Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

SADLILLY SADLILLY 25/05/2011 ore 07.49.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ linx: Il problema e' che sbagliare a parlare in questo contesto puo' creare gravi danni ad una persona. Direi che Keeponrocking nonostante la mamma bp abbia poco le idee chiare sulle sfaccettature di questo disturbo.

PS: riferito al tuo nick name: se proprio vuoi fare la poliglotta... vedi perlomeno di studiarti un po' meglio l'inglese: KEEP ROCKING non KEEP ON ROCKING..

KeepOnRocking KeepOnRocking 25/05/2011 ore 08.18.56
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
@ linx: Il problema e' che sbagliare a parlare in questo contesto puo' creare gravi danni ad una persona. Direi che Keeponrocking nonostante la mamma bp abbia poco le idee chiare sulle sfaccettature di questo disturbo.

PS: riferito al tuo nick name: se proprio vuoi fare la poliglotta... vedi perlomeno di studiarti un po' meglio l'inglese: KEEP ROCKING non KEEP ON ROCKING..


Le tue sono opinioni. Sei bipolare? Credevo di aver capito che hai vissuto a stretto contatto con un bipolare.

Il nick (che non ha un significato particolare) si riferisce solo ad una canzone che adoro interpretata da vari musicisti...
Adesso è una colpa anche l'essere poliglotta? :mmm Vorrei evitare competizioni del genere: "Io conosco meglio la malattia" e simili... Ma come preferisci/ite....

NEIL YOUNG LYRICS


"Rockin' In The Free World"

There's colors on the street
Red, white and blue
People shufflin' their feet
People sleepin' in their shoes
But there's a warnin' sign
on the road ahead
There's a lot of people sayin'
we'd be better off dead
Don't feel like Satan,
but I am to them
So I try to forget it,
any way I can.

Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world
Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world.

I see a woman in the night
With a baby in her hand
Under an old street light
Near a garbage can
Now she puts the kid away,
and she's gone to get a hit
She hates her life,
and what she's done to it
There's one more kid
that will never go to school
Never get to fall in love,
never get to be cool.

Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world
Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world.

We got a thousand points of light
For the homeless man
We got a kinder, gentler,
Machine gun hand
We got department stores
and toilet paper
Got styrofoam boxes
for the ozone layer
Got a man of the people,
says keep hope alive
Got fuel to burn,
got roads to drive.

Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world
Keep on rockin' in the free world,
Keep on rockin' in the free world.


Buongiorno astiosi x:-)
KeepOnRocking KeepOnRocking 25/05/2011 ore 08.25.38
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
I medici sostengono che c'e' un'ereditarieta' genetica che scatena la malattia nel singolo in situazioni che possono essere piu' diverse: dal periodo dello sviluppo, addirittura ad una gravidanza per la donna, un lutto etc etc.


Ci sono varie correnti di pensiero... tutte opinabili.
KeepOnRocking KeepOnRocking 25/05/2011 ore 08.27.19
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

linx scrive:
In caso positivo sarà successivamente necessario effettuare un esame esofagogastroduodenoscopia per valutare l’entità dei danni causati dall’infezione.


Esame poco simpatico anche quello. ;-(
KeepOnRocking KeepOnRocking 25/05/2011 ore 08.34.08
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Sucomponidore scrive:
@ KeepOnRocking: Quando hai il bipolarismo non stai bene da nessuna parte....lo vedi che non capisci?


Capisco eccome. Ho seguito mia madre per una vita intera....
Ed ancora sono convinta che la sua non sia mai stata una malattia, solo un disagio nell'affrontare la vita, una vita che non ha saputo affrontare, un disagio interiore, con sé stessa. Ancora si ostina a non ammettere alcuni suoi errori che hanno condizionato la sua vita. Non le ho mai permesso di giustificarsi e di nascondersi dietro alla sua "malattia". So che ormai non potrá mai più vivere senza il supporto delle cure. Sono quasi 30 anni che si barcamena tra cure disastrose e cure più o meno stabilizzanti. Ma i suoi miglioramenti sono sempre stati dovuti a cambiamenti reali e concreti nella sua vita. Perció, continuo a credere che i medicinali possano sí tamponare in qualche modo questo disagio, ma mai sconfiggerlo del tutto. MAI.

