Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

jonnicannuccia 07/04/2006 ore 19:04:25 Ultimi messaggi

SerenoI Vangeli... (ma quanti sono?!)

Vaticano/ Ecco il Vangelo di Giuda: fu Gesù a consegnarsi ai Romani

Fu Gesù Cristo a chiedere a Giuda di consegnarlo alle autorità romane dopo aver svelato solo a lui la verità del Regno dei cieli. A rivelare la nuova, sconvolgente versione dei rapporti tra il Messia e l'apostolo è uno straordinario documento ritenuto finora perduto: il Vangelo di Giuda. Il manoscritto, in copto, è stato autenticato e tradotto 1.700 anni dopo la sua composizione con un lavoro durato cinque anni e al termine di una straordinaria odissea iniziata nelle sabbie del deserto egiziano e passata per una casetta di sicurezza a New York. Alcune pagine ricostruite sono state mostrate in pubblico per la prima volta alla National Geographic Society di Washington.
Il codice, scritto su papiro e legato da un laccio di pelle, è stato probabilmente copiato in copto intorno al 300 d.C. ed è stato ritrovato negli anni Settanta nel deserto presso El Minya, in Egitto. In seguito finì nelle mani di mercanti di antichità, lasciò l'Egitto per giungere prima in Europa e poi negli Stati Uniti, dove rimase in una cassetta di sicurezza a Long Island per 16 anni prima di venire acquistato dall'antiquaria di Zurigo Frieda Nussberger Tchacos nel 2000. Quando i suoi tentativi di rivendere il manoscritto fallirono,
la Tchacos - preoccupata per lo stato di grave deterioramento del codice - lo cedette nel febbraio 2001 alla Maecenas Foundation for Ancient Art di Basilea per farlo conservare e tradurre. Il manoscritto, noto anche come Codice Tchacos, verrà riconsegnato all'Egitto e ospitato dal Museo Copto del Cairo.
Il Vangelo di Giuda presenta una nuova visione del rapporto tra Gesù e Giuda e fornisce nuove informazioni sul discepolo che tradì Cristo. Contrariamente a quanto raccontano Matteo, Marco, Luca e Giovanni nel Nuovo Testamento, dove Giuda è ritratto come un traditore, questo nuovo vangelo presenta un Giuda che consegna Gesù alle autorità su richiesta dello stesso Cristo. L'ipotesi formulata da Craig Evans, docente di Nuovo testamento presso l'Acadia Divinity College dell'Acadia University di Wolfville, in Canada, è che Gesù avesse in privato dato istruzioni a Giuda di portarlo alle autorità romane. Si spiegherebbe così la frase a lui rivolta e riportata dal Vangelo di Giovanni: "Qualunque cosa tu debba fare, falla in fretta". Si tratta di un documento di straordinaria importanza che ribalta completamente la visione cristiana contemporanea e mostra quanto variegata fosse l'interpretazione della cristianità ai suoi albori.
Il Vangelo di Giuda, in sostanza, afferma che Giuda Iscariota fu l'unico apostolo a conoscere la verità della grandezza del Cristo. Si presenta con un titolo fortemente evocativo: "Il racconto segreto della rivelazione fatta da Gesù a Giuda Iscariota nel corso di una settimana, tre giorni prima la celebrazione della Pasqua". Emergono temi che gli studiosi considerano coerenti con le tradizioni gnostiche. Nella prima scena Gesù ride dei suoi discepoli che pregano il loro Dio, nel senso del dio minore del Vecchio Testamento che ha creato il mondo. Esorta i discepoli a guardarlo e a comprendere cosa egli sia davvero, ma questi non lo fanno. Il passaggio fondamentale arriva quando Gesù dice a Giuda: "...tu supererai tutti loro. Perché tu farai sì che venga sacrificato l'uomo entro cui io sono". Aiutando Gesù a liberarsi del suo corpo terreno, Giuda lo aiuterà a liberare la sua entità spirituale, la sua essenza divina. Lo status di Giuda viene più volte descritto come speciale: "Allontanati dagli altri a te rivelerò i misteri del Regno. Un regno che raggiungerai, ma con molta sofferenza", gli dice Gesù.

