Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Illuminazionecosmica Illuminazionecosmica 17/10/2019 ore 10.14.16
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@KitCarson1971 : se per caso pensate di avere a che fare con i soliti polli del mondo qui cascate male ed avete trovato quello del formaggio.. universo o non universo.. io vi eclisso tutti...
Illuminazionecosmica Illuminazionecosmica 17/10/2019 ore 12.44.46
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

La bipolarità, ed il connubio dell’utilizzo forzato da parte del sistema, di un nome non tuo, ti obbliga a volte ad accettare ed utilizzare un nome imposto, che sbatte contro l’anima e lo spirito di tutte quelle persone connesse e fuori dalle logiche del mondo attuale.



“Questo passo vuole dire esattamente questo: quando nasci, vieni etichettato con un nome imposto da altri”.


Che attraverso i genitori, ti viene effettuata l’imposizione del nome, che è dato parte di altri, il che, è appunto un marchio.

Per la precisione, è il marchio della bestia.

Che tanto viene citato nelle varie scritture pseudo sacre che vengono propinate all’umanità pecora ed ignara.

Anche se la cosa, sembra essere di poco conto, oppure sembra fatta con amore, o con delle intenzioni benevoli.

Deve essere percepita e capita, per quello che è veramente.

Bisogna quindi finirla di non vedere, e fare finta di niente, e di non vedere la verità.

Verità che sta lì, di fronte agli occhi di tutti.

L’accettazione del marchio della bestia, avviane per inconsapevolezza, e per programmazione.

Fino a che sei dormiente e sconnesso, il nome imposto, da un certo punto di vista, potrebbe trovare una sua applicazione nel mondo.

Ma attraverso l’utilizzo smodato, e reiterato dello stesso, in tutte le sfaccettature della vita di un individuo, creerà molteplici problematiche.

L'assogettazione al nome imposto, avviene per normalizzazione, ed imposizione mentale.

Sempre e solo però, attraverso l’esterno, quindi gli altri, che ti vorrebbero dominare e programmare.

La problematica, nasce solo perché, essendo tu, venuto alla luce dal nulla, e quindi, non sapendo nulla, e non sapendo nemmeno per il momento chi sei davvero.

In quanto non sai chi sei, e cosa devi porti come domanda, e come devi portela, per capire chi sei, e quale sia l’importanza di tale evento e di tale accettazione.

Tu, non avendo le informazioni, che servono, per fare si che tu, ti possa finalmente svegliare, e che tu possa finalmente capire, in che mondo sei, chi sei davvero, e che cosa sei venuto a fare qui.

Oltretutto in questo mondo, nessuno ti dice ad esempio.
Hei ciao, guarda, ora hai un nome che ti è stato imposto, ed è stato inventato e scelto da altri in base al loro gusto e piacere, che ti è stato assegnato adesso, e temporaneamente da altri, che appunto, per il loro gusto e per la loro volontà, ti è stato appiccicato addosso.

Questo nome sarà un problema per te, perché se lo accetterai e lo userai sempre, avrai accettato la schiavitù, che è imposta da altri e fatta passare per amore.

Ora, dovresti tenerlo, almeno che tu, in questo momento, non ti poni immediatamente, appena riesci a parlare e capire, la domanda che serve allo scopo di sapere chi sei.

Tieni presente che sei solo e sempre tu che decidi chi sei.

E quindi sei tu che puoi in ogni momento decidere di chiamarti con il nome che preferisci.

Che se nella tua evoluzione ritieni di dover cambiare o modificare, lo stesso con una cosa che ti si addice di più ti piace di più o decidi che vada meglio per te cambiare.

Sarai sempre in grado di poter modificare ciò che ora scegli.

La domanda è:

“Se tu non sai chi sei, e non ti ricordi chi eri, chi saresti, senza chiedere a nessuno?”

Senza che siano sempre gli altri, che siano a dirti chi sei, in base alla loro mente.

Tu, chi sei?

Chi sei dentro te stesso?

Chi decidi di essere nel mondo tu da solo?

Tu, chi sei per te stesso, senza che siano gli altri a dirtelo?

Ma stai attento!, perché il mondo, vuole farti credere di essere quello che non sei.

Vuole farti credere di essere l’altro.

Ma non l’altro giusto, o meglio l’io sono.

L’io sono che sta dentro di te.

