Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

voldben 07/09/2019 ore 14.25.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

Partiamo dalla premessa che probabilmente l’Altro Mondo è un piano esistenziale che vibra ad una frequenza molto superiore rispetto alla nostra realtà fisica. Dove si trova quindi quel luogo che alcuni chiamano Paradiso? Nei Cieli? Ma nei cieli dove? In quale luogo, in quale punto dell’universo? O in quale galassia o pianeta?
8590907
Partiamo dalla premessa che probabilmente l’Altro Mondo è un piano esistenziale che vibra ad una frequenza molto superiore...
Discussione
07/09/2019 14.25.55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
KitCarson1971 KitCarson1971 07/09/2019 ore 17.29.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?



Voglio bene a Vold-ben, sobre todo quando con domande come queste, mette in estreme ambasce lo spericolato Maestro Filo de Verona. Mmmmm... ed io come ne vengo fuori? Orco CAN, sono pur'io in crisi. Peta, peta che chiedo aiuto: Filooooooo... Macchè, quando serve non c'è mai.

Imbevendomi della cicuta di Voldben, penso che la soluzione più o meno completa e convinta del problema della morte-aldilà, può essere soltanto individuale e personale, caso per caso, e che questo non deve, nè può influire sul pensiero di coloro che non vi siano in qualche modo interiormente preparato, al di là delle etero-suggestioni e delle auto-illusioni. Certo che non serve avere una matura facoltà di intuizione a livello individuale, se non ad essere in disaccordo con quelle persone (non faccio nomi, ma mi verrebbe di nominare l'Arena di Vr) che hanno una coscienza UNILATERALE.

Andiamo con ordine: 1)- Una ristretta parte dell'umanità, grazie alla maturità della propria coscienza e della propria intuizione, riconosce la reale possibilità (su di un diverso piano logico-razionale) di una continuità dell'esistenza dell'Io, oltre l'istantaneo fenomeno di sora morte, e pensa e agisce di conseguenza. Di questa piccola parte dell'umanità hanno fatto e fanno parte menti e spiriti che formano i vertici di una certa Conoscenza nel mondo: i cosidetti "santi", i pionieri dell'attività altruistica, i creatori di genio in ogni campo di vita.
2)- Un'ampia parte dell'umanità (riflessiva o meno) va comunque avanti, legittimamente sospinta dalle proprie pulsioni di vita, anche se la sua coscienza subliminale (Io interiore) dorme od è quantomeno "assonnata".

3)- Tra le sproporzionate ali estreme di questo schieramento planetario delle forze e dei pensieri in gioco, vive un pò alla giornata la "massa" che, purtroppo (ma è il destino della Terra) ha soltanto la forza (quando ce l'ha) di battersi giorno per giorno per poter sopravvivere fisicamente nell'indistinto e caotico calderone di una vita umana al limite della disperazione. Nella schiera più scarna della parte ( 1 ) militano coloro che affrontano con aperta intelligenza lo studio di ciò che va oltre la vita umana e l'immensa casistica di quelli che vengono definiti fenomeni paranormali: "qualcosa" che non è sufficientemente "dimostrato" per convincere gli "altri", ma che possiede, per i più aperti e consapevoli, una forza d'urto la cui potenza ideologica e concettuale basterebbe da sola a controbilanciare la parte decisamente avversa ad ogni idea che si discosti (anche in termini logico-razionali, come tutti, volendo, possono appurare) da una visione irriducibilmente e piattamente votata al Nulla.
Un saluto
chissadoveequando chissadoveequando 07/09/2019 ore 18.07.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

@voldben :
Come può qualcosa che non è fisico andare in un luogo fisico?(Pianeta,galassia,ecc...)Suppongo che cambi di frequenza, ma stiamo sempre parlando con termini fisici. Se vogliamo dare per scontato quello che per la maggior parte dell'umanità non lo è, direi che la parte invisibile dell'uomo subito dopo la morte e per un tempo lungo ma variabile sta nella parte invisibile del sistema solare.
cajo.021079 cajo.021079 07/09/2019 ore 20.42.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

@voldben scrive:
Dove si trova l’Aldilà?

Da nessuna parte.
mastro6 mastro6 07/09/2019 ore 22.29.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

Dovunque vogliate pensare (e convincervi) che sia l'aldilà, nessuna certezza e nessuna evidenza abbiamo, e così resterà. Io mi sono convinto che certe 'idee' come questa siano frutto di condizionamenti profondi ai quali veniamo esposti lungamente e precocemente (rispetto ad una coscienza matura).

Filodeon Filodeon 08/09/2019 ore 11.54.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

@voldben scrive:
Dove si trova l’Aldilà?

