Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.18.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?



Ciao SakuraJ. Scusa il ritardo, mi ero messo in un cantuccio a leccarmi le ferite infertami dalle prospettive viki, proposte dal Dottor Mastro 6 che, come rasoi mi hanno tagliuzzato i miei ventennali studi sull'argomento. Ci voleva un censore, altrimenti dandomi delle arie avrei preso il volo alla Icaro, ignorando ciò che gliene colse... si si ci voleva un censore, altrimenti la versione rimarrebbe atrofizzata, fine a sè stessa, ad un punto morto, così invece... il problema però rimane: chissà se riuscirò mai a riprendermi da questa doccia gelata, sfociata in una (mia) polmonite dialettica. Proverò a riavermi ma la vedo dura...

A noi dunque, e sempre per ciò che mi riguarda, non pretendo di avere la verità infusa, quella la lascio ad altri.
-1) - Le ombre: se queste sono "viste" in una fase che precede il sonno, si tratterebbe delle logore e ripetute immagini ipnagogiche, immagini scaturite dalla nostra mente poco prima di prender sonno niente di paranormale in questo.
-2) - I rumori come di "piatti che cadono": sono i così detti "raps" che includono battiti alle pareti, sul soffitto e pavimento, gemiti, ecc. prodotti, si presume, da una persona con spiccata sensibilità emotiva che scatenerebbe questo genere di fenomeni a sua stessa insaputa. I piatti, ti chiedo, non li hai poi trovati effettivamente rotti, o sbaglio?
-3) - Accenni a "chiavi che si muovono". Non sei stata molto esauriente in questo. Potrebbe comunque trattarsi di manifestazione da Poltergeist, sempre per i motivi di cui sopra .
-4) - Sulla Psicofonia, ovvero di manifestazioni psichiche. La Metafonia invece è da intendersi come vero evento paranormale. La mia diretta esperienza me li fanno descrivere come fenomeni certi, con una loro pur differente logica. Per la Psicofonia si hanno avuto riscontri terra-terra, ovvero di registrazioni aventi principalmente l'intromissione psichica dei presenti sperimentatori. A loro insaputa s'intende. Peraltro la Metafonia porta a pensare a vere e proprie comunicazioni con disincarnati. L'inudibile si fa udibile affermava il pionieristico K. Raudive.
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.21.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@mastro6 scrive:
...da tutte le ...speranze!


Per la miseria caro Mastro, poggia gli occhiali. Tu vedi sempre nero in ogni cosa, in ogni lettura, saranno mica stì occhiali neri. Dai! Su! Pronuncia come una rana dalla bocca larga: ALLEGRIAAAAA.. e andemo
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 15.27.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?


Ormai che sono sul pezzo... sulla Parapsicologia, a pagamento poi...
Torniamo a noi... Bisognerebbe essere più franchi e critici su noi stessi, intendo nell'obbiettivo discernimento. Chiederci se realmente conosciamo tutto di noi, del nostro mondo sommerso. Siamo in grado di poter dire di conoscere la parte di noi con cui "non abbiamo a che fare"? Non ci vogliono dei cervelloni per ammettere che da un lato abbiamo un "normale" stato di coscienza permeato da una percezione limitata della realtà, LEGATA a RIGIDE leggi naturali. Dall'altro un complesso di leggi SCONOSCIUTE e INDIFFERENTI ai criteri comuni, situate in una dimensione di cui non si ha esperienza.

Andando per vie "traverse", molti esperimenti ci hanno insegnato che una "quasi"-costante del fenomeno paranormale è costituita dagli stati alterati di coscienza. Si potrebbe perciò ipotizzare che la chiave di volta per aprire "la porta"... sia un'espansione vibrazionale, elastica della membrana che separa le due realtà: la psiche. Entrare in questo ordine d'idee risulta durissima per la maggior parte delle persone che trovano più semplice piangersi addosso, addentrarsi nella ricerca parapsicologica, di quella parte di noi che non conosciamo, richiede una totale emancipazione da ideologie precostituite, sebbene necessiti al contempo di un'analisi approfondita di TUTTI i campi affini.
Un saluto
mastro6 mastro6 01/08/2019 ore 15.41.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
Tu vedi sempre nero in ogni cosa, in ogni lettura, saranno mica stì occhiali neri


No, assolutamente, cerco di vedere, di leggere con assoluta imparzialità (e senza occhiali neri).

