Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

geum 11/09/2011 ore 13.17.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)BUONA DOMENICA CON.....




In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore,
se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte
dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose:
«Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.
Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare
i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti,
quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila
talenti. Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone
ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto
possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato
a terra, lo supplicava dicendo: “Abbi pazienza con me e ti
restituirò ogni cosa”. Il padrone ebbe compassione di quel
servo, lo lasciò andare e gli condonò il debito. Appena uscito,
quel servo trovò uno dei suoi compagni, che gli doveva cento
denari. Lo prese per il collo e lo soffocava, dicendo: “Restituisci
quello che devi!”. Il suo compagno, prostrato a terra, lo pregava
dicendo: “Abbi pazienza con me e ti restituirò”. Ma egli non
volle, andò e lo fece gettare in prigione, fino a che non avesse
pagato il debito. Visto quello che accadeva, i suoi compagni
furono molto dispiaciuti e andarono a riferire al loro padrone
tutto l’accaduto. Allora il padrone fece chiamare quell’uomo e
gli disse: “Servo malvagio, io ti ho condonato tutto quel debito
perché tu mi hai pregato. Non dovevi anche tu aver pietà del
tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te?”. Sdegnato,
il padrone lo diede in mano agli aguzzini, finché non avesse
restituito tutto il dovuto. Così anche il Padre mio celeste farà
con voi se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello».
Mt 18,21-35
:rosa :rosa :rosa











8136858
In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovr...
Discussione
11/09/2011 13.17.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
gatta47 gatta47 11/09/2011 ore 13.18.26
segnala

(Nessuno)RE: BUONA DOMENICA CON.....

.. :rosa :rosa :rosa
gatta47 gatta47 11/09/2011 ore 13.18.26
segnala

(Nessuno)RE: BUONA DOMENICA CON.....

.. :rosa :rosa :rosa
opa.bu opa.bu 11/09/2011 ore 15.10.48 Ultimi messaggi
segnala

EuforicoRE: BUONA DOMENICA CON.....

:-) Probabilmente il buon Dio ha pensato : Buono sì, ma coglione no !!! :-)))

Scusami Geum !! :rosa
geum geum 11/09/2011 ore 17.16.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: BUONA DOMENICA CON.....

opa.bu scrive:
Scusami Geum !! smile


Opussolo ;-)
A Lui devi chiedere
scusa;-)
Non a me :staff
:fiore

stregabacucca stregabacucca 11/09/2011 ore 17.31.18
segnala

(Nessuno)RE: BUONA DOMENICA CON.....

geum scrive:
Così anche il Padre mio celeste farà
con voi se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello».

che tradotto significa cerca di fare il bravo altrimenti subirai le ire divine (ma dio non era immensamente buono e giusto? Colui che perdona senza riserve? Colui che ha a cuore tutti i suoi figli soprattutto quelli che han smarrito la via? mah.....
Già dopo quasi settecento anni di onorato servizio hanno mandato il limbo in pensione.
Lo hanno mandato in pensione con il suo carico di anime non battezzate, di neonati abortiti, che per più di mezzo millennio sono stati sospesi nell’incertezza. Lo hanno mandato in pensione lasciando affranti madri e padri che dai secoli passati fino a oggi si sono dannati l’anima per l’eternità, soffrendo per la disgrazia a loro accaduta d’avere i figli morti prima del battesimo e consegnati alla vita eterna con l’infamante marchio del peccato originale impresso nell’anima. :sbong

:nono1
MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 11/09/2011 ore 21.13.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: BUONA DOMENICA CON.....

Io credo che tutte le sacre scritture possano essere lette in modo esoterico o estensivo.
Non credo che l'inferno e il paradiso o il purgatorio, siano propriamente dei luoghi fisici, quanto emotivi.
Mi spiego, ci provo.
Penso a Dio come l'amore puro e assoluto.
Se mi trovassi al suo cospetto, un giorno, con tutti i miei errori, credo che nel "guardarlo" potrei sentirmi infinitamente piccola e infinitamente in difetto.
Se dovessi guardare le mie grettezze, le mie cattiverie, di fronte a Lui, mi sentirei di non aver dato per nulla esempio di grandezza e di saggezza come Lui ha fatto e come io potrei fare, essendo fatta a sua immagine.
Proverei in definitiva una SOFFERENZA IMMENSA BRUCIARMI dentro e un fortissimo senso di pietà per me, per la mia pochezza di fronte a cotanto immenso amore:
ecco, questo credo che sia l'inferno! Guardare con la parte migliore di noi, quella più saggia, tutte le cose tremende che abbiamo fatto, nel momento in cui abbiamo rinunciato all'amore in nome della soddisfazione dell'ego.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.