Gli studiosi medioevali avevano il vizio o la virtù, anzi per comprenderli tutti e due le abitudini attenuandonecisivi il giudizio di valore che la scelta di uno solo delle due parole potrebbe ingenerare, diciamo che avevano il vezzo di servirsi quando trattavano CONCETTI ASTRATTI, onde non annoiare il lettore uditore e rendere più vivida la trattazione anche ai fini mnemotecnici, di servirsi della FIGURE RETORICHE dell'ALLEGORIA PERSONIFICAZIONE METAFORA e altre, ma per rendere l'idea possono bastare le seguenti esemplificazioni: se per esempio volevano parlare della fortezza come forza fisica, se la rappresentavano geroglificizzando l'ideogramma di un leone, se invece si trattava della forza morale, una virtù infusa dallo spirito santo che comunque sempre di CONCETTO ASTRATTO si tratta, se la rappresentavano con l'ideogramma di una donzella che sta slogando le mascelle di un leone aprendogli senza sforzo le fauci dentate, se parlavano della gioia e della felicità , ecco che la metaforizzavano in un giardino delle delizie geroglificizzato ideogrammatizzato idealizzato per l'appiuuntro come GIASRDINO SUPERO CELESTIALE che per il principio enantiodromico della specularità lo metamorfizzavano in BOLGIA INFERA INFERNALENALE qualora intendevano parlare del dolore e della sofferenza.
Questo per dire che trattare come esistenti i CONCETTI ASTRATTITTI tratti in inganno dal fatto che sono rappresentati da cose concrete è indice di infantilismo se non di pazzia tipica del pazzo che, per riprendere un'analogia che piace a Mastro6, sccrive su di un foglietto di carta preventivamente arrotondato una parola (anche le parole, il linguaggio sono concetti astratti) tipo ad esempio "pizza margherita" e se lamangia con gran diletto e soddisfazione.
In conclusione se ne deduce che l'Aldilà si trova dove si trovano i concetti astratti : a te il compito di indicarmi dove RISIEDONO, se pur val la pena di chiederselo, dal momento che anche il concetto di SEDE è pur desso una concettualizzazione metaforizzata...
KitCarson1971 KitCarson1971 08/09/2019 ore 14.31.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?



Se dessi ascolto al mio Maestro, tutto, ma proprio tutto, si ridurrebbe a pura iperbole sostantiva, vista come un TUTTO NIENTE... Aldilà compreso.
Paradiso è una parolona. Non andrebbe ubicato in qualche particolare sito, ma, al di là di questo, tutte le religioni convergono su questo: che all'inizio vi era un'età felice, e che qualcosa di terrificante è accaduto per giustificare il male , il tormento, la morte dell'uomo. Chi può dimostrare che questa singolare convergenza sia illusoria? Mmmmmm... magari solo uno del quale non oso nominar nome... :inchino

Pure il (giustamente) refrattario Teilhard de Chardin mettendo in dubbio certe teologie superate, si soffermava a considerare come lo stesso Dio, attraverso la sua azione nella storia naturale, che va avanti per causalità necessaria nella storia umana, muove diversamente gli esseri inferiori a produrre l'uomo che, divenendo immagine di Dio per l'infusione dell'anima spirituale tende SEMPRE verso il suo Creatore.

Non bisogna pretendere di dare delle risposte definitive (ad esempio, per dirne uno, come il MYTYCO FILOLOGO Veronese) ad antichi interrogativi come può essere il Paradiso e dove si trova, perchè, noi esseri finiti, ci inoltreremmo nello sconosciuto infinito. Possiamo solo approssimarci a piccoli passi, esaminando anche i preconcetti di un dibattito sempre aperto.
Un saluto



voldben voldben 09/09/2019 ore 10.35.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

. L’Aldilà è, probabilmente, un’altra dimensione che comprende altri livelli di esistenza e possiamo anche dire che esso è un “al di qua”, ma noi non ce ne rendiamo conto e non lo percepiamo. I nostri cari, in sostanza, non sono in un altro posto, ma probabilmente sono qui, in mezzo a noi, intorno alla dimensione fisica, in una dimensione compenetrata da e compenetrante quella fisica.
bialy bialy 09/09/2019 ore 14.58.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

Secondo la moderna Kabalah l'aldilà è tutto quello che sta nel regno del 99% ovvero nei Mondi Superiori. Noi viviamo nel misero 1% del Tutto.
LodoreDelCesso LodoreDelCesso 11/09/2019 ore 03.44.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dove si trova l’Aldilà? Quando lasciamo il corpo fisico dove andiamo?

NELLA meccanica quantistica si è osservato che il vuoto assoluto sembra impossibile da ricreare e che nel momento in qui lo si ricrea appaiono virtualmente alcune particelle s dal nulla da un altra dimensione con vibrazioni diverse

DOVE STA L'ALDILA'? STA QUI IN MEZZO A NOI MA A UNA FREQUENZA QUANTISTICA DIFFERENTE

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.