) io dico 'cerchiamo di vivere bene' questa vita, in maniera non violenta, in maniera non provocatoria, cercando di capire quali siano i nostri limiti, i nostri spigoli, nell'ottica di chi ci guarda dall'esterno, e ammorbidirli, limarli, tendendo ad una socialità maggiormente 'empatica' e meno egocentristica.
ruccutiello ruccutiello 18/11/2018 ore 08.09.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Benvenuto nel CLUB, e sai io quante parole non ho dette e mi sono state fatte passare per vere, da te e dall'amico fritz kit? Ahi voglia. Capito ora cosa si prova!!!


Detta così non fa per me. Anche se una cattiva interpretazione di quanto io avrei scritto fosse un attacco personale alla mia persona, io avrei la capacità e la forza di rispondere, in modo non violento, come puoi notare che io abbia sempre voluto fare.
Non sono il tipo che cova rancori, la vita è troppo breve per doversi guardare anche da nemici che (inutilmente) ci si è creati durante la propria esistenza. Quindi non faccio parte di quel CLUB, semplicemente perchè disinnesco e supero queste inezie.
Guardale a cinque anni, per capire se esse siano importanti, poi reagisci in maniera consona: vedi che tutte quelle che non hanno peso si sgonfiano, e veramente, allora, puoi fartene una ragione.
KitCarson1971 KitCarson1971 18/11/2018 ore 11.40.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Io non ho come meta del mio esistere la vita eterna.
Non sono convinto nemmeno che esistra davvero, ma sia solo una chimera, un modo per esorcizzare la morte, per averne meno paura, per accettarla in qualche modo, ma anche se esistesse io non ho alcuna necessità di vivere ancora, indeterminatamente.
La morte, fortunatamente, mette pace a qualsiasi umana angheria, a qualsiasi sofferenza, a qualsiasi tensione: in quel momento non abbiamo più freddo, non abbiamo più sete, non abbiamo più paura. La vedo così e non mi fa paura, è la vita stessa, per come abbiamo imparato a conoscerla, che include il concetto di fine, di morte.
Ed io, nella precaria esistenza, difficile, non semplice, non lineare, preferisco comportarmi esattamente come se dovesse finire, perché ad oggi nessuno può dimostrare il contrario, e certamente non sta a me decidere se potrò 'risorgere', dunque da ciò, da queste mie considerazioni (la vita è breve!) cerco di dare il meglio.


Caro Roccutiello, ormai conosco il tuo pensiero e la tua distinzione che, è utile ripeterlo, va al di là delle apparenze ma rende emerito il comportamento, l'agire e il pensiero positivo, e non c'è teologia astratta che tenga rapportandola a concretezze sul "campo" di tutti i giorni. La positività, sentita e vissuta NON preclude un lascito, un compimento in un eventuale paradiso, anche se al momento sembra assurdo crederci. Se comprendo il tuo stato d'animo, non credo che questo sia privo di sofferenze, la tua è una netta preclusione verso una indefinità Entità superiore, ma in sè non è tragico, sei in buona compagnia... l'importante è che la preclusione non diventi una fuga.

Il non credere (o il credere ipocritamente senza fede) è il limite degli uomini, che soffrono ANCHE per lo stesso riconoscere la mediocrità dei loro limiti. Quel che conta è che l'amarezza di ogni giorno non si perda nella disperazione.

Caro Roccutiello, forse che hai avuto una vita tribolata e difficile? Si spiegherebbero in parte le tue ragioni. Certo, non si può non intristirsi (io per carattere solo un pò...) in considerazione che la maggioranza degli uomini considera solamente il denaro e ad esso lega ogni manifestazione di sentimento, amore, amicizia, tolleranza, comprensione. Chi non accetta di entrare nel "grigio gregge" è senza mezzi termini condannato, boicottato, schiacciato. Difficile amare una società così. L'integrazionismo che va oggi di moda è il più amorale se non immorale aspetto del sistema sociale del nostro tempo: non si tratta di mettere a vantaggio della collettività la propria intelligenza, ma di camuffarla o annullarla, di vendere il proprio spirito per un livellamento sociale che giudico impossibile.