E ancora: "Ti ho detto tutto. Apri gli occhi e guarda la nube e la luce che da essa emana e le stelle che la circondano. La stella che indica la via è la tua stella". Il testo suggerisce inoltre che Giuda sarà deprecato dagli altri discepoli ma sarà comunque superiore a loro. "Sarai maledetto dalle generazioni ma regnerai su di loro", gli dice Gesù. Giuda ha poi una visione in cui gli altri discepoli lo contestano: "nella visione vidi me stesso mentre i 12 discepoli mi prendevano a sassate e mi perseguitavano". Un passaggio del testo sembra fare riferimento alla trasfigurazione di Giuda: "Giuda aprì gli occhi e vide la nube luminosa, e vi entrò". La gente a terra ode una voce proveniente dalla nube, ma ciò che questa dice poterebbe rimanere un mistero dato che manca una parte del papiro. Il testo si interrompe all'improvviso: "Essi (coloro che erano venuti ad arrestarlo) avvicinarono Giuda e gli dissero, 'Cosa fai qui? Sei un discepolo di Gesù'. Giuda diede loro la risposta che volevano, ricevette da loro del denaro e glielo consegnò".
Nel documento non si fa accenno alla crocifissione né alla resurrezione. Il punto di vista degli studiosi è che questa visione alternativa del rapporto tra Gesù e Giuda sia un importante esempio della mentalità dei primi cristiani e offra nuove importanti prove sulla diversità della primitiva Chiesa cristiana. Elaine Pagels, docente di Storia delle religioni a Princeton e una delle massime autorità internazionali nel campo dei vangeli gnostici, sostiene che "la sorprendente scoperta del Vangelo di Giuda, insieme a quelle dei Vangeli di Tommaso, Maria Maddalena e i molti altri vangeli recentemente scoperti dopo 2000 anni, stia trasformando la comprensione degli albori della Cristianità. Queste scoperte stanno minando il mito di una religione monolitica, dimostrando quanto diversificato e affascinante fosse il primo Cristianesimo".
"La scoperta di un nuovo vangelo manoscritto è un fatto estremamente raro, soprattutto se si tratta di un testo menzionato dalle prime fonti cristiane" ha aggiunto Marvin Meyer della Chapman University, mentre Evans sottolinea che il Vangelo di Giuda è "un'importante testimonianza di come i primi cristiani avessero opinioni diverse su Gesù e i suoi discepoli" e "forse riuscirà a far capire meglio il senso di cose solo suggerite dal Nuovo Testamento". Il lavoro di ricerca è stato sostenuto dalla National Geographic Society insieme alla Maecenas Foundation for Ancient Art e al Waitt Institute for Historical Discovery. Lo svizzero Rodolphe Kasser, uno dei massimi studiosi di copto a livello mondiale, è stato incaricato di ricostruire il manoscritto per poi trascriverne e tradurne il testo. Le 66 pagine del documento non contengono solo il Vangelo di Giuda, ma anche un testo intitolato Giacomo (noto anche come la Prima Apocalisse di Giacomo), una lettera di Pietro a Filippo e un frammento di un quarto testo che gli studiosi hanno deciso di chiamare provvisoriamente Allogeni (Book of Allogenes).
5471854
Vaticano/ Ecco il Vangelo di Giuda: fu Gesù a consegnarsi ai Romani Fu Gesù Cristo a chiedere a Giuda di consegnarlo alle...
Discussione
07/04/2006 19:04:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
truzzostyle truzzostyle 07/04/2006 ore 22:39:31

InsicuroRE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

UFFICIALMENTE I VANGELI DOVREBBERO ESSERE 4 ......IN VERITA' NON SAPREI PROPRIO RISPONDERTI, DATO CHE GLI STESSI LIBRI DELLA BIBBIA SONO 6 MA COME CONCORDATO NE PASSANO SOLO 5...IL SESTO E' SCIENTEMENTE OCCULTATO DALLA CHIESA COME "GRIMORIO" (libro proibito) E NON NE E' CONSENTITA LA VISIONE AL PUBBLICO.
DEL RESTO LA CHIESA E' TRISTEMENTE NOTA PER OCCULTARE, GESTIRE E DECIDERE COME LA STORIA DEBBA ESSERE RITOCCATA E TRAMANDATA.
PENSA CHE IL "REGISTRO DEI NECROLOGI" IN S. REPARATA A FIRENZE, RIPORTA DELLE VISIBILI CONTRAFFAZIONI PER QUANTO RIGUARDA LA MORTE DI CELEBRI PERSONAGGI CHE NEL CORSO DELLA STORIA SI TROVARONO IN CONFLITTO CON L'AUTORITA' ECCLESIASTICA :ok

