Gossip

Gossip

Pettegolezzi da parrucchiere o notizie vere? L'importante è parlarne!

as84as 08/08/2011 ore 13.44.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

Lanciatevi......vorrei sentire i vostri pareri e magari esperienze di gente che conoscete.
8131655
Lanciatevi......vorrei sentire i vostri pareri e magari esperienze di gente che conoscete.
Discussione
08/08/2011 13.44.56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
federica89a federica89a 08/08/2011 ore 13.50.42 Ultimi messaggi
segnala

InsicuroRE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

accettabile...ma dipende cmq dalla differenza d età...
se lei ha 50 anni e lui 20 nn è d certo una cs accettabile..secondo me.. :-)))
Malebestia Malebestia 08/08/2011 ore 17.30.11
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

mah?! contenti loro..... che ce ne frega a noi XDXD
92.bellamora 92.bellamora 18/10/2011 ore 18.46.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

@ as84as Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile....: QUANTO GRANDE?
se una donna ha 35 anni e se sta con un ragazzo di 20 fa schifo...
idem per l'uomo (50enne) con una ragazza 22enne
halloffame1972 halloffame1972 18/10/2011 ore 18.53.55
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

la differenza d'età tra le coppie si fa sentire soprattutto quando uno dei due ancora è troppo giovane.
io ho 12 anni meno della mia lei ma ho 39 anni..
ne avessi 25 quei 12 anni peserebbero come un macigno.
fratsoly fratsoly 19/10/2011 ore 13.08.19 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

posso dire la mia?? accettabilissimo, l 'amore non ha età e sesso!
Danielh Danielh 09/11/2011 ore 21.38.03
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

se non è eccessiva la differenza va benissimo
l'età anagrafica è solo un dettaglio!!!
Passioneinibita Passioneinibita 18/11/2011 ore 17.55.14
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

la mia situazione è invertita lei è più giovane è peccato? :-)))
as84as as84as 21/11/2011 ore 14.20.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

@ halloffame1972: per farti capire questa è la mia storia
Ciao mi chiamo Andrea ho 23 anni dal Friuli SINGLE IN CERCA DELL?ANIMA GEMELLA ma IN SEDIA A ROTELLE DALLA NASCITA CAUSA SPINA BIFIDA
NESSUNA DIFFICOLTà INTELLETTUALE SOLTANTO FISICA A LIVELLO DI GAMBE, NON CAMMINO AUTONOMAMENTE VIVO IN SEDIA A ROTELLE Riprendendo in Maniera AUTORIZZATA DA SOSSIO 78 LA SUA DISCUSSIONE nel FORUM DIVERSAMENTE ABILE
Vi pongo sta domanda: VIVERE CON UN DISABILE" INTESO COME VITA DI COPPIA VOI COSA MI DITE?. .... LO SO E' MOLTO DIFFICILE RISPONDERE MA PROVATECI..

Io sono reduce putroppo da una esperienza negativa ma non ho perso la voglia di lottare,
l'importante è lottare secondo me anche se è dura e non vergognarsi di prendere pacche nei denti. COMUNQUE ECCO LA MIA STORIA

