Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 29/07/2019 ore 16.41.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Cos'è realmente il Paranormale?



Non mi pongo l'onere (tantomeno l'onore...) di spiegare il complesso della fenomenologia para-normale (di ciò che sta a fianco della normalità), di ciò che, seguendo questa definizione, è sì inquadrato nella realtà, ma che non sembra rispondere alle leggi fisiche conosciute, e chi considerandole "normali" le assoggetta ad una scienza a divenire, fidandosi cioè delle spiegazioni scientifiche future. Speriamo abbiano ragione loro e che il castello greve ma nello stesso tempo fragile cada finalmente, sbriciolandosi in un nulla di fatto, per la gioia non solo dei CICAPpini, ma anche di chi è già approdato tra i più non avendo mai dato comprovanti soluzioni alla ricerca di una vita.

Però però... c'è un però. Va da sè che è di enorme importanza per l'essere umano e per una più corretta visione della "realtà" nella sua interezza e nel suo dinamismo, un però che sorge in modo indiscutibile quando le leggi fisiche o psichiche note vengono clamorosamente infrante da un fenomeno parapsicologico ribelle ad ogni "inquadramento logico" (ovviamente secondo la logica del nostro sistema). Ancor più quando si verificano contenuti del campo medianico che stravolgono le nostre concezioni di vita, di esistenza biopsichica nonchè "morale", pur rispettando una diversa ma pur valida logica: in soldoni, pur rispettando il riferimento ad un'altro "sistema", come componente di un'altra realtà esistenziale.

E' un punto di vista ovviamente personale, che trovo però logicamente razionale: la differenza tra normalità e paranormalità potrebbe giustificarsi come dovuta al casuale e temporaneo incrociarsi di aspetti fenomenici appartenenti a due diversi sistemi della realtà. Va da sè che se questo corrispondesse al vero, sarà quasi impossibile, anche per la scienza del futuro, dare una esauriente spiegazione oggettiva per molti di quei fenomeni paranormali che si "intromettono" non cercati e non voluti, nella nostra realtà. Di seguito andrebbe considerata la mente dell'essere umano come "luogo primario" degli eventi paranormali e quindi considerata come un proprio e vero "punto di contatto" tra due diversi sistemi o modalità, parte di una stessa realtà, ma con leggi strutturali del tutto diverse tra di loro.
Un saluto
8588698
Non mi pongo l'onere (tantomeno l'onore...) di spiegare il complesso della fenomenologia para-normale (di ciò che sta a fianco de...
Discussione
29/07/2019 16.41.13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Streghetta.1995 Streghetta.1995 30/07/2019 ore 09.50.13 Ultimi messaggi
80.Ermes 80.Ermes 30/07/2019 ore 10.21.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
Cos'è realmente il Paranormale?


allucinazioni.
SakuraJ SakuraJ 30/07/2019 ore 12.43.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Io ho vissuto cose paranormali ed inoltre sono vittima di paralisi del sonno. Ho conosciuto una persona che ha fatto la ouija..... Qualcosa di reale c'è
KitCarson1971 KitCarson1971 30/07/2019 ore 14.58.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@Streghetta.1995 scrive:
Per me è la cosa più eccitante che ci sia


Lo studio inerente al Paranormale non è mai stato un gioco, affrontarla con superficialità (vedi la "tavola" ouija e simili) può dimostrarsi deleterio. Va da sè che lo studio del Paranormale può benissimo invogliare il ricercatore, ma "eccitarsi" potrebbe fare uscire dal seminato ed esporre l'incauto a forze che, per ora, possono essere considerate in parte o del tutto sconosciute.
20121221
@Streghetta.1995 scrive: Per me è la cosa più eccitante che ci sia Lo studio inerente al Paranormale non è mai stato un gioco,...
Risposta
30/07/2019 14.58.08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 30/07/2019 ore 15.02.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@80.Ermes scrive:
allucinazioni.



Ciao. Allucinazioni dici? Non mi resta che complimentarmi, in una sola condensata parola hai fatto deragliare un treno di ricerche di quasi 200 anni. Mi fai passare per trogloditi non solo validissimi addetti ai lavori(i parapsicologi seri) ma anche intere schiere di scienziati, titolari di cattedre universitarie che in tutto il mondo trattano l'argomento, inclusi Premi Nobel che seriamente si applicano nella vasta tematica del paranormale. Questo naturalmente fino a ieri, ora che ci hai aperto gli occhi io, e chissà quanti altri, dobbiamo senz'altro allinearsi, mi fido senz'altro più di te...
80.Ermes 80.Ermes 31/07/2019 ore 10.54.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 :

il tuo sarcasmo mi fa ridere. tutto ciò che la scienza e la ragione umana non sa spiegarsi, ritiene che tutto l'inspiegabile è paranormale o arriva da dio. io ritengo che tutto ciò che vediamo o percepiamo, arriva dalla nnostra mente e dalla nostra fertile immaginazione.
neppure la chiesa crede ciecamente alla apparizioni paranormali della madonna ahahahah e perchè sceglie qualcuno/a invece di qualcun'altro. forse gli sta simpatico. ahahahah
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 14.25.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@SakuraJ scrive:
Io ho vissuto cose paranormali ed inoltre sono vittima di paralisi del sonno. Ho conosciuto una persona che ha fatto la ouija..... Qualcosa di reale c'è