Ecco, ho provato (forse arbitrariamente) di comprendere la tua posizione in ambito spirituale, del perchè della negatività e preclusione verso un Creatore che, credo si manifesta pur immanifesto... Io naturalmente non sarò certamente presuntuoso da pretendere di risolvere i tuoi problemi interiori pigiando su alcuni tasti. Ci vuole ben altro. Anzitutto è impossibile trasformare il cuore e la mente di un uomo col solo ausilio delle parole e degli scritti, la forza dell'esempio è più adeguata allo scopo. In questo senso potresti essere più utile tu a me...
Riuscire a convincersi dell'esistenza di un Dio, è l'archetipo e il paradigma di ogni azione positiva, dell'amore, solo riuscendo a considerare Dio come amore. Senza amore non si vive diceva qualcuno, ma anche senza dolore (fisico o intimo) non si ama. Gesù in croce ne è depositario sentendosi straziato più nell'intimo che nel corpo: Dio mio, Dio mio perchè mi hai abbandonato?
Un saluto
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 13.46.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Detta così non fa per me. Anche se una cattiva interpretazione di quanto io avrei scritto fosse un attacco personale alla mia persona, io avrei la capacità e la forza di rispondere, in modo non violento, come puoi notare che io abbia sempre voluto fare.Non sono il tipo che cova rancori, la vita è troppo breve per doversi guardare anche da nemici che (inutilmente) ci si è creati durante la propria esistenza. Quindi non faccio parte di quel CLUB, semplicemente perchè disinnesco e supero queste inezie.Guardale a cinque anni, per capire se esse siano importanti, poi reagisci in maniera consona: vedi che tutte quelle che non hanno peso si sgonfiano, e veramente, allora, puoi fartene una ragione.

Assolutamente no, stavo soltanto scrivendo che non bisogna accusare ingiustamente gli altri, come spesso tu hai fatto nei miei confronti, ma devi sapere pure che questi attacchi immotivati non fanno assolutamente nulla, lo faccio presente soltanto per te, per quanto mi riguarda puoi continuare all'infinito.
ruccutiello ruccutiello 18/11/2018 ore 13.48.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@KitCarson1971 scrive:
Riuscire a convincersi dell'esistenza di un Dio, è l'archetipo e il paradigma di ogni azione positiva, dell'amore, solo riuscendo a considerare Dio come amore.


Ecco, volendo mettere in chiaro il mio personale archetipo, direi che sia l'agire positivo, inclusivo delle necessità altrui, sensa dover più attendere una (possibile ma non certa) presenza divina; l'esempio dell'amore di Dio, alla nostra età, non ha più ragione di essere: dobbiamo essere noi stessi l'esempio, adesso che siamo in vita e possiamo ben esserlo (esempio).
KitCarson1971 KitCarson1971 18/11/2018 ore 14.27.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Assolutamente no, stavo soltanto scrivendo che non bisogna accusare ingiustamente gli altri, come spesso tu hai fatto nei miei confronti, ma devi sapere pure che questi attacchi immotivati non fanno assolutamente nulla, lo faccio presente soltanto per te, per quanto mi riguarda puoi continuare all'infinito.

Penso che tu non abbia colto il senso (oserei dire profondo), nè il salvagente che Roccutiello ti ha lanciato, preferisci affogare nel mare di fanciullesco rancore che trasuda in ogni tuo scambio. Ma ne hai piena facoltà, anche se non porta da nessuna parte.
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 14.33.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@KitCarson1971 : Di solito si interviene quando chiamati in causa. Tra l'altro parli sempre fuori luogo. Dici di lasciare gli interventi ma continui ad essere solo di disturbo, e fai tutto da solo, lascia spazio agli altri che se vogliono possono intervenire e non hanno bisogno delle tue battute trollesce che conoscono a menadito.
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 14.41.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

In quanto a rancori, non c'è bisogno di specificare per i più ma specifico per i diretti interessati che per me non esistono, quello che rimprovero agli altri (e sono diverse volte che lo ripeto ormai), in sostanza a kit ed a Rucco è che se a me non da fastidio quanto scrivono contro la mia persona, ma ci sono persone che leggono anche senza scrivere e si fanno una certa idea generale. Quindi ripeto, per me potete scrivere decine di post contro di me, fatelo tranquillamente se così vi sentite realizzati oppure è un vostro modo "malato" o fanciullesco di interagire. Ricordo solo che nei confronti di che legge non fate una buona impressione. PER ME è INDIFFERENTE - Non porto rancori a nessuno, preferisco non rispondere a frasi senza senso.
Quindi se cancello qualche intervento nei post che ho aperto è sempre per questo motivo, ma fino ad ora sono stati cancellati quasi nessuno.

