I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

antiguoybarbudo antiguoybarbudo 19/08/2008 ore 02.12.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!


E' naturale, non lo è, che due palle. Supponiamo che essere gay sia un derivato della cultura. Vogliamo eliminare la cultura tout-court, perchè non è natura? Ma no, dice Lloyd, solo quella parte che non è vista dalla natura come un carattere da favorire. Beh, la natura se ne frega della nostra specie, come se ne fregava di quelle che l'uomo ha soppresso durante l'evoluzione per garantire la sua sopravvivenza, vedi l'estinzione dei leoni in italia, e da tutto il mondo tra 1000 anni (sempre che tramite la scienza genetica, che è un prodotto della cultura, non si arrivi a clonarli con successo). Eppure noi siamo un derivato della natura, quindi, secondo la sua logica, l'uomo stesso non dovrebbe essere visto dalla natura come un carattere da favorire, visto che estingue selvaggiamente altre specie, inquina, sperpera, macina ogni cosa, compreso se stesso e il mondo che lo ospita, o no?

Ammettiamo pure che essere gay sia cultura. Ammettiamo pure che tra 10,000 anni l'uomo si sarà estinto a causa della totale diffusione della cultura gay e il mondo sia ormai preda dei conigli. Pensate davvero che per la natura faccia qualche differenza?

La cultura è caratteristica intrinseca dell'uomo e quindi, secondo me, è essa stessa natura. Un pò come lo scimpanzè che pesca le formiche dai buchi dei tronchi d'albero con uno stecco, lo impara dai suoi simili e lo tramanda: vi sembra questo innaturale? Io penso più semplicemente che ogni cosa prodotta dalla natura sia natura, compresa la cultura, le polluzioni e la plastica.
CoCoRiTa77 CoCoRiTa77 19/08/2008 ore 09.56.04
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A Vitelliano che il 18/08/2008 21.24.47 ha scritto:
IN QUESTI CALDI GIORNI D'ESTATE, MENTRE MI AGGIRAVO ALL'INTERNO DI QUESTO FORUM, HO NOTATO CHE PIù VOLTE, IN DIVERSI POST, è STATO TOCCATO IL TEMA DELL'OMOSESSUALITà; è GIUNTO IL MOMENTO DI CHIARIRE LA QUESTIONE UNA VOLTA PER TUTTE.
L'OMOSESSUALITà, CONTRARIAMENTE A QUANTO STANNO CERCANDO DI FARVI CREDERE IN QUESTI TEMPI, NON è UNA COSA "NORMALE", L'OMOSESSUALITà è UNA MALATTIA, UNA DEGENERAZIONE DELL'UOMO CHE PUò E DEVE ESSERE CURATA.
RICORDATE: L’omosessualità è un disordine e il peccato di omosessualità è un peccato impuro contro natura.

Rispondo: beh io nn mi sento malata...forse sei tu che hai qualche problemino ...nn c'è da chiarire niente,,,hai qualche delirio...un po' di litio?
Lloyd87 Lloyd87 19/08/2008 ore 11.40.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A antiguoybarbudo che il 19/08/2008 2.12.28 ha scritto:

E' naturale, non lo è, che due palle. Supponiamo che essere gay sia un derivato della cultura. Vogliamo eliminare la cultura tout-court, perchè non è natura? Ma no, dice Lloyd, solo quella parte che non è vista dalla natura come un carattere da favorire. Beh, la natura se ne frega della nostra specie, come se ne fregava di quelle che l'uomo ha soppresso durante l'evoluzione per garantire la sua sopravvivenza, vedi l'estinzione dei leoni in italia, e da tutto il mondo tra 1000 anni (sempre che tramite la scienza genetica, che è un prodotto della cultura, non si arrivi a clonarli con successo). Eppure noi siamo un derivato della natura, quindi, secondo la sua logica, l'uomo stesso non dovrebbe essere visto dalla natura come un carattere da favorire, visto che estingue selvaggiamente altre specie, inquina, sperpera, macina ogni cosa, compreso se stesso e il mondo che lo ospita, o no?

Ammettiamo pure che essere gay sia cultura. Ammettiamo pure che tra 10,000 anni l'uomo si sarà estinto a causa della totale diffusione della cultura gay e il mondo sia ormai preda dei conigli. Pensate davvero che per la natura faccia qualche differenza?

La cultura è caratteristica intrinseca dell'uomo e quindi, secondo me, è essa stessa natura. Un pò come lo scimpanzè che pesca le formiche dai buchi dei tronchi d'albero con uno stecco, lo impara dai suoi simili e lo tramanda: vi sembra questo innaturale? Io penso più semplicemente che ogni cosa prodotta dalla natura sia natura, compresa la cultura, le polluzioni e la plastica.

Rispondo: Non vorrei allontanarmi troppo dal tema dell'omosessualità oggetto di questo topic parlando di discorsi naturalistici, ma perdonatemi se non posso fare a meno di ribattere se qualcuno cerca di confrontarsi su questo argomento.