Attendo con ansia risposte meno violente.
SADLILLY SADLILLY 25/05/2011 ore 11.35.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ KeepOnRocking: se c'e' una violenta qui sei tu. E a proposito della tua fantomatica poliglottologia.. i testi delle canzoni sono spesso e volentieri nn troppo corretti sotto l'aspetto linguistico. Quello che hai scritto sulle tue supposte cause del bp in tua mamma fa trapelare solo una cosa: IL RIFIUTO DELLA SUA CONDIZIONE.
SADLILLY SADLILLY 25/05/2011 ore 11.37.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ KeepOnRocking: si ho vissuto a stretto contatto con un bp e quello che ho scritto non e' un'opinione. Lo trovi su qualsiasi testo di psichiatria e qualsiasi neuropsichiatra te lo puo' confermare.
linx linx 25/05/2011 ore 12.19.40
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

KeepOnRocking scrive:
Esame poco simpatico anche quello. smile

io l'ho fatto e l'avevo helicobacter pylori.
è colpita una grsn parte della popolazione italiana inconsapevole.
C.ryo C.ryo 25/05/2011 ore 21.31.37 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: Noi Bipolari

@KeepOnRocking: mi definisco daccordo con te. so quanto e' difficile affrontare una persona con il disturbo bipolare. ci sono passato. non sai mai cosa aspettarti. non sai come tornera' a casa dal lavoro e non se e quando tornera' quando la sera esce di casa.

lo so, ci sono passato.

i bipolari a volte sono persone gentili, obiettive, naturali.
a volte sono dei cinici, dei bastardi.

non sono un medico. e non voglio barcamenarmi sulle caratteristiche dei medicinali: la differenza la fa l'effetto che hanno. anche se fosse, in qualche modo, un placebo.

ti stimo e ti ammiro,
se sopporti un bipolare.

Francesco.

Nota: Il bipolare di cuoi parlo sopra sono io.


15744985
@KeepOnRocking: mi definisco daccordo con te. so quanto e' difficile affrontare una persona con il disturbo bipolare. ci sono...
Risposta
25/05/2011 21.31.37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
kamalnath kamalnath 26/05/2011 ore 03.31.15
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Sono nuovo ma ho letto tanti post interessanti , alcuni toccanti e francamente come chiesto nel post iniziale di WileCoyote , mi sento meno solo, sapendo di tante persone a cui come mè è stato diagnosticato un disturbo bipolare affettivo e questo significa,come mi era stato detto da medici ,che questo disturbo è molto diffuso. Sento di dover scrivere riguardo alcune affermazioni di Bergman1 e KeepOnRocking , pur rispettando la sua storia personale .In tanti anni di malattia mi sono documentato su diversi libri ed ho parlato con diversi medici e non mi sembra che esistano correnti di pensiero che escludono i farmaci dalla cura se non quelle di varie psico-sette tipo Scientology , o pseudo gruppi religiosi tipo mamma Ebe , prano-praticoni e similari, gente non abilitata all’eserczio della professione medica più di cartomanti e curatori filippini . Notoriamente questi fanno presa su famiglie che hanno devastato e dissanguato nella assurda convinzione che rituali e messaggi imperativi possono curare il DP . Posso concordare sui diversi approcci nella psicoterapia di sostegno che PSICHIATRI e PSICOTERAPEUTI possono avere , ma sempre con un continuo monitoraggio dei medicinali assunti dai malati .Lo so , come tutti voi ,che è avvilente la dipendenza da farmaci ed io stesso ho provato a sospendere immediatamente alcuni di essi con il risultato di gravi crisi , episodi maniacali e tentativi di suicidio .In particolare ho avuto una cara amica che sospesi i farmaci nel giro di tre giorni si è suicidata . Il primo passo che tutti i medici riconoscono come fondamentale è quello di riconoscere di essere malati . Poi ogni caso è diverso dall’altro nel decorso e nelle cure .Nella mia esperienza personale la malattia si è scatenata all’età di 28 anni per abuso di sostanze , fortunatamente e dopo anni di cure , sono riuscito a ridurre al minimo i medicinali , cercando di farmi sostituire dai medici i farmaci che maggiormente mi rendevano impresentabile ed a utilizzare anche alcune erbe medicinali specialmente nei disturbi legati all’insonnia Devo dire che nel tempo le fasi di quiete della malattia si stanno allungando sempre più spesso , ho ricominciato a volermi un po’ più bene ed , anche se so che la malattia è sempre presente , voglio dare un messaggio di speranza . Ho imparato a riconoscere i momenti in cui il DP cerca di affossarmi , ne avverto i sintomi ed immeditamente provo a reagire con dei cambi nella routine che a volte possono sembrare anche illogici ma mi servono a non entrare nel pensiero ossessivo . Poi un grandissimo aiuto è per mè un pastore italiano meticcio , che mi accompagna nelle lunghe passeggiate lontano dai luoghi comuni . E’ un grande amico di poche parole ma pieno d’amore per mè , quello di cui tutti i malati di DP hanno bisogno .:AMORE INCONDIZIONATO ,SOPRATTUTTO PER SE STESSI

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.