I problemi giovanili

I problemi giovanili

Dalla droga alla depressione, dall'anoressia all'ansia...parliamone e troviamo una soluzione.

GenioCompreso GenioCompreso 12/01/2011 ore 01.05.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

Dolce.piccola87 scrive:
Certo, meglio cogliere la cosa in stato lieve, possibilmente con l'aiuto di uno psicologo che ti aiuti a capire sin da subito cosa c' di sbagliato nel tuo modo di pensare. Perch parliamoci chiaro, depressione&co non sono altro che disturbi basati su pensieri sbagliati. Vedi ad esempio i casi di ossessione. Non bisogna far altro che seguire un'adeguata terapia, purtroppo a volte con uso di farmaci,


non sono per niente daccordo, dove le hai lette queste cose?
Prima cosa guardate i farmaci come il male, perche vengono creati vedendo l'uomo come una macchina, (a sostanza A equivale emozione B) ti scassano il cervello e basta, ci son stati molti casi di gente con disturbi nemmeno poi cosi gravi che dopo l'assunzione di farmaci si son suicidati ed ovviamente la colpa ricaduta sul soggetto e non sul farmaco che lo ha rovinato.
Poi la depressione non affatto la manifestazione di un pensiero errato, sbagliatissimo ma dove le leggete queste cose? anzi uno dei motivi che portano il depresso ad ammalarsi proprio il pensare che le sue idee il suo pensiero sia sbagliato, quando magari solo "diverso" dalla massa.
Purtroppo oggi sempre meno specialisti cercano di fare un reverse enginbnering cercando di trovare la causa per porre rimedio, ma molti si affidano appunto al farmaco , strada facile facile che non richiede vera padronanza della psicologia.
La depressione dilaga perche la societa sta collassando su se stessa e chiede sempre di piu al singolo, crescere sempre piu spesso, perdere la fantasia, lavoro sempre piu agguerrito, e mancando valori le persone si aggrappano agli status simbol del benessere, perche per stare bene hanno sempre piu bisogno di essere invidiati, e questo porta a una lotta che non fa altro che deprimere.
La cultura stessa, di generazione in generazione sappiamo sempre di piu, i nostri avi non sapevano niente vivevano e basta, noi oggi abbiamo tutti minime nozioni psicologiche da due soldi, che non ci fanno piu agire per come vorremmo ma per come queste conoscenze ci dicono, per ottenere risultati e stare meglio (almeno l'intento questo) ma questo porta inevitabilmente a disintegrare i rapporti veri e spontanei proprio perche in base a quello che si crede di sapere ci vuole sempre piu coraggio o ingenuita a buttarsi spontaneamente alla vita per viverla.
Io la depressione lo conosciuta bene l'ho combattuta e ne sono uscito rigenerato, pero quella non la vera depressione, io avevo ottimi motivi per esserlo, purtroppo la vera depressione quando i motivi sembrano non esserci, ad un certo punto per qualche strano motivo la tua parte inconscia ha capito che meglio passare all'altro mondo e ti comunica questa decisione attraverso uno stato emozionale che ti butta giu.Anche qui se uno andasse bene ad investigare troverebbe il motivo (ce sempre un motivo alle volte semplice e chiaro altre volte no) e potrebbe porre rimedio. La cosa migliore cmq che puoi pensare che dalla depressione si esce benissimo e sopratutto che non sei malato ma "funzioni" benissimo hai solo colto qualcosa che ti fa star male, molte volte son le persone piu intelligenti a cadere in depressione proprio perche viviamo in un mondo che toglie sempre piu certezze.Quindi poensa che ne puoi benissimo uscire, vai al max da uno psicolo ma da uno bravo e sopratutto onesto e parla solamente con lui usalo come un amico piu che come un dottore.
15310556
Dolce.piccola87 scrive: Certo, meglio cogliere la cosa in stato lieve, possibilmente con l'aiuto di uno psicologo che ti aiuti...
Risposta
12/01/2011 1.05.29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
Dolce.piccola87 Dolce.piccola87 12/01/2011 ore 01.35.47
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?


GenioCompreso scrive:
non sono per niente daccordo, dove le hai lette queste cose?

