Mondo diversamente abile

Mondo diversamente abile

Un punto di incontro e di dialogo tra ragazzi diversamente abilii e tra chi vive a loro stretto contatto.

nelly.1977 19/06/2013 ore 20.11.04 Ultimi messaggi
segnala

Dubbioso mi aiutate?

Ciao a tutti

vorrei tanto un parere su una "vecchia storia" per me ancora tanto attuale con un uomo un po' "speciale".
Quello che mi ha attratto di lui è stata la sua "sensibilità" davvero particolare, difficile da esprimere a parole.
In cambio però ho avuto a che fare con altrettanta instabilità...e mi fermo qui perchè non voglio e non posso far diagnosi.

Vorrei tanto un parere in primis da parte di persone affette dal disturbo bipolare o borderlaine: so che è una richiesta un po' "matta", ma penso che siano gli unici (o quasi) a potermi dire se la persona che ho conosciuto è uno di loro o se sono io la visionaria...che vuol vedere una malattia dove non c'è!

Se vi racconto la mia storia, me lo date un aiutino? :shy
8239271
Ciao a tutti vorrei tanto un parere su una "vecchia storia" per me ancora tanto attuale con un uomo un po' "speciale". Quello che...
Discussione
19/06/2013 20.11.04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
nelly.1977 nelly.1977 28/06/2013 ore 07.29.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

ciao carissima e grazie della risposta!
L'idea che m sono fatta è che eftettivamente possa soffrire di ciclotimia, + che del disturbo bipolare in sè e per sè. Ma d malattie ce ne sono tante e nn posso fare diagnosi.
Ti ho chiesto l'amicizia perchè t vorrei scrivere in privato, se nn ti disturbo...
ciao
17580391
ciao carissima e grazie della risposta! L'idea che m sono fatta è che eftettivamente possa soffrire di ciclotimia, + che del...
Risposta
28/06/2013 7.29.08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
uomo.unico uomo.unico 09/07/2013 ore 02.04.47 Ultimi messaggi
segnala

TristeRE: mi aiutate?

ciao nelly.1977 ciao 1974.claudia vorrei darvi un aiutino se mi raccontate la storia... solo oggi ho visto ( da ieri sono anche sul forum misteri....in assoluto, neofita, su questo sito!) però in privato e vi chiedo amicizia. ciao angelo.
navant navant 08/09/2013 ore 18.49.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

Ciao Nelly, che dire ? Di bipolari ce ne sono in giro tanti. E' un male molto comune. Ho una cara amica che è dichiaratamente bipolare oltre che laureata in psicologia. E non è facile. Alternano, come gia detto piu in alto, momenti "UP" e "DOWN".
Dal canto mio ho chiuso una storia sentimentale con una donna dalla personalità invece di tipo schizoide. Era (ed è tuttora) una persona meravigliosa dalla sensibilità spiccata, ma purtroppo era come stare con Dr.JAkyll e Mr.Hide. Questo disturbo è caratterizzato -tra le altre- da una incapacità a riconoscere i propri sentimenti; per cui il soggetto diventa anaffettivo e con una totale e sconvolgente mancanza di empatia. Insensibilità, espressioni facciali sempre neutre...ecc.ecc..
Nel caso della mia donna, questo disturbo riaffiorava (o per meglio dire, lei "si ritirava") quando veniva sollecitata sul piano emotivo/affettivo. Per cui nella vita di tutti i giorni è una persona del tutto normale e autonoma. Tuttalpiù, la si può confondere con una introversione.
Posso confermare che questi disturbi si sviluppano spesso come reazione di difesa a ferite avute durante l'infanzia: in questo senso la mia compagna ne aveva ben donde.

MA quello che mi preme dirti aldilà del tipo di disturbo, è che dopo averla lasciata, non riuscivo a darmi pace. Mi ero imbruttito e non facevo che rimuginare ritenendola responsabile di tutto e della fine del nostra storia.
Ho capito solo dopo un po' che dovevo capire ed accettarla cosi com'era; non era stata colpa sua.
Se volevo guardare avanti, mi sono reso conto che era importante PERDONARE.

Oggi sono più sereno perché quando mi capita di pensare a lei, so che è stata eroica: ha amato cosi tanto da mettersi in pericolo. Sapeva che non poteva permetterselo ma ha voluto rischiare lo stesso. Abbiamo perso la scommessa ma ci siamo arricchiti entrambi. :-)

In bocca al lupo NElly!
17665542
Ciao Nelly, che dire ? Di bipolari ce ne sono in giro tanti. E' un male molto comune. Ho una cara amica che è dichiaratamente...
Risposta
08/09/2013 18.49.24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
nelly.1977 nelly.1977 09/09/2013 ore 11.45.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

@ navant:
caspita!
Grazie innanzitutto della tua testimonianza. Bella e scritta in modo chiaro. Grazie davvero.

