I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

fiorelloshow fiorelloshow 04/09/2010 ore 16.31.01
segnala

(Nessuno)i giovani d'oggi

ma come mai i ragazzi d'oggi so tutti montati di testa?
mattex87 mattex87 04/09/2010 ore 16.46.42 Ultimi messaggi
monellobari monellobari 04/09/2010 ore 17.02.55
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

forse "tutti" è un po' generico
però è vero che sono viziati e poco responsabili, per la maggior parte.

colpa di genitori o troppo assenti o troppo coccoloni, comunque.
krikkoloscopatore krikkoloscopatore 04/09/2010 ore 19.30.52 Ultimi messaggi
nemoprofetainpatria nemoprofetainpatria 04/09/2010 ore 23.41.58
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

mi sa che dicevano la stessa cosa 20anni fa... e 40anni fa e.. 60 anni fa... e 80 anni fa... e 100 anni fa... e 1000 anni fa... e avranno detto lo stesso del Cristo, di Maometto, del Siddharta e via discorrendo; il problema semmai è la materialità che si cerca d'inculcargli, questa necessità di avere per apparire (essere), oggetti insensati, vestiti da possedere, le troiate delle mode, ma ciò non è certo novità, sapete bene... giro per treviso e vedo ragazzine (e meno) entrare da un negozio all'altro a fare acquisti, giro per padova e lo stesso... ma vedo lì anche giovani punk, anarchici, per cui nulla è cambiato e sicuramente loro rifiutano tale mediocre stile di vita indirizzato dal sistema. più si avanza e più si ha conoscenza... ciò non significa coscienza ma è solo questione di tempo; la società si evolve, anche se con tale ottusa mentalità razionale si propende verso il regime dittatoriale in cui nessun può più fare un cazzo all'esterno della morale comune, il fottuto perbenismo da buoni cittadini (non si può più bere un bicchiere e mettersi in strada... ma che cazzo di mondo è? moltitudini di volte sono tornato a casa in passato scolandomi ettolitri di alcool senza mai combinare danni). semmai mi preoccupererei maggiormente per lidi come il tale in cui ragazzine adolescenti ma anche tardone mettono foto ignude per minime gratificazioni esterne dai soliti nerds manovalanti (ho ben indirizzato l'idea?), come fosse ciò davvero importante dalla vita, l'aspetto mediatico ancor più di quello umano... se uno via posta elettronica ti dice 'ti sfonderei' allora vai su di giri... se te lo dice per strada lo denunci all'autorità. manca il rapporto umano con le persone, siamo tutti estranei, questo è davvero il problema... e basta cambiare continente per rendersene conto! insomma, basta parlare per il cazzo e magari RAGIONARE di più e senza necessariamente profferire parola... GIVE IT!
libera.s libera.s 31/10/2010 ore 05.52.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

@ nemoprofetainpatria: cmq ho letto quasi tutto di quelle poche discussioni a cui hai partecipato in questo sito e devo dirti con sincerità che sei veramente una persona intelligente , con grande cultura e dici solo cose vere ..complimenti
apatic.man apatic.man 31/10/2010 ore 06.30.02
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

libera.s scrive:
e devo dirti con sincerità che sei veramente una persona intelligente

Bah....uno che sostiene che ha bevuto in passato ettolitri di alcool e non gli è mai successo niente, non mi sembra uno tanto intelligente. è come dire "ho lanciato sassi sull'autostrada ma non ho mai beccato nessuno....quindi posso continuare..".
ELEVEN.02 ELEVEN.02 31/10/2010 ore 07.48.19
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

@ fiorelloshow:



La principale colpa è da imputarsi alla televisione.
In trent'anni, l'Italia si è sempre più ammalata di televisione, l'ha eletta a unica maestra di vita, unica fonte di conoscenza e perfino di educazione sentimentale, infine l'ha mandata al governo.
La finzione è stata eletta a realtà, credendo di traguardare una forma di libertà, mentre è sempre più schiava dello smisurato ego che la rappresentazione televisiva produce nell'intimo dell'individuo che si sente parte di essa anche nel vivere quotidiano.


"..La televisione, mio caro Daniel, è l'Anticristo. Mi creda, nel giro di tre o quattro generazioni la gente non sarà nemmeno più in grado di sbadigliare da sola e l'essere umano regredirà all'età della pietra, alla barbarie medievale, ad uno stadio che la lumaca aveva già superato all'epoca del pleistocene. Il mondo non verrà distrutto da una bomba atomica, come dicono i giornali, ma da una risata, da un eccesso di banalità che trasformerà la realtà in una barzelletta di pessimo gusto..".

Carlos Ruiz Zafon da "L'ombra del vento".




"Nessuno può essere schiavizzato nel modo più desolante di colui che crede falsamente di essere libero"

J. W. Ghoete


violet.mind violet.mind 31/10/2010 ore 09.30.27
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

apatic.man scrive:
Bah....uno che sostiene che ha bevuto in passato ettolitri di alcool e non gli è mai successo niente, non mi sembra uno tanto intelligente. è come dire "ho lanciato sassi sull'autostrada ma non ho mai beccato nessuno....quindi posso continuare..".


Sbagliare non è sinonimo di poca intelligenza
apatic.man apatic.man 31/10/2010 ore 10.12.51
segnala

(Nessuno)RE: i giovani d'oggi

violet.mind scrive:
Sbagliare non è sinonimo di poca intelligenza

Lo diventa quando lo sbaglio viene sventolato come un trofeo da vincente, senza minimamente pensare che poteva arrecare conseguenze al prossimo.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.