Scusami ma non che io, leggo e riporto! Ho commentato in base ai miei studi e alla mia esperienza. Se fossi stata disinformata non lo avrei neanche fatto.



GenioCompreso scrive:
Prima cosa guardate i farmaci come il male, perche vengono creati vedendo l'uomo come una macchina, (a sostanza A equivale emozione B) ti scassano il cervello e basta, ci son stati molti casi di gente con disturbi nemmeno poi cosi gravi che dopo l'assunzione di farmaci si son suicidati ed ovviamente la colpa ricaduta sul soggetto e non sul farmaco che lo ha rovinato.

Qua ti posso dare ragione solo in parte, in quanto alcuni farmaci antidepressivi causano dipendenza. Ma non sono assolutamente il male. Certo, dove possibile meglio evitarli. Ma ci non toglie il fatto che in situazioni gravi sono utili, se accompagnati da una buona psicoterapia. E riguardo l'esempio che citi, rispondo che un individuo non viene spinto al suicidio per l'assunzione di un farmaco.



GenioCompreso scrive:
Purtroppo oggi sempre meno specialisti cercano di fare un reverse enginbnering cercando di trovare la causa per porre rimedio, ma molti si affidano appunto al farmaco , strada facile facile che non richiede vera padronanza della psicologia.

Anche qua devo darti torto, se uno psichiatra prescrive farmaci senza occuparsi della condizione psichica del paziente, passabile di denuncia, cosa che, specialmente ad un privato non conviene affatto. E' soltanto una diceria che deve essere smentita.





GenioCompreso GenioCompreso 12/01/2011 ore 01.58.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

Dolce.piccola87 scrive:

Qua ti posso dare ragione solo in parte, in quanto alcuni farmaci antidepressivi causano dipendenza. Ma non sono assolutamente il male. Certo, dove possibile meglio evitarli. Ma ci non toglie il fatto che in situazioni gravi sono utili, se accompagnati da una buona psicoterapia. E riguardo l'esempio che citi, rispondo che un individuo non viene spinto al suicidio per l'assunzione di un farmaco.


io non so come funziona il cervello ma so per certo non lo sanno nemmeno loro, con un farnmaco inibisci o produci arbitrariamente una sostanza scombussolando un equilibrio che non conosci e che sta alla base del funzionamento del cervello.La malattia mentale tante volte non una malattia ma il giusto risultato di una esperienza particolare che ti fa essere in un determinato modo, costringere la mente a far finta di niente e comportarsi in modo diverso significa non farla funzionare piu bene.






Dolce.piccola87 scrive:

Anche qua devo darti torto, se uno psichiatra prescrive farmaci senza occuparsi della condizione psichica del paziente, passabile di denuncia, cosa che, specialmente ad un privato non conviene affatto. E' soltanto una diceria che deve essere smentita.


a si? non lo sapevo, io ci son stato una volta da uno psikiatra e dopo 2 minuti mi liquidava dicendomi di prendere un certo farmaco molto potente che tutti i miei problemi si sarebbero risolti.Lo posso denunciare? non lo sapevo sto fatto
15310629
Dolce.piccola87 scrive: Qua ti posso dare ragione solo in parte, in quanto alcuni farmaci antidepressivi causano dipendenza. Ma...
Risposta
12/01/2011 1.58.05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Dolce.piccola87 Dolce.piccola87 12/01/2011 ore 02.35.34
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

GenioCompreso scrive:
io non so come funziona il cervello ma so per certo non lo sanno nemmeno loro, con un farnmaco inibisci o produci arbitrariamente una sostanza scombussolando un equilibrio che non conosci e che sta alla base del funzionamento del cervello.

Devi sapere che la depressione, l'ansia aggravata e altri tipi di disturbi non sono causati solo da un fattore X psichico ma anche da uno biologico, mancanza di serotonina nel sistema nervoso. Questi farmaci possiamo paragonarli a degli "integratori alimentari", non fanno altro che fornire il sistema di questo neurotrasmettitore, che non pi capace di produrre autonomamente.



