Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

RJB 15/09/2011 ore 11.40.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Il mio " disturbo Bipolare "

Disturbo Bipolare.

Ciao a tutti, mi chiamo Giovanni, ho 21 anni quest'anno.
Questa malattia, mi è stata diagnosticata a Febbraio 2010. Esattamente il 10 Febbraio, sono stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell'ospedale della mia città per 1 mese e mezzo. Esco a metà Marzo / inizio aprile, mi curo per 1 settimana e mezzo. Smetto di nuovo i farmaci, e ritorno in psichiatria a distanza di 2 settimane. Il ricovero questa volta è breve, e vengo affidato a mio padre ( 10 giorni di ospedale ).
Passo 3 settimane con mio padre, dove prendo le medicine e tutto, poi per nostalgia perchè mi trovavo in Germania con lui, rientro dove abito, nella mia città, e a distanza di 2 settimane dal mio rientro, smetto i farmaci.
Arriva l'estate 2010, inizialmente, sembro essere normale. Da metà luglio, mi rinchiudo in casa fino a inizio Dicembre. Non esco più e mi pesa uscire. Mi sento a disagio con me stesso.
A DICEMBRE 2010 inizio ad essere di nuovo normale, ed uscire con gli amici che mi stanno ancora vicino, ma che per lungo tempo ho ignorato.
Arriva cosi Fine maggio, trovo un lavoro come consulente assicurativo, e lo stress del lavoro mi porta fuori rotta. Torno ad essere ad alti regimi. In data 08-09 mi faccio fare una terapia dai dottori che mi consigliano caldamente il ricovero.

ORA PRENDO DUE COMPRESSE AL GIORNO DI CARBOLITHIUM 300 MG.
E PRENDO 25 GOCCE DI CLOPIXOL LA SERA, PRIMA DI DORMIRE.

IL CLOPIXOL la sera mi "annienta" e sento ancora gli effetti la mattina.

Come posso fare per uscire da questo da solo? SENZA prendere le medicine? E' possibile? Sinceramente?

E poi, è vero che, se non mi curo quando avrò 30 anni sarò un ritardato? E vivrò in manicomio?

Sono preoccupato e non capisco più nulla sulla mia vita.

Saluti,
Giovanni

Grazie per l'attenzione, il mio è un piccolo sfogo.
8137575
Disturbo Bipolare. Ciao a tutti, mi chiamo Giovanni, ho 21 anni quest'anno. Questa malattia, mi è stata diagnosticata a Febbraio...
Discussione
15/09/2011 11.40.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
as84as as84as 15/09/2011 ore 15.34.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Potrai vivere a casa tua ma sicuramente avrai una pensione di invalidità....e una invalidità abbastanza alta...un mio amico con i tuoi stessi sintomi è si considerao in grado di intendere e volere xò ha una invalidità pari all' 88%.
Dovrai rassegnarti ad alti e bassi.Sarà difficile tu ti possa fare una famiglia.....se sei come quel mio amico....verrai lentamente laciato da parte, egli infatti è ossessivo nel cercarmi giorno e notte....appena mi vede fuori con amici e magari a lui non ho detto nulla si incazza...è anche successo che si è autoinvitato al mio compleanno e alla festa di laurea.......mangiando a strafogo....mezzo buffet da solo (avevo comprato x 30, da quando egli è arrivato a casa mia ed è rimasto fino alla fine del buffet sono riuscito a servire da bere e da mangiare si e no ad 8-9 invitati) Mi auguro per te tu riesca ad uscire dai tuoi problemi...veramente pesanti scusa la crudezza ma sento la mia libertà personale minata da quando conosco questo mio amico
16067686
Potrai vivere a casa tua ma sicuramente avrai una pensione di invalidità....e una invalidità abbastanza alta...un mio amico con i...
Risposta
15/09/2011 15.34.27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
SADLILLY SADLILLY 15/09/2011 ore 23.32.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ RJB: purtroppo nn puoi vivere senza curarti...ma curandoti con costanza e trovando i medici giusti vivrai bene.. nn sei e nn sarai un ritardato...purtroppo le oscillazioni ci saranno, anche se sempre piu' lievi se nn smetti mai le cure... c'e' chi si fa una famiglia...io do un consiglio.. quando troverai un'anima gemella...evita di fare figli... l'ereditarieta' e' fortissima e anche per un figlio che nn e' bipolare crescere con un genitore che lo e'... NN FARLO...
Ti ho nel cuore,

