Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Filodeon Filodeon 25/10/2019 ore 12.49.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@KitCarson1971 scrive:
liberare la mente senza appisolarti, prova a non pensare, specialmente abbandona i pensieri più oscuri, nefasti o intriganti che dir si voglia.

Il rilassamento ammpcac mi sembrache sia raggiungibile più che altro con pratiche fisiche o meglio biofisiologiche come l'autocoscienza del respiro, la percezione cosciente del battito cardiaco del calorre del proprio corpo, ma sarà perchè l'unico valore a cui ormai mi è rimasto come ultimo residuo in cui "credere" o meglio "aggrapparmi" ( qui invito il principiante di meditazione, vuoi"locca" vuoi "trascendente" vuoi "trascendentale" vuoi "autogenamente trainante" o "reikianamewnte esercitata" e comunque funzionale ad un qualche esito addestrattivo etc, ad immaginae una corda o un paperrotto salvagente) a cui è rimasto il linguaggio alfabetico, quello per l'appunto parolato,, e comunque una volta raggiuntaa la calma, la distensione, la tranquillità, la pace( mi vien che aprire una finestra dei sinonimi, ma non lo voglio fare, perchè tale operazione guasterbbe il filo logico conduttore del discorso parolato che è il vero leader, alnmeno a mio avviso di ogni tipo di metitazione prinma che essa possa sfociare nella mistica dell'ineffabile, quello che tu chiami trovarsi" immersi in un oceano di energie" o acquisire "la vera conoscenza delle cose" tutte affermazioni che farebbero rivoltare nella tomba ( si fa per dire) chi la pace eterna la ha raggiunta con la perdita della propria consapevolezza, ma anche rivoltare nel letto chi appena appena rifletta nell'attesa che sopraggiunga lo standby della propria consapevolezza nel sonno a quello da te postato e per me (ammpcac) l'"intensa attività psichica che seguirebbe dopo la fase attiva/passiva della distensione " non si tratta del contatto profondo con la propria anima, pronuba magari l'assistenza dello spirito santo, ingresso nella dimensione astrale, popolata di larve spettrali o di eteree apparizioni( si può dir quel che si vuole, specie se c'è qualcune che ti sta ad ascoltare a bocca aperta) ma semplicemente di una biofisiologica attività onirica dovuta a residui di consapevolezza riaffioranti innescata dal sonno o se si vuole di una attività onirica che trova la sua pace ( almeno fino al risvegli) esitando nel sonno : sonno od aattività oniriche si esercitano anche senza i suggerimenti miei (LOCCA) e tuoi (REIKY ) il misticismo o lo si pratica con le parole e allora diventa lirica o poesia riguardante la SFERA DISCUTIBILE proposta in codesta discussione oppure è attività onirica e quindi rimane la domanda di fondo " ti servi di parole o riesci ad attivare direttamente l'immaginario, oppure fai un "fritto misto" a cui, come col gioco del trenino di Santa Lucia, ti piace glissare, deragliare, partire per la tangente : come vedi siamo molto più simili di quanto si ossa pensare...
mastro6 mastro6 25/10/2019 ore 13.43.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@KitCarson1971 scrive:
Francamente caro amico non vedo alcuna contraddizione


La contraddizione (che non cogli, evidentemente) è molto semplice: avevi appena fatto una sequela di 'giudizi' e poi affermavi che nessuno è giudicabile.
Mi ricordo un film di Renato Pozzetto, in cui lui affronta un altro, le prende di santa ragione, e poi, alla fine fa: è bastata la lezione?
Ecco spiegato il mio appunto: tu fai affermazioni giuste, giustissime, ma ti sei appena contraddetto perchè, in ogni altro angolo dei tuoi incisi, ti comporti all'esatto contrario. Se vuoi (ma per me è inutile) possiamo rileggere la quasi totalità dei tuoi interventi, nei quali io ho notato ciò.
Io vivo più di esempi, invece, (non credo di essere il solo) ed in altre occasioni ho avuto modo di affermare che grandi uomini sono stati tali proprio perché hanno affermato AL DI LA' DELLE PAROLE, i principi che volevano far notare (ed insegnare) agli altri.