Caro antiguoybarbudo, per riconoscere se un individuo/specie/popolazione/ecc sia soggetto o meno all'influenza piena e non parziale della natura, e sia quindi più "naturale" che "eccezionale", lo si capisce soltanto tenendo conto della selezione naturale. Dire che l'essere umano è già parzialmente "snaturato", significa una sola cosa: che non è più soggetto alla selezione naturale, e che se dovesse vivere allo stato selvaggio puro (in stile scimpanzè) si estinguerebbe. Quanto alla prima, è facile dedurre il perchè: non è più necessaria la sopravvivenza del più resistente, giacchè dal freddo possiamo ripararci tutti sotto una casa; non serve più il più forte, giacchè il cibo ce lo compriamo al supermercato, ecc. In natura, se nasce un leone con predisposizione al raffreddore questo non può di certo farsi un aerosol prima di andare a caccia, ecco perchè la selezione naturale mira a far estinguere questo carattere. Magari la natura non se ne fregherà se si estinguono i leoni, questo però non è un dubbio che dovremmo porci.

Giustamente tu dici che tutto ciò che esiste nel mondo, è naturale. E' vero, ma un conto sono tutte le cose che la natura inventa, un altro sono le cose che noi uomini inventiamo, credo vi sia una bella differenza tra le due no ?

Senza distaccarmi troppo dal discorso, il problema è che non tutti possiedono una certa sensibilità verso il mondo della natura. Tutti siamo presi dalla politica, dall'ingegneria, dall'informatica, dai videogiochi, il cinema, la musica, ed è pure giusto che sia così. Ma pochi sono quelli (ed io mi sono tra questi) che possiedono una forte sensibilità verso la natura e i principi che la regolano. Ciò non significa che il naturalista in quanto tale non riesce ad accettare qualsiasi cosa non faccia parte del mondo naturale, assolutamente no, però possono esserci delle cose che proprio non si riescono a mandare giù. Per qualche naturalista si tratta dello smog prodotto dalle automobili, per qualcun altro le inutili guerre tra superpotenze mondiali, per qualcun altro stili di vita snaturati come omosessualità, vegetarismo, fissimo ecc...., per qualcun altro qualche altra cosa....e così via.
Candida.Albicans Candida.Albicans 19/08/2008 ore 11.50.16
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A Lloyd87 che il 19/08/2008 11.40.20 ha scritto:
 possono esserci delle cose che proprio non si riescono a mandare giù. Per qualche naturalista si tratta dello smog prodotto dalle automobili, per qualcun altro le inutili guerre tra superpotenze mondiali, per qualcun altro stili di vita snaturati come omosessualità, vegetarismo, fissimo ecc...., per qualcun altro qualche altra cosa....e così via.

Rispondo: non ha senso essere schifati da queste cose , perché in misura più o meno grande sono caratteristiche che abbiamo tutti , proprio perché siamo esseri umani anche noi . Sarebbe come dire che rinneghi la tua natura . Non c'è nulla di snaturato in ciò che esiste . Se fosse davvero snaturato non potrebbe nemmeno esserci 
Lloyd87 Lloyd87 19/08/2008 ore 12.24.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!


tralasciando il discorso omosessualità, in linea generale la società umana ha permesso, permette e continuerà a permettere la sopravvivenza e la continuità anche degli individui più "deboli" o con caratteristiche che in natura non sarebbero idonee per la sopravvivenza. Es. nasce un piccolo malato di ittiosi dermatica, in natura sarebbe già morto, noi invece ne consentiamo la sopravvivenza grazie alle invenzioni scientifiche nel campo della medicina. E' una cosa straordinaria di cui possiamo solo vantarcene; il problema in termini "naturalistici" sta però nella trasmissione del programma, cioè se questo individuo poi si riproduce, i figli potranno manifestare il suo stesso problema, e se questa azione continua provocherà soltanto un peggioramento nella popolazione. Questo per rispondere alla tua frase "Non c'è nulla di snaturato in ciò che esiste . Se fosse davvero snaturato non potrebbe nemmeno esserci". Come vedi, anche gli "snaturati" possono esistere.

L'essere umano in generale è già molto snaturato di per sè; conserva davvero poche delle caratteristiche che un tempo gli consentivano di vivere liberamente e puramente in natura, senza l'ausilio di strumenti da lui inventati. Che senso ha, quindi tu dirai, parlare di caratteri morfofisiologici e comportamentali "snaturati", se noi tutti già lo siamo dalla nascita ? E qui torniamo al discorso della sensibilità verso la natura, che a molti può non interessare affatto, ma a qualcun altro come me si. Vi sono alcuni aspetti ancora non intaccati dallo sviluppo culturale apportato dall'uomo durante la sua evoluzione, come la nutrizione, la riproduzione, le cure parentali e la sensibilità materna, e mi dà fastidio quando nella società emergono individui che non soddisfano questi aspetti, come gay e vegetariani. Avranno ragione loro (forse, è da vedere) per tantissimi altri aspetti etici politici e morali, per carità, ma di sicuro non in relazione alla natura dell'uomo, che è quello che importa a me.
Candida.Albicans Candida.Albicans 19/08/2008 ore 12.35.48
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A Lloyd87 che il 19/08/2008 12.24.38 ha scritto:

 Aspetti ancora intaccati dallo sviluppo apportato dall'uomo, come la nutrizione, la riproduzione, le cure parentali e la sensibilità materna, e mi dà fastidio quando nella società emergono individui che non soddisfano questi aspetti, come gay e vegetariani. Avranno ragione loro (forse, è da vedere) per tantissimi altri aspetti etici politici e morali, per carità, ma di sicuro non in relazione alla natura dell'uomo, che è quello che importa a me.

Rispondo: secondo me la natura dell'uomo è essere tutto ciò che è in questo momento . Non credo abbia senso dire : deve essere così o cosà . Se osservi i fatti , ti troverai di fronte a tutta la molteplicità e alla varietà di comportamenti che l'uomo rappresenta , che ti piaccia o no . Anche perché non ci puoi fare nulla 
antiguoybarbudo antiguoybarbudo 19/08/2008 ore 12.38.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!


A Lloyd87 che il 19/08/2008 11.40.20 ha scritto:
Giustamente tu dici che tutto ciò che esiste nel mondo, è naturale. E' vero, ma un conto sono tutte le cose che la natura inventa, un altro sono le cose che noi uomini inventiamo, credo vi sia una bella differenza tra le due no ?


Tu dici esserci differenza tra le due cose, il che è vero, non lo si può negare. Ma io preferisco vedere la cultura come un prodotto del nostro cervello, il prodotto di qualcosa di naturale, un prodotto diretto della natura e quindi anch'esso natura, in fondo.

Comunque al di fuori di tutti sofismi possibili non ha senso rinnegare la cultura in nome della natura. Anche il naturalismo più sfrenato non deve mai farci perdere di vista quello che siamo: cultura + natura.





Senza distaccarmi troppo dal discorso, il problema è che non tutti possiedono una certa sensibilità verso il mondo della natura. Tutti siamo presi dalla politica, dall'ingegneria, dall'informatica, dai videogiochi, il cinema, la musica, ed è pure giusto che sia così. Ma pochi sono quelli (ed io mi sono tra questi) che possiedono una forte sensibilità verso la natura e i principi che la regolano. Ciò non significa che il naturalista in quanto tale non riesce ad accettare qualsiasi cosa non faccia parte del mondo naturale, assolutamente no, però possono esserci delle cose che proprio non si riescono a mandare giù. Per qualche naturalista si tratta dello smog prodotto dalle automobili, per qualcun altro le inutili guerre tra superpotenze mondiali, per qualcun altro stili di vita snaturati come omosessualità, vegetarismo, fissimo ecc...., per qualcun altro qualche altra cosa....e così via.

Si, ma è saggio distinguere. La cultura produce anche la medicina, che è un qualcosa di estremamente positivo e nessuno cercherà di non accettarla in quanto non prodotta direttamente dalla natura. Per un meccanismo simile io distinguerei tra lo smog prodotto dalle macchine e i gay, perchè se il primo fenomeno è innegabilmente qualcosa di negativo, il secondo è un gusto personale che non dovrebbe dare fastidio ad altri e che, come dice saggiamente buff, non si può archiviare alla leggera come "schifo".
Candida.Albicans Candida.Albicans 19/08/2008 ore 12.47.02
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A Lloyd87 che il 19/08/2008 11.40.20 ha scritto:
 per qualcun altro stili di vita snaturati come omosessualità, vegetarismo, fissimo ecc...., per qualcun altro qualche altra cosa....e così via.

Rispondo: a proposito , non ho capito cosa significa questa parola . O forse volevi scrivere Fassino ? 
antiguoybarbudo antiguoybarbudo 19/08/2008 ore 13.09.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

A Candida.Albicans che il 19/08/2008 12.47.02 ha scritto:
A Lloyd87 che il 19/08/2008 11.40.20 ha scritto:
per qualcun altro stili di vita snaturati come omosessualità, vegetarismo, fissimo ecc...., per qualcun altro qualche altra cosa....e così via.

Rispondo: a proposito , non ho capito cosa significa questa parola . O forse volevi scrivere Fassino ?

:hihi anche alla natura piace scherzare.
Vitelliano Vitelliano 19/08/2008 ore 13.28.57
segnala

(Nessuno)RE: VISTO CHE SI PARLA TANTO DI OMOSESSUALI, DICO LA MIA!!!

LA MIA NON è UNA MENTALITà BIGOTTA....... LO RIBADISCO NUOVAMENTE, LE MIE SONO CONVINZIONI RADICATE...
SIETE VOI, QUELLI CHE PRENDONO CERTI ARGOMENTI CON TROPPA LEGGEREZZA!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.