“Leggi se ti va, per capire meglio, questa questione importantissima, la trilogia dell’Io Sono del Conte di Saint Germain”

Loro vorrebbero invece farti credere di essere l’altro.

Ma solo l’altro che vogliono loro, e non quello giusto.

Lo vogliono fare solo per comandarti, e renderti schiavo.

Non vogliono farti ricordare chi sei, per essere l’unico dio di te stesso nella terra.

Vale a dire proprio questo, staccare il contatto con quello che gli altri hanno voluto farti credere.

Ed attaccare il contatto con il tuo vero sé divino.

L’io sono, che sta dentro di te.

Ma che tu, se continui così, in verità non sai e non saprai mai di essere.

Anche in base all’assunto, che la scelta del nome, non è fatta da te.

Ma solo accettata, per causa di forza maggiore, e forzatura di programmazione esterna indotta, incessante, e battente, che è lì, per fare sì che si installi dentro di te, che tu accetti quell’abominio, che ti viene attaccato addosso, per non farti sapere chi sei davvero.

E che è invece spacciato, per un nome, dato per amore e normalità.

Che però di normalità non ha nulla.

Il sistema gioca su tanti fronti, pensate che sono talmente tanti, da fare spavento, ed io ora, ne mostrerò alcuni.

Tu, e solo tu, puoi, e devi, decidere chi sei nel mondo.

E non lo puoi fare, accettando il nome, che gli altri ti hanno dato.

È un ragionamento molto fino, che potrebbe sembrare di poco conto, e che pochi potranno capire, anche se è di vitale importanza, ed è pure urgentissimo da capire.

Ricordate, che anche la sola accettazione del nome imposto, vuole dire accettare la schiavitù.

La schiavitù, esiste solo se la accetti.

E solo se magari anche non la vedi.

Uno ora, potrebbe dire, ma a me, il nome che ho, mi piace.

Il sistema, gioca e fa leva proprio anche su quello.

Sa che ti potrebbe anche piacere, e potresti dire, a me piace e me lo tengo.

Ma perché mai ti piace?

Non te lo sei mai posto questo quesito?

Possibile che non vedi, che è tutto frutto della programmazione, e della reiterazione del continuare a chiamarti con quel nome?

Nasci, e non sai chi sei.

Sono sempre gli altri, che ti vogliono dire chi sei secondo loro.
Secondo la loro imposizione.

Tu, povera anima, che ti senti continuamente chiamare in quel modo, che, poi pure ti si imprime dentro di te.

Alla fine è normale che pensi di essere quel nome, e che ti ci riconosci.

Hai mai fatto caso, se ti fermano i carabinieri, o le forze di pulizia di casa :)..

Cosa fanno per prima cosa?, ti dicono, favorisca i documenti, perché se tu per caso li tiri fuori sei loro assoggettato, per il semplice fatto che stai accettando tu stesso l’imposizione, attraverso più azioni.

La prima è il tirare fuori i documenti sistemici, che sono paragonabili al tirare fuori il cedolino che stabilisce che tu stai giocando al loro monopoli, al loro gioco assieme a loro.

Infatti, la carta d’identità, è una frode, che punta una finzione giuridica, atta ad attivare tutti i processi di schiavitù.

Infatti è bordata, se vedete bene.

Il che, vuole dire che quello che sta scritto dentro è proprietà dell’amministrazione che sta scritta sopra, repvbblica italiana, ed amministrata dal comune di appartenenza.

Allora a parte che quel nome come ho detto fino adesso non siete voi, la sola azione dell’accettare quel foglio, è accettare la schiavitù.

Sia per il fatto che avete accettato il nome, e che avete tirato fuori i documenti.

Intanto uno che viene e ti dice favorisca i documenti, come se tu sei obbligato a farlo, già ti sta facendo vedere che sei schiavo, perché se mai tu ti rifiutassi ti prendono con la forza.

Se non è dittatura e forzatura questa, cosa deve essere, per farvi vedere quanto non volete vedere, e quindi la verità?

Tu non sei cittadino.

Diventi cittadino, solo se lo accetti.

“Infatti è il cittadino, che è assoggettato alle regole ed alle leggi.

E’ lui, che è assoggettato, non voi”,

E’ lui che deve pagare le tasse, è lui deve rispettare le regole, è lui deve fare tutto quello che è stato predisposto per il cittadino e per lo schiavo.

