Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 06/03/2019 ore 15.01.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Il perchè del dolore e del male



Siamo immersi nel mistero del dolore e del male. Tutte la spiegazioni addotte per giustificare la malattia e la morte si rivelano come sempre deludenti. Poniamoci qualche domanda: sono forse il divenire e la crescita del mondo che rendono necessari il dolore e la morte? Riflettendoci, risulta difficile immaginare il nostro universo, quello terrestre, senza la morte. La morte infatti permette la sostituzione di esseri ormai provati dal logorio delle malattie e dagli anni con individui nuovi, e impedisce il sovraffollamento di un pianeta già fin troppo popolato. La domanda comunque resta: ma perchè la sofferenza?

Il grande Dostoevskij fa dire al suo personaggio Ivan Karamazov: "Non parlo delle sofferenze degli adulti-loro han mangiato la mela e che il diavolo se li porti tutti- ma i bambini! I bambini". Allargando l'orizzonte con i bambini si possono includere anche gli animali. Bisognerebbe comunque distinguere il dolore dal male. Dove il male sarebbe di ordine morale, e il dolore sarebbe di ordine fisico? Resta l'eventuale incognita di chi causa l'uno e l'altro. A meno che non si accetti l'esistenza di due principi assoluti: uno buono e uno cattivo...
Un saluto
8581666
Siamo immersi nel mistero del dolore e del male. Tutte la spiegazioni addotte per giustificare la malattia e la morte si rivelano...
Discussione
06/03/2019 15.01.07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
stephan68 stephan68 06/03/2019 ore 17.06.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@KitCarson1971 scrive:
Bisognerebbe comunque distinguere il dolore dal male. Dove il male sarebbe di ordine morale, e il dolore sarebbe di ordine fisico? Resta l'eventuale incognita di chi causa l'uno e l'altro. A meno che non si accetti l'esistenza di due principi assoluti: uno buono e uno cattivo...

ognuno ha la sua interpretazione.
Il male non è principio, non è un qualcosa di astratto ma è concreto: una persona o un essere o, meglio, è il risultato concreto di una precisa volontà.
Il dolore e la sofferenza sono un mistero, esattamente come la scelta del male: non c'è una spiegazione.
20039761
@KitCarson1971 scrive: Bisognerebbe comunque distinguere il dolore dal male. Dove il male sarebbe di ordine morale, e il dolore...
Risposta
06/03/2019 17.06.43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 06/03/2019 ore 22.05.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@stephan68 scrive:
Il dolore e la sofferenza sono un mistero, esattamente come la scelta del male: non c'è una spiegazione.


La scelta del male, così come il suo opposto,non è un mistero, altrimenti si sottovaluta il libero arbitrio concesso da Dio stesso.

Sempre in ottica della libertà e della fiducia del credente, a questi sembra impossibile che Dio abbia a che fare con la malattia. Gli sembra impensabile che il Dio di Gesù, come lo conosciamo nel Nuovo Testamento voglia il male, al punto che si chiede che se fosse Lui a mandargli la malattia, non potrebbe mai curarsi... Questo del credente è un ragionamento terribile, ma anche consolante, se non che parziale, perchè non si comprenderebbe perchè Gesù Cristo avrebbe guarito così tante persone.

Il giudizio umano si basa più sulle apparenze, per cui si ritiene giusto ciò che in realtà non è. Mi chiedo (e chiedo) quindi, se non potesse essere che anche il male fisico abbia una spiegazione che trascende l'immediata apparenza? Che una cacofonia cosmica anteceda una armonia? Ovvero che il bene debba essere preceduto dal suo opposto perchè sia veramente tale?
Un saluto
stephan68 stephan68 07/03/2019 ore 08.00.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@KitCarson1971 scrive:
La scelta del male, così come il suo opposto,non è un mistero, altrimenti si sottovaluta il libero arbitrio concesso da Dio stesso.

Sempre in ottica della libertà e della fiducia del credente, a questi sembra impossibile che Dio abbia a che fare con la malattia. Gli sembra impensabile che il Dio di Gesù, come lo conosciamo nel Nuovo Testamento voglia il male, al punto che si chiede che se fosse Lui a mandargli la malattia, non potrebbe mai curarsi... Questo del credente è un ragionamento terribile, ma anche consolante, se non che parziale, perchè non si comprenderebbe perchè Gesù Cristo avrebbe guarito così tante persone.

Il giudizio umano si basa più sulle apparenze, per cui si ritiene giusto ciò che in realtà non è. Mi chiedo (e chiedo) quindi, se non potesse essere che anche il male fisico abbia una spiegazione che trascende l'immediata apparenza? Che una cacofonia cosmica anteceda una armonia? Ovvero che il bene debba essere preceduto dal suo opposto perchè sia veramente tale?
Un saluto

certo, l'origine della scelta è in funzione del libero arbitrio ma cosa fa propendere per il bene o il male? Idem per le malattie, per quale ragione avvengono? Avvengono per una ragione oppure è casualità?
Qui sta il mistero (per me).
Sulle malattie (comprese quelle infantili) tutta una serie di teosofie orientali da una spiegazione, ma rimane sempre una spiegazione causa-effetto, non va oltre la contingenza, il materiale.
Interessante il punto di vista che il male precede il bene, cristianamente (che è il mio punto di vista) non è accettabile ma nella prospettiva che il male sia il nulla o il caos, allora le malattie, la cattiveria e il dolore diventerebbero un tentativo della natura a tornare allo stato originario, pre-creazione.
mastro6 mastro6 07/03/2019 ore 16.51.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@stephan68 scrive:
Idem per le malattie, per quale ragione avvengono? Avvengono per una ragione oppure è casualità?
Qui sta il mistero (per me).