Ciao SakuraJ. La così detta "paralisi del sonno" non ha nulla di paranormale. Sono stimoli di "energia muscolare" che in posizione rilassata, fisica e mentale, si contrappongono a quelli di "energia psichica", quando si è ben coscienti e svegli insomma, i quali di solito nel corso della giornata, nei momenti diurni, comandano il "gioco dell'esistenza"....

Specifichiamo che l'ouija è un mezzo di comunicazione medianica molto semplice e facile. Non solo le sensitività più spiccate possono valersene, Le risposte sono spesso prive di senso, nella maggioranza dei casi provengono dall'inconscio dei consultanti. Solo raramente si hanno intromissioni spiritiche. Ecco, qui sta il punto: esiste la possibilità di intromissioni larvali, certamente NON positive, con tutto ciò che ne consegue, ne andrebbero a soffrire, a volte drammaticamente, specialmente le menti labili, inteso in senso emotivo.
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 14.31.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@80.Ermes scrive:
il tuo sarcasmo mi fa ridere. tutto ciò che la scienza e la ragione umana non sa spiegarsi, ritiene che tutto l'inspiegabile è paranormale o arriva da dio. io ritengo che tutto ciò che vediamo o percepiamo, arriva dalla nnostra mente e dalla nostra fertile immaginazione.
neppure la chiesa crede ciecamente alla apparizioni paranormali della madonna ahahahah e perchè sceglie qualcuno/a invece di qualcun'altro. forse gli sta simpatico. ahahahah




Ciao. Si può senz'altro essere contenti per te, per le tue certezze. Comunque mi rallegro, farti ridere lo ritengo più salutare che farti piangere. Il mio NON era poi sarcasmo, ma blanda ironia. Ecco, su questa semplice differenzazione mi dai da pensare, se non riesci a distinguere questo, mi chiedo, come sarà mai possibile che tu sappia distinguere ed abbia competenza nella vasta tematica del Paranormale, vero o presunto che sia. Comunque sia rallegrati, non sei il solo che mischia cavoli con frittelle, con chiesa, scienza, madonne, Dio, ecc...

Ci si potrebbe invece chiedere a cosa serve il Paranormale e, in senso lato, tutta la Parapsicologia in sè, la risposta è lapalissiana: la parapsicologia cerca, attraverso l'indagine su accertati fenomeni, di approfondire la conoscenza dell'uomo e delle sue risorse psichiche. Il comune errore che fanno i neofiti è di sparare sentenze senza aver preso nemmeno parte a conferenze sul genere o a studi inerenti di laboratorio, me che, nonostante ciò, si arrogano il diritto di sparare sentenze. Consiglio a questi di recarsi (mentalmente liberi da preconcetti itineranti) a qualche congresso di Parapsicologia, provvisti di quel senso di discernimento che può far riconoscere gli interventi, le relazioni e i risultati a contenuto veramente parapsicologico. Sarebbe questo almeno un inizio...
Un saluto


SakuraJ SakuraJ 31/07/2019 ore 15.05.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 : guarda io vedo spesso ombre, o per esempio in casa del mio ex si sentivano rumori come che cadevano piatti in un'altra stanza e poi era tutto apposto, o televisori che si accendono da soli o tipo le chiavi che si muovono da sole. Ne ho viste di cose..... Inoltre io ho fatto psicofonie... Insomma per me il paranormale esiste!!!
mastro6 mastro6 31/07/2019 ore 15.59.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Liberamente tratto da Wikipedia

Nel linguaggio corrente si tendono a confondere i fenomeni scientificamente non spiegati con i fenomeni paranormali.
Esiste invece una netta differenza fra questi due concetti. I primi (fenomeni scientificamente non spiegati) sono quei fenomeni (biologici, fisici eccetera), osservabili anche in condizioni scientificamente controllate, ai quali però la scienza finora non è stata in grado di dare una spiegazione (per esempio: siamo in grado di descrivere i fulmini globulari e il loro comportamento, ma non sappiamo ancora spiegare il modo in cui si formano). I secondi (fenomeni paranormali) sono invece fenomeni che nonostante le numerosissime affermazioni contrarie, non sono stati mai finora osservati in condizioni scientificamente controllate, soprattutto per quanto riguarda la ripetibilità degli esperimenti.
Un secondo errore comune consiste nella credenza per cui la scienza rifiuta ciò che non può capire. Al contrario, la scienza esiste per investigare esattamente quel che non si sa (ancora) spiegare.

