Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 16.47.07
segnala

Divertitoun pò di storia...

Ci fu un giorno, negli anni sessanta circa, un chiacchiericcio critico di contestazione e di protesta che andava crescendo negli italiani, sostenuto da uomini e donne che rivendicavano una loro autonomia e libertà di comportamento sentimentale e sessuale. Un cambiamento di mentalità che si affiancava nel ’68 alle occupazioni universitarie e il ’69 alle lotte operaie. Protagonisti di quella che era chiamata la rivoluzione sessuale furono i giovani e, sopratutto per fortuna, le donne. Venne chiamata dalla sinistra la “rivoluzione sessuale”!


Mai rinnegata 'sta rivoluzione, sia ben chiaro a tutti eh? :hihi

:-)))
testarda.io testarda.io 01/09/2009 ore 16.59.41
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

come dicono....la verità sta,quasi sempre nel centro:-)))
come dico io, un pò meno rivoluzione e più rispetto nella dignità personale,forse,avrebbe evitato di fare del mondo un bordello a ciel sereno:sbong
forse quelle signore che sarebbero divenute madri poi,ci avrebbero un pò ripensato,giusto un pochino nel correre con le tette al vento come se avessero conquistao chissà che....perdendo il rispetto dell'essere donne.se il risultato è quello di avere bimbe di 10-12 anni fanno il pelo e contropelo ai bimbetti dentro i CESSI....bè,chiedo scusa ma la rivoluzione era meglio rimanesse dentro il numero limitato di mutande di quelle figlie dei fiori!

ma questo è un pensiero troppo personale e allora...VIVA LA RIVOLUZIONE A TUTTO BUCO...OPS VOLEVO DIRE A TUTTO TONDO:-)))
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 17.09.32
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

bona la prima Testà! :hihi


:-)))
iocaimano iocaimano 01/09/2009 ore 17.17.21
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

quindi quelle mamme che non avevan le tette al vento hanno adesso le figle sante. :-(

Le DONNE DONNE , quelle davvero impegnate, di tette al vento ne avean pochè, anchè perchè avean u profondo rispetto per il loro corpo.


Ma forse abbiam visto due film diversi.



E per concludere, a prescindere che non vedo differenza alcuna se è un lui o una lei a prender l'iniziativa,magari se son piu le lei, le lei non avranno più clienti sulle strade, ma questa è una altra storia, la degenerazione dei costumi se cosi la vogliam chiamare nn è figlia della rivoluzione sessuale, ma del consumismo.


ahhhhhhhhhh la testa e non la tett
vensolo vensolo 01/09/2009 ore 17.25.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

impossibile sintetizzare una stagione sociale in un post, cerco di scrivere alcuni punti.
1 spesso la società si muove come il pendolo, da un estremo all'altro, il centro non lo raggiunge facilmente; la stagione prima degli anni 60 era conformista, puritana, impaurita dalla guerra fredda, impegnata nel ricostruire molto repressiva, le donne hanno votato per la prima volta nel 46. 2 lo spostamento è avvenuto a partire dagli anni 60, prima con figure storiche come Kennedy Krushev e papa Giovanni XXIII che interpretavano fermenti presenti nelle società, e la crescita dei baby boomers, i giovani nati dopo la guerra, liberi dai condizionamenti del precedente regime. Il fresco miglioramento sociale dava la base per richieste di dignità, autonomia ecc. e il lavoro delle donne forniva loro spazi di nuova autostima. La stagione della contestazione, in USA, Francia. Italia, Germania, Cecoslovacchia, ecc ecc avanzava richieste di fantasia, democrazia non burocratica, solidarietà, auto decisione. Non poteva fare la rivoluzione, ma ha innovato molto nel modo di pensare e in molte conquiste civili per prime il divorzio e l'aborto senza le mammane. Ha anche portato ad un mondo più laico, meno concordatario e gerarchico.
vensolo vensolo 01/09/2009 ore 17.36.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

come in uno stagno, ora le alghe putride si richiuderanno sulla superficie, e le erbe putride sono i modi di mercificare attizzare vendere e NEGARE le cose che non erano nate così negli anni 60 70. il sesso non controllato dal potere religioso quante volte con chi come non voleva diventare il mercato delle veline l'ammiccamento e l'ostentazione dei culi sulle reti televisive. LA DROGA,le droghe aspirate, iniettate, fumate e trincate (mettiamoci anche il tabacco e il vino, altro che i due bicchieri). Ogni tanto oltre che combattere l'offerta di droga bisognerebbe capire come mai la DOMANDA DI DROga, SE QUESTA è LA SOCIETà BUONA,
tricia tricia 01/09/2009 ore 17.37.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

sarà, ma al primo ragazzotto che mi disse "scopiamo" gli ho mollato uno sganassone :-)))
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 17.41.16
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

@ vensolo: ecchecazzo Vensolo! m'hai distrutto il post... :-(



:-)))
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 17.42.15
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

Triciò eri più adatta a spolverare? :-)))


:bacio
vensolo vensolo 01/09/2009 ore 17.48.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: un pò di storia...

alle nuove figlie di Maria, che però non ritengo stupide se non sono in malafede, la frase del buon Erberto
OSCENA NON E LA FOTO DELLA DONNA CHE MOSTRA IL PELO PUBICO, MA QUELLA DEL GENERALE CHE OSTENTA LE MEDAGLIE VINTE IN VIETNAM

cambiamo i nomi, mettiamo il paese che volete voi, di qua e di la per il mondo, ma medaglie e droga di rurri i tipi ne girano ancora

non gettare via il bambino con l'acqua sporca

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.