Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

Dante.io Dante.io 12/03/2008 ore 13.11.55
segnala

Impressionatoil mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni

mitico zio peppino.
non s'è mai sposato, e questa la dice lunga sulla sua intelligenza, ed e' stato il mio secondo padre, spesso piu' presente del primo, perche' il primo era sempre in giro.
fratello di mia mamma, era scapolo e preside, uno dei piu' giovani presidi di liceo italiani, dopo aver insgnato anche all'universita' per alcuni anni.
tutto quello che lo interessasse era il contatto con gli studenti, infatti appena poteva, smetteva di fare i lpreside e sostituiva, ben felice, il professore assente.
di qualunque materia, tranne educazioen fisica e religione
:-)))
Le sue lezioni erano memorabili, e rendevano quieto ed attento pure gli studenti piu' svogliati.
non era raro che i professori di due sezioni diverse gli chiedessero di tenere una lezione comune a due o piu' classi su qualche argomento.
parlava fluentemente greco antico e latino, e con la stessa naturalezza e semplicita' con cui io mi accendo na sigaretta, lui conosceva a memoria ed a menadito la filosofia, la letteratura e non solo italiana, storia, scienze.. tutto.
cazzo che memoria aveva. Era sovrannaturale.
non aveva mai duibbi sulel date e sui posti ove fosse successa alcun avvenimento storico, o di qualunque altro argomento.
aveva conosciuto ed era stato amico di Renato Caccioppoli, nipote di Bakunin, ed uno dei maggiori matematici italiani mai esistiti.
Se avete delle curiosita', andate a vedere chi era sto caccioppoli.
un genio totale.
ricordo un episodio di mio zio: una volta gli chiesi lumi circa la corretta traduzione di una frase di omero, che sarebbe stata oggetto della mia interrogazione per il giorno dopo.
gli dissi come ce l'aveva tradotto la professoressa.
lui fece una smorfia schifata - era tipico che le facesse, visto che secondo lui un sacco di gente diceva fesserie - poi mi disse: prendi quel libro in quello scomparto della libreria.
lo presi
aprilo alla pagina 82, verso la fine.
infatti la traduzione corretta era la'
:sbong
mentre leggevo, comincio' a declamare in greco quel pezzo scritto da omero.
quel pochissimo, anzi niente che so, lo devo a lui, principalmente, poi ai suoi libri, e soprattutto alla sua pazienza con un nipote troppo intellettualmente scarso per stargli anche lontanamente alle calcagna, da un punto di vista culturale. Sta cosa mi ha sempre fatto alquanto incazzare, pero'. Forse e' l'unica persona per la quale ho provato qualche forma di invidia.
Dunque, io avevo in casa internet prima ancora che ci fossero i computer ed i modem.
ne ho abusato, perche' come studente ero parecchio distratto dalla topa e da altro.
aveva un numero incedibile di libri, avendo riempito due stanze e ripostigli vari della mia casa.
infatti viveva con noi.
la gran parte dei suoi libri se li e' tenuti mia sorella.
io non ho potuto tenerne piu' di un paio di migliaio.
quanti fossero in totale non lo posso dire, perche' passerei per cazzaro.
ma era un numero strabiliante.
era appassionato giocatore di scopone e scopa, e quando ero con lui, una decina di partite ogni sera non me le toglieva nessuno.
ma non mi pesava: ero in compagnia di google vivente, senza manco il fastidio di scegliere la risposta giusta in mezzo a 10.000 pagine visualizzabili.
semplicemente, me la dava all'istante.
mi manca molto. ma proprio molto molto.
ma non tanto per la sua cultura sconfinata.
perche' era una persona buona.
L'altro enciclopedico che ho conosciuto era un prete.
un vecchio prete in pensione, che conobbi quando ero in collegio.
Tutti lo chiamavano non per nome, ma per cognome.
lo chiamavano Don Gallo, ma io che ero stronzo fin da ragazzino, lo chiamai PapaGallo.
e quel sopranniome, da quel momento, si becco' da tutti i collegiali.
lui faceva per tutti i collegiali, per aiutarli nello studio, e per sentirsi utile, lo Zio Peppino dell'Istituto.
lui conosceva e parlava fluentemente 18 lingue, essendo stato pure missionario.
un episodio che mi e' rimasto impresso, e che condiziono' per i lfuturio i nostri rapporti fu il seguente: stavo rientrando dal ginnasio, alle 13, e trovo lui nell'androne del collegio.
lo saluto e mi sfugge un libro di mano
mi piego per prenderlo, e mentre lui disse, veloce "l'hai raccolto immediatamente: buon segno"
da quel momento sentii che potevo andare da lui liberamente, per farmi le mie solite lunghe discussioni su questo e su quell'altro argomento, perche', fin da ragazzino, sono sempre stato molto curioso.
Papa Gallo era meno severo verso il mondo rispetto a mio zio, ma pure lui , credo di aver capito, considerava le persone in genere mediamente primitive.
sem,pre culturalmente, intendo.
sotto questo popo' di stimolanti culturali, so' veuto fora io.
primitivo culturalmente, ma poi qua ci siete voi, cari chattaroli e bachecari, che mi servite a tirarmi su il mio ego altrimenti seriamente compremesso e depresso.
siete il viagra per il mio ego, beccaccioni.
grazie pure a voi di esistere
:-)))
partenopeaDOP partenopeaDOP 12/03/2008 ore 13.33.03
segnala

(Nessuno)RE: il mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni


Anche io ho uno zio così, ed è anche un prete. Due in uno :-))) mi piacerebbe passare più tempo con lui, inteso come uomo anche perchè come prete delle volte abbiamo punti di vista differenti, purtroppo sono una nipote distratta :-))) e lascio che mi sfugga o forse sono io che nn sono ancora ingrado di stargli dietro, molto probabilmente nn succederà mai. Anche lui è severo, forse più con se stesso però il suo modo di fare mi affascina, lo ascolterei ore. Della famiglia è il punto di riferimento.

Buon pomeriggio Dante

:rosa
Dante.io Dante.io 12/03/2008 ore 13.42.15
segnala

(Nessuno)RE: il mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni


io non ho piu' nessuno.

usali, i tuoi, finche' ce li hai.

perche' avere rimorsi e' molto meglio che avere rimpianti.


soleacqua soleacqua 12/03/2008 ore 14.01.27
segnala

(Nessuno)RE: il mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni

:-) :rosa
kipling2 kipling2 12/03/2008 ore 14.26.16
segnala

(Nessuno)RE: il mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni

Sono contento a partecipare all'innalzamento del tuo ego, sono sempre stato portato per le buone azioni... :-)))
Dante.io Dante.io 12/03/2008 ore 14.39.14
segnala

(Nessuno)RE: il mitico zio e un prete. Gli ultimi enciclopedici moderni


sono io che devo ringraziare

:sbong

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.