P.S.: Mi chiedo sempre, cosa c'entrino gli insulti personali con le tematiche trattate, forse non si ha il coraggio di intraprendere un faccia a faccia sui temi perché non si è in grado di affrontarle, ma insultando gli altri non si ottiene la "vittoria" su un argomento ma la sconfitta a livello personale.
brunalu brunalu 18/11/2018 ore 15.37.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
ma ci sono persone che leggono anche senza scrivere e si fanno una certa idea generale.

Io sono tra quelle, e credimi,non è per partito preso che mi ritrovo quasi sempre dalla parte di Ruccutiello e di KitCarson.
E' che nei loro ragionamenti trovo molto buon senso ( sulla dottrina non mi pronuncio perché non sono all'altezza), invece nei tuoi interventi trovo soprattutto teorie che on sono minimamente dimostrabili, e - perdona la mia schiettezza- anche un po' di boria.
Non volermene.
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 22.00.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@brunalu scrive:
sulla dottrina non mi pronuncio perché non sono all'altezza

Ma come non ti prununci, alla fine lo fai e come, scrivendo che le mie teorie non sono dimostrabili.

Certo e come potrebbero esserlo se parlo di Dio, di sopravvivenza dell'anima e di argomenti simili?

Ma non riesco a capire come fai a trovare buon senso sugli stessi argomenti ma di persone diverse.

Che forse non si parla sempre di teorie? E poi non è una novità, sapevo di questa tua inclinazione ma sei una e non rappresenti di certo la maggioranza. Perdona la schiettezza anche tu ma a me non sembri proprio una persona che può dare giudizi sugli altri, soprattutto leggendo semplicemente dei post e non conoscendo di persona. Che giudizio sarebbe il tuo, ti risulta simpatica una persona perché è evidente che la pensa come te.
E comunque non parlavo di persone come te che leggono senza rispondere, parlavo di chi legge senza avere un nik

Infine non dimostri neppure onestà intellettuale, dato che alle stupidaggini dei due paladini di cui sopra, non ho mai risposto per le rime e non per mancanza di parole. Quindi mi vieni a fare proprio tu la predica? Ma va
E dato che tu stessa ammetti di non essere all'altezza di certe tematiche, ti consiglio di seguire più attentamente i forum che comprendi meglio
brunalu brunalu 18/11/2018 ore 22.17.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
non conoscendo di persona. Che giudizio sarebbe il tuo, ti risulta simpatica una persona perché è evidente



Tu gli altri li conosci di persona? eppure anche tu li giudichi...
brunalu brunalu 18/11/2018 ore 22.19.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Infine non dimostri neppure onestà intellettuale, dato che alle stupidaggini dei due paladini di cui sopra, non ho mai risposto per le rime e non per mancanza di parole. Quindi mi vieni a fare proprio tu la predica? Ma va



E questo che c'entra? non capisco il nesso
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 22.20.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@brunalu scrive:
Tu gli altri li conosci di persona? eppure anche tu li giudichi...