Nell?agosto 2005, mi sono innamorato di una tipa, che avevo conosicuto in un gruppo con cui sono andato a far un viaggio in germania a colonia alla gmg.
Lei faceva parte dei "volontari" quindi no disabile.
Mi sono innamorato e contro tutti ho dichiarato i miei sentimenti via lettera che poi alcuni sapevano e mi appoggiavano altri mi osteggiavano, ero fermamente convinto a dichiararmi perchè sapevo che lei aveva grossi problemi adolescenziali..sai le modelle che si vedono in tv....ecc
fatto sta che io mi dichiaro!!
e attendo 3 settimane per avere risposta nel frattempo cerco di contattarla e lei non risp
Nel frattempo ho cercato di contattare senza riuscirci la sorella della nostra capogruppo, lei disabile che studia psicologia per cercare dei consigli su come aiutare sta ragazzaa
bhe fra lo stupore generale sta qua non mi risponde e inizio a sentire in giro voci che dicono "xx si è dichiarato con xy e ora si è pentito e mi squilla perchè gliela allontaniamo" (BALLA!)"
ARRIVIAMO AD UN INCONTRO e sempre sta sorella della capo( sta ragazza ha 22 anni la capogruppo 31)mi chiama e mi dice "guarda che viene anche lei per favore stai a casa" vabbè non vado
Mi dicono anche TRA UN VOLONTARIO E UN DISABILE NIENTE RAPPORTI OLTRE L?AMICIZIA, STRANAMENTE MI DICONO ANCHE CHE TRA DUE VOLONTARI Ciò però è tollerato
volta dopo al COMPLEANNO DI UN AMICO ci rivediamo ci fanno sedere di fronte su due tavoli diversi alla cena e alla fine della serata ci fanno fare IL GIOCO DEI MIMI A COPPIE io con lei e mi fanno mimare UNO CHE CI PROVA
alla fine della serata io non riesco nemmeno a salutarla e la vedo con i lacrimoni
vado a casa e piango sto male
passa il tempo e io cado in depressione tutti che mi dicono DEVI PENTIRTI e chiederle scusaSEI DISABILE DEVI SAPERE CHE è DIFFICILE CHE UNA NORMALE TI VOGLIA
Ci vediamo altre volte e non riusciamo a parlare ci ostacolano;
poi ancora vado ad un incontro ancora senza la capo ma solo con un amico comune MA per colpa delle ostilità con una altra mia amica (disabile che tra le altre cose lei aiutava in Germania!) non riesco ancora a parlarci
Niente è finita
Un paio di mesi dopo che trova il moroso si fa viva, le chiedo spiegazioni ma nella risposta glissa totalmente il discorso!nulla
la rivedo insisto nel chiedere ALMENO SPIEGAZIONI Le dico Fatti sentire....Niente
IN QUESTI ANNI LE HO SEMPRE MANDATO GLI AUGURI PER COMPLEANNO NATALE E PASQUA NON MI HA MAI RISPOSTO!
MA DA QUESTA ESPERIENZA CMQ NE ESCO VITTORIOSO SO DI AVERE DATO TUTTO ME STESSO E CREDO ANCORA NEI SENTIMENTI
ORA LOTTERO E SPERO DI TROVARE UN NUOVO VERO AMORE
sono abituato a lottare x ciò che credo. ho scoperto di non poter più stare senza amore, ne ho ancora molto da dare, cerco una persona x poter costruire tra qualche anno (dp università;a novembre mi laureerò triennale poi voglio fare specialistica)qualcosa di serio e duraturo
so che non sarà semplice perchè oggi purtroppo grazie alla società dell'immagine...a chi è come noi ci scartano a priori dall'involucro senza guardare il dentro....tanti dicono che bisogna avere le "palle" per stare con un diversabile....io non ci credo, credo ci voglia "voglia di amare incondizionatamente" che purtroppo oggi non esiste piu se non rari casi....
l'importante è anche se fa male "non perdere la speranza" (frase fatta eh??, no non credo conosco gente che è nelle mie e nelle tue condizioni che si è sposata ha fatto figli etc...)
poi magari ti sentirai dire ecco si è messa con lui per pena.....lui cercava la badante

Parlando con una psicologa psicoterapeuta mi è stato consigliato di cercare in persone + mature perchè no, anche tra i 35 e 42-43 anni......che magari abbia anche famiglia....matrimonio finito addirittura con figli.....all'inizio pensavo che "se lo facessi sai che sputtanate in giro in città??" poi parlando con mia zia che abita in Svizzera mi sento dire
wenn sie zwei menschen lieben egal was die anderen denken oder sagen