Una donna innamorata e maltrattata costantemente di e da un BP
laura277 laura277 31/07/2012 ore 09.04.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao Giovanni non ascoltare assolutamente quello ke ti hanno detto gli altri 2 utenti. Inanzitutto tutto è soggettivo quindi cambia di caso in caso. Io sono Laura ho 33 anni e nel 2008 mi hanno diagnosticato il disturbo bipolare, anch'io come te non volevo accettarlo e quindi non seguivo la terapia farmacologica ma poi documentandomi e avendo trovato una dott.ssa psichiatra fantastica ho accettato di convivere con questo disturbo che non è nient'altro che la mancanza di alcune sostanze fondamentali all'organismo per condurre una vita normale, quindi l'unica cosa che dovrai fare è PRENDERE SEMPRE LE MEDICINE solo così starai bene. Ti dirò di più da quando ho accettato di conviverci e quindi da quando prendo le medicine sono riuscita e riesco tutt'ora a PREVENIRE LE CRISI, penso sia fantastico riuscire a prevenirle, è il massimo che possiamo fare. Un abbraccio by Laura!
16900409
Ciao Giovanni non ascoltare assolutamente quello ke ti hanno detto gli altri 2 utenti. Inanzitutto tutto è soggettivo quindi...
Risposta
31/07/2012 9.04.19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
cristallo1978 cristallo1978 31/07/2012 ore 13.53.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao, dal 2004 al 2007 io ho fatto 4 ricoveri VOLONTARI presso una clinica privata. Il primo è durato due mesi e altri tre un mese ciascuno e io sto male dall'età di 12 anni e ora ne ho 34 però non sapevo cosa avessi, stavo sempre male e durante quei ricoveri mi è stato diagnosticato il disturbo bipolare. La mia storia è molto complessa e qui te l'ho ellustrata in parole poverissime però ti voglio dire delle cose, alcune belle altre che lo sono un pò di meno ma non sono così tragiche. Il disturbo bipolare è una patologia cronica quindi non si può curare ma solo tenere sotto controllo e anche bene però bisogna trovare i farmaci giusti e per fare questo a volte ci vogliono degli anni. Tu sei molto giovane e non è giusto che tu ti senta intontito da farmaci, per es. il mio psichiatra mi prescrive i farmaci che non intontiscono per niente, prendo: Carbolithium 750mg al dì in totale, Lamictal(che è un antiepilettico ma funziona da stabilizzatore d'umore), Abilify(che è un neurolettico, cioè antipsicotico che anche esso ha la funzione di stabilezzare l'umore), Rivotril che è un ansiolitico lo prendo al bisogno ma ci sono dei periodi in cui lo prendo anche per due mesi tre compresse al giorno quando sono molto ansiosa e poi nei periodi in cui non riesco a dormire prendo Dalmadorm da 30mg....come puoi vedere le cose che prendo sono tante ma ti assicuro che io mai mi sono sentita intontita neanche per un attimo. Forse il tuo psichiatra ti ha dato medicine di vecchia generazione che fanno intontire sì. Poi ti volevo dire che non diventerai mai demente, nè a 30 anni, nè a 40 anni, nè a 50 anni...il disturbo bipolare è un disturbo dell'umore e non porta alla demenza. Certo essendo una malattia cronica le crisi le avrai sempre ma vedi a me prima duravano con altri farmaci mesi ora mi durano uno o due giorni e a volte solo qualche ora. E a chi ti ha detto che prenderai un'invalidità alta ti ha detto una cosa falsa dal 75% al 99% si prendono 275 euro al mese che a me sinceramente sembra una miseria altrochè invalidità alta. E potrai benissimo farti una famiglia con una persona molto dolce e comprensiva però. Io non l'ho ancora trovata perchè persone così sono rare però quando ero in clinica ho visto i mariti che venivano a trovare le mogli e viceversa quindi non è vero che una famiglia non si può avere, certo magari mettere al mondo un figlio è rischioso perchè potrebbe essere bipolare anche lui/lei però per il resto non vedo problemi. Purtroppo viviamo in una società piena di gente ignorante che pensa che non potrà mai ammalarsi e sono tutti presuntuosi. Però ti devo, purtroppo, dire che senza medicine non puoi stabilizzarti, è un pò come chi ha il diabete che deve curarsi per tutta la vita. Il disturbo bipolare è una patologia come le altre e può capitare a chiunque ma tutti pensano dato che è una cosa psichiatrica che automaticamente si è "pazzi". Diffida da gente così! Sono contenta di averti scritto e se ti va scrivimi in "posta". Un abbraccio
16900992
Ciao, dal 2004 al 2007 io ho fatto 4 ricoveri VOLONTARI presso una clinica privata. Il primo è durato due mesi e altri tre un...
Risposta
31/07/2012 13.53.02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
laura277 laura277 31/07/2012 ore 17.46.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)PER CRISTALLO 1978