Mi è necessario, per poter evitare, vivendo, inutili sbattimenti per fatti di poco conto e lasciare spazio ad emozioni più sane.
Evito dunque ogni idea di quelle che mi vorrebbero portare sulla strada del 'poi vivremo', 'poi sarà dimostrato', 'poi ci saranno i risultati' e mi accontento (si fa per dire) di ciò che mi porta dei benefici anche incerti, ma più probabili, oserei dire sicuri (ma sarebbe una chimera, ovviamente).
Io vivo bene, con completezza, se sto qua è perchè sondo un po l'interiorità, approfondisco qualche mia lacuna, ma lo faccio in modo semplice, con gli intenti di cui prima.
E, soprattutto, non prendo in giro nessuno, e non offendo gratuitamente.
KitCarson1971 KitCarson1971 01/08/2019 ore 19.28.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@mastro6 scrive:
E, soprattutto, non prendo in giro nessuno, e non offendo gratuitamente


Che ESAGERA'. Vabbè vabbè, vorrà dire che se MAI dovessi incontrarti mi farò CARICO di offrirti mezza nocciolina e 2 cl di aperitivo, ma sì crepi l'avarizia, il tutto compreso per dimostrarti l'amicale mia buona volontà che non terrà mai conto dei tuoi parossismi, del tuo abbandonarti alla stagnante ineluttabilità del fato... della tua materialità che sta dinvenendo cieca, ohibò e pure ahimè...
EtaPeta EtaPeta 11/08/2019 ore 13.38.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Il paranormale (o metapsichica) è ciò "che sta fra la normalità" (come la curva di Gauss) o sono libri un po' bistrattati in una libreria.
Cosa è realmente il paranormale è una contraddizione in termini se per paranormale si intende (come capita spesso "qualcosa di magico") e per "reale" qualcosa di oggettivo.
Infatti il paranormale è soggettivo non oggettivo (o è prevalentemente così) per questo ci sono problematiche interpretative di "fenomenologie rare" o paranormali che dir si voglia.
Quanto si ha a che fare con la mente umana non esiste un "contenimento" esistono cose labili.
Gli scienziati possono solo avere risultati parziali e la scienza risultati non oggettivi ne classificabili.
Niente di deterministico nessuna formula matematica.
Quindi bisogna accontentarsi di dire "abra cadabra" come formuletta magica.
Non sto denigrando la parapsicologia sto solo dicendo che non sarà mai una scienza, potrà al massimo diventare una disciplina umana come la psicologia, o la psicoanalisi e cose simili.
EtaPeta EtaPeta 11/08/2019 ore 13.38.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

Il paranormale (o metapsichica) è ciò "che sta fra la normalità" (come la curva di Gauss) o sono libri un po' bistrattati in una libreria.
Cosa è realmente il paranormale è una contraddizione in termini se per paranormale si intende (come capita spesso "qualcosa di magico") e per "reale" qualcosa di oggettivo.
Infatti il paranormale è soggettivo non oggettivo (o è prevalentemente così) per questo ci sono problematiche interpretative di "fenomenologie rare" o paranormali che dir si voglia.
Quanto si ha a che fare con la mente umana non esiste un "contenimento" esistono cose labili.
Gli scienziati possono solo avere risultati parziali e la scienza risultati non oggettivi ne classificabili.
Niente di deterministico nessuna formula matematica.
Quindi bisogna accontentarsi di dire "abra cadabra" come formuletta magica.
Non sto denigrando la parapsicologia sto solo dicendo che non sarà mai una scienza, potrà al massimo diventare una disciplina umana come la psicologia, o la psicoanalisi e cose simili.
KitCarson1971 KitCarson1971 11/08/2019 ore 14.35.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@EtaPeta :
Non posso, per innumerevoli ragioni essere anche solo in parte d'accordo. ma questo, di per sè non significa nulla. Ad ognuno il suo. Spesso il paranormale non viene accettato per mancanza di risultati (ripetibili). Ma bisognerebbe allargare l'orizzonte e lasciare fuori da ogni ragionamento ogni pseudo spiegazione CERTA, sia contro, ma anche pro.


In questo ambito le osservazioni sono molteplici, aggiungerei che, seppur è difficile entrare nel merito delle opinioni altrui che per alcuni porterebbero all'allontanamento dalle considerazioni paranormali, non tanto per la crisi insita nello stesso, ma per la complicazione nell'accettare determinati fenomeni che, va sempre detto, al 90 % vanno ascritti a psicodinamismi o illusioni, per non dire imbrogli (vedi maghi surrogati ecc...). Con il rimanente 10 % si preferisce, con estrema leggerezza, accatastarlo con il primario 90 %. Questo, si deduce, viene spesso accettato per comodità, non si può certo negare che risulti molto meno faticoso attenersi ad un atto di fede o di abiura che risolvere il problema con un postulato, piuttosto che arrovellarsi in faticose, dispersive e coinvolgenti indagini. E' una dicotomia difficoltà-credibilità, studio-applicazione.

