Fatti del giorno

Fatti del giorno

Fatti di cronaca, costume e società. Ne parlano TG e giornali... discutiamone insieme.

assolo52 04/04/2020 ore 17.54.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Mah! Chi può dirlo?

L’uomo, nella sua lunga storia, ha sempre cercato di imitare la natura, riproponendo una visione del mondo secondo il proprio istinto; elemento che nelle menti geniali non è mai stato costretto dai pregiudizi a restare chiuso in se stesso, si è sempre proiettato all'esterno, guardando la natura, ascoltandola, odorandola, toccandola … studiandola.

Il novecento ha segnato la rottura definitiva tra il riproporre e il creare. L’ istinto ha portato l’uomo a guardare sempre oltre l’orizzonte percepito, al punto tale da porsi come antitesi a Dio, il rivale perfezionista degli errori del Creato, fino a sostituirsi definitivamente a Lui.

Poi è arrivato il corona virus e l’uomo, tutto ad un tratto, si sente smarrito, impotente. Non capisce, si sente umiliato, fragile, sconfitto; si guarda intorno raggelato come catapultato in una commedia dell’orrore.

... È inutile dire che in questi giorni tutti, dal più forte al più debole, dal più ricco e influente al più povero e inascoltato siamo spaventati per ciò che sta accadendo. Singolarmente ci chiediamo se riusciremo a sopravvivere, se saremo capaci di tenerci le nostre belle e confortevoli case frutto di debiti ventennali, a mantenerci il lavoro ottenuto con capacità o raccomandazioni … in una parola: saremo ancora capaci di soddisfare i nostri bisogni primari?

Mah! Chi può dirlo?

Quando quest’incubo sarà finito saremo più buoni e attenti ai bisogni degli altri, rispetteremo e finalmente proteggeremo la natura contro il disastro ambientale così come da fermo proponimento di questi giorni, oppure lasceremo prevalere in noi sempre e soltanto l’istinto primordiale: mantenimento e cura del territorio che ci siamo accaparrati nel quale ci sentiamo sicuri e protetti, e lasceremo scorre la nostra vita giorno dopo giorno recitando la nostra parte nella solita commedia immaginaria?

Mah! Chi può dirlo?
8600029
L’uomo, nella sua lunga storia, ha sempre cercato di imitare la natura, riproponendo una visione del mondo secondo il proprio...
Discussione
04/04/2020 17.54.04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
cala.maro cala.maro 05/04/2020 ore 11.13.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

Alla natura interessa poco e niente della nostra presenza sul pianeta, anzi..
strategicamente in modo molto soft farà di tutto per debellarci, magari coadiuvata delle altre specie,
come dargli torto?
mastro6 mastro6 05/04/2020 ore 13.43.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@cala.maro scrive:
Alla natura interessa poco e niente della nostra presenza sul pianeta, anzi..


Queste affermazioni sono abbastanza fuorvianti; nessuno sa quali leggi siano dietro o dentro la natura e l'universo in generale.
Mediante l'osservazione (diretta o indiretta) sempre antropocentrica si è fatto già tanto, ma la vista soggettiva non facilita l'obbiettivo.
Anche Assolo52 dice: 'L’ istinto ha portato l’uomo a guardare sempre oltre l’orizzonte percepito'
mastro6 mastro6 05/04/2020 ore 13.50.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@assolo52 scrive:
Poi è arrivato il corona virus e l’uomo, tutto ad un tratto, si sente smarrito, impotente. Non capisce, si sente umiliato, fragile, sconfitto; si guarda intorno raggelato come catapultato in una commedia dell’orrore


Devo essere onesto, ho avuto anche io un attimo di smarrimento, solo un attimo comunque; da ciò a risultare sconfitti ce ne passa, anzi direi che molti di noi hanno scoperto che si può vivere lottando per qualcosa, combattendo, perseguendo un fine, svegliando quualche neurone, qualche sensibilità, qualche istinto.