GenioCompreso scrive:
La malattia mentale tante volte non una malattia ma il giusto risultato di una esperienza particolare che ti fa essere in un determinato modo, costringere la mente a far finta di niente e comportarsi in modo diverso significa non farla funzionare piu bene.

Si, molto spesso l'individuo affetto che scambia un malessere psichico momentaneo (come pu essere in questo caso l'autore del post, che se non depresso ha solo un disturbo dell'umore) in malattia mentale. Comunque nessuno qui ha detto che comportarsi in maniera diversa rispetto alla massa (come ad esempio una persona che non si trova pi bene in societ e cerca di isolarsi in campagna) significa essere malati. La malattia mentale ben altra cosa.



GenioCompreso scrive:
a si? non lo sapevo, io ci son stato una volta da uno psikiatra e dopo 2 minuti mi liquidava dicendomi di prendere un certo farmaco molto potente che tutti i miei problemi si sarebbero risolti.Lo posso denunciare? non lo sapevo sto fatto

Certo che puoi. In primis stato disonesto perch venuto meno al suo lavoro, non si pu prescrivere un farmaco senza neanche indagare un minimo sui sintomi e sul problema del paziente. Comunque io consiglio sempre di non andare da gente a caso ma sempre di farsi consigliare.
GenioCompreso GenioCompreso 12/01/2011 ore 03.25.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

Dolce.piccola87 scrive:

Devi sapere che la depressione, l'ansia aggravata e altri tipi di disturbi non sono causati solo da un fattore X psichico ma anche da uno biologico, mancanza di serotonina nel sistema nervoso. Questi farmaci possiamo paragonarli a degli "integratori alimentari", non fanno altro che fornire il sistema di questo neurotrasmettitore, che non pi capace di produrre autonomamente.


Io sono convinto che qualsiasi malanno mentale o malessere possa essere curato in altri modi, ok che la serotonina uno dei fattori chiave ma ce da chiedersi perche il tuo cervello non la procude? siam sempre li se la tua mente non la produce vuol dire qualcosa e snobbare quel messaggio significa costruire delle basi false sulla quale si poggera la tua stessa mente.


Dolce.piccola87 scrive:

Certo che puoi. In primis stato disonesto perch venuto meno al suo lavoro, non si pu prescrivere un farmaco senza neanche indagare un minimo sui sintomi e sul problema del paziente. Comunque io consiglio sempre di non andare da gente a caso ma sempre di farsi consigliare.


si il tipo era una capra tante che alla fine l'ho fatto pure alterare quando l'ho messo di fronte all'evidenza di aver detto una cazzata :hoho come lui subito aveva capito di che farmaco avevo bisogno io subito capii guardandolo in faccia e sentendolo parlare ed esaminando il suo studio che era un ciarlatano
billybutterfly billybutterfly 12/01/2011 ore 12.28.22
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

secondo me i farmaci servono,non vanno assolutamente demonizzati,ma neanche assunti in modo indiscriminato,ovviamente,ma semmai con l'aiuto di un professionista fidato,non il medico di base!come sottolinea Dolcepiccola,alla base c'e' proprio uno squilibrio biologico,cioe'la scarsa produzione di serotonina,il fatidico ormone della felicita'...molto semplicemente si fa ancora fatica ad accettare problemi come ansia e depressione,perche'la stessa medicina e'dominata da un organicismo pazzesco,indi per cui se hai un tunore o una frattura,o la scarlattina,qualcosa di visibile a livello fisico,tangibile,sei un malato...se hai certi disturbi mentali invece no, e tutti ti liquidano con un "fatti forza,c'e'di peggio!"non rendendosi conto,neanche per colpa loro di agitare il coltello nelle piaghe del povero depresso(leggete"cos'e'la psicologia"di pierre daco,molto chiaro)...molti psichiatri sono effettivamente dei macellai,mentre un disturbo depressivo o di ansia va trattato,per me, anche con una terapia psicologica,in modo da sciogliere i conflitti che ne sono all'origine...resta assodato che medicine e terapia non fanno nulla se non c'e'la volonta'del paziente di guarire e di cambiare visione delle cose
billybutterfly billybutterfly 12/01/2011 ore 12.29.06
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