Ed è per lui che è costruito tutto, è costruito sulla finzione giuridica, che loro hanno creato alla vostra nascita, attraverso l’atto di nascita, che non è altro che un titolo di stato, per fare cassa, e fare soldi, per monetizzare gli esseri viventi.

Infatti, le registrazioni che vi fanno.. sono il problema.

E lo fanno, non di certo per aiutare voi, o per farvi un favore o trarre un beneficio, ma lo fanno solo per farvi un danno, ed un torto..

Se vedeste bene, nella costituzione italiana, sta scritto, “il cittadino, ha l’obbligo di fedeltà e obbedienza”.

Qual’è quella entità ,che ha sancito in partenza un obbligo?
Lo schiavo.

Te lo dicono direttamente nella costituzione, che tu sei uno schiavo, e non lo vede nessuno.

Oppure, lo vedono, ma non lo capiscono.

Oppure, lo accettano e fine.

Ma, anche la sola accettazione, di questo fatto che sembra semplice, e di nessuna importanza.

Che sembra che non lede a nessuno, che è solo una cosa personale.

Alla fine invece, lede a tutti, lede a tutti gli altri, o anche ledesse solo a quei pochi, che si ritrovano in un sistema imposto, per causa di forza maggiore, dove appunto, tutti accettano una cosa che sembra innoqua.

Che però, questi risvegliati, o quello che sono, qualsiasi cosa siano, che loro non vogliono accettare.

Ma che sono obbligati a vivere in un modo che li obbliga a vivere in un modo che loro non vogliono accettare, e invece li obbligano tutti per causa di forza maggiore.

Vuole dire che quindi, alla fine, tutti quelli, che sembra che non fanno nulla di male, che sembra che fanno una cosa che non lede a nessuno, invece, sono tutti fuori legge universale.

Ed obbligano appunto, tutti gli altri, a vivere male, per la loro semplice accettazione della schiavitù.

Alcuni addirittura dicono, io non faccio nulla di male.

Dicono addirittura, io adotto il vivi e lascia vivere.

Oppure ti dicono, se per caso, vengono a rubarmi qualche cosa di mio, visto che qui quello che vedi è tutto mio, io, li uccido, o cazzi vari.

Oppure, ti dicono, io vado a lavorare otto ore al giorno, per avere quello che ho, e per sostenere e mantenere le cose che ho, che ho preso con sacrificio, e che voglio, che nessuno mi possa rubare nulla.

Solo che non capiscono, che alla fine in verità, loro non possiedono nulla.

Che tutto è di tutti, e che l’unica cosa che possiedi, è il tuo corpo, e la tua mente, forse anche i tuoi pensieri e basta.

Tutto il resto, è della natura, e quindi, non è di nessun altro.

Nessuno per le cose della natura ti potrebbe chiedere nulla, lo fanno, ma il farlo non è la prova diretta che sia giusto.

Se poi tu gli dici, per metterli alla prova.

Ma scusa una domanda, l’albero che ti dona i frutti, per caso, ti chiede soldi, oppure qualche cosa per darti il suo frutto, che sia una mela, o qualsiasi altra cosa che ti dona un albero una pianta o qualsiasi altra cosa della natura?

Allora loro, iniziano a puntare, o il pastore, o il foglio di proprietà di quello che detiene il possesso della terra.

Oppure ti dicono che il contadino poi ti spara o ti denuncia, o che addirittura poi vai in prigione, perché ti denunciano e devi poi pagare la pena che gli altri ti vorrebbero dare, ecc.

Alla fine loro se guardate bene, puntano sempre e solo finzioni, per giustificare la loro vita, e la loro visione delle cose.

Non possono essere altro che solo esseri dormienti.

Che non solo non comprendono nulla del mondo che hanno in torno.

Ma che fanno danni innumerevoli ed immani a tutti gli altri esseri viventi che ci sono nella terra.

Infatti guardate bene, l’uomo mangia ogni sorta di essere vivente e i suoi cuccioli, ma se gli tocchi i figli, subito tutti, si scagliano contro il violentatore di turno o l’assassino ecc..

Più sconnessi e dormienti di questi non esistono nella faccia della terra.

Ma poi qui si sfocerebbe in altri capitoli troppo complessi ora da discutere qui.

E poi si aprirebbe il capitolo autodeterminazione, o sovranità individuale…

Comunque, continuiamo.