La tua lei e il mio lui avevano qualcosa in comune: una sorta di doppia personalità...
La storia qui non l'ho raccontata perchè troppo lunga e penso non interessi a nessuno, ma posso solo dire che nelle 2 uniche volte in cui ci siamo visti ho avuta netta la sensazione di incontrare 2 persone diverse. Diverse non solo per l'umore (tutti possiamo avere giornate si e giornate no) ma anche per gli obiettivi e le opinioni verso cose, situazioni, persone, tra cui la sottoscritta.
E forse anche lui ha paura dell'amore...
navant navant 10/09/2013 ore 17.40.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

@ Nelly:
Vi siete visti solo 2 volte ? beh, credo forse che sia un po' presto per avanzare delle conclusioni. A meno che il tuo uomo non abbia fatto delle cose talmente lampanti da far stropicciare gli occhi...
Generalmente non ci si rende conto subito. Si pensa a qualche pecca caratteriale, ma non si parte subito pensando a delle nevrosi quando non addirittura a delle psicosi.
Io stesso ci ho messo un po' prima di capire che qualcosa non quadrava. Non è stato immediato.
Figurati che persino gli psicologi sbagliano diagnosi. O per meglio dire capita spesso che sulla stessa persona, diversi psicologi diagnostichino disturbi diversi(anche se simili). Ma anche su di un disturbo specifico stesso, ci sono vari livelli di severità: dal grado lieve a quello più grave; che fa si che in pratica diventino dei disturbi totalmente diversi tra loro, nonostante abbiano lo stesso nome.
Tutto questo per dirti che ogni caso è a sé. MA anche che forse stai correndo troppo con le conclusioni. :-)
17668338
@ Nelly: Vi siete visti solo 2 volte ? beh, credo forse che sia un po' presto per avanzare delle conclusioni. A meno che il tuo...
Risposta
10/09/2013 17.40.12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
nelly.1977 nelly.1977 10/09/2013 ore 19.19.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

già...ma dovrei raccontare molti particolari per spiegarmi meglio. Mi rendo conto che con quel poco che ho detto tutto possa essere frainteso, ma ho le mie buone ragioni per pensare che abbia qualcosa. A volte anche d'impatto possiamo cogliere molti segnali, anche se poi li lasciamo seppellire dai ragionamenti.
Grazie in ogni caso dell'intervento
17668516
già...ma dovrei raccontare molti particolari per spiegarmi meglio. Mi rendo conto che con quel poco che ho detto tutto possa...
Risposta
10/09/2013 19.19.30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
tigrottina1988 tigrottina1988 03/10/2013 ore 11.01.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

Ciao ..mi permetto solo di dirti che, essendo tu coinvolta emotivamente, non sei nel ruolo adatto per fare diagnosi o porti problemi "tecnici" in merito alla presenza o meno di un problema psichiatrico o di altra natura. Questo non perchè tu non ne sia in grado,ma semplicemente perchè non è compito tuo :)
Quando iniziamo una relazione con qualcuno dobbiamo solo sentire, e chiederci, una cosa: ce la sentiamo di affrontare quello che stiamo vivendo? senza dare per forza un nome a questo.
L'unica cosa che puoi fare, se tieni a questa persona, è conquistare pian piano la sua fiducia al punto tale da "permetterti qualcosa in più", anche entrando nel merito delle sue difficoltà. Se questo non è possibile, per resistenze sue o tue, ricordati che non siamo qui a fare beneficenza a nessuno..un rapporto dev essere un arricchimento, se ci crea malessere vuol dire che non è la situazione o il momento adatto...
17704640
Ciao ..mi permetto solo di dirti che, essendo tu coinvolta emotivamente, non sei nel ruolo adatto per fare diagnosi o porti...
Risposta
03/10/2013 11.01.01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
nelly.1977 nelly.1977 08/10/2013 ore 20.14.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