Magari passato il pericolo ripiomberemo nella calma piatta e nella superficialità più cinica, chi può dirlo? Può darsi che faremo peggio di prima!
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 05/04/2020 ore 16.56.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@assolo52 :

Data la nostra memoria che si fa sempre più breve mano a mano che la vita si è fatta sempre più frenetica, temo che, dopo un anno o due ma forse anche prima, tutto ritornerà come lo abbiamo lasciato.
Chi non è stato infettato si sentirà più fortunato e accantonerà, o scorderà il tutto.
Chi ha avuto il Covid-19 ma in maniera lieve da supporre che fosse soltanto una influenza un po' più stronza delle altre, ricorderà il 2020 come una annata da ricordare ma da non raccontare.
Soltanto chi ha vissuto tra la vita e la morte, in lui vi sarà un cambiamento.
Mi sbaglierò ma il timore di ciò che ci capiterà dopo, economia, Mes, rivalità tra le nazioni e lotta per non perire... tutto o quasi cadrà, come sempre, nel dimenticatoio.

E tuttavia...a parte la mia previsione pessimistica, mah! Chi può dirlo?
Chi può dire se diverremo più umani o disumani?
cala.maro cala.maro 05/04/2020 ore 18.33.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@mastro6 scrive:
Queste affermazioni sono abbastanza fuorvianti; nessuno sa quali leggi siano dietro o dentro la natura e l'universo in generale.
Mediante l'osservazione (diretta o indiretta) sempre antropocentrica si è fatto già tanto, ma la vista soggettiva non facilita l'obbiettivo.
Anche Assolo52 dice: 'L’ istinto ha portato l’uomo a guardare sempre oltre l’orizzonte percepito'


Assolutamente
Giusto nessuno sa, ma agli uomini nn gli è dato sapere cosa decide la natura, potrebbe anche essere che decida di sbarazzarsi di noi come ha fatto in passato con altre specie ..
Oltre Orizzonte percepito? si mangia?
Vedo solo Madre Terra da millenni violentata da predecessori emeriti imbecilli,
Vedo solo presunzione in ogni epoca di chi crede di aver capito tutto, gli studiati
Vedo che nel 2020 una semplice influenza sta sterminando una specie dovuto sicuramente a negligenze, questo si scoprirà dopo.
Vedo l'umanita essere sempre piu schiava di invenzioni con l'inevitabile rovescio della medaglia

Vedo solo i risultati, dell'orrizonte oltre percepito..
Filosofia portami via..


assolo52 assolo52 07/04/2020 ore 12.12.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@cala.maro :

Condivido il vostro stesso pensiero: nessuno può comprendere quali siano le attività future dell’universo. Però, diversamente da quello che moltissimi dicono:LA TERRA SI STA RIBELLANDO ALL’UOMO, e tu stesso confermi dicendo che alla natura non gliene frega niente di noi e che prima o poi si sbarazzerà degli esseri umani, io dico, invece, che MADRE TERRA si sta arrendendo e, di questo passo, soccomberà all’opera sciagurata dell’uomo, e con essa noi.

P.S. I grandi filosofi sono quelli che, guardando oltre l’orizzonte percepito, mediante ragionamenti e una catena ininterrotta di esperimenti hanno permesso all’umanità di estendere i confini del sapere, con tutto quello che ne è derivato. In parole povere: si, oltre l’orizzonte percepito si mangia!
assolo52 assolo52 07/04/2020 ore 12.42.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@mastro6 :

*Gli uomini hanno sempre combattuto per qualcosa, è nella natura stessa dell’essere. Ci sono quelli che lottano contro i pregiudizi, che credono nelle proprie intuizioni e inventano, trasformano, stravolgono al punto da creare, e ci sono quelli che lottano per sfruttarne i benefici.

Forse sono sembrato un poco troppo catastrofista, invece no. Anche io credo che l’uomo uscirà vincitore da questa guerra e sarà grazie al genio che crea ... “I molti di noi”, invece, che on riescono nemmeno a stare chiusi in casa perché troppo impegnati nwlla difesa del proprio territorio: accaparramento spasmodico di generi di prima necessità, anche in modo fraudolento, usando la forza fisica e/o quella economica a discapito dei molti. In questi non si è risvegliato niente, ha solo ripreso fuoco la fiamma che ardeva sotto la cenere, quella dell’uomo che ha perso il pelo del lupo ma non il vizio: Mors tua vita mea ... Ovviamente, poi, ognuno parla per se.