C'è sempre più pigrizia, ancor più quando i risultati che si aspettano latitano. Il tasso di credibilità si inerpica già per spiegare certi fatti psico(bio)logici, figurarsi quando si entra, per dire, nel mondo sconosciuto (o quasi...) dello spiritismo, quando questo ci conduce davanti a sconcertanti problemi, di fronte ai quali ogni replica è quasi sempre una pia illusione. Ipotesi suggestive, certo, ma quasi sempre, ripeto, non verificabili, ed è soltanto un supporto soggettivo, dovuto alle proprie convinzioni, alle proprie esperienze, alle proprie astrazioni, ai propri macerati ripensamenti che si può optare per tanti fatti genuinicamente para-normali, i quali resteranno, ma solo per "gli esterni", i quali non mi sento di colpevolizzare, solo ipotesi e non certezze.

Caro amico, personalmente (del tutto soggettivamente intendo dire) ho raggiunto la convinzione che non tutto, assolutamente, è espressione dell'inconscio abbandonato alla deriva di sè stesso. Ciò detto è opportuno dichiarare che la coscienza è spesso, quasi sempre, alla deriva nel misterioso mare dell'inconscio, un mare del quale non conosce nè le rive nè i porti, e per il quale non possiede ancora il "sestante" per fare il punto della sua posizione. Se possedesse quel "sestante" forse non ci si porrebbe così tante domande. Poste apposta in considerazione del mondo paranormale con finalità di giudizio per il nostro tempo.
Un saluto

KitCarson1971 KitCarson1971 14/08/2019 ore 11.53.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?




Altre considerazioni: per esempio col passare del tempo ho constatato che la percentuale di individui dotati di "una marcia in più", ovvero di spiccata sensibilità che sfocia in doti paranormali sono di numero più numerosi di quanto si pensi. Fin dalla preistoria questi fenomeni sono stati collegati con il post-mortem (quindi con i defunti e gli spiriti infestatori) o con il demonio (quindi con tutto ciò che è tenebroso e maligno. Sono aspetti che si evidenziano ed affiorano nei cosidetti A.S.C. (alterati stati di coscienza): il sonno e gli stati onirici (ipnosi, stati estatici, meditazione, contemplazione). Tutto queste manifestazioni sono ritenute da alcuni come un mondo non buono, che sarebbe bene allontanarsene.

Ma questo sarebbe un errore, non si dovrebbe aver paura di qualunque "dote" anche se non si conosce. Chi ha una bella voce canta, chi ha una buona muscolatura puù essere selezionato per una specialità olimpica... Chi ha velocità di riflessi può fare il prestigiatore o il pilota di formula uno...Non si può andare contro natura. Bisognerebbe imparare ad accettare queste facoltà: con umiltà ma anche con gratitudine, magari per aiutare in modo disinteressato il prossimo, senza però considerarsi degli "inviati" da Dio, come purtroppo fa qualcuno.

Certi individui consapevoli di essere "dotati" oltre la media, si chiedono: "perchè le mie facoltà non sono indirizzate verso qualcosa di concreto, ma si disperdono in piccoli fatterelli stupidi e all'apparenza insignificanti? E come fare per aiutare il prossimo? ". E ancora: "perchè facciamo incubi spaventosi che malgrado i nostri sforzi non riusciamo ad evitare che si avverino? Perchè non riusciamo a modificare il nostro destino? A cosa serve sognare se non riusciamo a modificare nulla? Dove va il nostro libero arbitrio?"

I possessori di queste "facoltà" sono loro stessi la risposta, I fenomeni paranormali, qualunque cosa siano, sono una "dote", una capacità, una ricchezza, un "marcia in più"... Quindi le capacità parapsicologiche arricchiscono e fanno pensare, fanno si che uno si guardi dentro con maggiore profondità. Senza contare che molti, fregandosene del parere e delle interpretazioni dei vari e competenti scienziati, pensano che quei fenomeni siano "vagiti dell'anima" che trattenuta dalle pastoie e dai gravami della carne mortale, tenta di manifestarsi. Personalmente credo sia così.
Un saluto
mastro6 mastro6 14/08/2019 ore 12.25.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cos'è realmente il Paranormale?

@KitCarson1971 scrive:
molti, fregandosene del parere e delle interpretazioni dei vari e competenti scienziati


Ah, ecco!

:mmm
20129457
@KitCarson1971 scrive: molti, fregandosene del parere e delle interpretazioni dei vari e competenti scienziati Ah, ecco! :mmm
Risposta
14/08/2019 12.25.43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.