Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

alpha.ED alpha.ED 18/12/2011 ore 14.30.25
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

Posso cogliere dei validi pensieri dalle filosofie orientali ma non sono un seguace e non conosco queste filosofie ,se non qualche accenno . Elementi come Osho ,quantunque predicano bene ,producono dipendenze è ciò è causa di altrettanti problemi .
Osho e tutte quelle pseudo religioni della new age ,non mi toccano in quanto sono dominatrici della psiche altrui .
La legge karmica ( causa - effetto )è stata esposta dagli antichi filosofici greci in modo razionale ,scientifico ,prima investigando le origini ed in seguito analizzandone le cause .
Il punto è... la filosofia antica (la base per ogni ulteriore approfondimento)non ha adepti , seguaci o guru ,pone l' essere al centro del cosmo e l' essere stesso è un microcosmo ...leggendo gli antichi pensatori si colgono validissimi concetti riferiti al bene interiore ed universale naturalemte in un percorso etico,di conoscenza e sviluppo dell' intelligenza nel senso buono .
perciò non comprendo il motivo per cui occorre seguire discipline esoteriche .
Ognuno di noi ha una propria spiritualità ed ognuno di noi ha proprie capacità di autoanalisi senza interpellare presunti guru . Per seguire le filosofie orientali occorre staccarsi dal materialismo dominante nella nostra società ; ed è un percorso molto difficile per noi occidentali -
alpha.ED alpha.ED 18/12/2011 ore 14.46.31
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

@ Palmerino - si evince dai tuoi scritti che sei un po' alla ricerca di un' anima gemella (compagna)
-a livello di spiritualità è più facile trovare la condivisione in una o più amiche rispetto ad una compagna
questo perchè nei rapporti di convivenza tra persone che si amano spesso occorre prendere in considerazione l' aspetto materiale ,il quale volente o non volente concentra una buona parte del tempo vissuto in convivenza. Vi sono degli aspetti della vita quotidiana ,di coppia ,che si basano più sulla razionalità che sulla spiritualità ...quandunque una spiritualità interiore condivisa è significativa nel percorso di coppia ,poichè si entra in armonia , vi è sinapsi .
doest doest 18/12/2011 ore 14.58.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

suvvia comprendiamo le vere colonne portanti del discorso -- l'amore in quanto tale -- per se stessi (finalizzato ad un miglioramento) e per il prossimo (in quanto umanità) --- le storie e relazioni sono destinate a coloro che son più giovani --- se in codesto luogo si segnala una età superiore ai 40 anni -- un senso vi è? --- ciao
palmerino1965 palmerino1965 18/12/2011 ore 15.04.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

A me piacciono i vari autori illuminati: non seguo nessuna setta o religione in particolare.
Almeno attualmente.
Seguivo per 6 mesi la filosofia buddista giapponese molto in voga in Italia (Baggio per intenderci segue questa) però ho compreso che almeno con me, non funziona.
Mi piace la filosofia e continuo a leggere i libri, ma non trovo molto illuminante la pratica che si deve fare.

Osho lascia una grande libertà.
Lui dice di non credere a lui e men che meno a Gesù, a Siddharta (budda), Krisha...
Lui dice di essere come Gesù, Siddharta, Krisha...
In pratica ci sollecita a sperimentare.
A me che Gesù sia il figlio di Dio fatto carne non me ne frega granché.
Interessa essere come lui per comprendere cosa significa amare se stessi e gli altri nello stesso modo.
Proprio ieri ho iniziato a leggere un libro di Paur Ferrini che come sottotitolo recita: "riflessioni della mente di Cristo".



Siamo tutti spiritualisti alla fine.
Anche non scegliere nulla è una scelta spirituale.
Non so se mettendo il link dove stavamo parlando di "amore" voi possiate leggerlo anche senza fare parte della "stanza".
Lo posto, per chi volesse leggerlo:
http://gruppi.chatta.it/il-rifugio-dei-ribelli/forum/principale/954649/l-amore-/tutti.aspx?pcount=7
doest doest 18/12/2011 ore 15.12.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

amore:

filippine
carceri
adozioni internazionali
violenza in paesi "quasi" vicini
un bell'esempio di amore ----------->francesco


............. l'elenco continua .....

(ovviamente nei limiti delle proprie possibilità--- continuo a fare il mio --- poichè pure questo.. è...
palmerino1965 palmerino1965 18/12/2011 ore 15.23.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

@ alpha.ED:
... perchè nei rapporti di convivenza tra persone che si amano spesso occorre prendere in considerazione l' aspetto materiale ,il quale volente o non volente concentra una buona parte del tempo vissuto in convivenza. Vi sono degli aspetti della vita quotidiana ,di coppia ,che si basano più sulla razionalità che sulla spiritualità ...quandunque una spiritualità interiore condivisa è...