Sono ben disposto ad apprendere da te, Kit, ma devi far corrispondere le parti del discorso, non bearti di una affermazione (per quanto vera) e poi ricalarti, immantinente, nel tuo borioso modo di intendere il 'confronto'.
mastro6 mastro6 25/10/2019 ore 13.46.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@KitCarson1971 scrive:
possibile che non trovi mai il tempo per esprimere una tua inerente opinione che centri essenzialmente l'argomento?


Da solito giudice/arbitro molto più che parziale, non hai notato che sono state mie le prime due risposte sull'argomento?
Grazie per l'attenzione prestata
mastro6 mastro6 25/10/2019 ore 13.48.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@mastro6 scrive:
sono state mie le prime due risposte


@KitCarson1971

Ops! Le prime quattro!
KitCarson1971 KitCarson1971 25/10/2019 ore 20.19.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@Filodeon scrive:
ti servi di parole o riesci ad attivare direttamente l'immaginario, oppure fai un "fritto misto" a cui, come col gioco del trenino di Santa Lucia, ti piace glissare,



Non glisso o esacerbato Maestro, ma nel contempo non annuncio proclami, sarebbe un errore, mi spiego e ti chiedo: perchè invece di chiedermi se mi "appoggio" a qualcosa di concreto o, peggio, a qualcos'altro che si insabbia nell'immaginario, non poni freno e concretezza ai tuoi irrequieti e recidivi dinieghi? Con un minimo di onestà intellettuale devi ammettere che ti sei praticamente imposto di NON credere ad ogni costo. Ti poni in trincea e spari a casaccio (Reiki non contempla la "Y" e dalle...). Provare per credere disse colui il quale, lo pretende l'esecuzione meditativa, certo bisogna armarsi di santa (è sufficiente anche beata...) pazienza, senza lasciare la futura vincita nel piatto solo perchè ci si sente un pò frustrati, non in grado di continuare la partita. Niente è dato gratis, è necessaria la collaborazione, la perseveranza personale ai quasi certi insuccessi iniziali.

La pratica richiede non più di 20/30 min. al di, in seguito mi metterei a tua disposizione, ne parleremmo entrando di più nel merito, altro che glissare, sarà per me un punto fermo, uno scambio di opinioni sui risultati che otterrai. Le dottrine in questa disciplina alla fin fine hanno un'importanza relativa, per me nulla, è l'atteggiamento nella pratica che fa la differenza, sempre. C'è chi ama visualizzare Buddha, chi Gesù, chi Visnù, e chi ...Terence Hill... personalmente mi visualizzo sotto un picco alpino con una cascata e la foresta di abeti che fa da corollario. A ognuno il suo. Lo scopo resta sempre l'acquietamento dei sensi, la calma interiore, coadiuvata dal respiro profondo lento e regolare.

Caro Maestro, forse non sei snob, ma snobbi tutto quanto, disciplina meditativa inclusa, come se menzionandola si dicessero corbellerie,astrusità, non è affatto così. La meditazione, in assoluto silenzio, è un'esperienza del cervello, pensa (e credici) che si è riusciti perfino a fotografarla. Mi riferisco al Prof. americano Andrew Newberg, dell'Università di Pennsylvania, mediante lo SPECT (Tomografia Computerizzata a Singola Emissioni di Positroni). Forse che tu, da credente sfegatato, ami di più meditare in una Foresteria?... Vabbuono, vabbuono, va bene pure quella, l'importante è stare in silenzio a riflettere su se stessi, sul lavoro, sulla famiglia, su questo mondo che lascia profondamente insoddisfatti. Sulla "civiltà" della comunicazione, in cui il silenzio sta per diventare un bene sempre più costoso (per averlo bisognerà avere una villa isolata, con parco immenso, come quella di Mastro sei insomma... 8-) )
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 25/10/2019 ore 20.22.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@mastro6 scrive:
Sono ben disposto ad apprendere da te,


Ma per carità. Meglio per te sarebbe rifornirti di una buona e fresca bottiglia di Chardonnay, da condividere con un bella donna in vestaglia... Mi consenta. :kissy
Filodeon Filodeon 27/10/2019 ore 11.57.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@KitCarson1971 scrive:
La meditazione, in assoluto silenzio, è un'esperienza del cervello, pensa (e credici) che si è riusciti perfino a fotografarla. Mi riferisco al Prof. americano Andrew Newberg, dell'Università di Pennsylvania, mediante lo SPECT (Tomografia Computerizzata a Singola Emissioni di Positroni).

