Informatica, hardware e software

Informatica, hardware e software

Suggerimenti, consigli e richieste sul mondo dell'informatica.

ComePioveva 04/04/2018 ore 20.03.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Un programma Python residente su un server

E' possibile l'uso su PC remoti senza installare niente, ovviamente, su quelli remoti?

Il server monta il S.O. Linux.
8535936
E' possibile l'uso su PC remoti senza installare niente, ovviamente, su quelli remoti? Il server monta il S.O. Linux.
Discussione
04/04/2018 20.03.20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
WhereTheRainGrows WhereTheRainGrows 04/04/2018 ore 21.36.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

ssh

PS: ovviamente se non è un server con protocollo preinstallato dovrai installare il server.

PPS: GNU/Linux NON è un S.O. ma un kernel., alcune distribuzioni hanno SSH preinstallato, altre no.
ComePioveva ComePioveva 04/04/2018 ore 22.12.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

Il server ssh attiva la shell locale e quindi dovrebbe essere possibile eseguire python sul PC remoto. Ovviamente in Windows deve esserci installato il client ssh.

Grazie per la precisazione su S.O. e kernel!

E visto che sei ferrato mi permetto di porti un altro quesito.

Sul server linux, di cui scrivevo, invoco una procedura molto gravosa che non vuole saperne di girare, mi esce con il messaggio diagnostico che la swap non è sufficiente.

Ora poiché il disco su cui gira linux in effetti è un volume-group di un sistema virtualizzato, ho effettuato un resize del volume-group in ambito hypervisor che gestisce i dischi, ovviamente.

Il resize ha funzionato ma quando vado nell'ambiente linux per effettuare la procedura di resize dello swap mi dice che non ha spazio eppure il comando vgdisplay mi fa vedere il nuovo size. Mi dice che ha solo una LP esattamente come prima, quando non avevo ancora effettuato il resize del volume-group.

Perché lvresize non si prende le LP che gli ho aggiunto?

Grazie!
WhereTheRainGrows WhereTheRainGrows 05/04/2018 ore 08.00.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

Hai dato un lvextend prima di lvresize? Non funziona?
ComePioveva ComePioveva 05/04/2018 ore 08.21.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

Pensavo che lvextend servisse per aggregare dischi, o dischi virtuali nel caso specifico, al disco esistente. Ora vado in ufficio e provo, poi questa sera ti dirò come sono andate le cose.
Intanto, grazie!
SickBoy985 SickBoy985 05/04/2018 ore 08.52.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

@WhereTheRainGrows :
PPS: GNU/Linux NON è un S.O. ma un kernel.

Precisazione Linux è un kernel
Ma se lo correggi scrivendo GNU/Linux stai proprio parlando di un sistema operativo gnu basato su kernel Linux :)

WhereTheRainGrows WhereTheRainGrows 05/04/2018 ore 09.34.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

@SickBoy985 : vero anche questo, sinceramente mi è rimasta l'abitudine all'uso da quando ho provato il primo sistema Linux, usavo Mandrake e il kernel veniva indicato come "GNU/Linux".
C'è da dire che probabilmente le prime distribuzioni arrivate in italiano alla fine fossero dei fork del sistema originale. Il problema è che poi certe cattive abitudini restano. :-)))

Ps: ultima risposta per oggi perché sto schifo di sito carica video pubblicitari pesantissimi per l'uso mobile.
ComePioveva ComePioveva 05/04/2018 ore 13.20.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Un programma Python residente su un server

Il problema lo hanno risolto altri colleghi: hanno creato un nuovo volume in ambiente hypervisor e poi linux lo ha catturato con un comando di scansione e quindi è stato creato uno swap aggiuntivo al precedente... e quindi infilato in fstab!

Grazie, comunque.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.