Sì, mi scontro con la convivenza e sul fatto che bisogna per forza costruire (?) qualcosa insieme e tenere così presente il futuro nella vita amorosa... perdendo di vista proprio il presente.
Queste sono le mie poche esperienze in amore.
Fallimenti che però mi rendono più attento nella prossima volta che mi innamorerò: troppo bello questo stato e non mi accontento di vivere con una persona a cui voglia solo bene.
Spero di trovare una donna che ami se stessa, prima di tutto e poi voglia amare senza chiedere, anzi pretendere qualcosa che esuli dall'amore.

Tra l'altro io attualmente ho fatto delle scelte importanti nella mia vita al fine di essere pronto nel fare l'esperienza con la massima liberà e nello stesso donandomi completamente senza paura.
Non è facile perché siamo di fatto sempre condizionati però possiamo provarci.
Altrimenti che viviamo a fare?
Per fare una famiglia?
Per avere uno o più appartamenti?
Andare in pensione e comprendere di non avere più voglia di sognare?
Tanto quando ce ne andremo da questa vita... non ci portiamo nulla.
La vita è bella anche per questo, però: ci indica quali siano gli aspetti veramente importanti e non quelli che ci condizionano sin da quando nasciamo.
doest doest 18/12/2011 ore 15.39.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

nella vita è importante essere di aiuto agli altri



attenzione al termine condizionamenti --- alcuni usano questo stratagemma per confondere le idee ---- per giustificare errori, tradimenti, colpe, voglia di prendersi delle libertà, ed altre licenze poetiche
palmerino1965 palmerino1965 18/12/2011 ore 15.44.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

doest scrive:
....le storie e relazioni sono destinate a coloro che son più giovani --- se in codesto luogo si segnala una età superiore ai 40 anni -- un senso vi è?


Perché dici questo?
Un vecchietto di 40 o 50 anni non si può più innamorare?
Non può perdere la testa per una sua coetanea?
L'anno scorso mi sono perso per una ragazza triestina (49 anni ben portati) e nonostante dopo pochi mesi la relazioni finiva, mi è rimasto una bellissima emozione dentro di me.
E voglio riprovarla: cos'è questo vivere, giorno dopo giorno senza vedere nulla di speciale nella persona amata e in noi stessi, alla fine?
Io non voglio vivere così: mi piace la solitudine, mi piace Palmerino (spesso felice, ottimista... ) però io voglio rivivere l'amore.
Amore che è già in me.

I ragazzini di 20 e 30 anni sicuri che hanno relazioni soddisfacenti?
Cosa ci vieta di amarci alla nostra età?
La paura: siamo così terrorizzati di perdere il nostro controllo (io per prima) che non riusciamo a donarci davvero con l'altra persona.
Paura: fottuta paura.
Il contrario dell'amore non è l'odio (è solo un diverso aspetto) ma proprio la paura di amare.
E questo ci porta a essere violenti, dipendenti... persino avere rapporti strani (dal feticismo alla pedofilia) che poco hanno a che fare con l'amore.
I giovani sono davvero così maturi nel non avere paura di amare?
Io credo che siano solo più aperti a sfruttarsi a vicenda, a accettare compromessi.
Pochi amano veramente.

Credo: altrimenti tutti i giovani sarebbero felici e, sapendo amare, perché non esserlo anche da più grandicelli?
doest doest 18/12/2011 ore 15.50.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

perchè è solo il "momento" / l'inganno che ti porta a perdere la strada corretta -- ma ognuno è libero di fare come crede-- solo mi spiace per coloro che si perdono in questo inganno momentaneo - l'amicizia è anche questo ---> dire presta attenzione -- il sentiero più corretto non è questo è un altro ---
come donna - se credi veramente nel significato dell'amicizia - non puoi assistere alla preparazione di una "torta" e passivamente dire --- > io non mi interesso -- lanci dei messaggi - buon pomeriggio
palmerino1965 palmerino1965 18/12/2011 ore 16.19.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: C'era una volta un forum...

Certamente sbaglieremo spesso però fa parte della vita.
Non sbagliare significa non esporsi.
Una mia amica non ha mai avuto rapporti con altre persone e non ci pensa proprio ancora adesso: sicuramente non soffre l'amore... o forse sì?
In fondo amandoci nell'altro/a amiamo profondamente noi stessi.
Magari per pochi istanti...

Per gli amici non ho una classifica: ho molto amici comunque e spero di trovarne sempre di nuovi.
Una volta la mia ex moglie mi diceva: "Ma se tu non avessi alcuni amici... più amici degli atri non sai cosa significa la vera amicizia".
E dopo era lei che anche con amici e soprattutto amiche del cuore... litigare e non comprendersi.
Sempre con questo voler essere possessivi: "Mio amico, Tuo amico, Mia moglie, Mio fidanzato... "
Ma vogliamo comprenderlo che "abbiamo" solo la nostra vita?
Neanche i figli (per chi ce li ha) ci appartengono veramente.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.