Adesso devo essere sembrato molto molto pessimista e bacchettone. L’obiezione, lo so, è che ci sono tanti volontari, medici, infermieri, farmacisti, forze dell’ordine ... che in questi giorni hanno messo, e continuano a mettere a rischio la loro vita per gli altri,questi, però, li colloco a fianco dei primi*.

In molti dicono che dopo, passato il pericolo, non sarà tutto come prima, forse faremo peggio. Mah! Chi può dirlo?
assolo52 assolo52 07/04/2020 ore 13.06.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@c.ioccolatino111 :

Dopo saremo tutti troppo impegnati a cercare di porre rimedio ai disastri economici che questa epidemia ha provocato, come tu stessa temi. Molto presto lasceremo scivolare nel dimenticatoio le immagini delle sofferenze patite dai colpiti da questo male, dei morti in solitudine, degli autocarri militari che hanno trasportato centinaia di deceduti, di quelli sopravvissuti pagando “un prezzo umiliante” ... Sarà tutto impaginato nei libri di storia. Ah, ovviamente, ogni anno si celebreranno riti in tutto il mondo a memoria di questa tragedia, per ricordare anche gli eroi che l’hanno combattuta. Il minimo no ... almeno questo.

Ti chiedi se diventeremo tutti più umani o più disumani. Beh, se l’umanità è quella che siamo stati fino ad ora allora spero che diventeremo almeno un poco più disumani.

Comunque sia, Mah! Chi può dirlo?
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 09/04/2020 ore 12.13.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@assolo52 scrive:
Forse sono sembrato un poco troppo catastrofista


NO.

@assolo52 scrive:
Adesso devo essere sembrato molto molto pessimista e bacchettone


No, realista sì.

E quindi, per non essere ripetitiva, copioincollo una piccola parte da te scritta e che condivido:
"Dopo saremo tutti troppo impegnati a cercare di porre rimedio ai disastri economici che questa epidemia ha provocato, come tu stessa temi. Molto presto lasceremo scivolare nel dimenticatoio le immagini delle sofferenze patite ...."

I problemi grossi, (questo del covid.19 lo reputo enorme) arriveranno nei mesi e anni futuri.
L'ipocrisia farà la sua solita e bella apparizione un giorno all'anno, quando si celebreranno riti in tutto il mondo a memoria e si rivolgerà una preghiera per i morti a causa del coronavirus.
Il giorno dopo, sarà già tutto dimenticato poiché i nuovi problemi soverchieranno la tragedia vissuta.
Tuttavia, il tutto rimarrà sospeso... fino al prossimo virus che magari sarà più aggressivo e nocivo di questo.
Il Sars-CoV, nel 2002 se non erro, non l'abbiamo quasi visto né sentito, il covid-19 sì e ci ha "regalato" contagio e morte.
Il prossimo... nessuno sa come sarà, farà, e dunque cosa potrà accaderci, ciò nonostante, potremmo almeno pensare cosa possono causare le armi batteriologiche. Combattere coloro che le fabbricano, è un dovere.

assolo52 assolo52 10/04/2020 ore 19.52.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Mah! Chi può dirlo?

@c.ioccolatino111 :

... Tutto rimarrà sospeso fino al prossimo virus ... L’essere umano non produrrà mai abbastanza anticorpi da diventare immune da epidemie future che, purtroppo, flagelleranno ancora l’umanita. Quello che possiamo fare, dici bene tu: evitare che si producano armi batteriologiche di distruzione di massa. Se pensiamo che ci sono paesi che ancora lavorano alla realizzazione della bomba atomica e che nessuno riesce a fermarli, come posiamo fare per vigilare e vietare che si producano armi molto più Letali.?

Mah! Come fare?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.