Ad un certo punto, siccome non sono contenti, ti danno la mazzata finale.

Dopo che imperterriti, ed reiteratamente, ti continuano a chiamare in quel modo, e tu, ti ci stai abituando.

Per mettere la ciliegina sulla torta.

Ti formano un documento cartaceo, con sopra una foto, che ritrae il tuo volto, che puoi vedere che è uguale a te quando ti guardi allo specchio.

In quanto tu, non ti puoi mai vedere direttamente, puoi vedere le tue mani, e il tuo corpo ma mai la faccia, senza essere di fronte ad uno specchio.

Quindi, così facendo, assocerai la tua immagine, a quel nome, con il quale, continuano a chiamarti, e che cercano di programmare dentro di te.

E tu, che povera anima inconsapevole, ti accosti ala programmazione che è avvenuta, e marchiata a fuoco dentro il tuo essere credi di essere quello e ti ci auto riconosci.

Solo che quel nome non sei tu, e se vive quel nome, e non quello che hai deciso scelto dentro di te tu stesso.

Tu, in verità, in questo mondo, non esisti.

Esisterà solo il riflesso dell’energia degli altri, ed il nome inventato e deciso da altri per te.

Della tua energia ci sarà ben poco solo il tuo corpo, che però non avrà forza perche tu non sai chi sei e credi di essere un altro.

Esisterà solo, che tu hai accettato l’imposizione dell’esterno.

Che è stata messa in piedi, per farti credere di essere quello che non sei davvero tu.

Esisterà solo il fatto, che accettando questo nome, hai da solo, accettato la schiavitù, che ad esso è collegata.

Il sistema ha giurisdizione solo su quella creazione.

Il proprietario del tuo corpo, sei tu, non gli altri.

Tu, e solo tu, vivi, e dimori, dentro te stesso, e solo tu, hai tutti i diritti, e tutte le giurisdizioni, su te stesso.

Solo, che fino a che tu continuerai ad accettare questo, non potrai mai uscire dalla schiavitù indotta nel pianeta.

Anche il solo fatto di fare tante altre cose, mette in cattiva luce, la tua energia e ti reca danni incalcolabili, obbligandoti a ritornare nella terra per gli errori che hai commesso, inconsapevolmente.

Io ho scritto in uno dei miei testi, che il genitore o i genitori, sono demoni, anche se inconsapevoli.

E invece un assassino che invece viene visto nel modo scorretto, è un liberatore, oppure anche un angelo.

Cosa che è difficile che le menti limitate del pianeta, possano capire ed accettare.

In questo mondo siete tutti bravi a mangiare gli altri ed invece se vi toccano i bambini vi scagliate tutti contro gli altri, come se foste solo voi gli unici che contano.

Ma non è così, i pedofili i violentatori, sono nella terra per riequilibrio, voi fate mattanze inenarrabili, giustificandole con le vostre menti malate, e se viene uno a dire la verità farà male.

Io taglio come una spada tutte le cazzate e le menzogne.
Le leggi e le regole che sono state indotte in questo pianeta sono tutte per schiavi, che non capiscono dove sono, e cosa siano davvero le leggi e le regole che possono tenere in questo mondo.

La legge universale dice, “non ledere volutamente agli altri, e non recare danno volutamente agli altri, e comportati in onore”.

Fine.

Non ci sono altre leggi, non esistono leggi di uomo, che sono tutte frutto della illusione.

Se un albero è un’illusione i suoi frutti, cosa saranno?

Anche se sembreranno veri, saranno illusioni, essendo figli dell’albero illusorio principale.

Anche questo è un discorso molto profondo e di finezza inenarrabile.

Obbligare a venire alla luce, altri esseri viventi è il problema più profondo che esista.

Tutti che fanno figli, senza nemmeno capire in che mondo sono e cosa sono qui a fare, che così facendo obbligheranno altri a vivere ed avere i problemi ad esso connessi.

Gente che non ha nemmeno idea di essere al mondo, che nell’età variabile che si comprende fra 16 e 35 anni, fanno figli.

Non hanno ancora idea di essere al mondo e bloccati dentro un corpo che deperirà e che morirà, e fanno figli.

In verità, tu arrivi qui, non sai nulla, ti viene fatto vedere il mondo come un gioco, e invece non comprendi la gravità dell’essere in vita.

Gente sconnessa, che farà altra gente sconnessa, senza mai sapere nulla.

