Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

KeepOnRocking KeepOnRocking 26/05/2011 ore 07.22.53
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

kamalnath scrive:
Sono nuovo ma ho letto tanti post interessanti , alcuni toccanti e francamente come chiesto nel post iniziale di WileCoyote , mi sento meno solo, sapendo di tante persone a cui come mè è stato diagnosticato un disturbo bipolare affettivo e questo significa,come mi era stato detto da medici ,che questo disturbo è molto diffuso. Sento di dover scrivere riguardo alcune affermazioni di Bergman1 e KeepOnRocking , pur rispettando la sua storia personale :inchino .In tanti anni di malattia mi sono documentato su diversi libri ed ho parlato con diversi medici e non mi sembra che esistano correnti di pensiero che escludono i farmaci dalla cura se non quelle di varie psico-sette tipo Scientology , o pseudo gruppi religiosi tipo mamma Ebe , prano-praticoni e similari, gente non abilitata all’eserczio della professione medica più di cartomanti e curatori filippini . Notoriamente questi fanno presa su famiglie che hanno devastato e dissanguato nella assurda convinzione che rituali e messaggi imperativi possono curare il DP . Posso concordare sui diversi approcci nella psicoterapia di sostegno che PSICHIATRI e PSICOTERAPEUTI possono avere , ma sempre con un continuo monitoraggio dei medicinali assunti dai malati .Lo so , come tutti voi ,che è avvilente la dipendenza da farmaci ed io stesso ho provato a sospendere immediatamente alcuni di essi con il risultato di gravi crisi , episodi maniacali e tentativi di suicidio .In particolare ho avuto una cara amica che sospesi i farmaci nel giro di tre giorni si è suicidata . Il primo passo che tutti i medici riconoscono come fondamentale è quello di riconoscere di essere malati . Poi ogni caso è diverso dall’altro nel decorso e nelle cure .Nella mia esperienza personale la malattia si è scatenata all’età di 28 anni per abuso di sostanze , fortunatamente e dopo anni di cure , sono riuscito a ridurre al minimo i medicinali , cercando di farmi sostituire dai medici i farmaci che maggiormente mi rendevano impresentabile ed a utilizzare anche alcune erbe medicinali specialmente nei disturbi legati all’insonnia Devo dire che nel tempo le fasi di quiete della malattia si stanno allungando sempre più spesso , ho ricominciato a volermi un po’ più bene ed , anche se so che la malattia è sempre presente , voglio dare un messaggio di speranza . Ho imparato a riconoscere i momenti in cui il DP cerca di affossarmi , ne avverto i sintomi ed immeditamente provo a reagire con dei cambi nella routine che a volte possono sembrare anche illogici ma mi servono a non entrare nel pensiero ossessivo . Poi un grandissimo aiuto è per mè un pastore italiano meticcio , che mi accompagna nelle lunghe passeggiate lontano dai luoghi comuni . E’ un grande amico di poche parole ma pieno d’amore per mè , quello di cui tutti i malati di DP hanno bisogno .:AMORE INCONDIZIONATO ,SOPRATTUTTO PER SE STESSI


Bellissimo ... :-)

:rosa
KeepOnRocking KeepOnRocking 26/05/2011 ore 07.30.48
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

C.ryo scrive:
ti stimo e ti ammiro,
se sopporti un bipolare.


Non si tratta di sopportazione (sí anche quella a volte); ho sempre amato mia madre incondizionatamente. I bambini amano a prescindere.
Cerco di non permetterle di devastare la mia vita, ancora, per puro istinto di sopravvivenza. Auguro a mia madre di trovare la felicità (sempre che esista) e la serenità che si merita. Non posso farlo io per lei. E nessuno puó farlo per lei, questo ancora lei non lo ha capito.

La sua sofferenza è la mia sofferenza, nessuna distanza fisica o non, puó alleviarla. Purtroppo.

Sono legami di sangue....

ps: grazie.. :rosa

luce.line luce.line 26/05/2011 ore 14.10.55 Ultimi messaggi
linx linx 26/05/2011 ore 18.36.18
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

kamalnath scrive:
Il primo passo che tutti i medici riconoscono come fondamentale è quello di riconoscere di essere malati