Ciao siamo coetanee se ti va possiamo confrontare le nostre esperienze. Un abbraccio a presto(almeno lo spero)! Ps:ci 6 su facebook?
16901653
Ciao siamo coetanee se ti va possiamo confrontare le nostre esperienze. Un abbraccio a presto(almeno lo spero)! Ps:ci 6 su...
Risposta
31/07/2012 17.46.27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
faby.ola faby.ola 07/08/2012 ore 16.39.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

as84as-ti invito ad informarti su certi argomenti prima di rispondere,creando ulteriori incertezze alle persone ,,,,il tuo amico ha la sua di condizione,ma sappi che ogni situazione e' soggettiva :PERTANTANTO,NON PUOI DIRE COSA CAPITERA' A QSTO RAGAZZO ,,,,,,SCENDI DAL PIEDE STALLO NN 6 UN MEDICO
16919228
as84as-ti invito ad informarti su certi argomenti prima di rispondere,creando ulteriori incertezze alle persone ,,,,il tuo amico...
Risposta
07/08/2012 16.39.54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
as84as as84as 13/08/2012 ore 17.02.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ faby.ola: Non sono sul piedistallo........di medici che trattano sti problemi ne conosco e parlo con cognizione di causa informandomi tramite loro.
as84as as84as 19/08/2012 ore 14.56.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ laura277:



poi mi spieghi cosa significa per te "pre-venire" dato che essendo malattia mentale ci possono anche essere fattori esterni che le scatenano.
Al mio amico bastano accenni MINIMI A DETERMINATI AVVENIMENTI che in MENO DI 10 MILLESIMI DI SECONDO SCATTA e le medicine le prende REGOLARI
Massy2122 Massy2122 23/08/2012 ore 22.04.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Scusate ragazzi ma perche' la percentuale di invalidita' deve per forza arrivare al 99% e non possono dare l'accompagno a persone anche con molti problemi psichiatrici poiche' non sono in grado di compiere gli atti della vita?

L'accompagno lo danno per tutto ma meno che per i problemi psichiatrici voi sapete rispondermi a questo quesito?

Ciao e grazie
cristallo1978 cristallo1978 24/08/2012 ore 09.19.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Caro Massy, io non so darti una risposta al tuo quesito anche perchè me lo chiedo anche io... So solo che è una vergogna e tutte le malattie sono brutte, tutte le disabilità, fisiche e mentali ma purtroppo di quelle mentali si parla così poco, quasi mai, come se non esistessero e passiamo per trasparenti solo perchè la disabilità fisica si vede invece quella mentale no ma vuoi mettere la nostra sofferenza quotidiana, le limitazioni nella vita che i nostri disturbi ci procurano...... Io non so la risposta ma penso che sia per un fatto di comodità nel senso che se si parlasse di più dei disturbi mentali e si sensibilizzasse la gente automaticamente dovrebbero sborsare + soldi quelle che stanno "in alto" e per loro è scomodo, per disabilità fisiche non possono fare finta di niente perchè come detto si vedono ma per noi sì purtroppo perchè non si vede eppure soffriamo tanto e abbiamo una vita molto invalidante. Ti mando un abbraccio e se ti va scrivimi nella "posta".
16956719
Caro Massy, io non so darti una risposta al tuo quesito anche perchè me lo chiedo anche io... So solo che è una vergogna e tutte...
Risposta
24/08/2012 9.19.00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
laura277 laura277 28/08/2012 ore 08.40.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)@ as84as@