La situazione è talmente profonda e difficile da capire che solo davvero esseri evoluti, potranno intendere.

Non sono cose con cui si può scherzare.

Ma sembra che il mondo, stia in sonno perenne, con persone dormienti che reiterano imperterriti ed accettano tutto come se niente fosse.

La cosa mi lascia basito e senza parole, nell’attimo in cui vedo, per poi trasformarsi in azione di energia di distruzione di questo sistema corrotto e marcio.

Come potrei mai accettare una cosa inaccettabile.

Solo perché tutti così sembra che fanno e che gli vada bene?

Io non posso vendere, la mia anima ed il mio spirito per 4 soldi, o per un po di finta stabilità..

I soldi vengono stampati dal nulla, la stabilità è effimera, e si basa su concetti e convincimenti distorti e programmati, finti e fuori da ogni logica di verità.

Nessuno può detenere in via esclusiva il possesso e la proprietà di un posto nella terra, l’unica cosa che possiedi, è la tua mente ed il tuo corpo che non puoi staccare da te.

Tutto il resto è di tutti, ed è preso dalla natura e dal mondo che è di tutti, e per quello nessuno ti può far pagare nulla.

Questo sistema creato per trarre profitto è stato creato per dare la possibilità a chi stampa i soldi dal nulla di avere tutto, e di poter comprare chiunque.

Come potrei mai poi guardarmi negli occhi e vedere la luce invece delle tenebre imposte?

Come posso sostenere ancora per molto l’attacco diretto alla mia anima indenne ed imperturbabile?

Lottando strenuamente e continuamente, contro questi attacchi ed imposizioni forzose che ricevo ogni giorno in ogni direzione?

Possibile che non vedete?

Possibile che accettate tutto così alla buona?

Possibile che non vi ponete le cazzo di domante profonde?

Possibile che vi soffermate tutti sull’illusione senza andare in fondo?

Possibile che fate finta di vivere una vita normale?

Possibile che non prendete coscienza del fatto che tutto è li di fronte a voi, e fate finta di non vedere e che tutto vada bene.

E poi arrivano addirittura quelli che ti dicono che siamo in un paradiso, ma che siamo immersi in vapori satanici.

Nemmeno loro sanno quello che dicono.

Siamo in un paradiso o in un posto con vapori satanici?, sono due cose diverse..

Sono perfino sconnessi con la loro visione.

Avete di fronte agli occhi la verità.

È inutile fare finta di non vederla, lei è li ed è sempre presente affinché tutti finalmente possiate vederla.

Uno mi ha detto che il sistema è troppo rodato, e troppo forte per poter essere distrutto o fermato.

Invece io dico, che ci metterò tutta la mia cazzo di energia, affinché tutto questo sia visto e che abbia finalmente una fine.

Non è possibile continuare oltre..

Gente che non sa nulla.

Che credono a tutto quello che gli è stato insegnato e programmato dentro la mente per tenere in piedi questo posto di demoni e dormienti sconnessi.

Loro giocano, sul fatto che tutti siano sconnessi e dormienti, per tenere in piedi questo posto.

Altrimenti, se tutti fossero svegli, tutto questo posto sarebbe già distrutto e finito da tempo.

Fare figli vuole dire alimentare questo posto, voi non vedete la verità, allora ve la mostro io.

Voi siete bloccati, dentro il vostro corpo, e dentro la vostra mente.

Immersi in questa materia che vi obbliga a fare cose a destra e sinistra per sopravvivere.. ma per poi arrivare a morire.

La vostra fine è segnata e non ve ne volete rendere conto.

La vostra visione distorta del mondo, e la vostra paura di morire ed estinguervi vi porta al alimentare questo posto malefico.

In verità non potete continuare molto tempo ancora.

La paura dell’estinzione che avete, vi sta facendo fare passi inimmaginabilmente errati e disfacenti della vostra energia.

Il progredire non è per voi, per il semplice fatto che siete dentro la vostra illusione immersi nelle stronzate alle quali credete.

Possibile che non volete vedere la verità?

Guardatevi attorno.

Fate figli quando nemmeno sapete di essere al mondo, e come è fatto questo posto credendo a tute le cazzate che gli altri vi propinano come vere.

Siete dogmati e dogmatici intrisi dentro una illusione talmente grande da non avere confini.

E non vedendo la fine non potete vedere che ci siete dentro.