Quasi sempre impossibile.Questo vale per tutti i disabili mentali.
Poi c'è sempre il problema,da te ben fatto notare (la tua amica)che spesso il malato cerca di sospendere le cure sperando di essere migliorato.Ad esempio è successo ad una mia amica epilettica.
Purtroppo la malattia mentale è praticamente cronica.Mai visto da me un disabile mentale guarito.
Anche sordomuti e ciechi dalla nascita possono essere dei disabili cerebrali,lo faccio notare per chi non lo sapesse
linx linx 27/05/2011 ore 01.41.29
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare non è particolarmente frequente nella popolazione generale. Sembra infatti che ne sia affetto una percentuale che va dallo 0.4% al 1,5% della popolazione.
Ciononostante è un disturbo serio e invalidante, che merita una certa attenzione.
Chi soffre di questa condizione tende a presentare fasi depressive seguite da fasi maniacali.
Le fasi depressive sono caratterizzate da un umore particolarmente basso, una marcata e profonda tristezza e dalla sensazione che non ci sia più nulla in grado di dare piacere. Inoltre, durante queste fasi, il sonno può facilmente aumentare o diminuire, così come l’appetito; concentrarsi su un’attività diventa più difficile. A volte la disperazione ed il senso di vuoto sono così marcati che le persone pensano al suicidio.
Le fasi maniacali, in alcuni casi, sono esattamente il contrario delle fasi depressive. Sono caratterizzate, infatti, da un umore particolarmente euforico, dalla sensazione che tutto sia possibile e da un ottimismo eccessivo. Le idee ed i pensieri si accavallano rapidamente nella mente ed a volte diventano così veloci che spesso diventa difficile seguirli. Il comportamento diventa disorganizzato ed inconcludente. L’energia è tanta che spesso chi attraversa queste fasi non sente il bisogno di mangiare o dormire ed ha la sensazione di poter fare qualsiasi cosa, a tal punto da commettere azioni impulsive o compromettenti, come spese folli o imprese avventate.
In altri casi, tuttavia, la fase maniacale non è caratterizzata da umore euforico, bensì disforico, ovvero da un senso costante di rabbiosità e ingiustizia subita, intolleranza, irritabilità e, spesso, vera e propria aggressività, mancando la capacità di valutare adeguatamente le conseguenze delle proprie azioni.
Generalmente le fasi depressive tendono a durare maggiormente rispetto a quelle maniacali: di solito le prime durano da qualche settimana a qualche mese, mentre le seconde da una a due settimane.
A volte il passaggio da una fase all’altra è immediato, a volte, invece, intercorre un periodo di umore normale. Solitamente una fase insorge lentamente, mentre a volte può arrivare improvvisamente.

http://www.ipsico.org/disturbo_bipolare.htm
enigma1972 enigma1972 27/05/2011 ore 07.03.08
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ linx: Quoto al 100%
KeepOnRocking KeepOnRocking 27/05/2011 ore 08.49.15
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

linx scrive:
Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare non è particolarmente frequente nella popolazione generale. Sembra infatti che ne sia affetto una percentuale che va dallo 0.4% al 1,5% della popolazione.
Ciononostante è un disturbo serio e invalidante, che merita una certa attenzione.
Chi soffre di questa condizione tende a presentare fasi depressive seguite da fasi maniacali.
Le fasi depressive sono caratterizzate da un umore particolarmente basso, una marcata e profonda tristezza e dalla sensazione che non ci sia più nulla in grado di dare piacere. Inoltre, durante queste fasi, il sonno può facilmente aumentare o diminuire, così come l’appetito; concentrarsi su un’attività diventa più difficile. A volte la disperazione ed il senso di vuoto sono così marcati che le persone pensano al suicidio.
Le fasi maniacali, in alcuni casi, sono esattamente il contrario delle fasi depressive. Sono caratterizzate, infatti, da un umore particolarmente euforico, dalla sensazione che tutto sia possibile e da un ottimismo eccessivo. Le idee ed i pensieri si accavallano rapidamente nella mente ed a volte diventano così veloci che spesso diventa difficile seguirli. Il comportamento diventa disorganizzato ed inconcludente. L’energia è tanta che spesso chi attraversa queste fasi non sente il bisogno di mangiare o dormire ed ha la sensazione di poter fare qualsiasi cosa, a tal punto da commettere azioni impulsive o compromettenti, come spese folli o imprese avventate.
In altri casi, tuttavia, la fase maniacale non è caratterizzata da umore euforico, bensì disforico, ovvero da un senso costante di rabbiosità e ingiustizia subita, intolleranza, irritabilità e, spesso, vera e propria aggressività, mancando la capacità di valutare adeguatamente le conseguenze delle proprie azioni.
Generalmente le fasi depressive tendono a durare maggiormente rispetto a quelle maniacali: di solito le prime durano da qualche settimana a qualche mese, mentre le seconde da una a due settimane.
A volte il passaggio da una fase all’altra è immediato, a volte, invece, intercorre un periodo di umore normale. Solitamente una fase insorge lentamente, mentre a volte può arrivare improvvisamente.


Questa è la base....

Se vai a leggere poi nel dettaglio le varie tipologie di disturbo bipolare, tipo I, tipo II fino ad arrivare al borderline (che giá la parola mi manda in bestia), ti rendi conto che tutti chi più chi meno possono identificarsi in queste tipologie. Il più e il meno dipende dai traumi, dai lutti, etc che una persona ha incontrato nella sua vita.

'Ngiorno a tutti.
SADLILLY SADLILLY 27/05/2011 ore 08.50.22 Ultimi messaggi
KeepOnRocking KeepOnRocking 27/05/2011 ore 08.51.10
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

SADLILLY scrive:
@ KeepOnRocking: e continua a dire stupidaggini...


Tua personalissima opinione. Come la mia. :rosa

Con la differenza, che io non ti ho mai offesa in alcun modo, anzi.
SADLILLY SADLILLY 27/05/2011 ore 11.46.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Noi Bipolari

@ KeepOnRocking: nemmeno io.. ma e' ovvio che se sostieni che quelle sono le caratteristiche piu' o meno di noi tutti...il minimo che uno possa pensare e' che sia una stupidaggine... non ho detto che tu sia stupida, anzi. Ti ritengo molto intelligente, e ritengo che sei qui per divertirti a provocare per avere l'attenzione della gente. Purtroppo sei in un contesto poco adatto.
15749323
@ KeepOnRocking: nemmeno io.. ma e' ovvio che se sostieni che quelle sono le caratteristiche piu' o meno di noi tutti...il minimo...
Risposta
27/05/2011 11.46.47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.