Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

brunalu brunalu 06/09/2019 ore 13.31.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@Filodeon scrive:
ha fornito l'uomo di libero arbitrio, vale a dire che ad Adamo è successo quello che è accaduto a quel biricchino di burattino che tutti conosciamo (***) che prima di imparare ad usare a modo la propria libertà glinecisivi sono accorse di cotte e di crude

quindi Dio ha dato ad Adamo la libertà di scegliere il male e di farlo pagare all'umanità fino alla fine dei secoli!
Amen :amen
Andiamo.Oltre Andiamo.Oltre 16/09/2019 ore 22.03.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@mastro6 scrive:
e esiste Dio
Se (se) esiste una entità superiore, consistente nell'idea stessa (o meglio nella traccia umanamente percepibile) di 'infinito' o di 'logica primordiale', non vedo perché ed in base a quale ragione dovremmo prostrarci al suo culto, affermando la sua misericordia e giustizia.

Siamo pari a trogloditi che adorano un totem?


Io "rigirerei" la domanda e i suoi presupposti. Ammesso che tu esista, perchè un supposto Dio dovrebbe creare proprio te? se ti avesse creato per uno scopo utilitaristico, ti avrebbe usato come usi un pc, uno spazzolino da denti, un cesso. Pure questi oggetti sono particelle vibranti dotate di energia, qindi potremmo definirle "viventi", ci pensi se dovessero ribellarsi?
mastro6 mastro6 16/09/2019 ore 22.29.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@Andiamo.Oltre scrive:

Io "rigirerei" la domanda e i suoi presupposti. Ammesso che tu esista, perchè un supposto Dio dovrebbe creare proprio te?


MA è proprio la 'creazione' che mi fa dubitare della immagine di Dio che in qualche modo ci viene riproposta in tutte le salse, ma sempre come Dio buono, misericordioso, creatore con tante e tali qualità (sempre simil-umane) incommensurabili.
Io, questa, la vedo come una speranza, ma non certo come una realtà controfattuale (per dirla alla Filodeon).

L'unica concessione che mi sento di fare sulla esistenza di un Dio, è quella che avevo fatto, cioè il concetto di infinito e le regole che lo possano regolare, per farlo apparire (e funzionare) come lo vediamo e anche come non lo vediamo, dunque regole immaginabili e anche inimmaginabili.

Al Dio che ci viene propinato dalla religione non si può credere.
Andiamo.Oltre Andiamo.Oltre 16/09/2019 ore 22.32.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@mastro6 scrive:
Al Dio che ci viene propinato dalla religione non si può credere.

quale religione? tante religioni, tante divnità...e ci credono in parecchi....è tutto relativo.
mastro6 mastro6 16/09/2019 ore 22.33.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@Andiamo.Oltre scrive:
tante religioni, tante divnità...e ci credono in parecchi


Totem...
Andiamo.Oltre Andiamo.Oltre 17/09/2019 ore 10.03.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@mastro6 scrive:
Totem...

Non proprio
dal web...
18 CLAN E TOTEM Ogni clan ha il suo totem, che gli appartiene in proprio; due clan diversi di una stessa tribù non potrebbero avere lo stesso. Infatti si fa parte di un clan, perché appunto si porta un certo nome. Tutti quelli che portano questo nome ne sono quindi membri allo stesso titolo: comunque siano disposti sul territorio della tribù, essi hanno tutti, gli uni con gli altri, i medesimi rapporti di parentela. Di conseguenza due gruppi che abbiano lo stesso totem possono essere soltanto due sezioni dello stesso clan. Certamente accade spesso che un clan non risieda interamente in un’unica località, ma abbia rappresentanti in luoghi diversi.

19 TOTEM Gli oggetti che servono da totem appartengono, nella maggioranza dei casi, al regno vegetale o al regno animale, le cose inanimate sono impiegate molto più raramente. Su oltre cinquecento nomi totemici rilevati fra le tribù dell’Australia sud-orientale ce n’è soltanto una quarantina che non siano nomi di piante o di animali; e sono le nubi, la pioggia, la grandine, la brina, la luna, il sole, il vento, l’autunno, l’estate, l’inverno, certe stelle, il tuono, il fuoco, il fumo, l’acqua, l’ocra rossa, il mare. Si osserverà il posto limitato fatto ai corpi celesti ed anche, in genere, ai grandi fenomeni cosmici, che pure erano destinati a una così grande fortuna nel successivo sviluppo religioso. Di tutti i clan, ve ne sono soltanto due che hanno per totem la luna, due il sole, tre una stella, tre il tuono, due i lampi. Soltanto la pioggia fa eccezione: essa è infatti frequente

20 TOTEM Tribù Warramunga, totem del vento.

21 TOTEM Normalmente il totem non è un individuo, ma una specie o una varietà; non è quel canguro, quel corvo, ma il canguro o l’emù in generale

22 CLAN E TOTEM Un clan Warramunga porta il nome di un serpente favoloso e mostruoso, chiamato Wollunqua, e di cui il clan è ritenuto discendente. Sotto l’influenza di cause diverse, in virtù dello sviluppo stesso del pensiero mitologico, il totem collettivo e impersonale è scomparso dinanzi a certi personaggi mitici, che sono passati al primo posto e sono divenuti essi stessi totem

23 Warramunga del clan Wollunqua: i dipinti sui corpi riproducono le spire striate del serpente e l’immagine sul terreno costituisce il totem, la raffigurazione simbolica dell’animale di cui il clan ritiene di rappresentare la discendenza.