Naturalmente il tuttologo, come il dott Terzilli primario della clinica convenzionata della mutua, non ha avuto il tempo di vedere ed esaminare le lastre(*), in questo caso le FOTOGRAFIE, OBERATO COM'èE DA TUTTI I SUOI TUTTOLOGHI IMPEGNI e quindi è convinto che la meditazione ben riuscita dovrebbe sfociare in una dimensione astrale o eterea o universale assoluta necessaria spirituale e via di questo passo, fino ad arrivare allo Spirito santo in groppa del quale si arriva al soglio della Somma Dinità finalmente appagati nel gaudio eterno dell'Amore Universale a cui è attratto irresistibilmente ogni essere consapevolmente senziente, tutta melassa che se raggiunta da vivi, cioè ottenuta con la pratica meditativa, una volta , tu diresti "ritornati nella dimensione esistenziale della realtà di tutti i giorni", io invece più modestamente e seza orpelli direi "una risvegliati dal sonno onirico che le varie Reikyficazioni, le varie Locchificazioni Zenificazioni Yoghificazioni Autogenificazioni hanno rispettivamente trainato provocato indotto procurato, tu mi insegni o comunque io tisuggerisco che se hanno esitato a buon fine non è altro che in buon SONNO RISTORATORE che al di là della sostenuta terminologia esse praticahe sono sfociate, naturalmente costellato di eventi onirici, dei quali però se una voltta risvegliati non si sa riferirli nè con le immagini, nè con le parole, nè col FRITTO MISTO , ecco che il risveglio da queste ineffabili esperienze, di cui non si sa riferire assolutamwente niente (questo intendevo dirti con la domanda che hai tranquillamente SNOBBATO "Voglio dire ti servi di parole o riesci ad attivare direttamente l'immaginario, oppure fai un "fritto misto"?, hai tranquillamente snobbato riparandoti dietro ai tuoi GIUDIZI CONTRADDITORI(**) PENSANDO DI RISOLVERELA ( LA DOMANDA che ti avevo posto e che qui ti ripropongo ASSERENDO CHE è PRIVA DI IMPORTANZA, FRUTTO DEL MIO ASTIO RANCOROSO (***) ubriacando i pazienti della clinica terzilliana con la sua amena bonaria e umoristica facondia, ma per rientrare nel binario, da cuistavo per deragliare, concludo asserendo che se delle proprie esperienze mistico meditative non si è in grado di riferire proprio niente, io allE ESPERIENZE MEDITATIVE DELL'INEFFABILE mi piace individuarle con la dicitura che preferisce contassegnarle con la locuzionne di FRITTO MISTICO...

(*)in questa mia seduta locchiana , penso anche alla lastra della discussione sul miracolo di cCalandrino e lo stinco di santa, di cui hai come al tuo solito glissato.

(**) aquesto proposito mi sento di ringraziare Mastrosei per avermelo fatto notare, ma si sa , le cose evidenti, molte volte se qualcuno pù avveduto non le fa notare...La furbizia di Tersilli è fatta della stupidità dei suoi pazienti che ignoravano ingenuamente che per lui , il Terzilli, eranpo soltanto clienti, tacitati dalla sua smisurata BORIA all'insegna del "voledmose ben e scherziamoci sopra"

(***)Sono pienamente d'accordo che il mio animo è cos' come lo descrivi, ma io non sono mica andato dallo psicanalista o meglio dallo psichiatra, ma per parlare di ESOTERISMO E MISTERO DEL TEMPO LIBERO E QUINDI IN QUALITàa DI DILETTANTE we non per essere giudicato da te sotto il profilo psicanalitico psicologico o psichioatrico che sia, se pensi che sia un pericolo esoterico numero uno, fallo presente a choi di dovere, ma è ora che la smetti di essere così prevedibilmente ripetitivo cui tuoi "rancori" a me diagnosticati : mi dirai che in compenso non mi farai pagare la parcella, ma intanto, caro Terzilli non entri nel merito esoterico vero e proprio...
KitCarson1971 KitCarson1971 27/10/2019 ore 13.47.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@Filodeon scrive:
Reikyficazioni, le varie Locchificazioni Zenificazioni Yoghificazioni Autogenificazioni


:nono1 :drunk :nonono :bataboing : :sbong Maestro, la prego, torni in lei, rescinda il contratto con il suo fantasmagorico substrato di immagini ectoplasmatiche infestanti, suvvia, si sforzi.