ciao Tigrottina, bell'intervento! Ti ringrazio davvero!
Ti dò ragione sulla questione del coinvolgimento e su quel che ne discende, ma il problema me lo ero posto perchè mi son trovata davanti un tipo alquanto strano...strano anche negli aspetti positivi.
E' vero che non compete a me fare diagnosi, sia perchè sono coinvolta sia perchè non ne ho gli strumenti (son laureata in economia, non in medicina). Ma purtroppo (o per fortuna) ho imparato con l'età che certi comportamenti, certi atteggiamenti sono patologici, anche in presenza di (un'apparente) normalità.
Pensiamo a quanti sebrano sereni e poi si lanciano nel vuoto: eppure erano così normali...Ma certi segnali c'erano e andavano colti. Perdona la "pesantezza" dell'esempio, ma prova ad immaginare se non c'è nemmeno la beata normalità...
Questo nn significa che chi è un po' sui generis debba per forza essere malato, ma lui lo era molto... :mmm
Non sono qui per foar diagnosi o per richiederne, ma solo per avere un confronto. Lui mi piace, non dovrei dirlo ma.....sono proprio cotta a puntino...So che eccessivo dal momento che di fatto non lo conosco, ma sensazioni così non le ho mai provate. Ergo....non mi può fregare nulla di quello che ha o no, nè cerco di "salvarlo" (mai fatto con nessuno). Vorrei solo capire - se ha qualcosa (ovvero: ammesso e non concesso) - come fare a conquistare quella fiducia, di cui hai sottolineato anche tu l'importanza...
Insomma: se sono un maschietto e vengo dall'altra parte del mondo e alle donne del mio paese regalo solo noci di cocco, una volta in Italia se m'innamoro di una ragazza vorrei capire cosa regalarle e lo chiedo alle italiane...Poi certo, l'amore è un'altra cosa: sguardi, sensazioni, emozioni che vanno ben oltre la lontananza geografica o la malattia, ma conoscere le regole di chi vive "nell'altra parte del mondo" aiuta e non poco...
tigrottina1988 tigrottina1988 10/10/2013 ore 10.37.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

capisco benissimo ma ti ripeto, puoi solo cercare di conoscerlo, vedere se riesci a "convivere" con i suoi aspetti "strani"...ma limitarti a considerarli strani! Io ho forse un occhio clinico più sviluppato anche per via della professione che svolgo, quindi so benissimo che spesso anche dietro un lieve atteggiamento si può nascondere ben altro oppure che a volte è palese che un atteggiamento sia patologico,ma dobbiamo ragionare prima come persone e poi come "esperti" (a vario titolo) del settore.
L'unica cosa che puoi offrire è la tua voglia di conoscerlo e di farti conoscere, senza magari esporti troppo se vedi che c'è un rischio di coinvolgimento che potrebbe nuocerti.
Ci può stare che tu non voglia "salvare" nessuno,ma dietro questa ostinazione nel voler capire e approfondire non credi che inconsciamente ci sia qualcos altro?
nelly.1977 nelly.1977 16/10/2013 ore 13.05.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

c'è che un sentimento simile non l'ho mai provato...
Passione, coinvolgimento, compagnia, feeling, stima non mi sono sconosciuti ma forse (anzi senza il forse) è la prima volta che rimango così coinvolta e...non so perchè.
Altre volte mi è capitato di avere a che fare con personalità sui generis, con uomini che per una ragione o per l'altra avevano un'interiorità complessa e travagliata, ma non mi sarei mai definita innamorata. Coinvolta si ma innamorata no.
Lo so che è pura pazzia perchè non posso certo dire di conoscerlo, ma è successo. Eppure subito non ero così sicura di volerlo rivedere...ma "la storia" (intesa come esperienza, non come relazione) è lunga e preferirei raccontarla solo in privato.
Non so perchè sono "caduta" così; forse perchè stavo bene con lui, sentivo che c'era dialogo, insomma che eravamo per molti aspetti sulla stessa lunghezza d'onda.
Ma come ho detto + sopra lui cambia come un camaleonte...rompendo gli schemi! Di qui i miei dubbi...
tigrottina1988 tigrottina1988 17/10/2013 ore 12.31.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

ecco... il mio dubbio, invece, riguarda la tua necessità di mettere al primo posto la volontà di capire piuttosto che dar retta (cosa più ovvia) all "istinto di soopravvivenza"
nelly.1977 nelly.1977 23/10/2013 ore 19.30.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

@ tigrottina1988:
...che mi direbbe "lascia perdere"...

Ma ho un istinto + forte: che è quello di rivederlo....
quellap.sadiunafake quellap.sadiunafake 21/11/2013 ore 10.41.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: mi aiutate?

ti consiglio di leggere
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA

DIP. DI CHIMICA BIOLOGICA, CHIMICA MEDICA E BIOLOGIA MOLECOLARE

SEZIONE DI PSICHIATRIA

GRIMALDI DI TERRESENA LIRIA, DE GRANDI MARIACLARA, INGA FIAMMETTA, CRISTOFOLINI MAURIZIO

DISTURBO BORDERLINE E DISTURBO BIPOLARE: DIMENSIONI DI PERSONALITÀ A CONFRONTO
-----------------------------------
tuttora considerato il piu avanzato studio su tale argomento
lo troci su
http://www.formazionepsichiatrica.it/rivista/pag-23.html


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.