La differenza tra "scientifico" e "non scientifico" corre quindi tra fenomeni osservabili in condizioni scientificamente controllate, e fenomeni non osservabili in tali condizioni, e non tra fenomeni "spiegabili" e "inspiegabili".

Il problema con il paranormale sorge perché, secondo gli scettici, chi lo studia afferma di potere aspirare a una verità di tipo scientifico, senza però sottoporsi alle verifiche tipiche del metodo scientifico.
Semplificando, in un esperimento scientifico è sempre necessario riuscire a verificare:

(a) che una spiegazione più semplice di quella proposta non sia in grado di rendere conto del fenomeno (rasoio di Occam, che tra tutte le soluzioni invita a considerare quella più semplice);
(b) che sia stato fatto tutto il possibile per escludere manipolazioni, contaminazioni, interferenze (anche e soprattutto involontarie e inconsce) da parte dei soggetti studiati e da parte degli studiosi stessi;
(c) che i risultati siano statisticamente significativi, ossia che avvengano con frequenza superiore a quella che si avrebbe in base al semplice caso;
(d) che i risultati siano verificabili da altri ricercatori (il successo costante di un unico ricercatore può essere dovuto a errore metodologico ripetuto, ma anche a truffa scientifica e manipolazione dei dati, più frequenti di quanto si pensi);
(e) che i risultati siano ripetibili (un singolo successo può essere dovuto al puro caso).

Fra queste altre caratteristiche la più importante è che il campo dell'esperimento deve essere chiaramente delimitato, e che va definito con chiarezza prima di iniziare l'esperimento cosa si consideri una "riuscita" e cosa un "fallimento" dell'esperimento stesso.

Nel caso delle ricerche sul cosiddetto "paranormale", invece, spesso una, talvolta più di una, in qualche caso tutte queste regole non vengono rispettate. I tentativi che i ricercatori di estrazione scettica hanno fatto di porre in condizioni di controllo chi asseriva di avere poteri paranormali si sono, fino ad oggi, conclusi con l'assenza di risultati.
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 17.16.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


Strano stranissimo, ma no, dai neanche tanto... che Mastro citi a profusione ciò che aborra normalmente, che detesta anche le pur semplici citazioni (altrui, ovviamente NON le sue...). Vabbuono, fa niente. Se vogliamo calcare la mano su certa scienza si può dire di un suo uso indiscriminato, reo di un atteggiamento che viene chiamato "scientismo", "accademismo", ecc. tipico di chi ha bisogno del "consenso" ufficiale perchè non sa affrontare il dissenso. E si che la storia della scienza è lì a dimostrare che le conquiste della conoscenza hanno avuto sovente assai poco a che fare col "buon senso" e con l'accademismo! L'unico modo serio e pratico di valutare una ricerca, non sta nel discutere l'ipotesi di lavoro che le sta alla base, ma nel vedere fino a che punto essa ci abbia condotto ad ampliare la conoscenza del fenomeno, suggerendo nuovi esperimenti.

La negazione pregiudiziale di una ipotesi teorica porta spesso a rifiutarsi di osservare fatti che non fanno comodo. Come ho già fatto in passato, porto ad esempio il noto episodio di quel matematico tolemaico che rifiutò di porre l'occhio al cannocchiale di Galileo Galilei per osservare i satelliti di Giove, affermando che non potevano esistere... Che sagomaccia de vùn, costui non era sterile visti i suoi diretti discendenti...
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 17.21.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


Lasciamo pur perdere gli atteggiamenti settari che sconfinano perfino in false documentazioni per affermare che la Terra è piatta e fandonie simili. Si deve però avere il coraggio di non supportare com'è d'uso (direi d'uopo...) certe ipotetiche spiegazioni scientifiche accettandole sempre e comunque a bocca aperta, come quando in un lontano passato non si volevano vedere macchie "nell'incorruttibile sole" aristotelico e in uno più recente non si concepivano macchine più pesanti dell'aria che potessero volare, erano gli stessi soloni (ieri come oggi) che affondavano la scienza di frontiera, mostrando disprezzo e indifferenza (le terga...) alla novella parapsicologia.