Ma dimmi te come posso io discutere e metter sul tavolo le mie esperienze quando si affrontano gli argomenti con tanti inciampi cognitivi pregni di inutili balzelli. Stai sereno caro Filo, la serenità è la base per ogni confronto, per ogni seria discussione, altrimenti, si sfocia come te nella foce dell'Adige...
Un saluto
Filodeon Filodeon 29/10/2019 ore 14.34.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@Peltier14 scrive:
1)Ma la conoscenza e' come l'ossessione del piacere, che si appaga a mezzo di cio' che noi definiamo emozioni... 2)abbiamo elementi tangibili e concreti di come l'esistenza sia contaminata da elementi provenienti da un livello che non percepiamo perché situato oltre un orizzonte degli eventi...3)pur non considerandomi immune dalle emozioni, ho tuttavia la consapevolezza di come esse siano del tutto sussidiarie e secondarie in una visione multifocale che percepisce segnali di provenienza esterna al Loop.

1)Di questa sfera discutibile che sembra presa pari pari, per non dire papale papale, dall'omonimo film, per l'appunto "La Sfera" imparentato stretto stretto, con "Solaris" del quale si potrebbe financo individuare il legame di parentela geological geometrical astronomica, dal momento che Solaris nella finzione fantascientifica è una pianeta e i pianeti sono pur dessi sfericamente arrotondati come mi insegna il leone nonchè tuttologo da tastiera alias don Embolon, quello, per intenderci che predica ( PIA ILLUSIONE, come del resto anche il curatore della discussione lascia intendere col titolo di cui l'ha corredata "UNA SFERA DISCUTIBILE", titolo che rappresenta una vera e propria dichiarazione di intenti, ma che io, più integralisticamente averi sostituito con " UNA SFERA INQUETANTE", predica l'unione dei contrari e l'unità cosmica con l'energia divina mediante la meditazione (*), ma che poi a meditazione ultimata non è in grado, come invece alcune mistiche clarisse titolari della maggioranza di opere di letteratura mistica( sinonimo di esoterica sa va san dir), di mostrare, riferendoli verbalmente o magari con reperti( lui dichiara di aver testimonianze "inoppugnabili" di apporti sovrumani, ultraterreni, divini, celesti, spirituali ) nemmeno uno straccio di riscontri sulla mistica ed ineffabile esperienza meditativa(**), meditazioni che invece secondo me, dissentendo ANCHE IN QUESTO da don Embolìa, presentano tre percorsi : o esitano nel SONNO ( la meditazione dei monaci NIRVANICI buddisti o sfociano nell'onirismo che emerge dall'inconscio soporoso o dal sonno più profondamente inconscio (***) e che poi può, questo sì, ampiamente ripercorso con una vera e propria relazione odeporica, e questa è la meditazione delle clarisse cristiane che sogna per l'appunto Gesù Cristo, ma anche la Madonna, e a richiesta anche tutta la corte celeste degli angeli e dei Santi, vuoi nel loro insieme, vuoi singolarmente ad entità larvali singole e qui, sempre per il PRINCIPIO DELLA SFERA INQUIETANTE E DISCUTIBILE, si verifica un grosso inconveniente, che mi fa preferire di gran lunga il sonno profondo dei buddisti, piuttosto che le astrali entità delle clarisse che possono essere sì, come ho teste loccato, ma siccome nel medesimo tempo sono andato anche in oca ora che rileggo mi accorgo di essere