Ancor oggi non mi sò spiegare come certa gente possa peccare di presunzione! Ti assicuro che seguendo la giusta terapia farmaceutica non si hanno più crisi, conoscendo i sintomi del disturbo si possono prevenire le crisi.Io è dal 2009 che non ho più crisi,o meglio i primi sintomi si sono manifestati e sono sempre gli stessi ovvero mancanza di sonno e di appetito,aumento le quantità delle haldol e delle tranquirit gocce e il gioco è fatto almeno x me è così. Ma se riesco io mi domando xchè non dovrebbero riuscire anche gli altri che soffrono di questo disturbo! Evidentemente è una questione soggettiva!
giulia711 giulia711 14/09/2012 ore 05.25.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ RJB:

invece di smettere di colpo cerca solo di diminuire la dose ..ho conosciuto un ragazzo che ne soffriva e dopo aver cambiato terapia è migliorato tanto da poter lavorare ma deve continuare a curarsi
auguri
Massy2122 Massy2122 24/09/2012 ore 22.58.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ cristallo1978: Ciao Cristallo comunque sulle tabelle di invalidita' civile ho trovato :

2201 DISTURBI CICLOTIMICI CON CRISI SUBENTRANTI O FORME CRONICHE GRAVI CON NECESSITA' DI TERAPIA CONTINUA 100%

Quindi il 100 ci sono patologie che danno questa grande invalidita'

Ciao






biperasmo biperasmo 18/11/2012 ore 01.20.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Caro Rgb,