La cosa fa ribrezzo per il fatto che così facendo farete fatica a cambiare..

Come può cambiare uno che crede addirittura di essere nel giusto?

Soldi a destra e sinistra, possesso, accettazione delle cose, come se queste cose che avete in torno sia normale averle ed accettarle.

Lo fate solamente perché è così e va bene così, la cosa fa spavento, la vostra accettazione lede agli altri.

Quindi voi tutti già siete fuori legge universale, siete tutti colpevoli e non ve lo volete mettere in testa, altrimenti vi crollerebbe tutto addosso.

Certo anche in matrix, le persone comuni si trasformano in controllori.

Perché la vostra paura, le informazioni che avete distorte dentro di voi, le programmazioni, le accettazioni, e tutto il resto, vi portano a fare i passi che state reiterando imperterriti, e per questo pagherete.

È inutile nascondersi non ci sono e non ci saranno mai posti nella terra nei quali voi possiate nascondervi.

Il tempo della fine è vicino, ma voi con la scusa del vostro amore, state facendo danni incalcolabili a voi e agli altri, che dite di amare o a cui dite di voler bene..

Se solo mi ascoltaste sareste liberi.

Invece mi guardate male, vi arroccate dentro le vostre mura.

Io sono forgiato con il fuoco.. sono passato dentro l’inferno per vedere che è finto.

Le leggi sono create per schiavi e pecore indottrinate che non vedono la verità delle cose.

Come potete mai ascrivere un reato inesistente a uno che vede che è inesistente, e che può smontarvelo con le parole, e facendovi vedere dove fa acqua?

Come potete fare accettare una cosa inaccettabile a uno che vede?

L’accettazione e l’interpretazione e il riconoscimento.

Sono gli errori e le problematiche di questo posto.

Lo volete capire?

Nessuno ha giurisdizione su un essere senziente.

Possono provare con la forza ad imporre, ma sempre e solo in disonore.

A buon intenditore poche parole.

Per ora mi fermo ma non è finita qui.. la mia lotta continua.

Io non ho paura di andare in mezzo ai demoni,, nemmeno se sono miliardi..

io ci cammino in mezzo come un angelo e porto la luce anche in mezzo a loro.

Che tenteranno di farti paura, ma nulla di più, se tu non ti sposti per la paura, il giochino è finito in partenza.

E se non hai paura della morte allora il mondo tremerà sotto ai tuoi piedi.
Filodeon Filodeon 17/10/2019 ore 13.23.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Illuminazionecosmica scrive:
ti scagli contro di me non dicendo un cazzo ma volendo sembrare furbo.. Cosa che purtroppo non sei...

..........spacciatori di VERITÀ.............

Se si stato alla scuola di Kitcarson devo convenire che l'allievo ha bagnato il naso al maestro...vuoi per la sicurezza con cui autoreferenzialmente ti proclami di possederLA ( la VERITÀ), vuoi nello stile di disapprovare con titoli poco onorifici chi LA rifiuta tutte le volte che glieLAcisi vuol propinare : ma perchè desiderare che gli altri desiderino ciò che noi desideriamo?, forse che la verità risulta più vera nella misura in cui si riesce a farle guadagnare un maggior numero di seguaci adepti proseliti?...o esiste qualche altro motivo che io ignoro?
KitCarson1971 KitCarson1971 17/10/2019 ore 14.17.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Filodeon scrive:
Se si stato alla scuola di Kitcarson devo convenire che l'allievo ha bagnato il naso al maestro...

Questo vale anche per me rapportato a Lei caro Maestro Filo?...Non sia mai caro MaIster, Lei è univoco, unico nel suo genere, in copiabile. Non desidero, non pretendo, non sono e non sarò mai un Maestro, par suo poi? IMPOSSIBILE, di quando in quando mi chiamavano maestro allorchè, come master Reiki davo livelli energetici per chi lo desiderava. AGGGGratis, mi sentivo meglio senza pretendere nulla in cambio.
Colga le mie rinnovate lodi al suo indirizzo...
KitCarson1971 KitCarson1971 17/10/2019 ore 14.26.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Filodeon scrive:
..........spacciatori di VERITÀ.............