Retaggi difficili da svincolarsi ancora nel nostro tempo, da una scienza che ha ormai monopolizzato anche la salute (vedi le lobby farmaceutiche), dove chi guadagna di più prevale, così come ogni attività umana, che attraverso le più "raffinate" tecnologie è riuscita a soggiogare l'intera umanità. Se non bastassero i "passaggi" informali rimangono sempre all'occhiello i fioretti scientifici di sterminio come, per farla breve, le bombe H, all'idrogeno, al plasma, le quali non contengono sangue: semplicemente lo versano.

E siccome pensare è un'operazione faticosa e che produce incertezze e amarezze, perchè non delegare questa penosa attività a chi ci da delle certezze supinamente condivise? Il ragionamento è semplice per chi ama il quieto vivere. Chi invece è (secondo loro) perennemente "agitato" sceglie la strada più difficile, una scuola diversa ma infinitamente più gratificante.
mastro6 mastro6 31/07/2019 ore 18.04.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
La negazione pregiudiziale di una ipotesi teorica porta spesso a rifiutarsi di osservare fatti che non fanno comodo


La negazione (pregiudizievole) in questo caso non è mia, che non ho aggiunto nulla di personale a quanto riportato da wikipedia, piuttosto è di chi inversamente a quanto da te asserito, vorrebbe scalzare evidenze scientifiche, riproducibili, verificabili, dimostrabili, con tesi (finora) mai dimostrate (con qualsiasi metodo almeno 'riproducibile', aggiungo).

Dico solo che le dimostrazioni (a sfavore del fenomeno) potrebbero essere 'scalzate' solo da altre dimostrazioni, e non da 'supposizioni' che (non lo dico io) ad oggi non hanno avuto alcun risultato.

Ed, ovviamente, è solo un mio modo di vedere la cosa, non credo ti disturbi, visto che la maggioranza del genere umano ormai sta abbandonando le credenze 'misteriose' e (come si può leggere da Wikipedia sull'argomento) ormai tanti 'paranormalisti' hanno abbandonato completamente il campo.
mastro6 mastro6 31/07/2019 ore 18.13.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
che detesta anche le pur semplici citazioni (altrui, ovviamente NON le sue...)


Infatti confermo, ma la citazione non è di UN SOLO autore, quanto di un testo che ritengo come l'abbecedario moderno, condivisibile perchè pubblico ed aperto ai contributi di chiunque, ed in questo caso secondo me andava fatta.
mastro6 mastro6 31/07/2019 ore 18.19.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Concludendo, non hai chiesto nel Th cosa fosse 'a naso' il paranormale, ma hai usato il termine 'realmente'... e questo attributo, immagino si sappia, è attribuibile solo su quelle basi, scientifiche o scientificamente verificabili, sulle quali ho inteso porre attenzione.
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 19.41.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


No! Non ci siamo. Ogni forma becera di complottismo va rigettata, la lascio volentieri ad altri. Va da sè che la mia non poteva essere una esecrabile sinfonia estesa a tutta la scienza, ci mancherebbe altro. E' il metodo di procedere, di giudizio pretestuoso verso insondate branche di confine che va la condanna, pretendere di giudicare l'intera scienza laddove non si conoscono di essa che qualche parametro. Proprio per questo non si dovrebbe aver paura di condannare quegli illustri scienziati che condannano la Parapsicologia senza conoscerla, senza mai essersene interessato. Di questi parlo, i nomi sono tanti e si conoscono. Il motivo che adducono? "La lotta all'irrazionalità". A questi illustri scienziati (ma anche ad alcuni utenti qui del forum...) vorrei chiedere se hanno scoperto il limite di demarcazione tra razionalità e irrazionalità. La riterrei una notizia importante...

Ovviamente, e lo ripeto, non bisogna mai fare di ogni scienziato un fascio... C'è chi tra loro studia e si occupa seriamente delle elaborazioni dei fenomeni paranormali, la fisica e filosofa Danah Zohar per dirne una. Come già detto nel post precedente, non va dimenticato come una certa scienza tanto osannata abbia basato le sue ricerche sul dominio della natura, portando a situazioni di estremo pericolo per l'umanità, avendo, come sembra, dati alla mano, "scientificamente" preparato la distruzione dell'intero pianeta. Esagero? Assolutamente no! Fare ricerche adeguate prego.