nel mondo di oggi c'è una tendenza alla standardizzazione in tutte le cose che a me, oggi, appare molto più grave di quella oscillazione anomala dell'umore per la quale un medico mi diagnosticò il "disturbo bipolare". Perchè in certi casi, se ci sono certe condizioni, si può guarire da qualsiasi tipo di malattia mentale,compreso il disturbo bipolare, mentre, al contrario, non c'è nessuna "cura" per la stupidità, cioè per quel limite intellettivo che non viene considerato una patologia: spesso noi stessi non sappiamo riconoscerlo negli altri e spesso non viene quasi preso in considerazione da molti tra gli stessi psicoterapeuti! Lo stupido è talmente frequente, ha quasi sempre famiglia e figli, insomma conduce una vita del tutto normale... perchè infondo gli stupidi sono la maggioranza degli esseri umani e alla fine è più normale essere stupidi che non esserlo! Alcune delle risposte che hai ricevuto alla tua domanda altro non sono che il prodotto di questo limite che, appunto, potremmo definire stupidità.
Definire, invece, una persona come affetta da Disturbo Bipolare vuol dire che quella persona è soggetta a eccessive oscillazioni dell'umore oltre quelli che sono i limiti di oscillazione "normale" per quella persona, cioè un'oscillazioni che supera quei limiti entro i quali la mente di quella specifica persona funziona bene...
La definizione del Disturbo Bipolare viene fatta (come per qualsiasi altra "malattia mentale") dal cosiddetto DSM che altro non è che un manuale che viene emesso in occasione di un incontro tra psichiatri di tutto il mondo. Questi psichiatri altro non fanno che mettersi daccordo sui sintomi delle varie patologie e attribuire un nome e una definizione dei sintomi tipici da riferire a quel nome di malattia. Nei decenni i nomi cambiano, i sintomi anche... e gli psichiatri registrano queste variazioni, mettendosi daccordo. Ora siamo alla versione quarta (DSM IV) e in questo periodo sta per essere emessa la versone V (DSM V).
Tutto questo ha un senso e va bene nella misura in cui gli addetti ai lavori, cioè i medici psichiatri, i quali hanno, sulla malattia mentale, almeno 700 scuole di pensiero diverse, trovano, con il DSM, un punto di riferimento comune in tutto il mondo. Punto di riferimento comune ulteriormente reso complicato dal fatto che la differenza tra culture rende le malattie mentali diverse da contesto culturale a contesto culturale. Per uno psichiatra avere a disposizione una descrizione semplice e immediata di una malattia in base ai suoi sintomi è uno strumento di grande utilità pratica, perchè nel momento della esplosione della sintomatologia gli permette di poter soccorre farmacologicamente qualsiasi persona, indipendentemente dalla cultura e dal paese di origine e indipendentemente dalla causa che ha determinato il problema. In un mondo globale si può capire bene come questo sia importante...
Accade, purtroppo, anche ad alcuni tra gli addetti ai lavori, che il DSM venga preso come una Bibbia e che si finisca per frainterlo etichettando i malati mentali. E anche che si definiscano "cronici" alcuni disturbi, come quello bipolare, rispetto ad altri che si ritengono tendenzialmente acuti. Queste sono sciocchezze, stupidità... ma in un'epoca come la nostra, caratterizzata da un appiattimento verso il basso a tutti i livelli... la stupidità sta diventando l'elemento caratterizzante e predominante di ogni professione e di ogni contesto, purtroppo!
Il discorso si potrebbe allargare fin troppo, ora mi limito al tuo problema, che è stato anche il mio. Dire disturbo bipolare non dice niente sulla causa che lo ha determinato. L'umore oscilla normalmente in tutte le persone. Una persona alla quale non oscillasse l'umore puoi stare sicuro che starebbe peggio di un bipolare qualsiasi! Sarebbe morta! Finchè c'è vita c'è oscillazione dell'umore, come quando respiriamo... finchè si vive si respira...
Ma come accade per il corpo... può accadere per la mente. Ci sono malattie del corpo che mandano su di giri il respiro o che, al contrario, tendono a toglierlo, magari ce ne saranno che fanno tutte e due le cose in momenti diversi! Così accade per l'umore... ci sono problematiche della mente che possono far oscillare troppo l'umore in alto, in basso o in entrambe le direzioni. Il punto è capire la causa o le cause che determinano questo sintomo. Come per il corpo le cause possono essere tante, dall'influenza all'Aids, al cancro... così accade anche per la mente. E ciò che determina la natura della malattia, la sua cronicità o addirittura la sua malignità, ma anche la sua curabilità non è il sintomo (cioè l'andare su o giù di giri del respiro...) ma la causa... in altre parole se hai l'influenza sarai mediamente curabile in modo definitivo, se hai l'Aids non potrai mai guarire in modo definitivo... al massimo potrai controllare la sintomatologia... Così accade anche con la mente...
Non si sa quanto conti la genetica... nel disturbo bipolare come in altre malattie mentali. Ma ciò che è certo è che anche se un giorno il ruolo genetico verrà dimostrato, ciò che oggi è già dimostrato è che questo eventuale ruolo genetico, da solo, non è in grado di far sviluppare la "malattia". Questo accade spesso anche nel corpo... per esempio in quelle forme di cancro che magari vengono se sei predisposto ma anche se oltre a essere predisposto geneticamente entri in contatto continuo con certe sostanze (come per esempio il cancro del polmone legato alle sigarette...).
Tutto questo discorso per dirti una cosa: dipende da te. Da come sei te e da cosa ha determinato in te quella crisi mentale che è stata definita disturbo bipolare.
Perciò in questo momento come prima cosa fatti seguire da un buon medico psichiatra farmacologo: non importa se lui segue alla lettera il DSM IV e in cosa crede. L'importante è che non sia uno stupido e che sappia darti i farmaci giusti, lui deve solo curarti farmacologicamente... e non è necessario che si addentri troppo nelle cause che hanno determinato il tuo problema. Il suo lavoro richiede competenza serietà e professionalità, ma tutto sommato è abbastanza semplice.
Poi se vuoi trovare una soluzione definitiva al tuo problema esiste la possibilità e questa possiblità è solo di tipo psicoterapeutico. Ci vogliono tanti anni (nel mio caso ce ne sono vuluti una decina...) e tanto tanto impegno, non è una passeggiata ma ti assicuro che ne vale la pena. Nel mio caso non ho più bisogno del carbolithium, non ho più crisi da anni e posso dire a tutti gli effetti di essere guarito. Ti dico che sono guarito perchè oggi conosco i motivi del mio problema di allora e conosco il mio modo di funzionare a livello mentale. Se si possono considerare sane le persone medie che spesso sanno tanto poco di se stesse e degli altri... perchè mai dovrei considerarmi cronico io dopo dieci anni senza crisi bipolari, dopo aver tolto progressivamente i farmaci, carbolithium compreso, e un percorso che mi ha dato una elasticità di comprensione del mondo e di me stesso e anche una notevole conoscenza della mia complessità?
Tutto dipende da chi sei tu, dalle tue risorse intellettive e emotive. Tu in questo momento non puoi capire se le hai o meno... ma dal modo in cui parli ho la sensazione, certo è una sensazione soltanto, le parole in un forum dicono molto poco su chi c'è dietro... ma sento che tu dovresti averle. Scegliti uno psicoterapeuta bravo... se no lo è cambialo... e secondo me è valido quello psicoterapeuta che stabilisce con te una relazione emotivamente importante ma con il giusto distacco...e che non è lui a dire perchè tu pensi o senti certe cose ma lo fa dire a te, ti aiuta ad arrivare a capirlo da solo ... In questo penso che il cognitivismo postrazionalista sia la scuola più adatta, la più valida oggi. Sempre che ti scegli uno psicoterapeuta davvero bravo... perchè ci sono imbecilli in tutte le scuole... Un saluto e buona fortuna...
17163598
Caro Rgb, nel mondo di oggi c'è una tendenza alla standardizzazione in tutte le cose che a me, oggi, appare molto più grave di...
Risposta
18/11/2012 1.20.33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
lara.t68ch lara.t68ch 25/12/2012 ore 18.15.10
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