Se si stato alla scuola di Kitcarson devo convenire che l'allievo ha bagnato il naso al maestro...vuoi per la sicurezza con cui autoreferenzialmente ti proclami di possederLA ( la VERITÀ), vuoi nello stile di disapprovare con titoli poco onorifici chi LA rifiuta tutte le volte che glieLAcisi vuol propinare : ma perchè desiderare che gli altri desiderino ciò che noi desideriamo?, forse che la verità risulta più vera nella misura in cui si riesce a farle guadagnare un maggior numero di seguaci adepti proseliti?...o esiste qualche altro motivo che io ignoro?


Mannaggia al policarpo, quasi mi duole ammetterlo, ma questa volta sono con Lei o encomiabile dicitore... 8-)
KitCarson1971 KitCarson1971 17/10/2019 ore 14.34.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Illuminazionecosmica scrive:
io vi eclisso tutti...


Dai, non fare così, mi stai spaventando, abbi pietà di noaltri poareti, così inzaccherati dentro alla melma come siamo, mentre tu o ALTISSIMO, dall'alto della tua smisurata bontà cosmica, dovresti indirizzare, magari compatire, ma NON minacciare. Ma che angelico essere sei se poi, terra-terra ricorri alle minacce? Bien, facciamo così, io da master Reiki, se me lo consenti (ci vuole sempre il consenso della controparte), provo ad incanalare verso di te energia positiva (anche perchè l'Energia Universale di per sè NON può mai deviare dalla sua intima positività), se non altro per mischiarla con la tua che, a quanto pare, a tuo dire può essere deleteria. Solo mi chiedo se tu, energeticamente parlando, non faccia una errata interpretazione di tale energia. A meno che, tu attinga dalle più basse energie del Yin e Yang. Fai un popò te. In considerazione che sbarchi il lunario con difficoltà, con dei grossi problemi esistenziali e con una rabbia evidente, già questo mi fa dire che non potrò mai volerti male, nè desiderare per te il peggio, essendo già tu, come tutti noi del resto, alle prese con un'esistenza che spesso fa le bizze, ci mette spesso davanti ostacoli duri da superare. Guarda come arranco io per esempio, quando con-fabulo con Mastro 666 e con i suoi straordinari occhiali affumicati al marsala catramato... 8-) :-x
Un saluto
Filodeon Filodeon 17/10/2019 ore 17.56.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Filodeon scrive:
ma perchè desiderare che gli altri desiderino ciò che noi desideriamo?


.......IL GIOCO DEL TRENINO ESOTERICO NELLA MAGIA DEL TEMPO LIBERO.......

