Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

marianute 22/08/2019 ore 14.15.22 Ultimi messaggi
amicotuo913 amicotuo913 22/08/2019 ore 15.15.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

@segnisullasabbia :
Ti ringrazio e lasciami anche dire che condivido la necessità di opporsi, in ogni tempo e luogo, alla nuova ondata di barbarie, come la chiami tu.
Il problema è "come": opporre insulti agli insulti può essere momentaneamente appagante, ma non risolve nulla, se non creare un campo di battaglia sterile ed inconcludente; del resto arroccarsi sulle proprie posizioni è inconcludente lo stesso, perchè crea solo muro contro muro.
Esiste solo una possibilità: parlare, spiegare, motivare quanto si afferma, cercando di riuscire a rendere le cose facili e comprensibili.
Facciamo l'esempio di un viadotto costruito su una vallata: il fondovalle è ovviamente terreno di riporto, quindi bisogna tenere presente un eventuale futuro cedimento (leggi affondamento) dei piloni di sostegno, perciò se il punto di collegamento piloni-piano stradale è isostatico si avrà che il piano stradale sarà a semplice appoggio sulle mensole dei piloni, col che, in caso del presunto piccolo abbassamento di uno o più di questi, il piano stradale seguirà tale movimento, senza danni sostanziali alla struttura.
Diversamente, se il punto di collegamento pilone-piano stradale fosse iperstatico e quindi fosse realizzato con una fusione rigida della trave orizzontale col pilone, in caso di piccolo abbassamento di uno o più di questi sarebbe il piano stradale a sostenerlo/li, con evidente collasso della struttura.
Lo stesso concetto è applicato in quasi tutti i capannoni industriali se i valori di sismicità del luogo rientrano in quegli ordinari; in caso di elevato rischio di sismicità allora bisogna intervenire in modi diversi e più complessi....ma questo è altro discorso.
Ora, mi dirai..perchè scrivi questa pappardella? Bè, è solo un esempio di come, illustrando con semplicità le cose, credo che qualunque persona ragionevole, leggendo, possa capire il problema e la sua soluzione, che non è comunque l'unica, essendocene molte altre, ma tutte da valutare bene nel rapporto costi-necessità-benefici: se non sono specificatamente necessari è difficile farne digerire i maggiori costi ad un committente....
Il fatto è che io ci credo, nel parlare, nello spiegare...e sono anche disposto a cambiare le mie opinioni, se a fronte di giuste motivazioni...ma non dovrebbe essere così per tutti?
cavalierecrociatos cavalierecrociatos 23/08/2019 ore 02.15.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

LO RIPETO PER LA MILLESIMA VOLTA…………..QUEL PONTE ANDAVA RINFORZATO CON UNA MOLTEPLICITA DI TIRANTI PER DISTRIBUIRE IL PESO DELLA CAMPATA ONDE EVITARE ANCHE NELLA MALAUGURATA EVENIENZA DI SCOSSA SISMICA IL CROLLO IMMEDIATO...........ED ORA SCARICHIAMO TUTTE LE COLPE SULLA CATTIVA MANUTANZIONE CHE PUR C'E' STATA
segnisullasabbia segnisullasabbia 23/08/2019 ore 20.09.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

@amicotuo913 :
mi sfugge come tu possa pensare che se dici "se il punto di collegamento piloni-piano stradale è isostatico" uno che non sia ingegnere o studente di ingegneria possa capire. Sembra semplice a te. E poi francamente sono contrario al fatto che le cose anche complicate possano essere spiegate in modo semplice. E che sono semplici, nel caso da te illustrato, può essere d'accordo chi ha la tua stessa preparazione, non certo una persona che non ha quella preparazione. Ti sfido a dire a chi non ne sa nulla cosa significa isotsatico o iperstatico. Scommetto che non ci capirà nulla, data anche la spiegazione piàù semplice possibile, compatibilmente con l'esaustività e precisione della spiegazione. Le cose complesse rimangono complesse e se uno le vuole capire non c'è altra strada che studiare. Tu davvero pensi che il soggetto di cui sopra sia qui per intavolare dialoghi costruttivi? Tu sei stato gentilissimo con lui e ti ha dato dell'asino. Di quale altra prova hai necessità per capire che lui è qui solo per dare sfogo ai suoi istinti di scribacchino compulsivo? La bontà d'animo è nobile, ma non sempre può essere applicata. Sarà vero che l'insulto non serve, ma chi insulta è lui con la sua aroganza da ignorante. A meno che il furbo non sia lui e noi tanti cretini che gli andiamo dietro, e magari si sganascerà dalle risate.
Ciao
amicotuo913 amicotuo913 24/08/2019 ore 10.05.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