24 IL MARCHIO TOTEMICO Il marchio totemico viene impresso sul corpo: presso gli Arunta (clan della pioggia) il rito d’iniziazione prevede la rottura dell’incisivo superiore destro, per somiglianza con le nuvole nere che portano acqua.

25 ANIMALI TOTEMICI

26 TOTEM, significato sociale
La maniera migliore di attestare a se stesso e agli altri l’appartenenza ad uno stesso gruppo è quella di imprimersi sul corpo uno stesso segno distintivo. Che proprio questa sia la ragion d’essere dell’immagine totemica è provato dal fatto che essa non cerca di riprodurre l’aspetto della cosa che si ritiene voglia rappresentare: essa è costituita spesso di linee e di punti a cui è attribuito un significato del tutto convenzionale. Essa ha il compito non già di raffigurare e di ricordare un determinato oggetto, ma di testimoniare che un certo numero di individui partecipano ad una stessa vita morale

27 TOTEM, significato sociale
Un clan è anzitutto una riunione di individui che portano lo stesso nome e che si raccolgono intorno a uno stesso segno. Togliendo il nome e il segno che lo materializza, il clan non è più nemmeno rappresentabile. Poiché esso era possibile soltanto a questa condizione, ci si spiega la istituzione dell’emblema e il posto occupato da questo emblema nella vita del gruppo.
mastro6 mastro6 17/09/2019 ore 13.29.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@Andiamo.Oltre scrive:
Non proprio


Beh, ti sei dilungato inutilmente, credo: Tante religioni = tanti totem, spero il mio concetto possa essere colto, con analogia ad un gruppo, una setta, un clan, una religione/divinità (appunto ciò di cui parlavamo).

Andiamo.Oltre Andiamo.Oltre 17/09/2019 ore 21.03.33 Ultimi messaggi
Filodeon Filodeon 18/09/2019 ore 14.45.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@Andiamo.Oltre scrive:
un pc, uno spazzolino da denti, un cesso. Pure questi oggetti sono particelle vibranti dotate di energia, qindi potremmo definirle "viventi", ci pensi se dovessero ribellarsi?

ammpcac direi che i manufatti citati, cioè lo spaszzolino da denti ed il wc e se sulle prime ho evitato di proposito di inserire nel tuo breve elenco il pc per evitare intriganti complicazioni, ma mi sono subito ricreduto , ritenendo che il pc dovrebbe far parte invece secondo un diverso criterio classificatorio che distingue ciò che è in grado di comunicare (trasmettere informazioni ) in codice alfanumerico ) da ciò che lo fa con altri sistemi semiologici (( piante insetti animali, che si avvalgono anche della gestualità, ma che come è stato accertato per i primati più evoluti come gli scimpanzè, non sono in grado di avvalersene, rappresentando lettere e cifre coi gesti, come invece sanno perfettamente fare i sordomuti umani )), da parte mia in questa categoria ci inserirei homoloquens, tablet, smartfon, escludendo le radio e i cellulari esclusivamente ricetrasmittenti che sono soltanto dei "droni parlanti" nel senso che al limite, ormai ci sono dei programmi informatici per cui una volta inseriti, non siamo più in grado di stabilire se interloquiamo con una macchina o con un nostro simile , e se la consapevolezza non è altro che la capacità di correlare le varie unità di memoria con un PRONOME GRAMMATICALE che in italiano si scrive e si pronuncia "IO" o con un NOME PROPRIO che ne rappresenta l'abbreviata semplificazione, mi sembra lapalissiano ritenere che le macchine , non essendo "dotate", ma il termine "dotazione" è fuorviante, perchè fa erroneamente ritenere che l'INCONSCIO sia una competenza in più che ha l'uomo rispetto alla macchina parlante ( o anche soltanto scrivente), quando invece , a ben considerare le cose come stanno, le macchine non sviluppano l'INCONSCIO, non a causa, ma proprio in grazia della loro smisurata AUTOCONSAPEVOLEZZA di tutte le informazione che hanno acquisito o meglio che sono loro state propinate ed inserite... E del resto non venite a dirmi che gli umani scelgono solo le informazioni che meglio ritengono siano loro convenienti...
20154333
@Andiamo.Oltre scrive: un pc, uno spazzolino da denti, un cesso. Pure questi oggetti sono particelle vibranti dotate di energia,...
Risposta
18/09/2019 14.45.59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
amicotuo913 amicotuo913 19/09/2019 ore 00.21.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Se esiste Dio

@mastro6 scrive:
Se (se) esiste una entità superiore, consistente nell'idea stessa (o meglio nella traccia umanamente percepibile) di 'infinito' o di 'logica primordiale', non vedo perché ed in base a quale ragione dovremmo prostrarci al suo culto, affermando la sua misericordia e giustizia

A mio avviso questa domanda contiene anche la risposta: il perchè e la ragione per cui dovremmo prostrarci (volontariamente) a questo culto è proprio l'impulso istintivo che spinge gli uomini a crearlo....che poi sposare questa causa è del tutto volontario: costrizione zero. ......Più di così!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.