Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 14/01/2019 ore 01.00.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)L'immanenza

Un Dio immanente fa' comodo ed e' funzionale in molte religioni. L'immanenza e' persino necessaria ad un Dio,anche se e' un'indice di incoerenza profonda della sua natura, frantumandone l'integrita' di uno e solo.
8579567
Un Dio immanente fa' comodo ed e' funzionale in molte religioni. L'immanenza e' persino necessaria ad un Dio,anche se e'...
Discussione
14/01/2019 1.00.51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Settembre Settembre 14/01/2019 ore 11.28.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Peltier14 :

da riflettere...ma...

con lo stato attuale delle cose...

l'essere umano è ancora troppo involuto...a mio parere

opinabile cmq...
mastro6 mastro6 14/01/2019 ore 11.54.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Peltier14 scrive:
Un Dio immanente fa' comodo ed e' funzionale in molte religioni


Non mi sembra ci sia alcuna immanenza, piuttosto suggestioni.
Settembre Settembre 14/01/2019 ore 12.54.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@mastro6 :

c'è l'immanenza purtroppo c'è...

vige il qui ed ora...

tutto tangibile....
mastro6 mastro6 14/01/2019 ore 20.04.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Settembre scrive:
c'è l'immanenza purtroppo c'è...
vige il qui ed ora...
tutto tangibile....


Se è vero che si vuole il Dio qui ed ora, tangibile, esistente, comodo, come dice Peltier, è anche vero che le 'prove' della sua immanenza (traduco con esistenza) sono, a mio avviso, solo suggestioni.
Settembre Settembre 14/01/2019 ore 20.08.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

per ognuno di noi..

c'è il suo tempo...il suo momento...

io di certo rispetto tutti...

il creatore non ha bisogno di avvocati...

quindi la mia era una mia consisderazione
Peltier14 Peltier14 16/01/2019 ore 23.48.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

L'ontologia dell'Essere e' anche l'ontico per un tratto. L'immanente ne e' disseminato . Sono questioni che trascendono di gran lunga le semplici suggestioni,la fisiologia e la psiche umana. Il creatore farneticato dalle religioni e dagli uomini e' cosi' indifendibile che non troverebbe nessun avvocato disposto a difenderlo, ma solo giudici ad infliggergli il massimo della pena. Ecco che un dio del genere non e' altro che un gadget psicologico.
20015770
L'ontologia dell'Essere e' anche l'ontico per un tratto. L'immanente ne e' disseminato . Sono questioni che trascendono di gran...
Risposta
16/01/2019 23.48.46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
mastro6 mastro6 17/01/2019 ore 18.32.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

Avevo necessità di chiarire meglio e ho cercato, da Wikipedia:

Martin Heidegger introduce la radicale distinzione tra ontico (tutto ciò che concerne le singole cose in quanto sono) e ontologico (ogni discorso inerente all'essere in sé, al tutto).

La filosofia kantiana può essere considerata una dottrina ontica in quanto specula sugli oggetti, sui problemi interni al mondo e quindi da questo punto di vista è opposta a una concezione ontologica che si pone il problema dell'origine del mondo, sull'essere stesso del mondo.
È in questo senso che Heidegger sostiene di voler opporsi e completare la dottrina kantiana.

Secondo Heidegger vi è un primato ontologico del problema dell'essere poiché tale questione precede ogni altra che l'uomo si ponga; primato ontico è invece il fatto che l'esistente umano, per comprendere l'essere, deve comprendere sé stesso in quanto esserci, in quanto ente privilegiato capace di interrogarsi sull'essere; ente privilegiato cui l'essere, cioè, si manifesta.
Se la caratteristica esistenziale dell'esistente umano (dell'Esserci) è quella di rivolgersi a sé stesso, al proprio essere, questo modo di comportarsi - di essere - non possiamo che chiamarlo esistenza.
«L'esserci comprende sempre sé stesso in base alla sua esistenza, cioè alla possibilità che gli è propria di essere o non essere sé stesso».