ripetitivo e prevedibile ( e a proposito di prevedibilità ripetitiva e/o di prevedibili ripetizioni devo candidamente e nel medesimo tempo senza malizia confessare che provengo dalla scuola di don Embolon ) Gesù Cristi e Santissime Semprevergini, o anche eterei angeli custodi (raffaeli) annunziatori (gabrieli) o combattenti (micaeli), ma se i micaeli non riescono a sopraffare le larve spettrali dei diavoli satanici come la mettiamo? Non per niente il Peltier diffida di questa sfera soltanto eufemisticamente armoniosa e unitariamente cosmica proprio per l'appunto e per il fatto che la sfera presenta polarità e la polarità e fatta di opposti (positivo/negativo alto/basso serenità/turbamento amore/odio accordo/litigio profondità/ superficialità tuttologia/ignoranza Filodeon /don Embolia e qui mi fermo perchè sono stato più che esaustivo...ma purtoppo non ho esaurito il filo che fa capo ai MOTI , ma mi sento in dovere di aggiungere che i moti emozionali della CURIOSITÀ, della SORPESA, della MERAVIGLIA presentano come controparte la NOIA, L'UGGIA, la MONOTONIA, il TEDIO e quando cessanop le MOTIVAZIONI delle EMOZIONI EMOTIVE non è che cessino i MOTI browniani delle singole particelle, sibbene gli è che si è raggintal'OMEOSTATICA ENTROPIA FINALE in cui logicamente vengono ragionevolmente travolte anche le divinità, almeno quelle che non sono state in grado di opporvicisene: a questo proposito la VITA vuoi come BIA (= VIOLENZA) nel senso che si serve delle due violenze, una costituita dalla NASCITA e l'altra dalla MORTE, vuoi VITA come VITE - AVVITAMENTO ( cfr la doppia elica appunto ELICA DELLA VITA ( vero e proprio codice informatico genetico)e qui mi fermo un attimo per porre l'attenzione alla citata CURIOSITA, la qule in quanto fonte motivante la CONOSCENZA, la ritengo ( la curiosità)una EMOZIONE, paragonabile e quindi metaforicamente trasferibile al motogravitazional attratttivo della gravitazione fisica terrestre, dalla quale viene mutuata la metafora dell'illusione di sentirsi attratti dalla divinità, secondo il solito giochetto di metaforizzare realtà fisiche concrete scientifiche sottraendole dal significato reale vero per uno irreale immaginario fantastico poetico, ma sempre comunque illusorio e , questo non accade per i poeti, ma per gli istrioni religiosi, se si riesce a convincere il prossimo della realtà di queste illusioni, ecco che si avverauella centrata considerazione sugli oggetti mistici fatta larvatamente dll'utente Settembre "la FURBIZIA di pochi istrioni è fondata sulla STUPIDITÀ della massa credulona, che ubriacata dai rosari e dalle diuturne orazioni che impedisce loro ai creduloni di considerare le cose razionalmente vengono impastoiati a dovere e rifiutano di considerare la reversibilità del dogma propinato dagli istrioni di turno che se recita papale palale che che "LA MAGGIOR INGANNEVOLE ASTUZIA DI SATANA CONSISTE NEL FAR CREDERE CHE NON ESISTE", secondo il PRINCIPIO DELLA BIPOLARITÀ SFERICA si può tranquillamente , cambiando soltanto di segno alla frase e sostituendo a SATANA che non è dimostrabile con DIO altrettanto non dimostrabile, si può logicamente e razionalmente e lecitamente opporre che " LA MAGGIOR ASTUZIA INGANNEVOLE DI DIO CONSISTE NEL FAR CREDERE CHE ESISTE"...