@ laura277: ciao. scusa quale sono i crisi? se ti va descriverli.ciao
Pandora1981 Pandora1981 29/12/2012 ore 20.53.26 Ultimi messaggi
segnala

DisperatoRE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao a tutt*.. Non so nemmeno io cosa sto facendo.. Nel senso che non mi sono mai iscritta a forum come questo,c'ho sempre girato attorno,ma ora sono davvero disperata.. Speravo che passasse,ma sono passata da mesi di stato euforico ad una depressione pesantemente invalidante,che in questi giorni di vacanza è seriamente peggiorata,nel senso che devo sforzarmi per alzarmi dal letto,non ho più voglia di fare niente e ho perso ogni interesse ed entusiasmo per tutti gli interessi che avevo. Questo,soltanto perchè quest'estate ho fatto una pazzia che mi ha fatto perdere tutto ciò che avevo costruito nella mia nuova vita.. Mi sento sola da morire e nulla per me ha più senso. Ho avuto una vita traumatica ed inquietante ma speravo che raggiunti tutti i miei obiettivi,andando poi a vivere da sola,avendo un bel lavoro per cui ho passione ed è quello per cui ho studiato..credevo che sarei stata felice.. Vorrei sapere se c'è qualcuno in linea adesso con cui parlare..
alce1962 alce1962 28/06/2014 ore 11.42.39
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Salve a tutti, io ho 50 anni, sono stato diagnosticato Bipolare cronico grave dal mio psichiatra ,ed invitato a visita d'invalidità ( di cui ho appena fatto e ho ricevuto la 104 . Assumo dai 900-1200 mg di Tolep al dì, antiepilletico ma usato da stabilizzatore d'umore , 2 mg di xanax ( mattino e pomeriggio), e 20 mg di Daparox al mattino, antidepressivo. Ansiolitici a parte che prendo da 20 anni.
Credo che sempre io sia stato così , con sbalzi d'umore, irritabilità e momenti di euforia, non è semplice vivere con un bipolare ma non credo affatto che sia invalidante al punto di non potersi creare degli affetti, lo posso dire che le mie delusioni affettive sono sempre state causate solo dalla capacità di saper dare e ricevere ,capacità che riguarda tutte le persone al mondo, cosa di cui non penso affatto sia compito di Psichiatria risolvere ..
70MASSIMILIANO 70MASSIMILIANO 16/07/2014 ore 06.14.59 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: Il mio " disturbo Bipolare "

ciao a tutti,desidero riassumere brevemente la mia storia. Mi chiamo Massimiliano 44 anni, vivo in Peru dal 2002, circa 4 mesi fa ho accusato un forte dolore al ginocchio e a causa di questo sono stato ricoverato per circa 10 giorni all'ospedale e mi hanno diagnosticato in questi giorno TRASTORNO BIPOLARE... non riesco ancora a comprendere la diagnosi sul fatto che per non aver dormito bene 4 anni in seguito al decesso di mia figlia, in seguito a crisi finanziarie e per essermi rifugiato nello studio della Bibbia, adesso mi dicano che soffro un trastorno mentale. Credo che in qualunque momento difficile della vita,qualunque essere umano soffra sbalzi di umore e debba richiedere una forza sovrumana per poter mandare avanti una famiglia... Francamente sono molto scettico sul fatto che debba utilizzare psicofarmaci... E POSSIBILE CONFONDERE UNA PATOLOGIA X PER BIPOLARISMO ?... mi piacerebbe avere maggiori informazioni in cuanto non riesco a comprendere appieno di cosa si tratti realmente tale specie di malattia.
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.19.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