Siamo naturalmente esposti al rischio delle malattie, dunque non credo ci sia alcun mistero in ciò: se vado in un bosco intricato, so bene che potrei pungermi con una spina, nessuna meraviglia se torno ferito.
Probabile che lo stato di 'benessere' ci faccia dimenticare quali e quanti arbusti spinosi ci siano lungo la nostra strada, e allora ci diamo dentro di filosofia, dimenticando, mettendo da parte quel buon senso pratico che ci avverte spesso della nostra limitata capacità di sopravvivenza, tra le specie 'concorrenti', tra le quali virus, batteri, microbi più o meno animaleschi, spine.
20040227
@stephan68 scrive: Idem per le malattie, per quale ragione avvengono? Avvengono per una ragione oppure è casualità? Qui sta il...
Risposta
07/03/2019 16.51.27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
stephan68 stephan68 08/03/2019 ore 08.16.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@mastro6 scrive:
Siamo naturalmente esposti al rischio delle malattie, dunque non credo ci sia alcun mistero in ciò

le malattie hanno a che fare con la vita, non è un caso che i virus agiscano a livello di DNA/RNA, per cui chi crede che la vita non nasca per caso dal caos le malattie sono e rimangono un mistero.
mastro6 mastro6 08/03/2019 ore 15.48.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@stephan68 scrive:
le malattie hanno a che fare con la vita, non è un caso che i virus agiscano a livello di DNA/RNA, per cui chi crede che la vita non nasca per caso dal caos le malattie sono e rimangono un mistero


Non ho capito qual'è il soggetto... :cell

Comunque resta un mistero il ciclo della vita, e cosa abbia causato la differenziazione di tutte le eterogenee forme vita che popolano il mondo visibile, non conosciuto 'esattamente', per quanto alcune teorie evoluzionistiche (Darwin) abbiano provato a darne spiegazioni plausibili.

Magari le malattie potrebbero essere derivate da normali cellule, colpite da raggi cosmici che comunque permeano la nostra atmosfera, e ne potrebbero essere risultate smembrate, ricombinate in maniera differente, chi può saperlo, con esattezza, chi può essere certo del passato?

Questi sono i nostri limiti, ci muoviamo e ragioniamo nell'ambito dell'osservabile o al massimo dell'ipotizzabile, ma il perché è ancora troppo lontano dal nostro comprendonio, ammesso che ci sia un perché e non sia, ironia della sorte, uno scherzo beffardo delle nostre 'capacità di ragionamento'.
20040767
@stephan68 scrive: le malattie hanno a che fare con la vita, non è un caso che i virus agiscano a livello di DNA/RNA, per cui chi...
Risposta
08/03/2019 15.48.39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 10/03/2019 ore 16.07.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

Un uomo pervaso da lunghe sofferenze causate dal male altrui ,raccolse gli ultimi bricioli di forze rimaste e rivolgendo lo sguardo verso l'alto emise un gemito che si trasformo',ben presto, in un grido lacerante. Quel grido dal chiaro significato,pervase lo spazio .....alcuni secondi di silenzio e poi una pietosa risposta: Cio' Non Mi Instilla Alcun Senso Del Dovere. Questa risposta ,cinica all'apparenza,e' coerente. Quell'uomo piu' che'di una spiegazione, era in cerca di conforto,mediato dalla pena che infondeva. Dolore e male ridotte a categorie antropiche, li consumiamo come hamburger giungendo persino a teorizzarne l'essenza. Portentosi strumenti persuasivi nelle mani di religiosi e laici. Finalizzati all'angusto spazio vitale,ci inducono quesiti senza risposte. E' quell'urlo che non ammette risposte.
Giuseppe.6161 Giuseppe.6161 11/03/2019 ore 12.01.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

@KitCarson1971 : Al di fuori della teologia, una risposta potrebbe essere che la natura e' fatta cosi'. In natura esistono molte forme che noi essei umani percepiamo come crudelta', il serpente che pralizza il topo e lo ingoia intero, il ragno che imbozzola la mosca viva e gli immette le uova nell'addome aspettandone la schiusa, il leone che divora la gazzella, i pesciolini nutrimento dei pesci piu' grossi e cosi' via. Per fare un parallesimo animale/uomo anche i topi, come gli esseri umani, in situazioni di sovraffollamento si uccidono tra loro e praticano l'omosessualoita o meglio la toposessualita'
Peltier14 Peltier14 12/03/2019 ore 19.35.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il perchè del dolore e del male

Ma se la natura e' fatta cosi', accade anche che un gruppo di persone trova la morte in un aereo che le avrebbe portate ad aiutare propri simili, che un dittatore ordini un genocidio, che milioni di individui muoiano in un conflitto o per mano di batteri o virus letali. Tutto cio' invece conferma qualcosa che ci fa' orrore e che non vogliamo accettare: il dolore,la morte,il male, secondo il nostro sentire comune, solo piccole sfumature , ma tragedie immense in una mistica sentimentale troppo umana. Soffrire e morire per mano di un malvagio, sublima, abbandonando quella valle di lacrime da noi mirabilmente rappresentata. Il vero inferno e' l'ostinato legame che noi abbiamo con tale rappresentazione. La vera Morte e' solo nella Morte che ci siamo costruiti. Il sentirci vittime del Dolore e del Male ci fa' urlare,ci fa invocare persino un Dio ,per poi stupirci e indignarci di un Suo spietato cinismo. Siamo i massimi autori della rappresentazione di una pagliacciata esistenziale mai vista.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.