LE STESSE "CRONICHE" REDATTE DAGLI STORICI DELL'EPOCA RIPORTANO CENSURE PER QUANTO RIGUARDA TALI INFORMAZIONI...CI SI PUO RISALIRE UNICAMENTE ATTRAVERSO GLI STUDI DI ALCUNI TESTI CRIPTATI COME LA "DIVINA COMMEDIA" E LA "VITA NOVA" DI DANTE, "LA CERBA" DI CECCO D'ASCOLI E ALTRI TESTI A CAVALLO TRA IL MEDIOEVO E I GIORNI NOSTRI (studi accuratamente controllati dalla chiesa) E ALCUNE ANALISI SUGLI STESSI DOCUMENTI CONTRAFFATTI (naturalmente non sto a spiegare tali studi come siano stati effettuati...sono comunque scritti e citati in un libro da anni in stesura ad opera di un diacono associato al moderno ordine dei "templari" di cui naturalmente nn faccio il nome, che difficilmente ne vedra' la pubblicazione).

PERSINO DEI FILMS SONO STATI FATTI IN QUESTO SENSO...VEDI IL FLIM "STIGMATE" CHE PARLA DI UN FANTOMATICO VANGELO NASCOSTO IN CUI LE PREGHIERE ALTRO NON ERANO CHE DEI MESSAGGI CRIPTATI. :ok

E' UN ARGOMENTO ABBASTANZA OSCURO QUESTO, E LA SOLUZIONE NON PORTEREBBE NESSUN BENEFICIO, SIA ALL'IPOTETICO RICERCATORE, SIA ALLA SOCIETA'...SERVIREBBE SOLO A CREARE ALTRE FAZIONI SUL "IO CI CREDO, IO NON CI CREDO" ALLORA COSA FARE?

ACCETTARE CHE I VANGELI SIANO 4, CHE I LIBRI DELLA BIBBIA SIANO 5 E CHE GUIDO CAVALCANTE SIA MORTO NEL 1300 (cosi' si salva pure la chiesa dall'accusa di aver causato il famoso incendio di firenze in quegli anni) 0:-)

TANTO I PROBLEMI CHE ABBIAMO GIA SONO ABBASTANZA DA PREOCCUPARCI ANCHE DEGLI STRAFALCIONI E DELLA CENSURA STORICO-RELIGIOSA NON TI PARE?
;-)
The.Fuse The.Fuse 08/04/2006 ore 03:43:12 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

I libri della Bibbia sono 5 ????? oppure 6 ?????

I Libri della Bibbia, secondo il canone cattolico, sono ben 73 (SETTANTATRE).

Lo so io che sono ateo !!!

Sul resto non c'ho voglia di andare a contraollare, ma se tanto mi dà tanto anche il resto..... :ok
E adesso incazzati come al solito.
Johna Johna 08/04/2006 ore 10:55:51 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