In ogni caso, questi pensieri e le rispettive definizioni, per quanto illustri, sono opinioni, includendo condizioni (SE), e conclusioni che possono aver tarpato le ali a migliaia di pensieri (e pensatori) altrettanto originali.
Sea.Pard Sea.Pard 17/01/2019 ore 19.42.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@mastro6 scrive:
In ogni caso, questi pensieri e le rispettive definizioni, per quanto illustri, sono opinioni, includendo condizioni (SE), e conclusioni che possono aver tarpato le ali a migliaia di pensieri (e pensatori) altrettanto originali.


Essendo stati manipolati da deità: non essendo solo animali e non essendo solo divini, ci troviamo in un bailamme esistenziale che HaiVoglia che filosofi si stiano a scervellare; non ne verranno a capo, se non accettano l'origine della situazione: La manipolazione, appunto.

L'immanenza c'è stata, millenni fa.
Ora che ti aspetti?.
Dobbiamo aiutarci a convivere con il nostro stato di ibridi. A questo servono le religioni.
mastro6 mastro6 17/01/2019 ore 20.45.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Sea.Pard scrive:
Essendo stati manipolati da deità: non essendo solo animali e non essendo solo divini, ci troviamo in un bailamme esistenziale che HaiVoglia che filosofi si stiano a scervellare; non ne verranno a capo, se non accettano l'origine della situazione: La manipolazione, appunto.

L'immanenza c'è stata, millenni fa.
Ora che ti aspetti?.
Dobbiamo aiutarci a convivere con il nostro stato di ibridi. A questo servono le religioni.


Io non darei nulla per scontato.
Peltier14 Peltier14 20/01/2019 ore 19.14.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

Non credo che l'immanenza sia classificabile come un fenomeno legato al temporale. Essa racchiude l'esserCi ma e' emanazione e parte dell'Essere. Quindi oltre l'orizonte temporale. La condizione citata della condizione ''ibrida'' e' quanto mai pertinente. Tale condizione, in se lacerata, ci parla pero' della sua origine: controversa. Ci parla di un Essere non univoco ed omogeneo. Mi suggerisce l'impianto della Trinita'. In ogni caso l'ontico e' disseminato di numerose prove e reperti che riconducono tutti in modo incontrovertibile all'ontologia dell'Essere. Reperti concreti, come un'impronte digitali,per chi sa coglierle.Il compito di ogni esistente dovrebbe essere, al pari di un segugio , quello di fiutarle e...seguirle.
amicotuo913 amicotuo913 21/01/2019 ore 13.02.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@mastro6 scrive:
Heidegger

Se lo scritto in corsivo è quello copiato da Wiki, va bene, se invece sono elaborazioni tue, allora ti devo tutti i miei personali complimenti. Io "essere e tempo" non sono riuscito a leggerlo, mi sono dovuto arrendere dopo poche pagine.
Però la profondità delle sue riflessioni non credo abbia avuto una fine e del resto lui stesso, in un certo senso, ci si è bruciato il cervello.
Forse l'eccessiva ricerca e l'eccessiva disanima di queste verità oltre a non essere risolutiva, può portare a troppa confusione; forse una più semplice accettazione della vita come è, senza per questo diventare passivi ed ottusi, potrebbe essere la soluzione.
mastro6 mastro6 21/01/2019 ore 13.56.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@amicotuo913 scrive:
Forse l'eccessiva ricerca e l'eccessiva disanima di queste verità oltre a non essere risolutiva, può portare a troppa confusione; forse una più semplice accettazione della vita come è, senza per questo diventare passivi ed ottusi, potrebbe essere la soluzione.