Tornando alle tematiche del forum, va precisato che spesso sotto la denominazione usurata dei benpensanti come "irrazionalità", in realtà si dovrebbe intendere un'altra forma di conoscenza che, per essere forse meno assoggettabile dal potere, nella società "moderna" è sempre stata combattuta con i roghi, con le condanne fisiche e morali. Irrazionale fu detta la conoscenza delle donne, delle masse contadine che hanno appreso dalla natura qualunque metodo potesse essere utile a far prosperare la vita. Del tutto irrazionali furono detti i metodi e i sistemi di cura delle classi disagiate probabilmente perchè queste erano meno mercificabili delle "loro" conoscenze moderne.
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 31/07/2019 ore 19.49.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


Certamente è utile farsi delle domande, siano esse pro o contro, non devono essere solo una parziale intromissione ma una questione fondamentale che portano a vagliare certe soluzioni basilari. Cercare di scendere a valle di ogni forma di rigetto precostituito, di qualunque elemento possa trattarsi, sarebbe indice di maturità scientifica e non di rigetto ante litteram. Inseriamoci dunque tranquillamente nella fattispecie, cosa intendete veramente voi per Para-normale? Partiamo ancora da qui perchè in certi post mi sembra regni un pò di disordine interpretativo, per cui, e per questo forse, certe affermazioni non sarebbero venute a galla. La sostanza della definizione considera il "Para" che in greco significa "accanto", dunque il Paranormale vuol dire "accanto". Evidentemente il Para-Normale è assai vicino al "normale" anzi, potremmo dire che i fenomeni in oggetto sono normali in quanto esistenti ed accertati e Paranormali solo perchè nel manifestarsi contraddicono certi principi scientifici attualmente assunti come assiomatici.

Li accenno. La metodologia per accostarsi alle problematiche "Para" non sono affatto ambigue, ma hanno un preciso indirizzo e vanno decisamente in contrasto (per espansione) con una ormai obsoleta (necessariamente, in virtù anche delle recenti scoperte) visione scientifica ridotta nei tre assiomi fondamentali. 1- L'uomo può comunicare con l'esterno solo con i 5 sensi. 2- Non si può influire sullo stato di quiete o di moto di un oggetto o di sistema fisico senza esercitarvi una forza. 3- Un avvenimento non può causarne un'altro prima che esso stesso non sia avvenuto. Questi a mio parere non sono dettagli, in considerazione di una auspicabile educazione scientifica "integrale" verso tutto ciò che c'è ma... non si vede. Non solo quindi fare incetta scientifica di tachioni, eoni, quarkioni, beoni, ecc... ma che non si strumentalizzi e condizioni il pensiero che non deve essere limitato da strumentazione tecnicista.

Meglio che io ripeta anche che non tutta la scienza si abbevera e si condiziona per opportunità, scientifica e non, ci sono fisici che non parteggiano ma sono liberi pensatori, aperti a studi alternativi, ne cito un'altro... il fisico Fritijof Capra, il quale tra l'altro ebbe a dire: "L'influenza della fisica moderna, con l'esplorazione del mondo atomico e subatomico, si dilata nel campo del pensiero e della cultura determinando nell'uomo una revisione profonda della sua concezione del proprio intimo Universo e con l'Universo stesso".
Ritengo questo un pensiero profondo. Un senso dell'essere e di tutto ciò che ci circonda che condivido pienamente. Sta alla scienza apartitica di...
Un saluto
marianute marianute 01/08/2019 ore 12.40.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Non ci ammaleremo perché avremo in noi la guarigione, non aggrediremo il fratello perché esso è noi, non piangeremo i morti perché saremo con loro e loro saranno con noi. Lo spirito controllerà la materia, il paranormale non esisterà più perché sarà normale. L'infinito che è radicato in noi vincerà su tutto perché il suo motore è un motore a moto perpetuo: l'amore. Ciò si evince da tutti gli insegnamenti tramandati in qualsiasi parte del mondo. Per i Cristiani: Dio sarà in tutti ecc...
Può anche esserci qualche anticipo a macchia di leopardo... :nono1
mastro6 mastro6 01/08/2019 ore 14.07.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@marianute scrive:
Ciò si evince da tutti gli insegnamenti tramandati in qualsiasi parte del mondo


...da tutte le ...speranze!
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.18.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?



Ciao SakuraJ. Scusa il ritardo, mi ero messo in un cantuccio a leccarmi le ferite infertami dalle prospettive viki, proposte dal Dottor Mastro 6 che, come rasoi mi hanno tagliuzzato i miei ventennali studi sull'argomento. Ci voleva un censore, altrimenti dandomi delle arie avrei preso il volo alla Icaro, ignorando ciò che gliene colse... si si ci voleva un censore, altrimenti la versione rimarrebbe atrofizzata, fine a sè stessa, ad un punto morto, così invece... il problema però rimane: chissà se riuscirò mai a riprendermi da questa doccia gelata, sfociata in una (mia) polmonite dialettica. Proverò a riavermi ma la vedo dura...