Mai giudicato nessuno, almeno non per primo. Certo dopo 100 giudizi, se permetti una parola la posso esprimere
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 22.21.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@brunalu scrive:
E questo che c'entra? non capisco il nesso

Nel senso che non ammetti le evidenze ma pur di dire quello che ti fa piacere passi sopra a tutto, soprattutto alla verità
brunalu brunalu 18/11/2018 ore 22.30.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Nel senso che non ammetti le evidenze ma pur di dire quello che ti fa piacere passi sopra a tutto, soprattutto alla verità


Se c'è una dote che posseggo è proprio la sincerità ( che ovviamente poche volte è apprezzata )
e accetto di mettermi in discussione quando mi accorgo che forse sto sbagliando.
Quindi non parlarmi di disonestà intellettuale, non credo di meritarlo
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 22.34.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@brunalu scrive:
Quindi non parlarmi di disonestà intellettuale, non credo di meritarlo

Invece si, dato che mi hai suggerito la tua visione e te ne sono grata, sono autorizzato a darti la mia e ti ritengo (in questo frangente), una persona disonesta, non perché hai esaltato i due paladini ma perché almeno dovevi ammettere, e non lo hai ancora fatto, che nelle tante sollecitazioni che ho avuto dai due, mai ho risposto. Quindi dovevi (secondo me) farmi notare i lati che non preferivi, ma almeno dire la verità sul mio atteggiamento con i due, dato che tu li hai tirati in ballo, e invece forse ci tieni a fare bella figura
brunalu brunalu 18/11/2018 ore 22.43.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
perché almeno dovevi ammettere, e non lo hai ancora fatto, che nelle tante sollecitazioni che ho avuto dai due, mai ho risposto. Quindi dovevi (secondo me) farmi notare i lati che non preferivi, ma almeno dire la verità sul mio atteggiamento con i due, dato che tu li hai tirati in ballo, e invece forse ci tieni a fare bella figura


Ancora non capisco
Ho forse sotenuto che hai risposto? non mi pare proprio.NOn ho parlato del tuo atteggiamento verso di loro, solo detto che spesso condivido il loro pensiero.
Cmq mi sembra che il nostro sia un battibecco che non porta a nulla, quindi meglio stop
Serena notte
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 22.45.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@brunalu scrive:
Cmq mi sembra che il nostro sia un battibecco che non porta a nulla, quindi meglio stopSerena notte

Ecco, io ho cercato di evitare sempre, questo atteggiamento e tu per onestà intellettuale lo dovevi ammettere dato che invece ti sei sbottonata in altro. Come vedi questi battibecchi non fanno piacere neppure a te, almeno in questo abbiamo un punto in comune.
Una serena notte anche a te
ruccutiello ruccutiello 18/11/2018 ore 23.21.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula : Mi rammarica, e molto, che, nonostante i tuoi sforzi, tu non riesca a trovare un briciolo di empatia con chi popola questo forum.

Non sei una cattiva persona, penso anzi tu sia una persona per bene e ho già espresso questo in altri punti, ma ferisci molto, gratuitamente, forse non te ne rendi nemmeno conto e questo è odioso.
Lo hai fatto anche dicendo 'disonesta' a brunalu, che ha 'osato' dirti ciò che pensava.

Non c'è nessuna 'organizzazione' che trama contro di te, cerca di comprendere che, se incroci tutti automobilisti che vanno contromano in autostrada...

Dimmi come fare per venirti incontro, ne sento la necessità, per questo ti scrivo.
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 23.40.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
ma ferisci molto, gratuitamente, forse non te ne rendi nemmeno conto e questo è odioso.

Mistificazione, ormai ti conosco molto bene (riferito al comportamento che hai qui dentro) e però voglio essere franco con te, anche se tu e l'altro vi nascondete dietro le ragazze e questo non vi fa onore. Io, dopo mesi di attacchi immotivati da parte tua e del tuo compare, ho deciso di rispondere. Semplicemente. E quello che dico, certamente è frutto di una non profonda esperienza dell'altro, che non potrebbe essere diversamente, dato che siamo in una chat.
Quindi è anche disonesto dire che ci si conosce, io non conosco nessuno come tu non conosci nessuno.
Però, stando al gioco, voglio dimostrare che con questo atteggiamento che avete, non si ottiene nulla ed è possibile soltanto sparare giudizi che non corrispondono alla realtà della persona che scrive.
Ho detto a brunalu né più né meno quello che lei ha detto a me. Con la differenza che lei ha buttato giù delle accuse senza conoscermi, mentre io le ho rimproverato la sua mancanza di onestà riferita a quanto è successo qui dentro, quindi cose reali e non buttate su di lei. Capisci o fai finta?
Tra l'altro ci sono comportamenti anche da vigliacchi, dato che si risponde (il tuo compare) ad altre persone, infarcendoli di insulti e quant'altro. Manca il coraggio di confrontarsi. C'è molta vigliaccheria, disonestà e paura. E continuo a parlare di atteggiamento da chat, perché personalmente non conosco nessuno e potreste essere le persone più brave di questo mondo. Ma i fatti sono questi. Come vedi sono costretto a parlare, io non avrei voluto mai farlo ma data l'insistenza ho detto la verità
Sthula Sthula 18/11/2018 ore 23.53.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@ruccutiello scrive:
Mi rammarica, e molto, che, nonostante i tuoi sforzi, tu non riesca a trovare un briciolo di empatia con chi popola questo forum.
Non c'è nessuna 'organizzazione' che trama contro di te, cerca di comprendere che, se incroci tutti automobilisti che vanno contromano in autostrada...

