Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

tricia 01/09/2009 ore 17.48.23 Ultimi messaggi
segnala

Perplessobrutta cosa le generalizzazioni

ci fanno dire un sacco di bischerate. Per esempio sui gay: chi è di vedute aperte li difende a spada tratta, chi un pochino più ottuso, li condanna a prescindere. Se ci penso bene, avendo avuto a che fare tutta la vita lavorativa con i gay, ne ho conosciuti di stronzi tremendi, anzi di stronze e di favolosi. Semmai critico o assolvo l'individuo, a prescindere dalla preferenze sessuali, idee politiche o gusti. Voglio dire che mi sembra comunque di ghettizzarli parlando di loro come una razza a parte. Sono individui, buoni o cattivi, leali o infidi, antipatici o piacevoli, ma sono individui, persone e come tali bisognerebbe parlarne.
Mi è venuto in mente questo leggendo il post del sor kip sul sindaco gay di Berlino; se è un buon sindaco, una persona per bene, non è importante che sia o no omosessuale, è un dettaglio assolutamente personale.
Mi mancano tanto i miei ragazzi :-)
7951083
ci fanno dire un sacco di bischerate. Per esempio sui gay: chi è di vedute aperte li difende a spada tratta, chi un pochino più...
Discussione
01/09/2009 17.48.23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 17.50.53
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

eppure, eppure c'è chi lo usa come termine discriminante... come negro, ebreo o comunista diceva il buon Guccini! :-)))


:-)))
mara1 mara1 01/09/2009 ore 17.51.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni




condivido pienamente... se iniziassimo a parlare di "persone": per bene o di farabutti e delinquenti per fare un distinguo, probabilmente molte cose andrebbero meglio, soprattutto in termini di rispetto :-)

ciao bea fia, buona serata :flower
tricia tricia 01/09/2009 ore 17.52.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

poveri di spirito e di mente sor kip, non vanno presi in considerazione ;-)
tricia tricia 01/09/2009 ore 17.53.19 Ultimi messaggi
mara1 mara1 01/09/2009 ore 17.58.41 Ultimi messaggi
tricia tricia 01/09/2009 ore 18.16.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

assolutamente d'accordo beattaccio, è quello che volevo dire :ok
Dante.io Dante.io 01/09/2009 ore 18.18.32
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

:-)))
poi ci sono le teste di minchia
quelli per cui essendo negro, gai o marziano, o pure clandestino stracumunitario per forza di cose e' degno di maggiori attenzioni di tutti l'altri.
c'è un mezzo mussulmano in classe?
via i criocifissi
e l'altri 25 bambini criustiani?
si fottano
non si puo' offendere un mussulmano facendolo convivere con un pezzo di legno sul muro

:-)))
il razzismo all'incontrario
:-)))
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 21.40.19
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

il concordato storico con la chiesa stabilisce come religione di stato quella cattolica, strano era il 1929 e la costituzione (1948) dice che «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali (…)». Nel 1984 si giunse ad una modifica del concordato, firmata dal primo ministro Bettino Craxi e dal cardinal Casaroli, con la quale si aboliva l’anticostituzionale riferimento alla «sola religione dello Stato».
Il signor Adel Smith ha fatto ricorso al Tribunale dell’Aquila per ottenere un’ordinanza che provvedesse a rimuovere il crocifisso dalle aule delle classi frequentate dai propri figli. Da qui il dibattito che ne è seguito si è trasformato in una guerra tra religioni. Credo che nessuno possa imporre un'icona che non tutti, me compreso, gradiscano....
gatta47 gatta47 01/09/2009 ore 21.54.54
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

quello che nn capisco .. è ,partendo dal presupposto che si deve "giudicare" (intendo a livello di filing) un individuo nella sua interezza ,e nn nei dettagli ,che possono essere religiosi ,o sessuali .o altro, son convinta che si tenda sempre a generalizzare,se perchè x esempio se in una scuola oppure nell ambito lavorativo si obbliga a levare il crocifisso oppure a levare il iburka ,in entrambi i casi io ci trovo imbecillità
kipling2 kipling2 01/09/2009 ore 22.03.23
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

un luogo pubblico statale deve essere al di sopra di qualsiasi identità se non quella nazionale, nessuno protesterà se nelle scuole del Vaticano ci sono simboli religiosi, ma nell'aula statale trovo giusto che non ci sia un'identità religiosa, ma solo quella laica e cioè la foto del presidente della repubblica italiana, se poi ci sono studenti con appeso al collo il crocefisso nulla da dire esattaamente come non avrei nulla da dire se ci fosse una donna col burka o un sik con al collo le tre k! :-)


per i gusti sessuali sfondi una porta aperta... :-)
GEORGECLOONY GEORGECLOONY 01/09/2009 ore 22.09.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

l'ordine sociale è sicuramente più proficuo dell'ordine precostituito.......... le generalizzazioni e i preconcetti non fanno altro che amplificare fenomeni superabili tranquillamente con il buon senso..... :ok
gatta47 gatta47 01/09/2009 ore 22.16.55
segnala

(Nessuno)RE: brutta cosa le generalizzazioni

ciao kip :-))) io personalmente son laica .. x cui a me nn dà certo fastidio nessun simbolo religioso , ciò che intendo dire che la religione checchè si dica è da sempre ritenuta una componente importantissima d identità nazionale , sulla base di questo ritengo giusto che ogni nazione decida liberamente se far entrare, o no la religione anche nelle scuole ,uffici,ecc ecc se questo è la volontà del popolo sovrano :-)) dall altro canto però si deve lasciar la libertà anche agli stranieri di poter coltivare la loro cultura senza x questo essere perseguitati ...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.