se due si amano nn importa cosa pensano gli altri
Questo è il mio vissuto per farvi capire ancora meglio il perchè di certi miei orientamenti
Da piccolo nn avevao mlti amici a causa dell'eccessiva protezione da parte dei miei e soprattutto dl nonno ke qnd mi portava a passeggio e ci fermavamo al bar cn gli amici coetanei del nonno a giocare a carte....(se x caso incrociavo qualche mio amico d scuola nn voleva gli parlassi x non perdere la concentrazione al gioco delle carte-non usavo la carrozzina ai tempi quindi non potevo spostarmi a paralre con chi volevo)...se dovevo bere qualcosa non mi comprava piu di mezzo bicchiere di coca cola in un calice da vino...( ma è una persona particolare piuttosto burbera in pubblico, inoltre non tollerava scherzi o battute di genere....e tutt'ora ad 86 anni .sostiene che la vita vada sempre e comunque presa sul serio!!) durante l'infanzia sn stato attorniato da gente di età compresa tra32-89 anni.ebbene si ai miei compleanni per esempio fino all'anno scorso non ho mai avuto amici in quanto all'asilo alle elementari e medie era visto "come il diverso" e ci ho sofferto molto. Con i ragazzi della mia età non riesco ad avere un dialogo, mi sembrano troppo frivoli ed immaturi. A causa del handicap x esempio essendo in sedia a rotelle ma avendo una certa autonomia ho cercato di affinarla xdipendere il meno poxibile dagli altri......questo mi ha portato ad avere determinate priorità. -se devo uscire per esempio non ritengo al contrario di quanto potrebbe essere fatto da un coetaneo.decidere la quantita' di gel mettere sul ciuffo -non ritengo ancora al contrario di quanto potrebbe essere fatto da un mio coetaneo......decidere se mettere dolce e gabbana piuttosto che gucci certo bado al modo, ma non a tal punto che "si deve per forza apparire"... .preferisco apparir poco ma essere vero...e x qst vengo "scartato" dalle coetanee.......una persona più adulta ha altre priorità con cui mi trovo piu in accordo xò ecco....è + difficile passare dall'amicizia a qualcosa di +!! Certo ogni caso è fine a sè stesso, lo so ma possibile che non ci sia un metodo per superare questo scalino?? Anche ora mi trovo in difficoltà con i coetanei tanto da preferire dialogo con persone anziane oppure persone "più adulte"i miei amici hanno da 1 a 20anni in più. Grazie alla passione x i Nomadi frequento un gruppo di 40 persone di età variabile; il + vecchio del 1958 poi gente tra il 1965 e 1980 una dl 1982 che sta con uno del 1983.
I single del gruppo stanno nella fascia 1965 1975!!
Parlando con una psicologa psicoterapeuta mi è stato consigliato di cercare in persone + mature perchè no, anche tra i 35 e 42-43 anni......che magari abbia anche famiglia...figli che ne pensate??cosa dovrei fare??
Premetto cerco una storia tranquilla, una compagna di vita non cerco follie od avventure sessuali sia chiaro.
Cmq per farvi capire ancora l'altra sera ero in pizzeria con i miei "compagni"(usiamo sto termine improprio per farti capire l'inferno passato)coscritti. Ci siamo incontrati alle 19.00 abbiamo mangiato una pizza parlato all'inizio del più e del meno poi di altro.....e io mi sentivo un pesce fuor d'acqua...discorsi insulsi...su discoteche locali...preoccupazione sul locale in cui dovevamo andare dopo meglio quello o quell'altro uno no perchè fa musica house l'altro no perchè fa liscio.....l'altro no ancora per altri motivi.(e manco uno si fosse preoccupato di dire "e accessibile agli invalidi?? - quando ho sollevato io il problema è uscito il putiferio......"perchè nn ti puoi adattare una volta?? m son sentito dire?? ehm no, dal momento che è stata organizzata diverso tempo fa la serata bisognava vdere anche di questo........e io l'avevo detto) ma dico io nn ci si vede da anni.......una semplice pizza ed una serata insieme in compagnia come fanno i nostri genitori quando sono loro ad andare alle feste di classe(e hanno al massimo 50-60 anni).....a 26 anni non basta??a me basta e come.....le discoteche lasciamole alle bimbette di 15-18ann
16221676
@ halloffame1972: per farti capire questa è la mia storia Ciao mi chiamo Andrea ho 23 anni dal Friuli SINGLE IN CERCA DELL?ANIMA...
Risposta
21/11/2011 14.20.20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
halloffame1972 halloffame1972 21/11/2011 ore 22.27.49
segnala

(Nessuno)RE: Sondaggio LEI più grande di lui???scandaloso od accettabile

@ as84as:

Lungi dal paragonare il mio caso al tuo, ma più di quello che è il mio vissuto non posso riferire. Dieci anni fa ho frequentato una ragazza che soffriva di epilessia. Sulla difficoltà per una persona che ha la fortuna della salute dalla propria a confrontarsi con la malattia, posso riferire il mio senso totale di inadeguatezza e di incapacità ad affrontare la cosa, io lo sapevo della sua malattia, fin dal giorno che l'ho conosciuta. Eppure quando ha avuto la sua prima crisi, eravamo soli, e io sono rimasto li tra l'attonito e lo spaventato, prima di riavermi e cercare d'essere d'aiuto. Superata una crisi come ne avrei viste molte altre a venire, mi resi conto fin da quella prima volta che non avevo lontanamente maturato quel che dovevo affrontare.

Aggiungo un lieto fine per alleggerire la faccenda prima di continuare, lieto fine che non mi vede protagonista. Lei oggi è felicemente sposata e ha una bimba.

Quello che ho capito di quei giorni, e che una persona sana non sa, non ha idea, considera la salute una cosa ovvia, ed è spaventato all'idea di affrontare, quello che la vita non gli ha riservato.
Penso che si, il consiglio della tua terapeuta sia giusto, io a 28 anni ero davvero impreparato, l'esperienza della vita ti fa guardare le cose sotto innumerevoli aspetti, si è più pronti per decisioni mature.




Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.