Per i punti 2) e3)me la sbrico affermando che la CURIOSITÀ è pur dessa uNa EMOZIONE, e come la CONOSCENZA è fondata dalla MOTIVAZIONE (sinonimo di EMOZIONE), così la controparte EMOTIVA polare si può rintracciare nell' EMOZIONE della NOIA UGGIA TEDIO sinonimi tutti di DEMOTIVAZIONE tout court, LAONDlaonde per ccui chi si trova motivato positivamente dall'EMOZIONE della CURIOSITÀ per la CONOSCENZA, si può metaforicamente dire che se ne sente attratto da un MOTO gravitazional attrattivo che presenta come suo sinonimo, mutuato altrettanto metaforicamente e quindi avendo come referenza reale escusivamente un fenomeno fisico, la frase di S. Agostino (****) riguardo il sentirsi attratti dalla divinità, DIVINITÀ sua volta metafora bipolare della CONOSCENZA NIRVANATICA laonde per cui la frase agostiniana, tradutta liberamente e con opportuna interpretazione, si si esplicita, impletandola alla luce della peltieriana discutibile sfera,siffattamente "inquieta è la nostra mente finchè non riposa in te o abisso nirvanico del nulla del riposo eternamente perpetuo senza risveglio" ...

(*)Pia illusione, se è vero che non è nè logicamente, nè ontologicamente, nè gnoseologicamente nè psicologicamente, nè tanto meno concretamente realizzabile (tuttalpiù si potrà con astrattiva operazione metafisico - nominalistica (irreale immaginaria controfattuale) mettere uno dei due poli tra parentesi, ma solo per farloso sostituire da un altro con lo stesso segno),, se è vero che la pace perpetua non si ottiene andando a finire arpista tra le schiere degli orchestrali composte dal concerto delle gerarchie angeliche o peggio a sventolargli il ventilabro o leccargli i piedi , magari coperti dalla sacra pantofola, se è vero che il suo rappresentante in terra la vaceva baciare ai sudditi non ancora trapaasati, ma la pace eterna si ottiene con il dissolvimento della consapevolezza nel nulla.

(**) comunque sia chiaro non voglio costringere o esigere da don Embolon che si decida una buona volta a riferire le sue altezze ( da mal di montagna) e profondità (da rischio di embolia, da cui iil bonario nomignolo, ma aasssolutamente privo di rancore astioso ( Dio me ne scampi ) o di astio rancoroso (Dio me ne liberi), come invece sto facendo ora mentre sto scrivendo ( mi sto accorgendo con mia grande soddisfazione di stare imparando ad ANDARE IN LOCCA , ma invito caldamente chi interpreta la locuzione traducendo ANDARE IN LOCCA con ANDARE IN OCA che altro non fanno che ricorrere ad una locuzione sinonimica, per cui quando vedono letteratura esoterica di stampo loccahiano li invito semplicemente a "non si curar di essa ma guardare e passare" senzaltro, che prima o poi mi stancherò an'io, come è accaduto a quell'indefesso di Pietro Romano,,, i suoi percorsi mistici o ciò che gli suggerisce lo spirito santo quando riesce a mettervicisi in contatto, consapevole che la privacj è equa giusta e salutare, io vi ho rinunciato, ma non rinuncio a cercar di difendermi dai tuttologi che mi vogliono bonariamente e senza malizia ( anche qui ci sta il suo bravo "sa va san fer" a prendere in giro, io che su questo forum esoterico ho trovato di che differire la mia decisione di farmi addormentare definitivamente per raggiungere la foce del mio metaforico Adige per dissolvermi nel metaforico mare Adriatico nel riposo perpetuo della pace che pone termine definitivo vuoi all'irrequietezza vuoi all'uggia noiosa dell'esistenza dissolta nell'eternità definitiva dell'inconsapevolezza.

(***) inconscio è sinonimo di iconsapevolezza che può esser solitamente reversibile a meditazione conclusa, come accade al quotidiano risveglio, oppure sfociare come l'Adige sfocia nella foce dell'Adriatico o nel delta del Po: estinzione definitiva della consapevolezza, vale a dire irreversibile, che è poi la morte più desiderabile, passare dal sonno reversibile a quello irrevrsibile e di cui logicamente non si può ragionevolmente farne una relazione, offrirne dei riscontri, come dire che la letteratura necrologica è un apocrifo in terminis: se uno non ricorda nulla, ma proprio nulla significa che è inconsapevole e se ritorna consapevole significa nche non era morto e si sa che neppure Gesù Cristo è tornatoconsapevole dopo che il suo orpo, o meglio la sua massa carnoso visceral cerebrale è quella che è marcita per per prima e andata in putrefazione, perchhè come direbbe il sachespeariano becchino interpellato dal malinconico Amleto affetto da inguaribile ipocondria il cervello, tra tutte le masse viscerali è quello più intriso di liquidi umori susettibili a veir trasformati nel liquame della liquefazione

(****) non occorreva aspettare la scoperta dell'acqua calda o meglio della mela cotta che casca dall'albero quando il picciolo , sollecitato dalla sua pesantezza pronubo il vento autunnale, la fa staccare dall'albero e cadere per la forza gravitazionale: la virtù cascatoria era nota anche a S. Agostino, e anche se non era ingrado di tradurla in formula matematica era abilissimo adoperare questa virtù per farne delle suggestive metafore che furbescamente si dava da fare per spacciare per fatti reali e non illusoriamente poetici, e in questo consiste il loro valore rasserenante e non in altro, altrimenti scatta l'adagio sulla furbizia vuoi del diavolo vuoi degli istrioni millantatori che sfruttano le emozioni e gli affetti che sono concreti , universalizzandoli con le metafore per essere convincenti, in realtà sono solo attori e poeti che desideraano che la massa creda che quelo che si sta inscenando siano fatti reali e non altro che rappresentazione e specchio dei sentimenti e delle emozioni reali.
Filodeon Filodeon 29/10/2019 ore 15.58.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una sfera discutibile

@KitCarson1971 scrive:
uno scambio di opinioni sui risultati che otterrai.