> Non so se ridere :hoho o piangere ;-( davanti a queste affermazioni. Non sono un biblista (anche se ho un amico che è un sommo esegeta), ma anche mio nopote di 12 anni sa che da secoli la Chiesa conosce, accanto ai quattro vangeli canonici, i cosiddetto vangeli "apocrifi". La novità è che ne conosciamo uno un più: il vangelo di Giuda. Alcuni punti da non dimenticare: 1. I Vangeli apocrifi sono in genere piuttosto tardivi (il Vg di Giuda risale al 300 d. C!) mentre i canonici sono stati scritti pochi decenni dopo la morte di Gesù; il più tardivo è Giovanni, scritto se non ricordo male intorno al 90 d. C. 2. Oggi va di moda affermare (come si fa nel Codice da Vinci) che "la Chiesa" ha censurato alcuni vangeli per promuoverne altri. Anzitutto: NON ESISTEVA UN "VATICANO" o un SANT'UFFIZIO nei primi secoli del Cristianesimo... un'autorità a cui era unviesralemente riconosciuto un potere di mettere all'indice alcuni testi. Se i 4 Vangeli canonici si sono affermati è perché rispondevano ad alucni CRITERI ampiamente condivisi come criteri doi autenticità: a) L'antichità (sono i vangeli più antichi); b) L'attendibilità storica (invito a leggere il prologo di Luca che parla di molti evangeli ma il suo ha un chiaro intento storico; Luca usa come fonte Marco e Matteo fa lo stesso... Mentre i canonici hanno anche una preoccupazione storica, gli apocrifi (e gli gnostici soprattutto) hanno una preoccupazione "dottrinale" o "apologetica" (rispondere a delle obiezioni su alcune questioni lasciate aperte dai canonici); c) La tradizione "apostolica": gli autori dei Vangeli canonici sono riconducibili direttamente agli apostoli di Gesù a differenza degli apocrifi/gnostici che utilizzano il nome di un apsotolo solo per una questione di pseudoepigrafia, sganciandosi di fatto dalla tradizione diretta che risale a Gesù e ai suoi discepoli d) All?epoca del Canone Muratoriano ? che risale circa al 190 d.C.!!!! ? il riconoscimento dei quattro Vangeli come canonici e l?esclusione dei testi gnostici era un processo che si era sostanzialmente completato. Ma questi dati spesso non vengono citati allorché si vuole PUNTARE SUL SENSAZIONALISMO per fare passare la propria scoperta come LA SCOPERTA DEL SECOLO. Il Codice da Vinci, ad esempio, approfittando dell'ignoranza religiosa, con impareggiabile spudoratezza ci ha marciato su queste idee di un cristianesimo antico CHE NON E' QUELLO CHE LA CHIESA CI VUOLE FARE CREDERE... l'effetto? palanche a quintali! Sul Codice uno studioso serio e solitamente moderato come Massimo Introvigneha scritto: "Solo la diffusa ignoranza religiosa spiega come qualcuno possa prendere sul serio un tale cumulo di affermazioni a dir poco ridicole" Sul Vangelo di Giuda faccio notare ancora che era UN VANGELO GNOSTICO e "gli autori gnostici erano solo marginalmente preoccupati dei dettagli storici della vita di Gesù" (Cf. John Glyndwr Harris, Gnosticism, Sussex Academic Press: Brighton, 1999, seriatim, pp. 1-4) perché lo gnosticismo vede la salvezza non nella morte/resurrezione di Cristo ma nel conseguimento di certe verità raggiungibili attraverso una sorta di illuminazione interiore degli evoluti spiritualmente. Gli scritti gnostici riguardanti Gesù riflettono questa preoccupazione; essi non dichiarano di essere racconti storici di ciò che è realmente accaduto. Anzi, lo gnostico tende a disdegnare i dettagli storici in quanto irrilevanti e volgari se comparati all' esperienza spirituale interiore. Insomma: come si può considerare più attendibile una testimonianza su Giuda del 3° secolo della testimoninaza che ne dà Marco pochi decenni dopo la morte di Gesù (60-70 d. C)! e del tradimento di Giuda ne parla indirettamente anche Paolo in 1Cor 15: uno scritto dei primi anni '50!!!) Detto questo non si vuole esculdere che un vangelo apocrifo/gnostico possa avere anche un valore storico per comprendere la vicenda di Gesù... ma quest'affermazione va ben ponderata! Nel secondo secolo, i PADRI DELLA CHIESA (specialmente S. Ireneo di Lione), che non erano I CARDINALI DEL SANT'UFFIZIO (che non esistevano allora!), ma persone illustri per santità di vita e profondità dottrinale, nei quali LA CRISTIANITA', nel suo complesso, si riconsoceva (ma, chissà perché non vengono mai citati da questi Archimedi assetati di gloria e di dollari), erano già preoccupati delle credenze gnostiche che si scontravano con l'ortodossia. Il più antico tra i vangeli gnostici è Tommaso, risalente a circa il 140 d.C. Gli altri risalgono a date successive, (perlopiù scritti tra il 200d.C. e il 300d.C.).
Johna Johna 08/04/2006 ore 11:04:20 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

Poi... una curisità... si riporta una citazione del vangelo di Giuda: > .. ma i discepoli non erano 12 COMPRESO GIUDA?:sbong ...forse l'autore non era forte in matematica :hoho
Blosione Blosione 08/04/2006 ore 12:01:50 Ultimi messaggi
Blosione Blosione 08/04/2006 ore 12:04:54 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

Ma come fa il Vangelo di Giuda ad essere stato scritto nel 300 d.C., quanti anni avrebbe dovuto avere Giuda quando lo ha scritto?:cosaaa
Vr71xxx Vr71xxx 08/04/2006 ore 12:11:27