A noi dunque, e sempre per ciò che mi riguarda, non pretendo di avere la verità infusa, quella la lascio ad altri.
-1) - Le ombre: se queste sono "viste" in una fase che precede il sonno, si tratterebbe delle logore e ripetute immagini ipnagogiche, immagini scaturite dalla nostra mente poco prima di prender sonno niente di paranormale in questo.
-2) - I rumori come di "piatti che cadono": sono i così detti "raps" che includono battiti alle pareti, sul soffitto e pavimento, gemiti, ecc. prodotti, si presume, da una persona con spiccata sensibilità emotiva che scatenerebbe questo genere di fenomeni a sua stessa insaputa. I piatti, ti chiedo, non li hai poi trovati effettivamente rotti, o sbaglio?
-3) - Accenni a "chiavi che si muovono". Non sei stata molto esauriente in questo. Potrebbe comunque trattarsi di manifestazione da Poltergeist, sempre per i motivi di cui sopra .
-4) - Sulla Psicofonia, ovvero di manifestazioni psichiche. La Metafonia invece è da intendersi come vero evento paranormale. La mia diretta esperienza me li fanno descrivere come fenomeni certi, con una loro pur differente logica. Per la Psicofonia si hanno avuto riscontri terra-terra, ovvero di registrazioni aventi principalmente l'intromissione psichica dei presenti sperimentatori. A loro insaputa s'intende. Peraltro la Metafonia porta a pensare a vere e proprie comunicazioni con disincarnati. L'inudibile si fa udibile affermava il pionieristico K. Raudive.
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.21.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@mastro6 scrive:
...da tutte le ...speranze!


Per la miseria caro Mastro, poggia gli occhiali. Tu vedi sempre nero in ogni cosa, in ogni lettura, saranno mica stì occhiali neri. Dai! Su! Pronuncia come una rana dalla bocca larga: ALLEGRIAAAAA.. e andemo
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.27.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


Ormai che sono sul pezzo... sulla Parapsicologia, a pagamento poi...
Torniamo a noi... Bisognerebbe essere più franchi e critici su noi stessi, intendo nell'obbiettivo discernimento. Chiederci se realmente conosciamo tutto di noi, del nostro mondo sommerso. Siamo in grado di poter dire di conoscere la parte di noi con cui "non abbiamo a che fare"? Non ci vogliono dei cervelloni per ammettere che da un lato abbiamo un "normale" stato di coscienza permeato da una percezione limitata della realtà, LEGATA a RIGIDE leggi naturali. Dall'altro un complesso di leggi SCONOSCIUTE e INDIFFERENTI ai criteri comuni, situate in una dimensione di cui non si ha esperienza.

Andando per vie "traverse", molti esperimenti ci hanno insegnato che una "quasi"-costante del fenomeno paranormale è costituita dagli stati alterati di coscienza. Si potrebbe perciò ipotizzare che la chiave di volta per aprire "la porta"... sia un'espansione vibrazionale, elastica della membrana che separa le due realtà: la psiche. Entrare in questo ordine d'idee risulta durissima per la maggior parte delle persone che trovano più semplice piangersi addosso, addentrarsi nella ricerca parapsicologica, di quella parte di noi che non conosciamo, richiede una totale emancipazione da ideologie precostituite, sebbene necessiti al contempo di un'analisi approfondita di TUTTI i campi affini.
Un saluto
mastro6 mastro6 01/08/2019 ore 15.41.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
Tu vedi sempre nero in ogni cosa, in ogni lettura, saranno mica stì occhiali neri


No, assolutamente, cerco di vedere, di leggere con assoluta imparzialità (e senza occhiali neri).

Mi è necessario, per poter evitare, vivendo, inutili sbattimenti per fatti di poco conto e lasciare spazio ad emozioni più sane.
Evito dunque ogni idea di quelle che mi vorrebbero portare sulla strada del 'poi vivremo', 'poi sarà dimostrato', 'poi ci saranno i risultati' e mi accontento (si fa per dire) di ciò che mi porta dei benefici anche incerti, ma più probabili, oserei dire sicuri (ma sarebbe una chimera, ovviamente).
Io vivo bene, con completezza, se sto qua è perchè sondo un po l'interiorità, approfondisco qualche mia lacuna, ma lo faccio in modo semplice, con gli intenti di cui prima.
E, soprattutto, non prendo in giro nessuno, e non offendo gratuitamente.
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 19.28.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@mastro6 scrive:
E, soprattutto, non prendo in giro nessuno, e non offendo gratuitamente