Come se non te lo dicevano di persona, tu non capivi in cosa consisteva la tua contraddizione di fondo e cioè di star facendo quello che dicevi che non bisogna fare e cioè trinciar giudizi ad ogni piè sospinto, a man salva da vero leone e tuttologo da tastiera ma si vede che stai facendo le orecchie da asino del mercante, ma tant'è, non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca o più icasticamente uovo gallina e culo caldo, comunque , se non lo hai capito te lo dico adesso che gran parte delle mie esternazioni sono estemporanee pratiche locchiane fatte direttamente sulla tastiera, che giustamente tu ti vai lamentando che mi riescono alla fallo di cane e infatti molte volte , anche se solitamente ne esco rasserenato, in quanto funzionano anche secondo l'effetto AMUREC ( A mio Uso Rilassnte E Consumo Catartico ) ne esco spossato e non provo neppure a rivederne la stesura, ma mi sembra che tu della meditazione, che suggerisci agli altri di praticare, non hai ancora provato a consttar di fatto i benefici che procura, salvo accontentari di quello che riferiscono quelli che la praticano...
Guarda che come al solito tu stai travisando e quello che leggi lo interpreti alla luce della tua sicumerica profonda e al contempo alta e vasta tuttologia da leone nonchè tuttologo da tastiera e vedo proprio che irrimediabilmente non sei capace di mettere tra prentesi la tua spocchia da maestro che tutto preso nel suo ruolo non ha più il tempo di praticarla (la meditazione) e i risultati si vedono, eccome : tutto quello che dici, affermazioni asserzioni informazioni, eccezion fatta per i giudizi poco lusinghieri su quelli che non hanno paura come te a mettersi in discussione esplicitando "reperti" che provengono dalla loro pratica meditativa,, tutto quello che riporti lo si trova in internet googlando qualche parola chiave delle parafrasi che ne riporti, come risulta evidente con il tuo ultimo reportage sulla meditazione dei monaci nirvanici e delle monache gesucristiche, che per altro, tra parentesi mi sembra che se ho ben capito io e quindi hai fraintesu tu , o egregio Maestro, mi sembra che non depongano affatto a favore della "fede" nella paranormalità, in quanto l'assunto è a favore di una fenomenologia dove la mente funziona secondo principi quantomeccanici (tu mi insegni, o insigne Maestro, vuoi che la PEC è un dispositivo ideato dalla teoria quantomeccanica vuoi che non fa altro che sostituire alla visione dei diagrammi dell'attivita elettrica cerebrale esterna la visione delle aree degli emisferi cerebrali coinvolte durante la meditazione,, detto questo, spero di terminare coll'affermare che uno scambio di opinioni sui risultati che ho ottenuto ottengo ( se c'hai la bontà di leggere quanto ho testè postato) e, a Dio piacendo, otterrò,, infatti nelle mie intenzioni, almeno fino a che avrò la consapevole certezza di avere perso il mio ultimo lettore, che ne sono certo sarai tu, al quale avevo chiesto la carità di non essere così ripetitivamente prevedibile o prevedibilmente ripetitivo( vedi che mi stai contagiando ), continuerò le mie espletazioni nella forma della meditazione locchiana (Controfattuali Allucinazioni Lucidamente Controllate ), che mi aspetto che GIOUDICHERAI che molto poco lucide e ancor meno Controllate, per cui i tuoi interventi mi servono solo per darmi l'informazione utile quanto bastA per dire che mi hai letto, e qui mi potrei anche accontentare, ma se tu invece di incongruentemente chiamare me maesstro, carissimo maestro don Embolià, ti degnassi di scendere dalla cattedra, immergerti quanto basta nel mare magnum della meditazione, anche quella trascendentale, anche quella delle monache clarisse gesucristiche, basta che no sia quella dei monaci buddisti nirvanatici che per esplicitare le loro reminiscenze delle loro esperienze meditative basterebbero due parentesi, una aperta e una chiusa con dentro la cifra zero),, immergerti appena appena a fior d'acqua, giusto per evitare qualche malaugurata embolia, e poi mi riferissi qualcosa della tua metaforica subaquea esplorazione, giusto per aver anch'io un qualche elaborato sul quale trinciare qualche giudizio...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.