Ma che pensieri ti passano per la mente? Hai girato per caso The Couch Trip? o sei l'analista di chat di turno? La vita reale è una cosa è quella virtuale un'altra. Non fare confusione

ruccutiello ruccutiello 19/11/2018 ore 00.40.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Mistificazione, ormai ti conosco molto bene (riferito al comportamento che hai qui dentro) e però voglio essere franco con te, anche se tu e l'altro vi nascondete dietro le ragazze e questo non vi fa onore. Io, dopo mesi di attacchi immotivati da parte tua e del tuo compare, ho deciso di rispondere. Semplicemente. E quello che dico, certamente è frutto di una non profonda esperienza dell'altro, che non potrebbe essere diversamente, dato che siamo in una chat.
Quindi è anche disonesto dire che ci si conosce, io non conosco nessuno come tu non conosci nessuno.
Però, stando al gioco, voglio dimostrare che con questo atteggiamento che avete, non si ottiene nulla ed è possibile soltanto sparare giudizi che non corrispondono alla realtà della persona che scrive.
Ho detto a brunalu né più né meno quello che lei ha detto a me. Con la differenza che lei ha buttato giù delle accuse senza conoscermi, mentre io le ho rimproverato la sua mancanza di onestà riferita a quanto è successo qui dentro, quindi cose reali e non buttate su di lei. Capisci o fai finta?
Tra l'altro ci sono comportamenti anche da vigliacchi, dato che si risponde (il tuo compare) ad altre persone, infarcendoli di insulti e quant'altro. Manca il coraggio di confrontarsi. C'è molta vigliaccheria, disonestà e paura. E continuo a parlare di atteggiamento da chat, perché personalmente non conosco nessuno e potreste essere le persone più brave di questo mondo. Ma i fatti sono questi. Come vedi sono costretto a parlare, io non avrei voluto mai farlo ma data l'insistenza ho detto la verità


:sbong
ruccutiello ruccutiello 19/11/2018 ore 00.43.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Non fare confusione


E si, forse mi sono confuso, scusami.
Buona serata, comunque.
KitCarson1971 KitCarson1971 19/11/2018 ore 09.48.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa c'è di sbagliato nel concetto di Dio delle religioni

@Sthula scrive:
Tra l'altro ci sono comportamenti anche da vigliacchi, dato che si risponde (il tuo compare) ad altre persone, infarcendoli di insulti e quant'altro. Manca il coraggio di confrontarsi. C'è molta vigliaccheria, disonestà e paura.


Oh! Buon Dio. Caro amico, ora la tenerezza nei tuoi confronti è vera. Hai bisogno d'aiuto, e la mia (ahimè) NON è una boutade. Se le battutine (di per sè più che innocenti, all'olio d'oliva, all'acqua di rose...) non ti garbano perchè le ritieni foriere d'insulti, le elimino immantinente, va bene? Se vuoi ripartiamo da capo. Sei però in errore sul mio NON coraggio di confrontarmi, anzi lo auspico. Detta tu la materia che più ti piace e per la quale ritieni utile uno scambio epistolare, sarà mia cura risponderti adeguatamente, senza quella velatissima ironia che hai scambiato per sarcasmo. A presto.
Ciao

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.