Che ESAGERA'. Vabbè vabbè, vorrà dire che se MAI dovessi incontrarti mi farò CARICO di offrirti mezza nocciolina e 2 cl di aperitivo, ma sì crepi l'avarizia, il tutto compreso per dimostrarti l'amicale mia buona volontà che non terrà mai conto dei tuoi parossismi, del tuo abbandonarti alla stagnante ineluttabilità del fato... della tua materialità che sta dinvenendo cieca, ohibò e pure ahimè...
EtaPeta EtaPeta 11/08/2019 ore 13.38.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Il paranormale (o metapsichica) è ciò "che sta fra la normalità" (come la curva di Gauss) o sono libri un po' bistrattati in una libreria.
Cosa è realmente il paranormale è una contraddizione in termini se per paranormale si intende (come capita spesso "qualcosa di magico") e per "reale" qualcosa di oggettivo.
Infatti il paranormale è soggettivo non oggettivo (o è prevalentemente così) per questo ci sono problematiche interpretative di "fenomenologie rare" o paranormali che dir si voglia.
Quanto si ha a che fare con la mente umana non esiste un "contenimento" esistono cose labili.
Gli scienziati possono solo avere risultati parziali e la scienza risultati non oggettivi ne classificabili.
Niente di deterministico nessuna formula matematica.
Quindi bisogna accontentarsi di dire "abra cadabra" come formuletta magica.
Non sto denigrando la parapsicologia sto solo dicendo che non sarà mai una scienza, potrà al massimo diventare una disciplina umana come la psicologia, o la psicoanalisi e cose simili.
EtaPeta EtaPeta 11/08/2019 ore 13.38.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Il paranormale (o metapsichica) è ciò "che sta fra la normalità" (come la curva di Gauss) o sono libri un po' bistrattati in una libreria.
Cosa è realmente il paranormale è una contraddizione in termini se per paranormale si intende (come capita spesso "qualcosa di magico") e per "reale" qualcosa di oggettivo.
Infatti il paranormale è soggettivo non oggettivo (o è prevalentemente così) per questo ci sono problematiche interpretative di "fenomenologie rare" o paranormali che dir si voglia.
Quanto si ha a che fare con la mente umana non esiste un "contenimento" esistono cose labili.
Gli scienziati possono solo avere risultati parziali e la scienza risultati non oggettivi ne classificabili.
Niente di deterministico nessuna formula matematica.
Quindi bisogna accontentarsi di dire "abra cadabra" come formuletta magica.
Non sto denigrando la parapsicologia sto solo dicendo che non sarà mai una scienza, potrà al massimo diventare una disciplina umana come la psicologia, o la psicoanalisi e cose simili.
KitCarson1971 KitCarson1971 11/08/2019 ore 14.35.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@EtaPeta :
Non posso, per innumerevoli ragioni essere anche solo in parte d'accordo. ma questo, di per sè non significa nulla. Ad ognuno il suo. Spesso il paranormale non viene accettato per mancanza di risultati (ripetibili). Ma bisognerebbe allargare l'orizzonte e lasciare fuori da ogni ragionamento ogni pseudo spiegazione CERTA, sia contro, ma anche pro.


In questo ambito le osservazioni sono molteplici, aggiungerei che, seppur è difficile entrare nel merito delle opinioni altrui che per alcuni porterebbero all'allontanamento dalle considerazioni paranormali, non tanto per la crisi insita nello stesso, ma per la complicazione nell'accettare determinati fenomeni che, va sempre detto, al 90 % vanno ascritti a psicodinamismi o illusioni, per non dire imbrogli (vedi maghi surrogati ecc...). Con il rimanente 10 % si preferisce, con estrema leggerezza, accatastarlo con il primario 90 %. Questo, si deduce, viene spesso accettato per comodità, non si può certo negare che risulti molto meno faticoso attenersi ad un atto di fede o di abiura che risolvere il problema con un postulato, piuttosto che arrovellarsi in faticose, dispersive e coinvolgenti indagini. E' una dicotomia difficoltà-credibilità, studio-applicazione.

C'è sempre più pigrizia, ancor più quando i risultati che si aspettano latitano. Il tasso di credibilità si inerpica già per spiegare certi fatti psico(bio)logici, figurarsi quando si entra, per dire, nel mondo sconosciuto (o quasi...) dello spiritismo, quando questo ci conduce davanti a sconcertanti problemi, di fronte ai quali ogni replica è quasi sempre una pia illusione. Ipotesi suggestive, certo, ma quasi sempre, ripeto, non verificabili, ed è soltanto un supporto soggettivo, dovuto alle proprie convinzioni, alle proprie esperienze, alle proprie astrazioni, ai propri macerati ripensamenti che si può optare per tanti fatti genuinicamente para-normali, i quali resteranno, ma solo per "gli esterni", i quali non mi sento di colpevolizzare, solo ipotesi e non certezze.

Caro amico, personalmente (del tutto soggettivamente intendo dire) ho raggiunto la convinzione che non tutto, assolutamente, è espressione dell'inconscio abbandonato alla deriva di sè stesso. Ciò detto è opportuno dichiarare che la coscienza è spesso, quasi sempre, alla deriva nel misterioso mare dell'inconscio, un mare del quale non conosce nè le rive nè i porti, e per il quale non possiede ancora il "sestante" per fare il punto della sua posizione. Se possedesse quel "sestante" forse non ci si porrebbe così tante domande. Poste apposta in considerazione del mondo paranormale con finalità di giudizio per il nostro tempo.
Un saluto

KitCarson1971 KitCarson1971 14/08/2019 ore 11.53.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?