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

blosione..

a quel tempo mica c'era lo smog..

campavano a lungo..:hoho
truzzostyle truzzostyle 08/04/2006 ore 22:22:56

DivertitoRE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

PERCHE' ME DOVREI INCAZZA FUSILLO???
:preserva
:yoyo

ME SAREI INCAZZATO SE NN USCIVI IN MEZZO COME LA SPACCATA DELLE MUTANDE DE I VECCHI (che sta sempre avanti ar cazzo) :hoho

ANZI A PROSSIMA VOLTA CHE SCRIVO QUALCOSA CE METTO "VIENI AVANTI CRETINO" .....TE VIENI E DICI LA TUA (cazzata come al solito) :hoho:hoho:hoho

:yeye
The.Fuse The.Fuse 09/04/2006 ore 04:18:03 Ultimi messaggi
truzzostyle truzzostyle 09/04/2006 ore 10:37:06

AssonnatoRE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

..........PERO'....
ALLORA IL "vieni avanti cretino" allora funziona!!!
:hoho:hoho:hoho

:preserva
:yoyo


:mmm AHO...CE LO DOBBIAMO TENE' COSI' STO CEREBROLESO...
IN FONDO NN E' PERICOLOSO... :bacato
:hoho:hoho:hoho
:yeye
truzzostyle truzzostyle 09/04/2006 ore 10:42:31

InsicuroRE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

ANZI M'E' VENUTO IL DUBBIO...
:mmm VEDIAMO...
1) genesi
2) esodo
3) giudici
4) salmi
........AHO' ME STO A SFORZA'...GLI ALTRI 69 NU ME LI RICORDO...:hihi
MAGARI ME LI FACCIO SPIEGA' DA TU MAMMA CHE IN QUANTO A 69 C'HA N'ESPERIENZA...
:hoho:yoyo:hoho
....ED ORA...











"VIENI AVANTI CRETINO!"
:ok
Johna Johna 09/04/2006 ore 14:27:21 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

Ma sempre a litiga' voi due?!:mitra :gun

Truzzo... dai, stavolta l'hai detta un po' grossa sul numero di libri della Bibbia :ok mi tocca dare ragione ha un ateo...:hihi

dai...dicci almeno che non abbiamo capito quello che volevi dire :hoho

:bye

The.Fuse The.Fuse 09/04/2006 ore 15:08:15 Ultimi messaggi
truzzostyle truzzostyle 09/04/2006 ore 17:33:34

PerplessoRE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

JONA...I 73 LIBRI COMPRENDEREBBERO PER CASO I VANGELI, LE LETTERE, GLI ATTI E L'APOCALISSE? :mmm

LA BIBBIA NN E' ALTRIMENTI DETTA "PENTATEUCO" ?
I GRUPPI CHE LA COMPONGONO NON SONO
1)PENTATEUCO
2)STORICI
3)SAPIENZIALI
4)PROFETICI
....A CUI CI SI AGGIUNGE IL "NUOVO TESTAMENTO" CHE COMPRENDE ANCHE I 4 VANGELI....?
:mmm

GUARDA CHE NEI PAPIRI DEL MAR MORTO (la cosiddetta "edizone dei cento") MICA E' STATO RINVENUTO IL NUOVO TESTAMENTO....
:nono
truzzostyle truzzostyle 09/04/2006 ore 17:36:56

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
IL CRETINO FA COME I SUPERSTIZIOSI....
ASPETTA L'ATTRAVERSAMENTO DEGLI ALTRI DOPO CHE IL GATTO NERO GLI HA ATTRAVERSATO LA STRADA :hoho:hoho:hoho
:preserva
:yoyo
ERA IN RITARDO FORSE :mmm MA ALLA FINE E' VENUTO :hihi
Johna Johna 11/04/2006 ore 00:38:01 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

Simpaticone::hihi
Comunque stavolta il canone è perfetto:ok

ah... non era ancora stato scritto il Nuovo Testamento al tempo in cui gli esseni erano a Qumran...:-)))
DudeLove86 DudeLove86 23/05/2006 ore 14:53:14

(Nessuno)RE:I Vangeli... (ma quanti sono?!)

ragazzi i vangeli sono molteplici! tra quelli riconosciuti dalla chiesa e non potranno essere una ventina o meno, compresi i vangeli apocrifi e gnostici

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.