I filosofi sguazzano nella 'confusione'.... No?
Peltier14 Peltier14 23/01/2019 ore 23.39.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@amicotuo913 : A bruciarsi il cervello sono coloro che non si pongono tali questioni passando la vita ad espletare un insieme di atti fisiologici fini a se stessi fra la toilette ed il divano,e se va' bene impegnandosi allo spasimo fra lavoro,carriera ed impegni sociali. Apparenti gratificazioni che piu' tardi porteranno molti a patologie di disperazione ed insofferenza che sono sotto i nostri occhi. E la filosofia e' solo sussidiaria alla scuola esistenziale. La questione dovrebbe riguardare ogni individuo in quanto portatore, in se, di tutti gli indizi riconducibili all'Essere. Indizi per nulla astrusi o astratti e di una visibilita' accecante se si e' pronti ad uscire dal ruolo di comparsa esistenziale.
20019730
@amicotuo913 : A bruciarsi il cervello sono coloro che non si pongono tali questioni passando la vita ad espletare un insieme di...
Risposta
23/01/2019 23.39.40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 24/01/2019 ore 17.21.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Peltier14 scrive:
La questione dovrebbe riguardare ogni individuo in quanto portatore, in se, di tutti gli indizi riconducibili all'Essere. Indizi per nulla astrusi o astratti e di una visibilita' accecante se si e' pronti ad uscire dal ruolo di comparsa esistenziale.



Da un punto di vista moraleggiante e egoistico mi associo al tarantino P.14, egoistico nella valutazione del prossimo, visto come essere umano di routine che, però, va sempre ripetuto, è un mondo a sè, se lo si giudica come comportamento gli si toglie la proprietà della libertà di pensiero ed azione. Il concetto di libertà di ricerca, caro Peltier, che è a fondamento di giudizi positivi e, quindi, di pregiudizi altrettanto positivi, NON è causata dalla meccanica dei neuroni e non si può scoprire da nessun microscopio in laboratorio.

Se tutta l'attuale psicologia umana viene ricondotta alla meccanica dei neuroni, la libertà non può esistere. E l'atavico dibattito tra determinismo e libertà viene ridicolizzato se non vanificato. Caro P.14, se togli all'uomo la libertà di pensare e di agire nel modo suo più consono (perchè disapprovi la sua sedentarietà- mica tutti fanno corse campestri come il sottoscritto e il (fu) coriaceo doctor STHULA-... :-))) ) come è possibile che questa sia una delle nostre aspirazioni più care e più tenaci?

Ti dirò di più (mi hai provocato, direbbe l'Albertone nazionale, e io te magno...SCHERZO, è più forte di me... :ok perdona), anche se noi non sappiamo definire la libertà e nemmeno sappiamo in quali condizioni sia più o meno determinata, abbiamo tuttavia una coscienza così forte di essere liberi, che respingiamo con violenza tutti i sistemi sociali o politici che privano l'uomo (donna compresa...) della sua, di questa libertà, di questa dignità fondamentale. In soldoni: l'uomo ha la possibilità non solo di pensare, ma anche di sapere che pensa...

Vabbè, ma l'immanenza, addò stàaaa... diciamo che l'uomo possiede un eccezionale potere di sdoppiamento che gli permette di essere "oggetto nel mondo" e "soggetto fuori del mondo", E il suo SPIRITO, PER QUANTO CONDIZIONATO, appare LIBERO nella misura in cui si rivela capace di iniziative creatrici, fuoriuscite magari, anche da chi tu non consideri perchè vivono una vita apparentemente piatta...
Un saluto
amicotuo913 amicotuo913 25/01/2019 ore 01.58.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

@Peltier14 :
Tutto giusto e vero, come è vero che il campo della speculazione mentale offre infinite possibilità a chiunque voglia cimentarsi in estrapolazioni, riflessioni, dissertazioni etc.
Peltier14 Peltier14 27/01/2019 ore 00.13.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'immanenza

l'uomo possiede un eccezionale potere di sdoppiamento che gli permette di essere "oggetto nel mondo" e "soggetto fuori del mondo". Questa tua affermazione ha in sé una portata immensa ed proprio per questo che non e' colta nella sua essenza. Tant'e' che si attribuisce all'uomo un tale possesso,invocando persino uno sdoppiamento schizzofrenico. L'uomo non possiede affatto questa prerogativa,ma e' l'espressione di tale condizione. ''Nel mondo e non del mondo''e' proprio uno dei tanti volti di quella traccia ontologica dell'Essere in cui siamo immersi e contaminati.Un pensiero che si pensa e' possibile solo con una sponda riflettente,che non e' il pensiero medesimo.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.