save a tutti. Da 4 messi mi hanno diagnosticato di essere bipolare. sono stato ricoverato in hospedale perche sofrivo di mania di persecuzione da tutti. qualche volta facevo uso di droge leggere e di cocaina. Pero la dottoresa Psichiatra a dubitato di esere davanti a un paziente bipolare. dopo 21 giorni di ospedale facio terapia con un psichologo, Invece lui dubita che le psichosi derivano dall asunzioni di droghe. Mi sta curando pero uso lo steso Olanzapina e Depakine. Sono architeto e mi sonno apena fidanzato, avevo un lavoro imortante e sono sociale e sociopata allo steso tempo. Qumunchue adeso riesco a dormire anche se ho aumentato quasi 20 kili, andavo in palestra e facievo nuoto adesso e imosibile perche mi da faticha solo a pensarci. Ho 34 anni e penso di essere una brava persona. Non capisco cosa mi sia acaduto e tutto cosi dificile ed non riesco a stare in un posto per piu di 20-30 minuti. Se qualcuno o qualcuna di voi a la stesa esperienza mi dia una mano per favore. Quabdo chiedo all psicologo quanto tempo devo avere queste sensazioni di vuoto e di non avere niente in testa, mi dice che dipende. comunque Datemi una mano via. avevo una mente fantasiosa e molto creativa , adeso facio faticha ad alzarmi in piedi. E LA FINE ? Grazie auguro a tutti buona guarigione.
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.20.18 Ultimi messaggi
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.36.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

mi sonno molto informato su internet, ed ho avuto i miei dubi sulla psichiatria, pero aspettate tutti quando mi faccio un grande riassunto della mia vita, non e dell tutto vero che tipi di psicosi vergogne disturbi non mi erano gia accaduti. 1 sono stato sempre solitario ed rimanevo sempre a pensare cosa pensano gli altri la creativita sull disegnare, il sonno mancante. qualche volta mi sentivo su di giri e tutto. Ho letto tutto sull antipsichiatria ed a certi punti mi ci ritrovavo, pero penso che i farmaci aiutano. Ho leto qui che molti si sonno arresi dicendo che cosa sara di me, posso avere una famiglia, fino all invalidisazione, il mio psicologo mi dice il contrario.
SIAMO INVALIDI? Cosa sucede dopo il primo episodio maniacale o dopo psicosi. A quanto si alternano gli SU e GIU? cosa devo fare con la mia fidanzata? COSA e succeso alla mia vita? (ripeto che a queste domande prendo solo delle pseudorisposte dall mio psicologo). Posso essere pericoloso a i miei familiari. Come salvarmi da malatia atraverso un percorso normale?
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.36.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

mi sonno molto informato su internet, ed ho avuto i miei dubi sulla psichiatria, pero aspettate tutti quando mi faccio un grande riassunto della mia vita, non e dell tutto vero che tipi di psicosi vergogne disturbi non mi erano gia accaduti. 1 sono stato sempre solitario ed rimanevo sempre a pensare cosa pensano gli altri la creativita sull disegnare, il sonno mancante. qualche volta mi sentivo su di giri e tutto. Ho letto tutto sull antipsichiatria ed a certi punti mi ci ritrovavo, pero penso che i farmaci aiutano. Ho leto qui che molti si sonno arresi dicendo che cosa sara di me, posso avere una famiglia, fino all invalidisazione, il mio psicologo mi dice il contrario.
SIAMO INVALIDI? Cosa sucede dopo il primo episodio maniacale o dopo psicosi. A quanto si alternano gli SU e GIU? cosa devo fare con la mia fidanzata? COSA e succeso alla mia vita? (ripeto che a queste domande prendo solo delle pseudorisposte dall mio psicologo). Posso essere pericoloso a i miei familiari. Come salvarmi da malatia atraverso un percorso normale?
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.52.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