@segnisullasabbia :
Ecco, in effetti tu hai riportato solo mezza frase, ma quella completa dava anche la spiegazione; la riporto di seguito:
"perciò se il punto di collegamento piloni-piano stradale è isostatico si avrà che il piano stradale sarà a semplice appoggio sulle mensole dei piloni.
Pensavo che da questo si potesse comprendere che l'isostaticità determina quel tipo di appoggio e del resto questo emergeva, per contrapposizione, anche dalla successiva illustrazione del vincolo iperstatico, peraltro entrambe forzatamente ben lontane dall'essere esaustive.
Comunque hai ragione, riuscire a dire le cose con semplicità è difficile, perchè bisogna rinunciare alle facili espressioni tecniche o alle pure formule, la cui esposizione del resto renderebbe immediatamente ostica la lettura.
Con tutto questo, lasciami però spezzare una lancia a favore del th in essere: Nonostante la diversità di opinioni e i vari modi di esprimersi, ha consentito di approfondire un poco il problema e forse ha consentito a chi lo ha letto di riscontrare le varie causali in essere, che vanno ben oltre la semplice e facile opinione del cavaliere; sperando di non essere noioso, allego di seguito quanto segue:
"Il 3 maggio scorso Autostrade per l’Italia ha pubblicato un bando di gara per rinforzare il ponte Morandi di Genova. I lavori, che non sono mai iniziati perché la gara non è ancora stata assegnata, riguardavano “interventi di retrofitting strutturale del Viadotto Polcevera al km 000+551 dell’Autostrada A10 Genova-Savona”.
In particolare “il progetto di retrofitting”, si legge nei documenti presenti sul sito web di Autostrade per l’Italia, “prevede il rinforzo degli stralli di pila n. 9 e 10 poiché quelli di pila n.11 sono stati oggetti di rinforzo negli anni ‘90”.

Questo evidenzia in modo chiaro che i gestori erano consapevoli della necessità dell'intervento e dovremmo solo chiederci perchè la tempistica generale sia stata così lunga, sia nella richiesta dell'intervento sia nell'autorizzazione allo stesso, differito dal proprietario a fine estate; è drammatico pensare che se tutto l'iter burocratico si fosse sviluppato solo un anno prima, nulla sarebbe successo.
Comunque in nessun caso, sia nel 1990 sia in questo nuovo intervento era previsto aggiungere nuovi punti di ancoraggio, evidentemente perchè non necessari, ma solo aggiungere nuovi cavi longitudinali affiancati agli stralli in cemento esistenti; da questo risulta ovvio che i tecnici erano consapevoli che i trefoli all'interno si stavano od erano deteriorati (per quanto non ci siano ancora certezze assolute su quale componente della struttura sia collassato).
Più genericamente, ma non meno importante, deve risultare che il vero problema delle autorità, in tutti i casi di crollo o di semplice rischio, sia capire perchè si sono deteriorati e come metterli in sicurezza, al fine di evitare che succedano altre tragedie simili; a questo dovrebbero servire le indagini e le inchieste attivate per ogni tragedia.

segnisullasabbia segnisullasabbia 24/08/2019 ore 10.38.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

@amicotuo913 :
il mio parere, per quello che vale, è che il ponte è crollato per mancanza di manutenzione e per colpevolissima sottostima dello stato di degrado. Non ci sono altre cause primarie. Ultimamente ho sentito l'intervista ad uno di questi bellimbusti di Atlantia che sosteneva che il ponte non dava segni di cedimento e mostrava avere riserve di resistenza tranquillizzanti. Da prendere a schiaffi, da sputargli in faccia. Quando sai che hai una struttura con punti deboli all'origine, e non per incapacità del progettista, ma perchè all'epoca si costruiva così se volevi luci di 100 metri (anzi la soluzione tecnica era ardita ma funzionava alla grande), la monitori e muovi il sedere a fare gli interventi. Atlantia ha responsab8ilità gravissime e spero che paghi amaramente, ma non deve essere la sola a pagare, anche se in questa repubblica delle banane, forse andrà a finire che la colpa sarà attribuita alle vittime che passando sul ponte ne hanno causato il crollo.
Concludo segnalando un episodio incredibile avvenuto sulla A14 l'atro ieri notte (gestione Atlantia) tra i caselli di Poggio Imperiale e San Severo (provincia di Foggia). Incidente in corsia sud qualche km prima del casello di San Severo. I soccorsi partono da San Severo ma devono per forza percorrere la corsia nord perchè l'incidente è a nord di san severo. Siccome non c'erano varchi aperti o nessuno si è adoperato per gestire l'apertura di emergenza dei varchi, le ambulanze e gli altri mezzi di soccorso hanno dovuto arrivare a Poggio Imperiale, uscire dall'autostrada e riprendere la corsia sud per ragiungere i sinistrati. Sono passati a qualche metro dal luogo dell'incidente e non potevano operare perchè c'era il guard rail. 45 minuti ci hanno messo. Se lì ci fosse stato un ferito che avesse avuto bisogno di assistenza immediata, sarebbe morto. Colpa di tutti. Atlantia, Protezione Civile, e chi più ne ha più ne metta. Una cosa di un vergognoso indicibile. Purtroppo io non ero presente sul luogo altrimenti il giorno dopo sarei andato alla Procura della Repubblica a fare un esposto.
amicotuo913 amicotuo913 24/08/2019 ore 17.11.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PONTE DI GENOVA DIFETTATO DALLA NASCITA

@segnisullasabbia :
Ovviamente condivido quello che dici: la nostra situazione è che siamo nelle mani di persone che denotano carenze non da poco nelle cose importanti, pur brillando per disposizioni, organizzazioni, disposizioni a iosa nelle piccole cose; persone bravissime a guardare le pagliuzze e trascurare le travi.
Per quello dicevo che in fondo in fondo anche un th come questo può essere utile: guarda di quante cose abbiamo parlato e quante cose sono emerse (almeno secondo me);spero che qualcosa sia rimasto e sia servito a fornire informazioni utili...magari da accantonare ma da tenere presente se ci capitasse di dover fare delle scelte, politiche od amministrative.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.