Altre considerazioni: per esempio col passare del tempo ho constatato che la percentuale di individui dotati di "una marcia in più", ovvero di spiccata sensibilità che sfocia in doti paranormali sono di numero più numerosi di quanto si pensi. Fin dalla preistoria questi fenomeni sono stati collegati con il post-mortem (quindi con i defunti e gli spiriti infestatori) o con il demonio (quindi con tutto ciò che è tenebroso e maligno. Sono aspetti che si evidenziano ed affiorano nei cosidetti A.S.C. (alterati stati di coscienza): il sonno e gli stati onirici (ipnosi, stati estatici, meditazione, contemplazione). Tutto queste manifestazioni sono ritenute da alcuni come un mondo non buono, che sarebbe bene allontanarsene.

Ma questo sarebbe un errore, non si dovrebbe aver paura di qualunque "dote" anche se non si conosce. Chi ha una bella voce canta, chi ha una buona muscolatura puù essere selezionato per una specialità olimpica... Chi ha velocità di riflessi può fare il prestigiatore o il pilota di formula uno...Non si può andare contro natura. Bisognerebbe imparare ad accettare queste facoltà: con umiltà ma anche con gratitudine, magari per aiutare in modo disinteressato il prossimo, senza però considerarsi degli "inviati" da Dio, come purtroppo fa qualcuno.

Certi individui consapevoli di essere "dotati" oltre la media, si chiedono: "perchè le mie facoltà non sono indirizzate verso qualcosa di concreto, ma si disperdono in piccoli fatterelli stupidi e all'apparenza insignificanti? E come fare per aiutare il prossimo? ". E ancora: "perchè facciamo incubi spaventosi che malgrado i nostri sforzi non riusciamo ad evitare che si avverino? Perchè non riusciamo a modificare il nostro destino? A cosa serve sognare se non riusciamo a modificare nulla? Dove va il nostro libero arbitrio?"

I possessori di queste "facoltà" sono loro stessi la risposta, I fenomeni paranormali, qualunque cosa siano, sono una "dote", una capacità, una ricchezza, un "marcia in più"... Quindi le capacità parapsicologiche arricchiscono e fanno pensare, fanno si che uno si guardi dentro con maggiore profondità. Senza contare che molti, fregandosene del parere e delle interpretazioni dei vari e competenti scienziati, pensano che quei fenomeni siano "vagiti dell'anima" che trattenuta dalle pastoie e dai gravami della carne mortale, tenta di manifestarsi. Personalmente credo sia così.
Un saluto
mastro6 mastro6 14/08/2019 ore 12.25.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
molti, fregandosene del parere e delle interpretazioni dei vari e competenti scienziati


Ah, ecco!

:mmm
KitCarson1971 KitCarson1971 20/08/2019 ore 23.30.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?



Credo sia del tutto aleatorio dare spiegazioni certe di che cosa sia il para-normale, anche se questo pare risulti immutabile nei secoli. C'è chi, "sfruttando" le emergenti facoltà riesce ad individuare denaro lungo il percorso... magari presentimenti di catastrofi poi avveratisi, così come certi vividi sogni ecc. In definitiva cose del tutto "normali" per tante persone, fatti ed evidenze che vengono negati da altri con somma di pregiudizi. Molti, dicevo, vivono in questa dimensione paranormal-particolare. Una vita che per queste persone risulta così piena di "coincidenze significative" che a loro sembra impossibile che anche ad altri non possano accadere, ed è appunto per questo che non c'è barba di scienziato, nè di commissione di Nobel & C. che possa convincerli che ciò che loro vivono è un "non sense".

C'è chi trova oltremodo fastidioso dover tornare periodicamente sulla questione della parapsicologia. Ma non sanno questi, quanto risulti ancor più fastidioso dover ripetere sempre le stesse cose per dei bassi ricettori di decibel... Mi chiedo come non possa mai venire a loro il dubbio che il ripresentarsi, immutato nei secoli, di un tale problema, possa questi nascondere un nucleo interessante di verità?

Forse è fin troppo comodo indicare per questi soggetti (i sensitivi) un sintomo patologico. Ma non vi è niente di patologico in loro. Pirandello "vedeva" i suoi personaggi che gli si muovevano davanti... Affermava ridendo: "...e ne potevo persino contare i peli delle gambe..." Compos sui, dunque, nulla di patologico, ma certamente di "strano".

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.