Forse ho trovato: nell'ambito della prima stesura di quanto sono in TRENO di postare, che mi risulta quasi sempre tipo scrittura automatica che mi si presenta come il "luogo" in cui si trovano in sovrapposizione l'inconscio delle immagini e il conscio della scrittura più o meno grammaticalmente parolata e sintatticamente strutturata, come spesso mi succede durante la meditazione compiuta sulla tastiera, il tamburellare delle dita sui bottoni della tastiera, finiscono per provocarmi come il rullo del tamburo sciamanico, una specie di trace mentale mandandomi in LOCCA (googlare Forum esoterismo e mistero) : nella fatispecie mi si è presentatato il flash back, di me bambino che giocavo col trenino di Santa Lucia e, a LOCCA rientrata, devo ammettere che quando giocavo da solo era senza ombra di dubbio lo svago mi riusciva molto ma molto meno gratificante di quando invece il gioco era condiviso, anche se rischiavo di dover adattarmi a far il capostazione piuttosto che il macchinista per non parlare dell'evenienza di recitare soltanto come comparsa nel ruolo di anonimo passeggero,,,, ma per ribadire il concetto astratto secondo il quale la consapevolezza del desiderio degli altri rinforza quasi esponenzialmente i proprio, e che per lo meno impedisce che il proprio desiderio si atrofizzi nella noia uniformante richiamata questa invece dallo sferragliare monotono del treno reale che immerge i passeggeri in una inerte indifferene financo per il paesaggio che sfreccia dal finestrino, lascio immantinente la metafora ferroviaria per ricorrere a quella più pepatamente erotica, quella che prende in considerazione l'eventualità di un'ammogliato assuefatto alle bellezze della moglie, ammesso che essa, come il mondo, sia davvero quello che crede, cioè desiderabile, e per averne la riprova confermata dal riscontro, anche questa sera la porterà fuori negli ambienti deputati, ristoranti night, per esporla al desiderio degli altri, ESPEDIENTE che sarà funzionale all'arrapante accensione del desiderio per lei una volta rientrati, forte della conferma desunta dallo sguardo degli avventori e letteralmente eletrizzato come lo diventava il mio trenino che però era a "susta", una volta "caricato" con una molla messa in tensione con una chiavetta a leva meccanica) ambedue arrapati, il ferroviere in erba e i coniugi a letto, disposti a credere che vale la pena di vivere all'insegna del "carpe diem" prima di ritornare nel nulla dal quale si proviene e dal quale forse questa notte replicheranno una vita a cui consegnare il caduceo della staffetta esistenziale anzi e qui concordo, ma mi affretto a dire purtroppo, coll'Illuminato, che come me che pure sono giunto a questa conclusione a settantanni, lui invece anche se molto più giovane ha scoperto che la verità alla quale è pervenuto è fondata sul nulla, e però rebus sic stantibus la sua incoerenza di fondo è quella di chi non si rende conto delle implicanze che tale constatazione comporta, se si vuole essere coerenti e consequenziali con le proprie esistenziali conclusioni e cioè che non è una moglie (parlo di moglie e non di amante perchè se fosse un'amante sarebbe sufficiente provare a sceglierne un'altra) che, torno a ripetere per amor di chiarezza, una volta sposato il nichilismo, vuoi anarcoide in chiave sociale vuoi caoticamete entropico in chiave cosmologica, il fatto si è che l'istinto di sopravvivenza fa di tutto per evitare che cotali illuminati (l'anarcoide nichilista e questo senescente fallito filosofo teledattiloscrivente che quasi sicuramente verso la metà di dicembre quasi sicuramente si ricorderà che si è dimenticato di leggere sul calendario la data ormai trascorsa della scadenza della prenotazione della visita per sospetto decadimento cognitivo diagnosticatogli dal medico di base ) da questo anomalo effettto fotoelettrico ( elettromagnetismo le cui fotoniche wavicles si annullano annientandosi a vicenda, gli uni (gli anarcoidi) dandosi da fare a perorane la causa, gli altri ( nichilisti soltanto della propria individuale consapevolezza) attendendo un avallo istituzionale e aspettando Gounot, aspettano anche una legiferazione parlamentare in merito,, e a questo punto mi sorge il dubbio che forse nel frattempo prima della decisione di estinguere la mia consapevoleza, sarà opportuno gingillarmi e amoreggiare con le Amazzoni, con la Venere di Tiziano, con la Mja desnuda del Goya con l'esoterismo ed il mistero... dopotutto come sembra avvenga a proposito dell'EVOLUZIONE della specie di darwiniana memoria, chi mi impedisce di pensare che anche la VERITÀ sia una mutante METAFORA di trenini deraglianti in infinite METAMORFOSI vuoi cosmologiche vuoi biologiche vuoi mentali ? Per intanto accontentiamoci di sfrecciare sui binari dell'esoterico trenino del tempo libero fintanto che il controllore dopo aver appurato che sono senza biglietto di viaggio mi faccia scendere alla prossima stazione... Buon deragliamento a tutti : dimenticavo di informare che per me il godimento dei godimenti era costituito dal riuscire a provocare il deragliamento del trenino di Santa Lucia, che riuscivo a provocare manomettendo qualche spezzone di rotaia o qualche frapponendo ostacoli sui binari o con altri accorgimenti vari...
perunsorriso perunsorriso 17/10/2019 ore 18.48.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

noi saremo tutti dormienti, ma tu vai da un bravo psicologo
mastro6 mastro6 17/10/2019 ore 21.06.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@Illuminazionecosmica scrive:
Nessuno ha giurisdizione su un essere senziente


Allora dillo chiaro, che sei un anarchico incallito e (ancora) infervorato dai miti mentali che (evidentemente) imperano in quell'ambiente.

E ti invito a rifletterci: Noi siamo schiavi del 'sistema', ma tu (in maniera analoga) sei schiavo di queste 'ribellioni generalizzate' verso esso (il sistema).

Buona serata!
mastro6 mastro6 17/10/2019 ore 21.07.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il mondo è davvero quello che credete?

@KitCarson1971 scrive:
Guarda come arranco io per esempio, quando con-fabulo con Mastro 666 e con i suoi straordinari occhiali affumicati al marsala catramato...


Eh, ma intanto non mi hai risposto, altro che con-fabulare!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.