ho anche letto ce si sa pocho di questa malatia. Ad esempio i farmci che usiamo sono droge, il loro effeto sull cervello e ignoto, e che non ce nesuna certa analisi sull come presciverli e niente analisi certa sulla diagnosi. Ragazzi vi dico che sonno dell tuto normale a logica, a conversare, a leggere libri, solo che mi da stancheza e inutilita il farlo. sonno educato e molto afetuoso,solo che degli vechi ricordi mi distrugono. Vi dico questo non per aniarvi ma perche ho letto che molti di voi nella chatt parlano di invalidita !!! In ospedale vedevo gente veramente ridotta male, con spasmi urla e molte altre nonformali comportamenti, Mi volete dire che siamo come loro . O diventeremo come Loro. non ho niento contro di loro. POi vi dico che le psicosi mie erano veramente strane (Il psicologo mi dice sempre che sono psicosi da cocaina) pero non e mica facile pensare che un messe prima andavo benisimo ed cosi da un giorno alla altro pensare delle cose stranisime ed aver fatto una figura di M.. all mio uficio !!!
george.1979 george.1979 09/10/2014 ore 17.57.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Devo continuare con l olanzapina e depakine anche se mi rovinano tutto.? Sto guarendo o mi facio sollo efetto mascera dell disturbo ? Posono avermi indoto le droghe a questo punto ? qualchuno sa dirmi se la sua storia si avicina alla mia?
Comunque se vi va di comunichare fatemi sapere, sono diplomato e non vi stanchero.
vinzino vinzino 16/11/2014 ore 02.06.58
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao a tutti spero che ancora questo forum sia attivo mi son iscritto cosi magari posso dar o ricevere consigli ;-)
bipofriend bipofriend 04/05/2016 ore 17.31.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao a tutti io ho avuto la diagnosi bipolare nel 2008 e ora sono tre anni che conduco una vita pressoché normale, ma ho passato l'inferno e la malattia ha rovinato la mia vita. Se volete parlare, consigli, confronto, informazioni su medicine, QUALSIASI COSA contattatemi pure.

bipofriend@libero.it
sergio1979ct sergio1979ct 13/05/2016 ore 17.05.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

ciao,mi chiamo Sergio e ho 36 anni e da 20 sono affetto da alcune patologie che mi sono state disgnosticate in cartella clinica,partendo dalla schizofrenia paranoide,disturbo bipolare,e la più frequente patologia diagnosticata è il disturbo schizoaffettivo,volevo dirti che non è vero che non puoi avere una vita sentimentale,io sono sposato e ho anche 2 figli e ti posso dire che curandomi con i giusti farmaci( me ne hanno cambiati molti prima di azzeccare quelli giusti) vivo una vita normalissima
io faccio una terapia depot di xeplion da 100 mg al mese e tiu posso dire che è un ottimo farmaco e non da problemi al fegato,adesso non so che tipo di medicine prendi tu,ma magari puoi provare a parlare col tuo medico per trovare uan soluzione,ti saluto e ti auguro di stare bene e trovare il tuo equilibrio nella vita
tacsi69 tacsi69 06/06/2017 ore 16.46.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Il mio " disturbo Bipolare "

Ciao a tutti, la mia prima diagnosi di sindrome bipolare è arrivata nel 2009 perché avevo avuto un episodio violento nel quale ho spaccato mezza casa! Da quell'anno sino al 2012 sono stata ricoverata alcune volte...più che altro all'inizio non accettavo la malattia, né tantomeno i farmaci. Pensavo che le terapie fossero roba per pazzi furiosi e saltandole facevo ricadute. Dal 2012 in avanti ho trovato una brava psichiatra di Genova ed anche una psicologa che mi seguono. Io prendo 2 Depakin 500 chrono al giorno e un Nozinan da 25 prima di dormire. Nei periodi più a rischio di crisi aggiungo l'En...poche gocce la sera. Così facendo ho trovato il mio equilibrio, inoltre col passare del tempo ho imparato a prevenire, scovando sul nascere i primi subdoli sintomi di una crisi. Perciò consiglio a tutti quelli bipolari come me di seguire sempre le cure consigliate dallo specialista e di non mollarle mai!!! Soltanto così si può condurre una vita normale e serena. Vero è che le medicine qualche controindicazione ce L'hanno, io ad esempio sono molto ingrassata, però l'equilibrio e la salute mentale nel paziente con questi problemi sono le due cose più importanti...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.