@ GenioCompreso:
di che farmaci parli?hai le fonti di cio'che dici,per caso?
GenioCompreso GenioCompreso 12/01/2011 ore 16.16.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

@ billybutterfly:
parlo del fatto che con i farmaci si ridotta una struttura infinitamente complessa come il cervello in quattro concettucci da due soldi.Ci si comporta come se la mente fosse il risultato di processi semplici semplici, il farmaco va ad agire in superfice, ma cosa ci sta sotto non lo si sa .Quando stai male, non sei malato, se la tua mente ti trasmette questo c' un motivo, se tu assumi un farmaco per ignorare i messaggi della tua mente, rovini un equilibrio, inquini un canale di comunicazione.Magari stai meglio nel breve termine ma hai gettato le basi per problemi futuri ben piu gravi. Fidate3vi che la psikiatria sa solo riempirsi la bocca sul perche agiamo in un modo, perche facciamo questo perche quello, pero poi non sa curare nessuno e significhera pur qualcosa..
E' come un meccanico che mi parla del funzionamento del motore, ma poi quando gli porto la macchina non me la sa aggiustare, oppure se pes es avesse un problema agli ingranaggi dello sterzo , lui mi cambia il volante e non va dentro il motore ad aggiustare gli ingranaggi, non so se ho reso l'idea. Il farmaco qualcosa di innaturale che ti forza a comportarti in un modo che la tua mente non vuole e non prevede, e questo le fa piu male che bene la scombussola rovina il suo equilibrio.Si sono contro i farmaci, quando stai male accetta il dolore e cerca di combatterlo ricordandoti che la cosa importante preservare il funzionamento della tua mente se vuoi guarire per davvero.
La verita che il farmaco rappresenta un modo per non lavorare, un modo sbrigativo per risolvere problemi, se uno specialista dovesse curarti tradizionalmente, dovrebbe perdere tantissimo tempo su di te, dovrebbe stare atten to ad ogni particolare, cio che dici, i tuoi comportamenti i tuoi tratti somatici ecc, potrebbe impiegare anni per capire come curarti, e invece dall'altra parte si presenta il farmaco che ti permette di ottenere illusoriamente lo stesso risultato, ma il prezzo da pagare secondo me c'. Noi abbiamo tutti i farmaci di questo mondo dobbiamo solo sbloccarli attraverso un percorso,se ne sei capace da solo con la tua intelligenza ben venga altrimenti l'aiuto di uno specialista dovrebbe servire a questo.
billybutterfly billybutterfly 12/01/2011 ore 17.15.05
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

@ 91.roberto:
secondo me non c'entra nulla...e'vero che i rapporti sono sempre piu'fittizi,ma la depressione,bene o male,c'e'sempre stata...magari se ne parlava molto meno
Dolce.piccola87 Dolce.piccola87 13/01/2011 ore 01.26.38
segnala

(Nessuno)RE: da dove viene la depressione?!?

GenioCompreso scrive:
Io sono convinto che qualsiasi malanno mentale o malessere possa essere curato in altri modi, ok che la serotonina uno dei fattori chiave ma ce da chiedersi perche il tuo cervello non la procude? siam sempre li se la tua mente non la produce vuol dire qualcosa e snobbare quel messaggio significa costruire delle basi false sulla quale si poggera la tua stessa mente.

Errato. E ti contraddici tu stesso. Il problema psichico non sta alla base del fatto che il sistema nervoso non produca serotonina. Il problema psichico la causa. Il problema biologico la base e almeno in parte su questo va fondata la cura. Grazie al farmaco. Farmaco e psicoterapia sono complementari.

GenioCompreso scrive:
si il tipo era una capra tante che alla fine l'ho fatto pure alterare quando l'ho messo di fronte all'evidenza di aver detto una cazzata come lui subito aveva capito di che farmaco avevo bisogno io subito capii guardandolo in faccia e sentendolo parlare ed esaminando il suo studio che era un ciarlatano

Ma per curiosit, era un dipendente pubblico? Cos la cosa avrebbe un tantino pi senso xD

Secondo me hai in generale le idee un p confuse. Dal tuo commento si denotano immediatamente pregiudizi e sfiducia nella psichiatria.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio necessario accedere al sito.